La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FARMACI ANTIASMATICI (STIMOLI IN GRADO DI SCATENARE UN ACCESSO ASMATICO ACUTO) Farmaci Sostanze ambientali Infezioni respiratorie Esercizio fisico Stress.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FARMACI ANTIASMATICI (STIMOLI IN GRADO DI SCATENARE UN ACCESSO ASMATICO ACUTO) Farmaci Sostanze ambientali Infezioni respiratorie Esercizio fisico Stress."— Transcript della presentazione:

1 FARMACI ANTIASMATICI (STIMOLI IN GRADO DI SCATENARE UN ACCESSO ASMATICO ACUTO) Farmaci Sostanze ambientali Infezioni respiratorie Esercizio fisico Stress emozionaliFattori occupazionali Asma su base allergica (IgE-mediata) Asma su base non allergica Asma ad eziologia mista

2 FARMACI ANTIASMATICI (EZIOPATOGENESI DELLASMA BRONCHIALE) ? SOGGETTI PREDISPOSTI INFIAMMAZIONE CRONICA DEI BRONCHIOLI IPERRESPONSIVITA BRONCHIOLARE ?? Rimodellamento della parete bronchiolare

3 FARMACI ANTIASMATICI (EZIOPATOGENESI DELLACCESSO ASMATICO ACUTO) MASTOCITI BRONCHIALI stimoli chimiciantigenistimoli fisici Sostanze preformate Attivazione PLA 2 Stimolazione sintesi proteica istamina proteasi eparina prostaglandine leucotrieni PAF interleuchine TNF Infiammazione BroncocostrizioneChemiotassi Mediatori dellinfiammazione Mediatori della broncocostrizione EOSINOFILI LINFOCITI BASOFILI MACROFAGI Danno epitelio dei bronchioli SECONDI MINUTI ORE IgE

4 Bronchioli infiammati FARMACI ANTIASMATICI (MEDIATORI DELLA BRONCOCOSTRIZIONE) Istamina Leucotrieni Prostaglandine Trombossano PAF Endotelina Adenosina Acetilcolina Altri??

5 MB = MIOCITA BRONCHIOLARE BR = BRONCOCOSTRITTORI R = RECETTORE (specifico per ogni broncocostrittore) RS = RETICOLO SARCOPLASMICO PLC = FOSFOLIPASI C BR RS Ca2+ contrazione R BR PLC Ca MB FARMACI ANTIASMATICI (meccanismi coinvolti nella broncocostrizione da agonisti recettoriali)

6 FARMACI BRONCODILATATORI - Farmaci stimolanti il recettore "beta-2" adrenergico - Metilxantine - Farmaci bloccanti i recettori "M" colinergici - Farmaci bloccanti i recettori per i leucotrieni FARMACI ANTIINFIAMMATORI - Glucocorticoidi - Cromoni - Anticorpi anti-IgE FARMACI ANTIASMATICI (CLASSIFICAZIONE)

7 PRINCIPI ATTIVI - A BREVE DURATA DAZIONE ES. SALBUTAMOLO - A LUNGA DURATA DAZIONE ES. SALMETEROLO EFFETTI FARMACOLOGICI - BRONCODILATAZIONE - INIBIZIONE DEL RILASCIO DI MEDIATORI DALLE MASTCELLULE E DA ALTRE CELLULE DELLINFIAMMAZIONE - STIMOLAZIONE DELLA FUNZIONE MUCO-CILIARE BRONCHIOLARE MECCANISMO D'AZIONE - STIMOLAZIONE DEL RECETTORE BETA-2 ADRENERGICO FARMACI ANTIASMATICI (STIMOLANTI DEI RECETTORI BETA-2 ADRENERGICI)

8 Ca2+ DECONTRAZIONE SA R ADENILATO CICLASI MB + ATP AMPc - FARMACI ANTIASMATICI (BETA-2 ADRENERGICI: MECCANISMO DAZIONE MOLECOLARE) MB = MIOCITA BRONCHIOLARE SA = SALBUTAMOLO/SALMETEROLO R = RECETTORE BETA-2 ADRENERGICO ATP = ADENOSINTRIFOSFATO AMP C = ADENOSINMONOFOSFATO CICLICO

9 FARMACI ANTIASMATICI (SALBUTAMOLO E SALMETEROLO: CARATTERISTICHE FARMACOCINETICHE) VIE DI SOMMINISTRAZIONE SALBUTAMOLO - VIA INALATORIA - VIA ENDOVENOSA - VIA ORALE - VIA INTRAMUSCOLARE SALMETEROLO - VIA INALATORIA TEMPO DI LATENZA E DURATA DELLEFFETTO (VIA INALATORIA) 1-5 MINUTI; 3-5 ORE (SALBUTAMOLO) 30 MINUTI; 12 ORE (SALMETEROLO) METABOLISMO: EPATICO ELIMINAZIONE: RENALE

10 FARMACI ANTIASMATICI (BETA-2 ADRENERGICI: VANTAGGI ED EFFETTI INDESIDERATI) VANTAGGI DEI BETA-2 ADRENERGICI - RAPIDITA DAZIONE - AUTOSOMMINISTRABILI PER VIA INALATORIA - SCARSI EFFETTI COLLATERALI (SE SOMMINISTRATI PER INALAZIONE) PRINCIPALI EFFETTI INDESIDERATI DEI BETA-2 ADRENERGICI SOMMINISTRAZIONE PER VIA INALATORIA 1. TREMORI MUSCOLARI 2. TOLLERANZA 3. SECCHEZZA, IRRITAZIONE ORO-FARINGEA, ALTERAZIONI DEL SENSO DEL GUSTO SOMMINISTRAZIONE PER VIA ORALE O SISTEMICA 1. TREMORI MUSCOLARI 2. TACHICARDIA 3. VASODILATAZIONE 4. IPERGLICEMIA 5. TOLLERANZA

11 FARMACI ANTIASMATICI (METILXANTINE ) PRINCIPI ATTIVI - TEOFILLINA - AMINOFILLINA TEOFILLINA + ETILENDIAMINA) EFFETTI FARMACOLOGICI - BRONCODILATAZIONE - INIBIZIONE DEL RILASCIO DI MEDIATORI DALLE MASTCELLULE E DA ALTRE CELLULE DELLINFIAMMAZIONE ?? MECCANISMO D'AZIONE (NON CHIARITO) - INIB. FOSFODIESTERASI, ANTAGONISMO REC. ADENOSINA

12 TEOFILLINA Inibizione fosfodiesterasi 4 e5 Inibizione rec. delladenosina Attivazione istone deacetilasi Decontrazione miociti bronchiali Inibizione rilascio med. infiammazione Inibizione attività dei fattori di trascrizione Decontrazione miociti bronchiali Inibizione rilascio med. infiammazione BRONCODILATAZIONE EFFETTO ANTIINFIAMMATORIO Teofillina: presunto meccanismo dazione

13 Ca2+ DECONTRAZIONE A R A ADENILATO CICLASI MB + ATP AMPc (TEOFILLINA: INIBIZIONE DELLE FOSFODIESTERASI) MB = MIOCITA BRONCHIOLARE A = ADRENALINA R = RECETTORE BETA-2 ADRENERGICO ATP = ADENOSINTRIFOSFATO AMP C = ADENOSINMONOFOSFATO CICLICO PDE = FOSFODIESTERASI AMP PDE Teofillina (-)

14 Da: Barnes, Immunol Allergy Clin N Am (2005), 25: (modificato) TEOFILLINA Teofillina: attivazione dellenzima istone deacetilasi-2 (HDA2)

15 VIE DI SOMMINISTRAZIONE TEOFILLINA - VIA ORALE AMINOFILLINA - VIA ENDOVENOSA - VIA ORALE - VIA RETTALE - VIA INTRAMUSCOLARE TEMPO DI LATENZA E DURATA DELLEFFETTO VIA ORALE 2 ORE; ORE (TEOFILLINA) METABOLISMO: EPATICO ELIMINAZIONE: BILIARE Metilxantine: farmacocinetica

16 VANTAGGI DELLE METILXANTINE - DISPONIBILITA DI PREPARATI RITARDO PER VIA ORALE - DISPONIBILITA DI SUPPOSTE PRINCIPALI EFFETTI INDESIDERATI DELLE METILXANTINE 1. NERVOSISMO 2. CEFALEA 3. NAUSEA E VOMITO 4. GRAVI ARITMIE CARDIACHE FARMACI ANTIASMATICI (METILXANTINE )

17 FARMACI ANTIASMATICI (INIBITORI DEL RECETTORE COLINERGICO MUSCARINICO M 3 ) PRINCIPI ATTIVI - IPRATROPIO BROMURO EFFETTI FARMACOLOGICI - BRONCODILATAZIONE MECCANISMO D'AZIONE - BLOCCO DEL RECETTORE COLINERGICO MUSCARINICO M 3

18 VIE DI SOMMINISTRAZIONE - VIA INALATORIA TEMPO DI LATENZA E DURATA DELLEFFETTO 60 MIN; 4-6 ORE METABOLISMO: NO ELIMINAZIONE: BILIARE E URINARIA FARMACI ANTIASMATICI (INIBITORI DEL RECETTORE COLINERGICO MUSCARINICO M 3 )

19 VANTAGGI DELLIPRATROPIO BROMURO - NESSUNO, RISPETTO AGLI ALTRI BRONCODILATATORI PRINCIPALI EFFETTI INDESIDERATI DELLIPRATROPIO BROMURO 1. SECCHEZZA DELLE FAUCI 2. SENSAZIONE DI BOCCA CATTIVA FARMACI ANTIASMATICI (INIBITORI DEL RECETTORE COLINERGICO MUSCARINICO M 3 )

20 FARMACI ANTIASMATICI (INIBITORI DEL RECETTORE PER I LEUCOTRIENI ) PRINCIPI ATTIVI - ZAFIRLUKAST - MONTELUKAST - ZILEUTON (inibitore sistesi leucotrieni) EFFETTI FARMACOLOGICI - BRONCODILATAZIONE - RIDUZIONE INFIAMMAZIONE MECCANISMO D'AZIONE - BLOCCO DEI RECETTORI DEI LEUCOTRIENI (C 4, D 4, E 4 )

21 VIE DI SOMMINISTRAZIONE MONTELUKAST - VIA ORALE ZAFIRLUKAST - VIA ORALE ZILEUTON - VIA ORALE TEMPO DI LATENZA E DURATA DELLEFFETTO 2 ORE; 12 ORE METABOLISMO: EPATICO ELIMINAZIONE: RENALE FARMACI ANTIASMATICI (INIBITORI DEL RECETTORE PER I LEUCOTRIENI )

22 VANTAGGI DEGLI INIBITORI DEL RECETTORE DEI LEUCOTRIENI - ?? PRINCIPALI EFFETTI INDESIDERATI DEGLI INIBITORI DEL RECETTORE DEI LEUCOTRIENI 1. EPATOTOSSICITA (ZILEUTON) FARMACI ANTIASMATICI (INIBITORI DEL RECETTORE PER I LEUCOTRIENI )

23 FARMACI ANTIASMATICI (GLUCOCORTICOIDI ) PRINCIPI ATTIVI - GLUCORTICOIDI PER INALAZIONE BECLOMETASONE DIPROPIONATO BUDESONIDE FLUNISOLIDE FLUTICASONE - GLUCOCORTICOIDI PER VIA SISTEMICA PREDNISONE METILPREDNISOLONE EFFETTI FARMACOLOGICI - INIBIZIONE DEL PROCESSO INFIAMMATORIO BRONCHIALE MECCANISMO D'AZIONE - INIBIZIONE DELLATTIVITA DELLA PLA 2 - INIBIZIONE DELLA DINTESI DI CITOCHINE - INIBIZIONE DELLA CHEMIOTASSI

24 VIE DI SOMMINISTRAZIONE - VIA INALATORIA - VIA ORALE - VIA ENDOVENOSA - VIA INTRAMUSCOLARE TEMPO DI LATENZA E DURATA DELLEFFETTO 4-6 ORE; DURATA VARIABILE METABOLISMO: EPATICO ELIMINAZIONE: RENALE FARMACI ANTIASMATICI (GLUCOCORTICOIDI )

25 CARATTERISTICHE POSITIVE DEI GLUCOCORTICOIDI - POTENTE E DURATURA AZIONE ANTINFIAMMATORIA - SOMMINISTRABILITA PER VARIE VIE - ASSENZA DI TOSSICITA ACUTA CARATTERISTICHE NEGATIVE DEI GLUCOCORTICOIDI - TEMPO DI LATENZA DELLEFFETTO RELATIVAMENTE LUNGO (ORE) - POSSIBILITA DI COMPARSA DI GRAVI EFFETTI INDESIDERATI (TERAPIA CRONICA) FARMACI ANTIASMATICI (GLUCOCORTICOIDI )

26 LA CANDIDOSI DEL CAVO ORALE E LEFFETTO INDESIDERATO PIU FREQUENTE DEI GLUCOCORTICOIDI SOMMINISTRATI RIPETUTAMENTE PER VIA INALATORIA FARMACI ANTIASMATICI (GLUCOCORTICOIDI ) Candidosi del cavo orale

27 FARMACI ANTIASMATICI (CROMONI ) PRINCIPI ATTIVI - CROMOGLICATO DI SODIO - NEDOCROMILE EFFETTI FARMACOLOGICI - ANTIINFIAMMATORI MECCANISMO D'AZIONE - BLOCCO DELLATTIVAZIONE DEI MASTOCITI - INIBIZIONE ATTIVAZIONE DEI LEUCOCITI A LIVELLO BRONCHIALE - INIBIZIONE FATTORI CHEMIOTATTICI - INIBIZIONE DEI RIFLESSI PARASIMPATICI E DELLA TOSSE

28 VIE DI SOMMINISTRAZIONE - VIA INALATORIA TEMPO DI LATENZA E DURATA DELLEFFETTO - 60 MIN; 4-5 ORE METABOLISMO: EPATICO ELIMINAZIONE: EPATICA E RENALE FARMACI ANTIASMATICI (CROMONI ) VANTAGGI DEI CROMONI - ASSENZA DI EFFETTI INDESIDERATI IMPORTANTI PRINCIPALI EFFETTI INDESIDERATI DEI CROMONI 1. RARAMENTE REAZIONI ALLERGICHE

29 Anti-IgE (Omalizumab) Mastocita/basofilo IgE Anticorpi monoclonali anti-IgE: meccanismo dazione

30 Omalizumab: caratteristiche farmacocinetiche e tossicità Somministrazione: via sottocutanea ogni 2-4 settimane Biodisponibilità: 60% Eliminazione: sistema reticolo-endoteliale epatico Tossicità: - reazioni locali a livello del sito diniezione - reazioni anafilattiche (1/1000) - aumento incidenza neoplasie

31 Lieve intermittente<2 settimana<2 notti/mese>80%Nessun trattamento Se gli episodi di broncospasmo sono gravi è raccomandato un ciclo di terapia con glucocorticoidi per via sistemica Lieve persistente>2 settimana ma 2 notti/mese>80%Basse dosi di glucocorticoidi per inalazione In alternativa: cromoni, antagonisti dei leucotrieni o teofillina a lento rilascio Moderato persistente7 gg/settimana>1 notte/settim.>60%-< 80%Basse-medie dosi di glucocorticoidi per inalazione + beta-2 adrelergici a lunga durata dazione (+ OMALIZUMAB). In alternativa ai beta-2 adrenergici: antagonisti dei leucotrieni o teofillina Severo persistenteContinuaFrequente<60%Alte dosi di glucocorticoidi per inalazione + beta-2 adrenergici a lunga durata dazione + (se necessario) glucocorticoidi per via sistemica (+ OMALIZUMAB). Attacco acuto di broncocostrizione (per tutti i pazienti) Beta-2 adrenergici a breve durata dazione (2-4 puffs, secondo necessità) Sintomi Giorno Notte % indici funzione respiratoria Trattamento per il mantenimento del controllo della sintomatologia a lungo termine Tipo di asma Da: Harrisons, Principles of internal medicine, 16th Edition, 2005 (modificata). Trattamento del soggetto asmatico adulto


Scaricare ppt "FARMACI ANTIASMATICI (STIMOLI IN GRADO DI SCATENARE UN ACCESSO ASMATICO ACUTO) Farmaci Sostanze ambientali Infezioni respiratorie Esercizio fisico Stress."

Presentazioni simili


Annunci Google