La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Psicologia dello Sviluppo Dott.ssa Eleonora Farina Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione Riccardo Massa

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Psicologia dello Sviluppo Dott.ssa Eleonora Farina Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione Riccardo Massa"— Transcript della presentazione:

1 Psicologia dello Sviluppo Dott.ssa Eleonora Farina Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione Riccardo Massa

2 Lo sviluppo nella prospettiva del ciclo di vita n Presentazione dei principali approcci teorici e metodologici allo studio dello sviluppo psicologico umano nella prospettiva del ciclo di vita. Studio delle principali funzioni psicologiche e del loro sviluppo. In particolare: percezione, memoria, linguaggio, pensiero, emozioni, socialità. n Tali funzioni verranno trattate per linfanzia, ladolescenza, letà adulta e letà senile. Nellambito delle lezioni verranno approfondite alcune tematiche anche mediante seminari tenuti da esperti.

3 Tipologia desame: orale Bibliografia obbligatoria: H. R. Schaffer, Psicologia dello sviluppo, Milano, Raffaello Cortina Editore, 2005 (per i frequentanti il manuale verrà sostituito da dispense fornite a lezione) O. Albanese, P. Molina (a cura di), Lo sviluppo della comprensione delle emozioni e la sua valutazione. La versione italiana del Test of Emotion Comprehension (TEC) di Pons e Harris, Milano, Unicopli, O. Andreani Dentici, Ricordi molto lontani, Milano, Unicopli, C. Fiorilli, Gli insegnanti pensano lintelligenza, Milano, Unicopli (in press).

4 Un testo a scelta tra: G. Lutte, Principesse e sognatori nelle strade del Guatemala, Edizioni Qualevita e Amistrada, (III edizione, 2008). J. Dunn, Lamicizia tra bambini, Milano, Raffaello Cortina, I. Grazzani Gavazzi (a cura di), La competenza emotiva. Studi e ricerche nel ciclo di vita, Milano, Unicopli, M. Cesa-Bianchi, O. Albanese (a cura di), Crescere e Invecchiare. La prospettiva del ciclo di vita, Milano, Unicopli, C. Cornoldi, R. De Beni, Gruppo MT, Imparare a Studiare 2, Trento, Erickson, O. Albanese (a cura di), Percorsi Metacognitivi, Milano, F.Angeli, O. Albanese et al. (a cura di), Competenza emotiva tra psicologia ed educazione, Milano, F.Angeli, C. Fiorilli, O. Albanese (a cura di), I processi di conoscenza dei bambini: credere, pensare, conoscere, Bergamo, Junior, P.L. Harris, Limmaginazione nel bambino, Milano, Raffaello Cortina, M. Majorano, Ascoltare il linguaggio dei bambini. Dalla comunicazione preverbale alle prime parole, Milano, Unicopli, 2007.

5 Il concetto di sviluppo n Insieme di processi grazie ai quali gli organismi crescono e cambiano nel corso della loro vita MATURAZIONE Mutamenti biologici del nostro corpo. Es. la maturazione del cervello permette lo sviluppo di processi psicologici come la concentrazione, la risoluzione di problemi, la comprensione della mente di unaltra persona APPRENDIMENTO Mutamenti relativamente permanenti nel comportamento, nei pensieri, nei sentimenti. Es. lo sviluppo fisico è necessario per avere successo in uno sport, ma è altrettanto necessario un accurato training e molta pratica

6 La psicologia dello sviluppo n E lo studio scientifico dei mutamenti che gli individui subiscono nel corso dellesistenza n Obiettivi: DESCRIVERE, SPIEGARE, OTTIMIZZARE lo sviluppo 1 ________________________________________________________________________________________________________________________________ 1 Baltes, Reese, Lipsitt, 1980

7 Rassegna cronologica dello sviluppo Periodo della vita Arco detà approssimativo Periodo prenataleDal concepimento alla nascita Infanzia (o prima infanzia)Da 0 a 2 anni Periodo prescolare (o seconda infanzia) Da 3 a 5 anni Fanciullezza (o terza infanzia)Da 6 a 11 anni PreadolescenzaDa 11 a 13 anni AdolescenzaDa 13 a 20 anni circa GiovinezzaDa 20 a 40 anni circa Età adultaDa 40 a 65 anni circa Età senileDai 65 anni in poi

8 Domande di fondo n Dibattiti: –determinismo vs. probabilismo –continuità vs. discontinuità –universalità vs. variabilità –carattere olistico vs. pluralistico dello sviluppo –innatismo vs. empirismo

9 Determinismo vs. Probabilismo n 800, nascita Psicologia: necessità di affrancarsi da religione e filosofia studio scientifico delluomo modelli Fisica (unicausali e deterministici) ricerca della causa del comportamento e dello sviluppo nellambiente ( comportamentismo ) o nei fattori biologici ( psicanalisi ). n 900, scienze fisiche: modelli probabilistici multicausali reciproche modificazioni ed interazioni delle variabili lungo il tempo. n In Psicologia: studio del funzionamento cognitivo ruolo attivo della mente che riorganizza le proprie relazioni con ambiente ed organismo ( cognitivismo ); studio della relazione reciproca fra persona ed ambiente ( prospettiva interazionista e sistemica, teorie ecologiche )

10 Continuità vs. Discontinuità n Processi: sviluppo continuo se per tutto il suo corso agiscono gli stessi processi causali teoria stadiale di Piaget è continua n Comportamento manifesto : sviluppo continuo se la natura di un nuovo comportamento può essere prevista dal comportamento precedente teoria stadiale di Piaget è discontinua Concetto di STADIO: modi differenti di affrontare il mondo caratteristici di ogni età e diversi nel tempo sequenza preordinata Posizioni teoriche che sottolineano la continuità: cambiamenti quantitativi e cumulativi; posizioni teoriche che sottolineano la discontinuità: cambiamenti qualitativi.

11 Universalità vs. Variabilità n Universalità : le manifestazioni del cambiamento andrebbero ricondotte ad un percorso universalmente valido legata al concetto di stadio, quadro di normalità: ci si attende scarsa variabilità inter- e intra-individuale nella stessa fase. n Variabilità : esistono percorsi diversi in relazione alle diverse situazioni socioculturali o alleffetto di specifici rinforzi e modellamenti: ci si attende alta variabilità inter- e intra-individuale nella stessa fase. Attualmente: concetto di stadio viene mantenuta lidea di una progressione basata su fattori biologici, che tuttavia delimita solo lambito delle possibilità di sviluppo, la cui realizzazione dipende dal legame individuo-ambiente concetto di percorso di sviluppo

12 Carattere olistico vs. pluralistico dello sviluppo n Prospettiva olistica : veduta globale dei processi di sviluppo che pone laccento sulle relazioni fra aspetti fisici, mentali, sociali ed emotivi. n Prospettiva pluralistica : esistono processi mentali specifici per dominio, chiamati in causa per affrontare compiti delimitati, e abilità generali per dominio, applicabili trasversalmente a compiti diversi.

13 Innatismo vs. Empirismo n Ovvero: eredità vs. ambiente n Fattori genetici: delineano lambito delle potenzialità di sviluppo di un individuo, ma non la sua particolare realizzazione. n A varie età le condizioni biologiche pongono un limite massimo al livello di prestazione che il bambino può dare la realizzazione delle potenzialità è legata allesperienza e allambiente. n Lesperienza e la pratica influenzano a loro volta la maturazione neurofisiologica (es. sinapsi). n PERIODO CRITICO

14 Orientamento attuale della psicologia dello sviluppo Modello di tipo: probabilistico, probabilistico, olistico, olistico, interazionista interazionista costruttivista costruttivista Lindividuo ed il suo ambiente formano un sistema integrato e dinamico di cui sia lindividuo che lambiente sono elementi inseparabili e che si influenzano reciprocamente (Magnusson e Stattin, 1998)

15 Dalla Psicologia dellEtà Evolutiva alla Psicologia dello Sviluppo n ad una fase di evoluzione (infanzia) seguono una fase di stabilità (età adulta) e una di involuzione (età senile) metafora dellarco della vita. n Età evolutiva : ad una fase di evoluzione (infanzia) seguono una fase di stabilità (età adulta) e una di involuzione (età senile) metafora dellarco della vita. n Adulto = riferimento normativo. CAMBIAMENTO DI PROSPETTIVA : n età adulta non è un periodo di stabilità; possibili nuovi apprendimenti; non si raggiunge uno sviluppo ottimale; n età senile: grazie alla plasticità neuronale sono possibili nuove acquisizioni e nuovi apprendimenti; n età evolutiva (in senso stretto): ruolo attivo del bambino dalla nascita; percorso non lineare.

16 La Psicologia dello Sviluppo nella prospettiva del CICLO DI VITA – o LIFE SPAN n Lo sviluppo riguarda tutta lesistenza 1 n La prospettiva del ciclo di vita mette in primo piano la dimensione tempo: –non cè più attenzione solo per il passato, ma anche per il presente e per il futuro ; –lo sviluppo non si identifica con il tempo, ma avviene nel tempo, lungo il quale si snodano le funzioni ed i processi psichici. ________________________________________________________________________________________________________________________________ 1 Baltes e Reese, 1986


Scaricare ppt "Psicologia dello Sviluppo Dott.ssa Eleonora Farina Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione Riccardo Massa"

Presentazioni simili


Annunci Google