La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lenergia meccanica viene spesa dai muscoli per lattività contrattile, Lenergia termica che serve a mantenere costante la temperatura (animali omeotermi:)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lenergia meccanica viene spesa dai muscoli per lattività contrattile, Lenergia termica che serve a mantenere costante la temperatura (animali omeotermi:)"— Transcript della presentazione:

1 Lenergia meccanica viene spesa dai muscoli per lattività contrattile, Lenergia termica che serve a mantenere costante la temperatura (animali omeotermi:) Ma ogni processo di trasformazione che implichi spesa di energia ne libera una quota sotto forma di calore (energia termica). Lorganismo può immagazzinare energia prontamente spendibile sotto forma di energia chimica (ATP, NADPH, NADH ecc… Vale a dire legami ad alta energia che la liberano scindendosi per idrolisi: quasi sempre è implicato il gruppo fosforico).

2 energia meccanica o energia termica ma il processo inverso non è possibile Lenergia chimica (ATP, NADPH, NADH ecc…) è più qualitativa di quella termica o meccanica in quanto può essere convertita in

3 Ossidazione principi nutritivi con produzione di energia chimica e liberazione di energia termica (rendimento sempre inferiore a 1 o 100%) ( CATABOLISMO ) Sintesi di costituenti organici alimentari Con trasformazione di energia chimica e liberazione di energia termica (rendimento sempre inferiore a 1 o 100%) ( ANABOLISMO )

4 ANIMALE A DIGIUNO energia necessaria per: lavoro meccanico (attività muscolare essenziale) lavoro chimico (sostanze disciolte in controgradiente) LENERGIA CHIMICA DEGLI ALIMENTI UTILIZZATA PER IL LAVORO MUSCOLARE E CHIMICO NECESSARIO PER IL MANTENIMENTO VIENE TRASFORMATA IN CALORE. NELLANIMALE A DIGIUNO LA QUANTITA DI CALORE PRODOTTO E UGUALE ALLENERGIA DEI TESSUTI CHE E STATA CATABOLIZZATA E, SE MISURATA IN DETERMINATE CONDIZIONI, E NOTA COME METABOLISMO BASALE. METABOLISMO BASALE

5 VALORI DEL METABOLISMO BASALE (produzione di calore a riposo in condizioni di neutralità termica)

6 ENERGIA GREZZA o LORDA ENERGIA DIGERIBILE ENERGIAMETABOLIZZABILE ENERGIANETTA FECI METANOURINE EXTRACALORE USCITE UTILIZZAZIONE DELLENERGIA LORDA (O GREZZA) ENTRATE

7

8

9

10

11

12

13 FABBISOGNI ENERGETICI DEGLI ANIMALI METABOLISMO BASALEMETABOLISMO BASALE TERMOGENESI DI ADATTAMENTOTERMOGENESI DI ADATTAMENTO TERMOGENESI ALIMENTARETERMOGENESI ALIMENTARE ATTIVITA FISICAATTIVITA FISICA ENERGIA DEI PRODOTTI ZOOTECNICIENERGIA DEI PRODOTTI ZOOTECNICI ENERGIA LEGATA ALLE SINTESI METABOLICHEENERGIA LEGATA ALLE SINTESI METABOLICHE azione dinamico-specifica MANTENIMENTO PRODUZIONE

14 ENERGIA LORDA (E.L.) La quantità di energia chimica presente in un alimento è valutata dalla sua conversione in energia termica e determinata dal calore prodotto La quantità di calore sviluppata dalla completa ossidazione di una unità di peso di un determinato alimento è nota come ENERGIA LORDA o CALORE DI COMBUSTIONE di quellalimento Si misura in bomba calorimetrica grassi 2,5 volte il calore di combustione dei carboidrati (rapporto C/H > nei grassi (minore stato di ossidazione) proteine > carboidrati molti alimenti: E.L. = 18,5 MJ/kg s.s. (4,42 Mcal/kg s.s.)

15 Glucosio 15,6 Amido 17,7 Cellulosa 17,5 Caseina 24,5 Grasso del latte 38,5 Grasso (da semi oleaginosi) 39,0 Acetico 14,6 Propionico 20,8 Butirrico 24,9 Metano 55,0 Muscolo 23,6 Grasso 39,3 Granella di mais 18,5 Grani di avena 19,6 Paglia di avena 18,5 Farina di estrazione di lino 21,4 Fieno di prato 18,9 Latte (al 4% di grasso) 24,9 Acidi grassi volatili PRINCIPIALIMENTARI PRODOTTI DELLA FERMENTAZIONE TESSUTI ANIMALI ALIMENTI VALORI DI ENERGIA LORDA (MJ/kg di sostanza secca)

16 ENERGIA DIGERIBILE (E.D.) Prima perdita di energia = energia contenuta nelle feci E.D. APPARENTE = E. Lorda - energia persa con le feci pecore: consumano 1,63 kg s.s. di fieno (E.L. = 18,0 MJ/kg s.s.) ENERGIA LORDA INGERITA = 29,3 MJ Feci 0,76 kg s.s. con 18,7 MJ/kg s.s. ENERGIA PERSA CON LE FECI = 14,2 MJ DIGERIBILITA APPARENTE = (29,3 - 14,2)/29,3 = 51,53% ENERGIA DIGERIBILE = 29,3*0,5153 = 15,1 MJ (29,3 - 14,2)

17 ENERGIA METABOLIZZABILE (E.M.) Altre perdite = urine + gas combustibile ENERGIA METABOLIZZABILE = E. Digeribile - E. urine - E. gas energia urina:urea acido ippurico creatininaallantoina acido glucuronico acido citrico energia gas:metano (legata allingestione dellalimento)

18 ENERGIA NETTA E RITENZIONE DI ENERGIA E.M. - incremento metabolico = ENERGIA NETTA Energia Netta è la quota disponibile per lanimale per il mantenimento e per le varie attività produttive ENERGIA NETTA DI MANTENIMENTO (calore) ENERGIA NETTA DI PRODUZIONE (accrescimento, grasso, latte, uova, lana) ENERGIA RITENUTA DALLANIMALE

19 PER OGNI ALIMENTO AVREMO QUINDI UN VALORE DI: 1.ENERGIA LORDA 2.ENERGIA DIGERIBILE 3.ENERGIA METABOLIZZABILE + VALROI DI ENERGIA NETTA: 1.DI MANTENIMENTO, 2.DI ACCRESCIMENTO 3.DI GESTAZIONE 4.DI PRODUZIONE DI LATTE 5.DI PRODUZIONE DI UOVA

20 CALORIMETRIA ANIMALE: METODI DI STIMA DEL CALORE PRODOTTO E RITENZIONE DI ENERGIA Per studiare in quale misura lenergia metabolizzabile dellalimento è usata dallanimale, è necessario misurare: a) calore prodotto dallanimale b) energia ritenuta dallanimale valutata direttamente con mezzi fisici (calorimetro per animali) CALORIMETRIA DIRETTA stimata controllando gli scambi respiratori degli animali (camera respiratoria) CALORIMETRIA INDIRETTA stimare la ritenzione di energia attraverso il bilancio del C e dellN (camera respiratoria)

21 MANTENIMENTO LATTAZIONE INGRASSO 0,700,600,500,400,300 0,400,500,600,70 0,669 0,583 0,318 0,755 0,619 0,552 k q = E.M./E.L. k m = 0, ,287 q k l = 0,60 + 0,24 (q - 0,57) k f = 0, ,78 q VARIAZIONE DEL RENDIMENTO DELLE.M. NEI RUMINANTI IN FUNZIONE DELLA CONCENTRAZIONE ENERGETICA DELLA RAZIONE

22 CALCOLO DEL VALORE ENERGETICO DEGLI ALIMENTI SECONDO IL METODO DELLE UNITA FORAGGERE LATTE Il contenuto in UF.L. dei foraggi e mangimi si ottiene quindi dividendo la loro E.N. l di 1 kg di orzo standard cioè per 1.700: Valore in U.F.L. = E.N. l /1.700

23 U.F.L. = quantità di Energia Netta apportata da 1 kg di orzo di riferimento standard alle bovine in lattazione e fissata nel latte prodotto o nelle riserve corporee U.F.C. = quantità di Energia Netta apportata da 1 kg di orzo di riferimento standard a bovini allingrasso alimentati ad un livello di produzione (L.P.A.) pari a 1,5 TIPI DI UNITA FORAGGERE Poiché si riconosce che il valore energetico di un alimento non è unico e costante ma varia in funzione di molti parametri, ecco che si arriva alle due unità di misura: UNITA FORAGGERA LATTE (U.F.L.) UNITA FORAGGERA CARNE (U.F.C.) 1 U.F.L. = kcal (7,11 MJ) E.N. l 1 U.F.C. = kcal (7,61 MJ) E.N. a U.F.L. = E.M. x k l U.F.C. = E.M. x k ma 1.820

24 CARATTERISTICHE DELLORZO STANDARD DI RIFERIMENTO


Scaricare ppt "Lenergia meccanica viene spesa dai muscoli per lattività contrattile, Lenergia termica che serve a mantenere costante la temperatura (animali omeotermi:)"

Presentazioni simili


Annunci Google