La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Convegno nazionale 2006 il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ San Giovanni Rotondo, 18-19 novembre 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Convegno nazionale 2006 il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ San Giovanni Rotondo, 18-19 novembre 2006."— Transcript della presentazione:

1 1 Convegno nazionale 2006 il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ San Giovanni Rotondo, novembre 2006

2 2 Il cammino del volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ LIMPEGNO DEI VOLONTARI AVULSS Relazione di Giulia Menchetti Se ho anche il dono della profezia, e conosco tutti i misteri e le scienze; e se anche possiedo tutta la fede sì da trasportare le montagne, ma non ho la compassione NON SONO NIENTE. San Paolo

3 3 Itinerario La carta del volontario AVULSS e significato generale della responsabilità Responsabilità: libertà e impegno Responsabilità: coscienza del proprio comportamento Responsabilità: rispondere ad una chiamata Responsabilità: paure Verso un futuro più responsabile

4 4 LA CARTA DEL VOLONTARIO AVULSS ci unisce dal 13 maggio 1985 Il volontario AVULSS è….. una persona che per libera scelta, risponde alla chiamata per servire i fratelli ed essere segno fecondo dellamore, promotore e donatore di speranza, capace ….. …. questa cultura è contrassegnata da una profonda carenza, ma anche da un grande e inutilmente nascosto bisogno di speranza. Santo Padre Benedetto XVI, 19 ottobre 2006

5 5 Significato generale della nostra responsabilità È LA CAPACITÀ CHE OGNI PERSONA MATURA HA DI COMPIERE SCELTE SECONDO SCIENZA E COSCIENZA SIA IN AMBITO CULTURALE SIA NELLE ATTIVITÀ CONCRETE CHE CARATTERIZZANO LA PROPRIA OPERATIVITÀ

6 6 Responsabilità come libertà e impegno VALORI Libertà è la componente della definizione delluomo e conferisce significato allesistenza perché specifica lagire umano. E libero luomo che decide di aiutare laltro perché così facendo AIUTA LA PROPRIA UMANITÀ A DIVENIRE PIÙ PIENA E SUPERA LANTITESI TRA DIPENDENZA ED AUTONOMIA PER DIVENTARE REALTÀ

7 7 Responsabilità come libertà e impegno VALORI Impegno Limpegno della responsabilità è legato alla capacità di liberarsi dai condizionamenti interni ed ambientali per scoprire il senso della vita che, per noi è tale solo se è creativa, feconda e costruita insieme agli altri.

8 8 Responsabilità come libertà e impegno ESSERE MEDICINA PER LUOMO significa rendersi conto di ciò che si sta facendo e prevedere il susseguirsi delle conseguenze di una semplice azione con il corretto utilizzo delle risorse ambientali e personali

9 9 Responsabilità come libertà e impegno PER PORTARE IL PESO DELLE SITUAZIONI rispondendo al bisogno dellaltro non sempre si inserisce nella cultura dellimmediato, dellimpulsivo, del facile, dellapparenza, OCCORRE PREPARARSI CONTINUAMENTE Essere consapevoli che non è sufficiente sapere o saper compiere gesti, ma è soprattutto saper valutare ed accettare le conseguenze!

10 10 Responsabilità come coscienza del proprio comportamento Se e come La responsabilità individuale e delle nostre Associazioni, attraverso scelte e modalità di servizio, può divenire aiuto per la persona che incontriamo nel nostro cammino

11 11 Responsabilità come coscienza del proprio comportamento ? Fare i volontari o ESSERE VOLONTARI ?

12 12 Responsabilità come coscienza del proprio comportamento IO STO BENE A FARE SERVIZIO! Non mi chiedete altro!

13 13 Responsabilità come coscienza del proprio comportamento I nostri beni: ASCOLTO DIALOGO CAPACITÀ FIDUCIA CORREZIONE FRATERNA CAPACITÀ DI PERDONO TEMPO LIBERATO

14 14 Responsabilità come coscienza del proprio comportamento TUTTI INSIEME ABBIAMO LA RESPONSABILITÀ DI FARE INSIEME E NON AL POSTO DI

15 15 Responsabilità come coscienza del proprio comportamento Se e come ASSUMIAMO LE RESPONSABILITÀ NELLOTTICA DEL NOSTRO RUOLO

16 16 Responsabilità come coscienza del proprio comportamento ETICA DEL COMPORTAMENTO è letica pratica, quella che è capace di modificare lindividuo e il gruppo sociale perché la legge dei valori umani chiama ogni uomo ad interessarsi concretamente degli altri uomini

17 17 Responsabilità come coscienza del proprio comportamento VIVERE IN MODO ETICO LA QUOTIDIANITÀ E EDUCARE ALLA CULTURA DEL DONO

18 18 Responsabilità come coscienza del proprio comportamento BISOGNA FAR CRESCERE IN SÉ UNA RICCHEZZA INTERIORE FATTA DI STUPORE, FINEZZA E DI UMANITÀ Si deve essere capaci di rimanere a bocca aperta davanti a qualsiasi cosa: un tramonto, una scarpa vecchia, colpiti da uno stupore semplicemente assoluto Raymond C. Carven scrittore, morto nel 1988 di cancro a 50 anni

19 19 Responsabilità di rispondere ad una chiamata E responsabile chi è consapevole del proprio agire e sottende laccettazione di un mandato sociale che chiede di portare il peso delle situazioni correlate al proprio ruolo Carta del Volontario AVULSS … risponde alla chiamata di servire i fratelli…. …. costruire una società nuova

20 20 Responsabilità di rispondere ad una chiamata Perché luomo sia medicina per luomo è necessario che ogni persona sia consapevole che è un anello nella catena Lindividualismo e legocentrismo sono connotazioni infantili delluomo perché impediscono lestensione della mente e portano allannullamento della solidarietà responsabilmente vissuta e ricercata.

21 21 4° Convegno Ecclesiale Nazionale Testimoni di Gesù Risorto, speranza del mondo Verona ottobre 2006 HANNO INVITATO ANCHE A: Curare le relazioni coltivando dialogo e amicizia Rinnovare i linguaggi dellannuncio Riattribuire il senso ai legami affettivi profondi Necessità della riscoperta delletica sociale

22 22 La paura della responsabilità SENZA PAURA Sentiamo la responsabilità di schierarci affinchè la potenza tecnicistica non soffochi lumanità e il suo bisogno di relazione, di aiuto e coalizione tra gli uomini per migliorare il mondo presente ma soprattutto quello futuro.

23 23 La paura della responsabilità Volersi trasformare in agente terapeutico per luomo vuol dire accettare non una, ma un grappolo di responsabilità che ci proiettano in un clima di solidarietà e tale solidarietà non finisce dopo lunica azione di sostegno alluomo

24 24 La solidarietà mette in relazione due vite che tendenzialmente avrebbero direzioni diverse La solidarietà è un progetto educativo da fare dentro di noi, consapevoli che le cose più difficili da vincere nel rapporto umano sono: -accettare se stessi -la tentazione di sconfinare con la nostra azione nellassistenza -di cadere nel delirio dellonnipotenza

25 25 La paura della responsabilità SUPERARE LA PAURA DELLA RESPONSABILITÀ ci fa entrare nel mondo della maturità della pienezza umana ove è anche gratificante avere la consapevolezza di essere protagonisti della storia umana cioè costruttori non episodici, ma costanti, di noi stessi e degli altri.

26 26 Verso un futuro più responsabile SENTIRSI RESPONSABILI E SOLIDALI CON GLI ALTRI significa accogliere la diversità e loriginalità individuale in questa ottica perde valore quella competitività che si estrinseca in esagerata attenzione egocentrica perché ostacola la solidarietà responsabile ed alimenta conflitti dannosi

27 27 Verso un futuro più responsabile 1 Rispetto della dignità della persona Evitare qualunque tipo di emarginazione Difesa dei nostri valori cristiani Consapevolezza che durante il servizio rappresentiamo non solo noi stessi ma tutta lAssociazione ed in maniera più ampia la Federazione di Associazioni AVULSS. Rispondere con prontezza alle richieste di aiuto

28 28 Verso un futuro più responsabile 2 Vigilare affinchè il nostro servire non sia usato come risorsa per fini utilitaristici o residuali per sanare carenze strutturali sociali, Interagire con il tessuto sociale Essere portatori si speranza Divenire missionari per le terre incolte Coniugare il noi e non io e……. aspettiamo idee generose per ampliare queste proposte!

29 29 E meglio essere cristiano senza dirlo che proclamarlo senza esserlo. Lettera agli Efesini Quelli che fanno professione di appartenere a Cristo si riconosceranno dalle loro opere. Ora non si tratta di fare una professione di fede a parole, ma di perseverare nella pratica della fede fino alla fine. S.Em. Card. Dionigi Tettamanzi 4° Convegno Ecclesiale Nazionale 2006

30 30 GRAZIE PER LA PAZIENZA!


Scaricare ppt "1 Convegno nazionale 2006 il cammino del Volontario AVULSS VIVERE LA RESPONSABILITÀ San Giovanni Rotondo, 18-19 novembre 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google