La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Intossicazioni Tossicomanie e. OBBIETTIVO Nozioni sulle sostanze tossiche Riconoscere i loro effetti Metodi di approccio al pz intossicato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Intossicazioni Tossicomanie e. OBBIETTIVO Nozioni sulle sostanze tossiche Riconoscere i loro effetti Metodi di approccio al pz intossicato."— Transcript della presentazione:

1 Intossicazioni Tossicomanie e

2 OBBIETTIVO Nozioni sulle sostanze tossiche Riconoscere i loro effetti Metodi di approccio al pz intossicato

3 STRUTTURA zProiezione di 44 slides totali zSpazi dedicati a domande e chiarimenti zBreak zConclusione

4 INTOSSICAZIONE Stato patologico dellorganismo dovuto allazione di sostanze tossiche per natura o per dosaggio (xenobiotici) capaci di arrecare danni in modo transitorio o permanente DEFINIZIONI

5 Inalazione (CO, gas, solventi) Ingestione (caustici,farmaci, alimenti) Iniezione (oppiacei, morsi e punture) Contatto cutaneo (ortofosforici) VIE D INGRESSO

6 Xenobiotico zTutte le sostanze estranee al corpo Sostanze naturali, di sintesi, farmaci, sostanze industriali, pesticidi, ecc. N.B. Lidentificazione di un veleno è lelemento essenziale per un adeguato intervento terapeutico

7 CENTRO ANTIVELENI zEtà del pz zPeso del pz zIdentificazione esatta della sostanza zIn caso di ingestione specificarne la quantità e se a stomaco pieno e/o vuoto zIl tempo trascorso zEventuali segni e sintomi

8 Tipo di xenobiotico zIntossicazioni alimentari zIntossicazioni da morsi e punture di animali/insetti zIntossicazioni da prodotti chimici

9 I. ALIMENTARI BATTERICA NON BATTERICA Dovuta allingestione di alimenti contaminati da batteri e/o loro tossine Dovuta allingestione di alimenti velenosi per natura Dovuta allingestione di alimenti velenosi per natura. Ingestione

10 Batteriche Salmonellosi Cholaraesuis, Enteridis Cholaraesuis, Enteridis Tossinfezione Stafilococcica Tossine Stafilococco Aureo Dopo un periodo di incubazione, si ha la comparsa di nausea brusca, vomito, dolori addominali, diarrea,febbre e mal di testa. La guarigione avviene in 4-5 giorni nelle salmonellosi, mentre per le tossinfezione è di 1-2 giorni

11 Batteriche BOTULISMO Clostridium Botulinum Dopo una incubazione variabile da ore si avverte una brusca nausea, vomito, dolori addominali, diarrea, poi sintomi oculari (strabismo, diplopia,midriasi), sintomi orofaringei (deglutizione difficoltosa, secchezza delle fauci),sintomi generali(debolezza intensa e progressiva, difficoltà a parlare e respirare) nei casi più gravi possiamo avere paralisi del diaframma o polmonite Dopo una incubazione variabile da ore si avverte una brusca nausea, vomito, dolori addominali, diarrea, poi sintomi oculari (strabismo, diplopia,midriasi), sintomi orofaringei (deglutizione difficoltosa, secchezza delle fauci),sintomi generali(debolezza intensa e progressiva, difficoltà a parlare e respirare) nei casi più gravi possiamo avere paralisi del diaframma o polmonite ab ingestis

12 Non batteriche Non batteriche Avvelenamento da funghi Amanita PhalloidesAmanita muscaria La sua potente tossina determina la necrosi delle cellule epatiche Dopo 6-24 ore compaiono i sintomi che progrediscono rapidamente verso una disidratazione con shock ipovolemico, colorito giallastro e infine morte. La tossina che sviluppa provoca aumento delle secrezioni ghiandolari, delle contrazioni intestinali, costrizioni delle vie aeree,dilatazione dei vasi, bradicardia Dopo minuti compare mal di testa, lacrimazione, salivazione, aumento delle secrezioni, nausea, vomito fino alla dispnea e bradicardia. N.B. funghi allucinogeni

13 zAttenta valutazione della scena zUso D.P.I. zValutare A.B.C. e monitorizzare parametri vitali zComunicare con C.O.: z Segni e sintomi del/i persono eintossicate. zSituazione ambientale, presenza di alimenti sospetti, materiale vomitato(i quali andranno portati in ospedale con il pz intossicato). zInformazioni raccolte dalle persono presenti sulla scena. zTrasportare la persona in P.L.S. Trattamento

14 Da morsi o punture di animali Vipera Effetti locali:dopo pochi minuti appare edema, forte dolore, chiazza emorragica Effetti generali: compaiono dopo circa 1 ora con mal di testa, nausea vomito, febbre, alterazione della coscienza Fattori condizionanti lavvelenamento Inoculazione

15 zValutare lo scenario zUtilizzo D.P.I. zCalmare la persona evitiamole troppi movimenti e facciamo adagiare supina zParametri vitali zB.L.S. o B.L.S.-D. se abilitati zNon incidere o succhiare non applicare L.E.A., no siero zLavare con fisiologica o acqua ossigenata la parte morsa zEseguire un bendaggio compressivo sulla zona del morso zNon applicare il ghiaccio zCoprire e ospedalizzare velocemente cercando di tenere la parte del morso più in basso rispetto al corpo zAttenzione allinstaurarsi di stato di shock Trattamento

16 Da morsi o punture di animali Imenotteri Reazione locale. Piccolo edema, rossore, prurito dolore. Reazione generale: Tossicosi acuta, nausea, vomito, dolori addominali, diarrea, perdita di coscienza. Anafilassi,eruzione cutanea pruriginosa, edema della glottide, Insufficienza respiratoria,abbassamento della P.A. shoch

17 zTranquillizzare e rassicurare la persona zIn caso di ape, rimuovere laculeo zSciacquare la parte con abbondante acqua zDisinfettare ed applicare del ghiaccio zMonitorare F.V. zB.L.S. o B.L.S-D zOspedalizzare rapidamente zOcchio allo stato di shock TRATTAMENTO

18 Da morsi o punture di animali Meduse cnidocisti A contatto con la pelle rilasciano una sostanza urticante e neurotossica.Provoca immediatamente un intenso dolore e bruciore accompagnato da un prurito irresistibile, comparsa di bollicine e rossore con edema nella parte interessata,stato confusionale, difficolta respiratoria, sudorazione, shock

19 TRATTAMENTO zValutare A.B.C. zRilevare e monitorare i P.V. zCalmare la persona zRimuovere eventuali residui del tessuto orticante zLavare abbondantemente con acqua fredda zApplicare del ghiaccio sulla zona interessata zB.L.S. o B.L.S.-D zTrasportare in ospedale zOcchio allo Shock

20 Da morsi o punture di animali Pesce Ragno Tracina Vive nascosto sotto la sabbia anche e soprattutto in fondali bassi. Possiede aculei con sacche velenifere sulla pinna dorsale, se calpestato inietta la sua tossina (cardiotossina). Si avverte immediatamente un acutissimo dolore e bruciore, che dura molto, edema, rossore, stato confusionale, difficoltà respiratoria, scompenso cardiaco.

21 TRATTAMENTO zValutare A.B.C. zRilevare e monitorare i P.V. zCalmare la persona zRimuovere eventuali acule zLavare con soluzione fisiologica zApplicare impacco caldo sulla zona interessata zB.L.S. o B.L.S.-D zTrasportare in ospedale zOcchio allo Shock

22 I. da sostanze chimiche 1) Caustici (Acidi forti e alcali) 2) Antiparassitari 3) Asfissianti sistemici ( C.O., cianuri) 4) Asfissianti semplici (Anidride carbonica, metano,propano ecc) 5) Distillati del petrolio (benzina,nafta ) 6) Droghe, alcol etilico 7) Farmaci ipnotici, sedativi

23 CAUSTICI ACIDI FORTI Acido cloridrico Acido solforico Acido fosforico Acido nitrico ALCALI Idrossido di ammonio Idrossido di sodio Idrossido di potassio Ossido di calce Ingestione/contatto/inalatorio Se ingeriti i danni sono gravissimi,dalla difficoltà respiratoria fino alla morte, passando per forti dolori al torace, retrosternali, vomito, shock

24 TRATTAMENTO zRilevare A.B.C. e P.V. zSe P.V. alterati, B.L.S. o B.L.S –D zLiberare la persona da indumenti contaminati zNon provocare vomito zNon somministrare alcuna bevanda zComunicare con la C.O.: Segni e sintomi della persona intossicata Situazione ambientale presenza di custici e relativi contenitori che vanno presi e portati insieme al pz Informazioni raccolte dalle persone presenti sulla scena Trasportare la persona in P.L.S.

25 Asfissianti Inalazione Asfissianti sistemici Quelli che interferiscono attivamente al trasporto di ossigeno a livello dellemoglobina MONOSSIDO DI CARBONIO CIANURI (acido cianitrico e cianuri alcalini ) (acido cianitrico e cianuri alcalini ) Asfissianti semplici Sostanze gassose dette gas inerti METANO, PROPANO, BUTANO

26 TRATTAMENTO zAutoprotezione in senso di non indugiare nella permanenza nellambiente saturo allontana la persona/e zRilevare F.V. zSe F.V. alterati, B.L.S. o B.L.S –D zSomministrare O2 ad alti flussi zLiberare da indumenti visibilmente contaminati da cianuri Lavare con acqua e coprire zComunicare con la Centrale Operativa 118: Segni e sintomi della persona intossicata Situazione ambientale Informazioni raccolte dalle persone presenti sulla scena Trasportare la persona Urgentemente in Ospedale

27 Derivati del petrolio e antiparassitari Ingestione/inalazione/contatto Benzina, nafta, kerosene Sostanze che uccidono microrganismi, insetti, animali e piante Tosse, bruciori alla gola e allo stomaco, dispnea, cainosi, insuff respiratoria Vomito e diarrea, dispnea, tremori e convulsioni, alterazioni della coscienza da uno stato confusionale al coma

28 TRATTAMENTO zRilevare F.V. zSe F.V. alterati, B.L.S. o B.L.S –D zSomministrare O2 terapeutico zNon provocare vomito zLiberare da indumenti visibilmente contaminati lavare con acqua e coprire zComunicare con la Centrale Operativa 118: Segni e sintomi della persona intossicata Situazione ambientale, reperire tossico e contenitore portarlo con la persona intossicata Informazioni raccolte dalle persone presenti sulla scena Trasportare la persona Urgentemente in Ospedale

29 Farmaci ipnotici sedativi Ingestione/inoculazione Sostanze che determinano inibizione totale delle attività cerebrali Benzodiazepine Barbiturici Valium Tavor En Lexotan Gardenale Luminale Ansia insonnia Epilessia Bradicardia,Riduzione P.A., Confusione,sonnole nza,Stato comatoso con depressione funzione respiratoria

30 TRATTAMENTO zRilevare F.V. zSe F.V. alterati, B.L.S. o B.L.S –D zSomministrare O2 terapeutico zNon somministrare alcun tipo di bevanda zCoprire la persona per evitare dispersione di calore zComunicare con la Centrale Operativa 118: Segni e sintomi della persona intossicata Situazione ambientale, eventuale presenza di flaconi o blister dei farmaci che andranno portati con la persona intossicata Informazioni raccolte dalle persone presenti sulla scena Trasportare la persona con urgenza in P.L.S.

31 Domande?

32 TOSSICOMANIE OBIETTIVI Cosa sono le Tossicomanie Quali sono le sostanze che la inducono Come si trattano

33 DEFINIZIONE Tossicomania Sindrome da Astinenza Uso abituale di droghe naturali o sintetiche, assunte sotto varie forme e per diverse vie, induce inizialmente emozioni piacevoli, mutamento dello stato psichico e comporta assuefazione Una complessa sintomatologia fisica e psichica, si manifesta alla sospensione dallassunzione di una o più sostanze nei confronti delle quali un soggetto abbia sviluppato dipendenza

34 Caratteristiche 1.il desiderio invincibile di continuare ad assumere la sostanza e di procurarsela con ogni mezzo; 2. la tendenza ad aumentare la dose per ottenere gli stessi effetti (tolleranza); 3. la dipendenza psichica e poi eventualmente fisica, dagli effetti della sostanza; 4. la grave compromissione della salute, della vita di relazione e della validità individuale

35 Sostanze e Dipendenze Categoria Dipendenza Psicologica Dipendenza Fisica PSICODEPRESSIVE [diminuiscono le facoltà mentali] (Alcool, Tranquillanti, Oppiacei). XXX PSICOSTIMOLANTI [potere eccitante] (Cocaina e Amfetamine). XX PSICOALTERANTI [potere allucinogeno] (Acidi e Cannabinoidi). X

36 Sostanze ALCOOL ETILICO Presente in bevande (vino liquori birra ecc) - da 30 g in su gli effetti sononegativi ( dipendenza, danni fegato,SNC,cuore) -Oltro quei valori abbiamo lo stato di ebbrezza e ubriachezza Odore di alcool nellalito Nausea vomito Andatura ondeggiante ed incerta Confuso, alterazione dello stato di coscienza Sonnolenza fino allo stato comatoso con depressione dellattività respiratoria ingestione

37 Trattamento zSicurezza dello scenario zMonitorare F.V. zB.L.S. o B.L.S.-d zCoprire la persona zComunicare C.O. : Segni e sintomi Situazione ambientale, presenza di bottiglie o altro che andranno portate assieme al pz Informazioni raccolte da eventuali persone presenti sulla scena Trasportare i P.L.S.

38 Sostanze OPPIACEI Derivate dalloppio hanno azione antidolorifica a livello del cervello. DERIVATI NATURALI morfina codeina laudano DERIVATI SEMISINTETICI eroina DERIVATI SINTETICI metadone, naloxone (narcan) Labuso di tali sostanze può portare ad overdose: -miosi-ipotermia -sonnolenza fino allo stato do coma e depressione respiratoria Ingestione, inoculazione, inalazione

39 Sostanze COCAINA Ha effetti stimolanti sul SNC euforia,anoressia, insonnia, iperattività Labuso di porta ad intossicazione acuta con. -Midriasi -Tachicardia con rischio di aritmie -Ipertensione -Ipotermia -Tremori, convulsioni, onnipotenza finno a psicosi e allucinazioni - La morte può avvenire per aritmie o per insufficenza cardiorespiratoria inalazione

40 Sostanze AMFETAMINE-ECSTASY Usate come anoressizzanti e antifatica hanno gli stessi effetti della cocaina solo più lunghi Lecstasy deriva dalle amfetamine in più da sensazione di benessere facilitazioni in comunicazione erelazione Labuso porta ad intossicazione acuta: -secchezza delle fauci -nausea, vomito e diarrea -midriasi -tachicardia con aritmie -ipertensione-ipotermia -agitazione, psicosi, allucinazioni, delirio -la morte può sopraggiungere per aritmie mortali(F.V.) o per insuff. cardiorespiratoria Ingestione, inoculazione

41 Sostanze CANNABINOIDI Sostanze psicoattive derivanti dalla pianta della Cannabis sativa Foglie o resina (hashish) Lintossicazione acuta è rara tuttavia potremmo avere: -nausea e vomito -mal di testa -tremori ed incoordinazione motoria -tachicardia -alterazione dello stato di coscienza, ansia, angoscia, depressione Inalazione, ingestione

42 Trattamento -Valutare lo scenario -Monitorare le F.V. -B.L.S. o B.L.S.-D -Sommistrare o2 terapeutico -Trasferire la persona in ambiente fresco e ben aerato, cercare di abbassare la T.C. con ghiaccio -Non somministrare nulla -Controllare episodi di vomito -Coprire la persona -Comunicare con C.O.: Segni e sintomi Situazione ambientale(lacci emost.,siringhe, presenza di sostanze) che andranno portate con il pz Trasportare in P.L.S.

43

44 CONCLUSIONI -Sostanze tossiche e tossicomani -Loro effetti -Come trattare la persona intossicata -Differenza fra intossicazione e tossicomania

45 GRAZIE


Scaricare ppt "Intossicazioni Tossicomanie e. OBBIETTIVO Nozioni sulle sostanze tossiche Riconoscere i loro effetti Metodi di approccio al pz intossicato."

Presentazioni simili


Annunci Google