La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Carta del rischio dopo Infarto Miocardico GISSI-Prevenzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Carta del rischio dopo Infarto Miocardico GISSI-Prevenzione."— Transcript della presentazione:

1 Carta del rischio dopo Infarto Miocardico GISSI-Prevenzione

2 70 years 60 years 50 years Femmine Maschi Arrhythmia NO YES NO LVDLVD A BCD > > > > > > > > > > > > > > > >10 Ischemia NO SI SCORESCORE DIETA SCORESCORE SCORESCORE SCORESCORE Ischemia NO SI Ischemia NO SI Ischemia NO SI A BCD A BCD A BCD A BCD A BCD A BCD A BCD NO LVDLVD Aritmie NO YES Aritmie NO YES Aritmie NO YES Aritmie NO YES 22.3% 11.9% 7.9% 3.7% 1.9% Rischio a 4 anni

3 GISSI-P: Consumo di verdura fresca % nuovi eventi cardiovascolari FSM - Veruno

4 GISSI-P: Consumo di frutta % nuovi eventi cardiovascolari FSM - Veruno

5 GISSI-P: Consumo di pesce % nuovi eventi cardiovascolari FSM - Veruno

6 GISSI-P: Consumo di olio doliva % nuovi eventi cardiovascolari FSM - Veruno

7 GISSI-P: Consumo di burro % nuovi eventi cardiovascolari FSM - Veruno

8 GISSI-P: Consumo di vino % nuovi eventi cardiovascolari FSM - Veruno

9 ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE SECONDARIA Che tipo di alimentazione?

10 DIET THERAPY Summary NCEP Adult treatment panel II JAMA 1993; 269: pag Step 1 diet <300 mg di colesterolo /die <10% di calorie dai grassi saturi 30% circa di calorie dai grassi totali Step 2 diet <200 mg di colesterolo / die <7% di calorie dai grassi saturi <15% di calorie dai grassi totali

11 AHA Dietary Guidelines 2000 Limitare lassunzione di colesterolo e di grassi Dieta Step 1 in prevenzione primaria (popolazione generale) Dieta Step 2 negli individui ad alto rischio (dislipidemici, diabetici) e con cardiopatia ischemica nota) Circulation 2000;102:

12 AHA Dietary Guidelines 2000 calorie in proporzione al dispendio energetico frutta, verdura, cereali, pesce, legumi ac. grassi polinsaturi (vegetali, pesce, semi oleosi), grassi saturi limitare il sale e gli alcoolici (<2 drink/die) Circulation 2000;102:

13 DIETA CARDIOPROTETTIVA Verdura fresca almeno 1 volta al giorno Frutta fresca almeno 1 volta al giorno Pesce almeno 3 volte la settimana Legumi almeno 2 volte la settimana Pasta o riso almeno 1 volta al giorno Olio di oliva crudo (olio di rapa) 1 bicchiere di vino rosso ai pasti

14 ALIMENTAZIONE CARDIOPROTETTIVA: CIBI DA LIMITARE Carni rosse 2 volte la settimana Salumi magri 1 volta la settimana Formaggi 1 volta la settimana Uovo 1 volta la settimana Burro saltuariamente

15 COME INTERVENIRE SULLA DIETA NELLA PRATICA CLINICA? Anamnesi alimentare Identificazione abitudini scorrette Riorganizzazione dellalimentazione Comunicazione adeguata Verifica dei risultati Eventuale supporto specialistico

16 ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE SECONDARIA Per indurre cambiamenti duraturi del comportamento alimentare sono necessarie competenze specifiche in ambito comunicativo

17 Gruppo Italiano di Cardiologia Riabilitativa e Preventiva G.I.C.R

18 Dieta mediterranea GRASSI ZUCCHERI LATTE & DERIVATI CARNI ROSSE & SALUMI PESCE CARNI BIANCHE VERDURA E FRUTTA (fresca e cotta) CEREALI (pasta, riso, pane) LEGUMI (fagioli, piselli, ceci, lenticchie, fave) TUBERI (patate) FSM - Veruno

19 Preferire Preferirepane, pasta (meglio se integrale), riso, legumi Limitare Limitaretuberi (patate) Evitare Evitarepiatti confezionati con condimenti ricchi di grassi (pasta al forno, cannelloni, carbonara, ecc.) FSM - Veruno

20 Preferire Preferireverdura (ortaggi crudi o cotti) frutta fresca di stagione Limitare Limitarefrutta ad alto contenuto zuccherino (banane, fichi, cachi, uva) frutta secca e farinosa (castagne) Evitare Evitarefritti di ortaggi, ortaggi sottolio, frutta sciroppata, succhi di frutta zuccherati FSM - Veruno

21 Preferire Preferirepesce di mare o di acqua dolce fresco o surgelato Limitare Limitarepesce in scatola o conservato Evitare Evitaremolluschi e crostacei FSM - Veruno

22 Preferire Preferirelatte parzialmente scremato, yogurt da latte magro, ricotta di vacca e fiocchi di latte magro Limitare Limitarelatte intero, formaggi in genere (certosino, crescenza, mozzarella, parmigiano) Evitare Evitareformaggi grassi e stagionati (gorgonzola, groviera, pecorino, bel paese, fontina, asiago, taleggio, scamorza, caciocavallo) FSM - Veruno

23 Preferire Preferirepollame, coniglio, cavallo, prosciutto crudo magro, bresaola e speck magro Limitare Limitaremaiale, manzo, vitello,carne in scatola, uova alla coque, in camicia e sode Evitare Evitarefrattaglie, selvaggina, mortadella, salumi, pancetta, prosciutto cotto, salsiccia, frittata, uova al tegamino FSM - Veruno

24 Preferire Preferire zucchero di canna grezzo, miele, gelati alla frutta, sorbetti, marmellate e succhi senza zucchero, crostate di frutta Limitare Limitaregelati alla crema Evitare Evitaredolciumi elaborati (panna, cioccolato, torte alla crema) FSM - Veruno

25 Preferire Preferireolio doliva, extravergine doliva, olio di mais, girasole, soia Limitare Limitaremargarine vegetali Evitare Evitareburro, strutto, lardo, maionese, oli vegetali di origine sconosciuta (olio di semi vari) FSM - Veruno

26 Preferire Preferireal vapore, griglia, piastra, al forno, al cartoccio, in pentola a pressione, microonde Limitare Limitarecotture con condimenti grassi Evitare Evitarefritture, umidi, spezzatini (brasato, stufato) FSM - Veruno

27 (Pasto abbondante e ricco di carboidrati) Pane tostato Fette biscottate preferibilmente integrali Biscotti secchi Fiocchi di cereali Miele, marmellata Frutta fresca, succhi di frutta senza zucchero Latte scremato o parzialmente scremato Yogurt FSM - Veruno

28 (Sobrio, di facile digestione con giusto equilibrio di proteine, grassi e carboidrati) Pasta o riso conditi con olio di oliva o (porzione moderata) sugo di pomodoro Secondo di ai ferri, alla griglia, al vapore carne o pesce accompagnato da un contorno di verdura condita con olio di oliva crudo FSM - Veruno

29 (limitata nel contenuto di carboidrati ) Minestre di verdura condite con pochi grassi con pasta o riso Secondo piatto pesce (incrementarne il consumo) carne (non più di una volta al giorno) formaggio (una volta alla settimana) accompagnato da un contorno di verdura condita con olio di oliva crudo FSM - Veruno

30 (Da limitare) frutta fresca o spremuta o frullata fette biscottate crackers grissini biscotti secchi latte yogurt in quantità moderate FSM - Veruno

31 RUOLO DELLALIMENTAZIONE NELLA PREVENZIONE SECONDARIA DELLA CI Effetto protettivo indipendente della dieta verso la CI Risultati evidenti con modificazioni relativamente semplici delle abitudini alimentari Vantaggioso rapporto costo/beneficio Possibilità di ridurre il dosaggio od il numero dei farmaci metabolici nei pazienti trattati Conclusioni


Scaricare ppt "Carta del rischio dopo Infarto Miocardico GISSI-Prevenzione."

Presentazioni simili


Annunci Google