La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DEFINIZIONE ED INQUADRAMENTO DELLA TROMBOSI VENOSA PROFONDA Carlo Bova, AOCS Dalla Trombosi venosa all Embolia, all Ipertensione polmonare, Firenze, 4-5.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DEFINIZIONE ED INQUADRAMENTO DELLA TROMBOSI VENOSA PROFONDA Carlo Bova, AOCS Dalla Trombosi venosa all Embolia, all Ipertensione polmonare, Firenze, 4-5."— Transcript della presentazione:

1 DEFINIZIONE ED INQUADRAMENTO DELLA TROMBOSI VENOSA PROFONDA Carlo Bova, AOCS Dalla Trombosi venosa all Embolia, all Ipertensione polmonare, Firenze, 4-5 Novembre 2010

2 Trombosi venosa profonda Trombo rosso (ricco di globuli rossi e fibrina) Arti inferiori Arti superiori Altre sedi

3 TVP Arti Inferiori Pazienti ambulatoriali sintomatici Pazienti asintomatici ad alto rischio TVP prossimali TVP distali

4 TVP arti inferiori Incidenza di circa 70/ abitanti x anno White, Circulation, 2003 Incidenza TEV uguale a quella dell IM e Ictus Glynn, NEJM, 2009

5 Triade di Virchow Stasi venosa Lesione endoteliale Alterazioni della coagulazione

6 Fattori di rischio Traumi, interventi chirurgici, allettamento, cancro, terapia ormonale, trombofilia % dei casi idiopatici White, Circulation 2003

7 Clinica

8 The NEW ENGLAND JOURNAL of MEDICINE DETECTION OF DEEP-VEIN THROMBOSIS BY REAL-TIME B- MODE ULTRASONOGRAPHY Antonie W.A. Lensing, M.D., Paolo Prandoni, M.D., Dees Brandjes,M.D., et al. N Engl J Med,1989

9

10

11 CUS vs Flebografia TVP prossimali: Sensibilità 100% Specificità 99% TVP distali: Sensibilità 34% Lensing, NEJM, 1989

12 Circa il 20% dei trombi del polpaccio progrediscono fino alla v. poplitea e possono embolizzare (in 5-7 giorni) Lagerstedt, Lancet, 1985 Un singolo esame ecografico può mancare circa il 5% delle TVP prossimali, e non è sufficiente per escludere la necessità di terapia anticoagulante.

13 Strategie Diagnostiche Validate CUS ripetuta dopo una settimana (0.7% recidive a 3 mesi) Cogo, BMJ, 1998

14 Strategie Diagnostiche Validate CUS + D-Dimero Non ulteriori indagini se CUS e D-Dimero normali (0.4% recidive a 3 mesi) Bernardi, BMJ, 1998

15 Strategie Diagnostiche Validate Probabilità clinica + D-Dimero 39% dei pazienti gestiti senza indagini strumentali se PC bassa e D-Dimero negativo (0.9% di recidive a tre mesi) Wells, NEJM, 2003

16 Modello Clinico per Predire la Probabilità Clinica di Trombosi Venosa Profonda Cancro attivo 1 Paralisi o immobilizzazione di un arto inferiore 1 Recente allettamento > 3 gg o chirurgia nei 3 mesi precedenti 1 Dolorabilità lungo il sistema venoso profondo 1 Tumefazione dell arto 1 Polpaccio ingrossato > 3 cm rispetto al controlaterale 1 Fovea all arto sintomatico 1 Vene superficiali collaterali 1 TVP precedente 1 Diagnosi alternativa almeno altrettanto probabile -2 2: TVP probabile < 2: TVP improbabile Wells, NEJM, 2003

17

18 Singolo esame del sistema venoso prossimale e distale (ECD) Metanalisi di sette studi: 4731 pazienti con sospetta TVP e negatività dell ECD 0.6% (CI ) di eventi tromboembolici nel follow- up a tre mesi Johnson, JAMA, 2010

19

20 Erasmus Study RISULTATI CUS limitata + DD: diagnosi di TVP in 22.1% dei pazienti ECD: diagnosi di TVP in 26.4% pazienti (p=0.02). Eccesso di diagnosi rappresentate esclusivamente da TVP del polpaccio TEV Sintomatico nel follow-up: 0.9% ( 95% CI, %) in CUS limitata + DD negativi 1.2% ( 95% CI, 0.5 to 2.2%) in ECD negativo (p=0.62). Bernardi, JAMA, 2008


Scaricare ppt "DEFINIZIONE ED INQUADRAMENTO DELLA TROMBOSI VENOSA PROFONDA Carlo Bova, AOCS Dalla Trombosi venosa all Embolia, all Ipertensione polmonare, Firenze, 4-5."

Presentazioni simili


Annunci Google