La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL NURSING DEL PAZIENTE CARDIOTRAPIANTATO Montecatini 14/11/2007 IL NURSING DEL PAZIENTE CARDIOTRAPIANTATO Montecatini 14/11/2007 Manola Mencarelli Alessandro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL NURSING DEL PAZIENTE CARDIOTRAPIANTATO Montecatini 14/11/2007 IL NURSING DEL PAZIENTE CARDIOTRAPIANTATO Montecatini 14/11/2007 Manola Mencarelli Alessandro."— Transcript della presentazione:

1 IL NURSING DEL PAZIENTE CARDIOTRAPIANTATO Montecatini 14/11/2007 IL NURSING DEL PAZIENTE CARDIOTRAPIANTATO Montecatini 14/11/2007 Manola Mencarelli Alessandro Bargagli

2 HTX: 267 ETA MEDIA : ATTESA IN LISTA 0.90/ANNO ETIOLOGIA CMD IDIOPATICA = 127 ISCHEMICA = 122 VALVOLARE = 10 VARIE = 8 HTX: 267 ETA MEDIA : ATTESA IN LISTA 0.90/ANNO ETIOLOGIA CMD IDIOPATICA = 127 ISCHEMICA = 122 VALVOLARE = 10 VARIE = 8 SIENA : HTX IN ASSISTENZA 16%

3 Valutazione qualità cuore: descrizione attività Centro Trapianti 2000 N° Casi N°CasiNumeroTrapianti BA- Azienda Ospedale Policlinico BG- Ospedali Riuniti BO- S.Orsola-Malpighi CA- Ao G. Brotzu CH- Ospedale S. Camillo De Lellis CT- Ao V. Emanuele Ferrarotto MI- Ospedale Cà Granda-Niguarda NA- Ao Monaldi PA- Ospedale Civile Benfratelli PD- Azienda Ospedaliera PV- Ospedale Policlinico S. Matteo RM- Ao San Camillo- Forlanini RM- Osp. Pediatrico Bambin Gesù SI- Spedali Riuniti ( Pol. Le Scotte ) TO- Ao S. Giovanni Battista TO- Ospedale infantile R. Margherita UD- S. Maria della Misericordia VR- Ao di Verona ITALIA Dati 2004

4 Valutazione qualità cuore : i risultati Centro Trapianti Trapianti Adulti N° Casi SopravvivenzaPaziente 1 anno ( % ) SopravvivenzaOrgano BA- Azienda Ospedale Policlinico 887,287,0 BG- Ospedali Riuniti 10886,886,6 BO- S.Orsola-Malpighi 13186,686,0 CA- Ao G. Brotzu 3081,581,3 CH- Ospedale S. Camillo De Lellis 1383,883,6 CT- Ao V. Emanuele Ferrarotto 2880,880,6 MI- Ospedale Cà Granda-Niguarda 13888,087,8 NA- Ao Monaldi 12987,687,4 PA- Ospedale Civile Benfratelli 0-- PD- Azienda Ospedaliera 7686,286,0 PV- Ospedale Policlinico S. Matteo 15387,987,3 RM- Ao San Camillo- Forlanini 2181,680,2 RM- Osp. Pediatrico Bambin Gesù 984,284,0 SI- Spedali Riuniti ( Pol. Le Scotte ) 7385,285,0 TO- Ao S. Giovanni Battista 7485,785,5 TO- Ospedale infantile R. Margherita 0-- UD- S. Maria della Misericordia 8886,986,4 VR- Ao di Verona 8286,886,2 ITALIA ,8 87,6 Dati 2004

5 ETA RICEVENTI (1/ /2003) % of Trnsplants % of Transplants

6

7

8

9 INDICAZIONE HTX (Sicure) Shok cardiogeno o sindrome da bassa gittata (VAD IAPB ASSISTENZA RESPIRATORIA) Ricoveri ripetuti per CHF con supporto inotropo VO2 max<10 ml/kg/min NYHA IV Angina refrattaria con FE<20% Aritmie Vsx refrattarie (Probabili) VO2max con altri fattori) NYHA III-IV Ricovero recente per CHF Angina refrattaria con FE<24% BNP (Futuro parametro unico ?) Na+ < 125 meq Intrattabile con chirurgia convenzionale.Intrattabile con chirurgia convenzionale. INDICAZIONE HTX (Sicure) Shok cardiogeno o sindrome da bassa gittata (VAD IAPB ASSISTENZA RESPIRATORIA) Ricoveri ripetuti per CHF con supporto inotropo VO2 max<10 ml/kg/min NYHA IV Angina refrattaria con FE<20% Aritmie Vsx refrattarie (Probabili) VO2max con altri fattori) NYHA III-IV Ricovero recente per CHF Angina refrattaria con FE<24% BNP (Futuro parametro unico ?) Na+ < 125 meq Intrattabile con chirurgia convenzionale.Intrattabile con chirurgia convenzionale.

10 CONTROINDICAZIONI HTX: RICEVENTE Disfunzione renale (creat ) Disfunzione epatica Terapia antibiotica IPN moderata Relative Assolute Infiltrati polmonari Anuria Grave IPN (>3,5 UW+ dilatatori) Grave scompenso epatico Sepsi Danno SNC-Ipossia Disfunzione renale (creat ) Disfunzione epatica Terapia antibiotica IPN moderata Relative Assolute Infiltrati polmonari Anuria Grave IPN (>3,5 UW+ dilatatori) Grave scompenso epatico Sepsi Danno SNC-Ipossia

11 PROTOCOLLO PROGRAMMA HTX SIENA 1994>1999>2001>2005 RETE REGIONALE CARDIOLOGIE > HTX 2004 LINEE GUIDA REGIONALI 2005 PERCORSO ASSISTENZIALE HTX CARTA DEI SERVIZI HTX 2004>2005>2006 AUDIT REGIONALE 2006 ACCREDITAMENTO 2007 PROTOCOLLO PROGRAMMA HTX SIENA 1994>1999>2001>2005 RETE REGIONALE CARDIOLOGIE > HTX 2004 LINEE GUIDA REGIONALI 2005 PERCORSO ASSISTENZIALE HTX CARTA DEI SERVIZI HTX 2004>2005>2006 AUDIT REGIONALE 2006 ACCREDITAMENTO 2007

12 In italia il 91% dei pazienti sottoposti a trapianto di cuore lavorano o sono nelle condizioni di farlo, quindi sono stati pienamente reinseriti nella normale attività Sociale

13 Chiarezza Eguaglianza Imparzialità Chiarezza Eguaglianza Imparzialità CRITERI DI ASSEGNAZIONE: Gruppo sanguigno Urgenza in base alle condizioni cliniche Compatibilità dimensionale Rapporto età donatore/ricevente Condizioni cliniche chirurgiche specifiche (pressioni polmonari) CRITERI DI ASSEGNAZIONE: Gruppo sanguigno Urgenza in base alle condizioni cliniche Compatibilità dimensionale Rapporto età donatore/ricevente Condizioni cliniche chirurgiche specifiche (pressioni polmonari)

14 AZIENDA OSPEDALIERA SENESE U.O. CARDIOCHIRURGIA UN AMBULATORIO UN AMBULATORIO TERAPIA INTENSIVA 7 POSTI LETTO DI CUI 2 DI ISOLAMENTO TERAPIA INTENSIVA 7 POSTI LETTO DI CUI 2 DI ISOLAMENTO POST- INTENSIVA 17 POSTI LETTO DI CUI 6 DI ISOLAMENTO POST- INTENSIVA 17 POSTI LETTO DI CUI 6 DI ISOLAMENTO UN AMBULATORIO UN AMBULATORIO TERAPIA INTENSIVA 7 POSTI LETTO DI CUI 2 DI ISOLAMENTO TERAPIA INTENSIVA 7 POSTI LETTO DI CUI 2 DI ISOLAMENTO POST- INTENSIVA 17 POSTI LETTO DI CUI 6 DI ISOLAMENTO POST- INTENSIVA 17 POSTI LETTO DI CUI 6 DI ISOLAMENTO

15

16

17 FASE PRE TRAPIANTO FASE DEL TRAPIANTO FASE POST TRAPIANTO

18 Linsieme Vale più della somma delle parti

19 ESAMI EMATOCHIMICI ESAMI COLTURALI RILEVAZIONE DEI PARAMETRI VITALI E PESO CORPOREO TRICOTOMIA E CLISMA FLEET ACCURATA IGIENE DEL CORPO E DEL CAVO ORALE APPLICAZIONE SUL TORACE DI UNA COMPRESSA DI GARZE STERILI IMBEVUTE DI IODIOPOVIDONE

20 TEMPO EMOTIVITA

21

22 FASE POST TRAPIANTO

23 ALLARRIVO IN TERAPIA INTENSIVA LINFERMIERE ESEGUE: CONTROLLO ORARIO DEI PARAMETRI CONTROLLO ORARIO DEL SANGUINAMENTO PREPARAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI PREPARAZIONE ED ESECUZIONE DI ESAMI EMATOCHIMICI E STRUMENTALI

24 ATTENZIONE !! CUORE DENERVATO ISOPRENALINA ISOPRENALINA INOTROPI INOTROPI RESISTENZE POLMONARI ELEVATE RESPIRATORE NO 2 RESPIRATORE NO 2 TRASFUSIONI SANGUE IRRADIATO USO DI FILTRI DELEUCOCITARI CUORE DENERVATO ISOPRENALINA ISOPRENALINA INOTROPI INOTROPI RESISTENZE POLMONARI ELEVATE RESPIRATORE NO 2 RESPIRATORE NO 2 TRASFUSIONI SANGUE IRRADIATO USO DI FILTRI DELEUCOCITARI

25

26 IL BUONO: La Qualità di vita a anni confrontata con ISLHT IL BUONO: La Qualità di vita a anni confrontata con ISLHT

27 CSA / FK506: NEFROTOSSICITA IPERGLICEMIA IPERTENSIONE IPERLIPIDEMIA IPERKALEMIA EPATITI PARESTESIE RITENZIONE DI SODIO RISCHIO TUMORI CONGIUNTIVITI INSONNIA ANSIA IPERPLASIA GENGIVALE IRSUTISMO TREMORI Il Brutto: USO DI FARMACI IMMUNOSOPPRESSORI AZA: SOPPRESSIONE MIDOLLARE PANCREATITI TOSSICITA EPATICA NAUSEA TUMORI STEROIDI: IPERTENSIONE IPERGLICEMIA IPERLIPIDEMIA WEIGHT GAIN IRSUTISMO RITENZIONE SODIO OBESITA DISTURBI DEL SONNO OSTEOPOROSI NECROSI ASETTICA GASTRITI FRAGILITA CUTANEA ACNE

28 CATTIVO: IL RIGETTO DELLORGANO ACUTO ACUTO CRONICO CRONICO IL RIGETTO DELLORGANO ACUTO ACUTO CRONICO CRONICO

29 Rigetto Infezione

30 ZONA FILTRO ISOLAMENTO A ISOLAMENTO A

31 ESAMI INFETTIVOLOGICI EMOCOLTURE PER BATTERI EMOCOLTURE PER BATTERI EMOCOLTURE PER VIRUS EMOCOLTURE PER VIRUS ESCREATOCOLTURE ESCREATOCOLTURE URINOCOLTURE URINOCOLTURE SIEROLOGIA (CMV HSV HZV EBV TOXO HIV HCV HBV) SIEROLOGIA (CMV HSV HZV EBV TOXO HIV HCV HBV) EMOCOLTURE PER BATTERI EMOCOLTURE PER BATTERI EMOCOLTURE PER VIRUS EMOCOLTURE PER VIRUS ESCREATOCOLTURE ESCREATOCOLTURE URINOCOLTURE URINOCOLTURE SIEROLOGIA (CMV HSV HZV EBV TOXO HIV HCV HBV) SIEROLOGIA (CMV HSV HZV EBV TOXO HIV HCV HBV)

32 DEGENZA IN TERAPIA POST- INTENSIVA TRASFERIMENTO DALLA T.I. TRASFERIMENTO DALLA T.I. RICOVERO PER CONTROLLI PERIODICI RICOVERO PER CONTROLLI PERIODICI RICOVERO PER SINDROMI DA RIGETTO RICOVERO PER SINDROMI DA RIGETTO RICOVERO PER ALTRE COMPLICANZE RICOVERO PER ALTRE COMPLICANZE

33 DEGENZA IN TERAPIA POST- INTENSIVA STANZA ISOLATA STANZA ISOLATA ZONA FILTRO ZONA FILTRO BAGNO AD USO PERSONALE BAGNO AD USO PERSONALE ISOLAMENTO B ISOLAMENTO B STANZA ISOLATA STANZA ISOLATA ZONA FILTRO ZONA FILTRO BAGNO AD USO PERSONALE BAGNO AD USO PERSONALE ISOLAMENTO B ISOLAMENTO B

34 DEGENZA IN TERAPIA POST-INTENSIVA PARAMETRI VITALI OGNI 4 ORE PARAMETRI VITALI OGNI 4 ORE TERAPIA E PRELIEVI SECONDO PROTOCOLLO TERAPIA E PRELIEVI SECONDO PROTOCOLLO COLLABORAZIONE CON LE FISIOTERAPISTE PER LA MOBILIZZAZIONE COLLABORAZIONE CON LE FISIOTERAPISTE PER LA MOBILIZZAZIONE EDUCAZIONE SANITARIA EDUCAZIONE SANITARIA PARAMETRI VITALI OGNI 4 ORE PARAMETRI VITALI OGNI 4 ORE TERAPIA E PRELIEVI SECONDO PROTOCOLLO TERAPIA E PRELIEVI SECONDO PROTOCOLLO COLLABORAZIONE CON LE FISIOTERAPISTE PER LA MOBILIZZAZIONE COLLABORAZIONE CON LE FISIOTERAPISTE PER LA MOBILIZZAZIONE EDUCAZIONE SANITARIA EDUCAZIONE SANITARIA

35 EDUCAZIONE AI FARMACI Ciclosporina no succo di pompelmo Ciclosporina no succo di pompelmo Tacrolimus (Prograf) Tacrolimus (Prograf) Sirolimus (Rapamune) 4 ore distante da ciclosporina e tacrolimus. Sirolimus (Rapamune) 4 ore distante da ciclosporina e tacrolimus.

36 EDUCAZIONE Controllo del peso Controllo del peso Controllo di anormalità (febbre, tachicardie, stanchezza eccessiva) Controllo di anormalità (febbre, tachicardie, stanchezza eccessiva) Controllo diuresi Controllo diuresi Igiene Igiene

37 CONTROLLI PERIODICI 1^ BEM 7^ GIORNATA POST-OPERATORIA SUCCESSIVE OGNI 7 GIORNI PER UN MESE OGNI 15 GIORNI PER IL II E IL III MESE OGNI 15 GIORNI PER IL II E IL III MESE OGNI 30 GIORNI FINO ALLANNO OGNI 30 GIORNI FINO ALLANNO CORONAROGRAFIA + BEM AD UN ANNO

38 BEM ( Biopsia EndoMiocardica) Tranquillizza sulla procedura; Tranquillizza sulla procedura; Accompagna il paziente ad eseguire lesame in sala operatoria; Accompagna il paziente ad eseguire lesame in sala operatoria; Controllo parametri; Controllo parametri; Corretta conservazione del frustolo di endocardio prelevato e suo invio in Anatomia patologica; Corretta conservazione del frustolo di endocardio prelevato e suo invio in Anatomia patologica; Esecuzione Ecocuore. Esecuzione Ecocuore.

39

40 COMPLICANZE BEM Tamponamento cardiaco; Tamponamento cardiaco; Aritmie; Aritmie; Infezioni; Infezioni; Ematoma. Ematoma.

41 Nuova classificazione Vecchia Classificazione Terapia aggiuntiva 0 – Assenza di rigetto Assenza di rigetto Nessuna 1 – Lieve Riunisce i precedenti gradi 1A, 1B e 2 Da 125 mg x 3 fino a 1gr x 3 (max x 5) di Metilprednisolone Ev in 3-5gg 2 – Moderato Precedente grado 3A Come sopra in aggiunta a ATG 1,5mg/kg/die ev in 12 ore per 5gg 3 – Severo Riunisce i precedenti gradi 3B e 4 Come sopra in aggiunta eventuale Fotoferesi Trattamento del rigetto in accordo con la BEM

42 ALTERNATIVA AL TRAPIANTO ALTERNATIVA AL TRAPIANTO

43

44

45 LVAD, RVAD, BVAD, ECMO Adult & Pediatric Applications

46 CONCLUSIONI PREPARAZIONE TEORICO PRATICA CREDERE NELLA PROPRIA PROFESSIONE CONTINUO AGGIORNAMENTO


Scaricare ppt "IL NURSING DEL PAZIENTE CARDIOTRAPIANTATO Montecatini 14/11/2007 IL NURSING DEL PAZIENTE CARDIOTRAPIANTATO Montecatini 14/11/2007 Manola Mencarelli Alessandro."

Presentazioni simili


Annunci Google