La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Luigia Camaioni, Tiziana Aureli e Paola Perucchini OSSERVARE E VALUTARE IL COMPORTAMENTO INFANTILE Capitolo 5 Lo sviluppo sociale e interpersonale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Luigia Camaioni, Tiziana Aureli e Paola Perucchini OSSERVARE E VALUTARE IL COMPORTAMENTO INFANTILE Capitolo 5 Lo sviluppo sociale e interpersonale."— Transcript della presentazione:

1 1 Luigia Camaioni, Tiziana Aureli e Paola Perucchini OSSERVARE E VALUTARE IL COMPORTAMENTO INFANTILE Capitolo 5 Lo sviluppo sociale e interpersonale

2 2 Lo sviluppo è unimpresa congiunta che tiene conto del ruolo del bambino e delladulto: del bambino come colui che fa esperienza delladulto come colui che supporta lesperienza del bambino Il bambino partecipa fin dalla nascita a una varietà di scambi sociali che si evolvono dalle interazioni faccia a faccia allattività condivisa Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Lo sviluppo

3 Le interazioni precoci FASETEMPO IN MESICOMPITO EVOLUTIVO Regolazione biologica0 Regolazione del sonno, veglia, alimentazione e armonizzazione con i genitori Scambi faccia a faccia2 Regolare lattenzione reciproca e la capacità di risposta nelle situazioni faccia a faccia Condivisione di argomenti5 Inserire gli oggetti nelle interazioni sociali ed assicurare ad essi azione ed attenzione Reciprocità8 Iniziare azioni intenzionali dirette verso altri e sviluppare relazioni più simmetriche Rappresentazione simbolica 18 Sviluppare strumenti verbali e simbolici di relazioni con gli altri e riflettere sugli scambi verbali

4 La regolazione reciproca 4 FASETEMPO IN MESICOMPITO EVOLUTIVO Regolazione biologica 0 Regolazione del sonno, veglia, alimentazione e armonizzazione con i genitori Scambi faccia a faccia 2 Regolare lattenzione reciproca e la capacità di risposta nelle situazioni faccia a faccia Condivisione di argomenti 5 Inserire gli oggetti nelle interazioni sociali ed assicurare ad essi azione ed attenzione Reciprocità8 Iniziare azioni intenzionali dirette verso altri e sviluppare relazioni più simmetriche Rappresentazione simbolica 18 Sviluppare strumenti verbali e simbolici di relazioni con gli altri e riflettere sugli scambi verbali

5 5 Il Sistema di codifica relazionale di A. Fogel (2000) Si basa su una teoria della comunicazione come processo continuo di mutuo adattamento anziché come uno scambio di segnali discreti coglie la qualità della comunicazione interpersonale nelle interazioni sociali la natura creativa della comunicazione la storia comunicativa Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale

6 6 Il Sistema di codifica relazionale analizza la co-regolazione interpersonale Lo schema distingue linterazione in categorie situate lungo un continuo di co-regolazione tra i partner, dalla mancanza di orientamento di un partner verso laltro allaggiustamento mutuo e continuo delle loro azioni La co-regolazione consiste in un processo sociale in cui lindividuo che interagisce con un altro individuo modifica le proprie azioni rispetto che interagisce con un altro individuo modifica le proprie azioni rispetto al procedere delle azioni dellaltro Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Struttura del Sistema di codifica relazionale

7 7 Simmetrica Asimmetrica Rottura Unilaterale Disimpegno Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Categorie del Sistema di codifica relazionale Codifica lepisodio interattivo di mutua innovazione con partecipazione congiunta dei partecipanti Linnovazione comunicativa è prodotta da uno solo dei partner, mentre laltro si limita a guardare lattività del primo Soltanto uno dei partner è attento allaltro o agisce in considerazione dellaltro; linnovazione confinata allindividuo piuttosto che alla comunicazione Un partner interrompe in maniera inappropriata laltro che resiste alliniziativa o la rifiuta Ciascun individuo è impegnato in attività differenti per cui non esiste un fuoco di attenzione comune

8 8 Valutano i comportamenti del bambino da 2 a 6 mesi in contesti di interazione reciproca col genitore Sono destinate ai genitori Sono state costruite sulla base della teoria socio-cognitiva e dei resoconti diaristici di un gruppo di madri Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Le scale di valutazione comportamentale di C. Laicardi (1998)

9 9 Gli item descrivono i comportamenti globali del bambino in cinque contesti di osservazione, ovvero situazioni diverse della vita quotidiana: quando il bambino è sveglio nel lettino o nella carrozzina da solo Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Struttura della scala di valutazione comportamentale durante il pasto durante il gioco faccia a faccia durante il gioco con un oggetto sonoro durante il cambio del pannolino

10 10 Orientamento del capo e degli occhi Orientamento e atteggiamento del corpo Espressioni facciali Vocalizzazioni spontanee e/o di tipo dialogico Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Struttura della scale di valutazione comportamentale Per ognuna delle situazioni, il genitore è invitato a osservare la frequenza di comportamenti molari relativamente a quattro dimensioni

11 11 I° fattore Interazione gratificante II° fattore Conoscenza condivisa III° fattore Apatia IV° fattore Consolabilità Quattro fattori sintetizzano le caratteristiche misurate dagli item Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Struttura fattoriale della scale di valutazione comportamentale Si riferisce al piacere di stare insieme Si riferisce alla consapevolezza a livello sensomotorio della presenza degli oggetti Si riferisce allassenza di reattività del bambino o al suo disappunto e fastidio quando viene stimolato Si riferisce in modo bipolare a emozioni negative oppure a tranquillità in assenza dei genitori

12 12 Si chiede alle madri di annotare la frequenza dei comportamenti osservati in una scala di risposte a 5 alternative Ogni comportamento riceve un punteggio in base alla risposta scalare materna I valori grezzi degli item vanno sommati separatamente per ogni fattore, raggruppando gli item saturati nel fattore Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Attribuzione del punteggio nelle scale di valutazione comportamentale

13 13 Le Scale di valutazione comportamentale costituiscono uno strumento utilizzabile in vari ambiti preventivo clinico educativo Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Ambiti di utilizzo della scale di valutazione comportamentale

14 14 Lo Schema di codifica relazionale di A.Fogel ( 2000 ) è stato utilizzato per indagare lattività condivisa tra madre e bambino nel secondo anno di vita ( Aureli e Picciolo, 2002 ) è stato ampliato rispetto alla versione originale articolando la categoria della co-regolazione simmetrica in 3 sotto-categorie Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Un esempio di ricerca

15 15 Soggetti Sono state osservate 10 diadi madre-bambino mentre interagivano tra loro per 5 minuti, avendo a disposizione un set di giocattoli (piattini, tazzine e altri oggetti da cucina) Disegno di ricerca Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Un esempio di ricerca Longitudinale intensivo: le diadi sono state osservate nelle loro abitazioni settimanalmente, da quando il bambino aveva circa un anno di età e fino al compimento del secondo anno

16 16 Simmetrica - linguaggio La madre manipola gli oggetti in accordo con lattività di manipolazione del bambino. La madre può commentare su ciò che stanno facendo insieme Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Un esempio di ricerca Simmetrica - azione Simmetrica - affetto Madre e bambino sono coinvolti nello scambio di espressioni a contenuto emotivo Madre e bambino commentano entrambi mentre manipolano insieme gli oggetti La categoria della co-regolazione simmetrica è stata suddivisa in:

17 17 Procedura Tutte le sessioni osservative sono state videoregistrate da un osservatore sempre presente Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Un esempio di ricerca Le osservazioni sono state codificate tramite registrazione continua per eventi, assegnando a ciascuna categoria il tempo di inizio

18 18 Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Un esempio di ricerca Analisi dei dati

19 19 Analisi dei dati Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Un esempio di ricerca

20 20 Risultati La capacità di madre e bambino di co-regolarsi nel secondo anno di vita attraversa tre fasi: Terza fase Prevale la co-regolazione simmetrica. Anche il bambino è in grado di tenere conto del comportamento comunicativo materno Camaioni, Aureli, Perucchini, Il Mulino, 2004 Capitolo 5. Lo sviluppo sociale e interpersonale Un esempio di ricerca Seconda fase E caratterizzata dalla compresenza paritaria dei due tipi di co-regolazione intorno alla metà dellanno Prima fase E caratterizzata da interazioni di tipo unilaterale. Solo la madre tiene conto dellattività del bambino


Scaricare ppt "1 Luigia Camaioni, Tiziana Aureli e Paola Perucchini OSSERVARE E VALUTARE IL COMPORTAMENTO INFANTILE Capitolo 5 Lo sviluppo sociale e interpersonale."

Presentazioni simili


Annunci Google