La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A scuola di sicurezza…… ORNAGO, SETTEMBRE 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A scuola di sicurezza…… ORNAGO, SETTEMBRE 2011."— Transcript della presentazione:

1 A scuola di sicurezza…… ORNAGO, SETTEMBRE 2011

2

3 La cultura della salute e della sicurezza come: zMaturazione ed espressione di capacità protettive; zAttraverso un percorso fondato sullesperienza individuale e collettiva. Il modello che esprime compiutamente questa ispirazione è il così detto Michigan Model. E stato adattato al contesto degli indirizzi educativi della scuola italiana.

4 Obiettivi del curriculum sulla sicurezza : Stimolare la creatività e la progettualità delle scuole Realizzare percorsi che rendano gli alunni competenti in sicurezza

5 Promozione della salute attraverso la prevenzione degli incidenti stradali Rendere gli alunni consapevoli della propria autoefficacia nel NON adottare i fattori di rischio Far acquisire agli alunni abilità cognitive, emotive e comportamentali che promuovono il benessere e la sicurezza e che coincidono con le Life Skills

6 Abilità necessarie nella vita Leducazione delle Life Skills si fonda su modelli didattici attivi e partecipativi: Lavori in piccoli gruppi o a coppie Brainstorming Role playing Giochi dibattiti

7 QUALI ABILITA RELATIVE ALLA SICUREZZA GLI ALUNNI POTRANNO CONSEGUIRE ? Acquisire i concetti relativi alla promozione della salute e alla prevenzione degli incidenti stradali Accedere a valide informazioni sulla salute e sicurezza e sui servizi e i prodotti finalizzati alla loro promozione Mettere in pratica comportamenti di promozione della sicurezza e riduzione dei rischi

8 Prevenzione incidenti stradali Analizzare linfluenza della cultura, dei mass-media, della tecnologia e di altri fattori sullassunzione dei fattori di rischio relativi alla sicurezza Usare le relazioni interpersonali per promuovere la sicurezza Promuovere la sicurezza ponendosi obiettivi e prendendo decisioni competenti in materia Difendere e sostenere la salute e sicurezza personale, della famiglia e della comunità

9 Il quadro concettuale di riferimento: NECESSITA DI PASSARE DA UN SETTING EDUCATIVO IN CUI SI TRASMETTONO NOZIONI AD UNO IN CUI VENGONO PROMOSSI Valori Stili di Vita Capacità e Competenze

10 MODELLO MICHIGAN SALUTE OBIETTIVO EDUCATIVO DA PERSEGUIRE CON PROCESSO A SPIRALE NELLARCO DELLA SCUOLA DELLOBBLIGO OBIETTIVI COGNITIVI ATTITUDINALI VALORIALI COMPORTAMENTALI ANNO per ANNO VENGONO RIPRESI APPROFONDITI RI- ADEGUATI AL NUOVO LIVELLO PSICO- AFFETTIVO DEL SOGGETTO. (processo a spirale)

11 Su queste basi, approfondite in un lavoro comune con gli esperti di Sanità Pubblica, un gruppo di insegnanti delle scuole pubbliche può essere in grado di elaborare un MANUALE intitolato a scuola di sicurezza stradale !

12 Per ogni ordine di scuola ed ogni area tematica (strada, casa, scuola, ecc.) viene previsto lo sviluppo di competenze relative a: Obiettivi Educativi Generali; Obiettivi Cognitivi: SAPERE; Obiettivi Attitudinali: SAPER FARE; Obiettivi Comportamentali: SAPER ESSERE.

13 SAPERE FORNIRE INFORMAZIONI AGLI ALUNNI IN RELAZIONE ALLA FASCIA DI ETA

14 SAPER FARE ACQUISIRE COMPETENZE OPERATIVE ATTRAVERSO ESPERIENZE PRATICHE POSITIVE

15 SAPER ESSERE ACQUISIRE UN ATTEGGIAMENTO PERSONALE POSITIVO

16 Lesperienza di costruzione del materiale a scuola di sicurezza stradale ! in ogni scuola zManuale per insegnanti, zPer linserimento curricolare dei temi della prevenzione e della sicurezza stradale, zPer la scuola primaria, zOggetto: la sicurezza in strada, a casa, a scuola, sul territorio.

17 Il metodo comprende anche i criteri di valutazione dellefficacia del percorso educativo applicato.

18 EDUCAZIONE ALLA SALUTE E ALLA SICUREZZA STRADALE TUTTE LE MATERIE SCOLASTICHE INTERAGISCONO NEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI GENERALI

19 ALCUNI ESEMPI

20 Lingua italiana INDIVIDUARE IL PUNTO CENTRALE DI QUANTO VIENE NARRATO O SENTITO NARRARE Obiettivo del curriculum

21 Lingua italiana Comprendere largomento centrale e le informazioni contenute in testi espositivi e regolativi Obiettivo relativo alla sicurezza STRADALE

22 Lingua italiana Lalunno definisce il termine STRADA e spiega quali sono le norme per usare La STRADA in modo corretto e sicuro. Esempi:

23 Lingua italiana Lalunno definisce cosè un EMERGENZA e mostra le abilità necessarie per chiedere aiuto componendo il 118 e fornendo con calma le esatte informazioni Esempi:

24 Matematica Il bambino: risolve un problema utilizzando strumenti concreti classifica i dati come probabili, certi o incerti Raccoglie dati personali e collettivi Obiettivo del curriculum

25 Matematica Il bambino: Riconosce situazioni problematiche Raccoglie dati mediante questionari Si pone e risolve i problemi in contesti di cui ha diretta esperienza Obiettivo relativo alla sicurezza STRADALE

26 Matematica Il bambino conosce i segnali, la distanza casa – scuola, utilizza i percorsi secondo la loro funzione e mette in pratica le regole di comportamento nei vari luoghi (parcheggio, box, strada). Esempi:

27 Matematica Il bambino Raccoglie dati relativi alla casistica degli incidenti stradali e li analizza Indica soluzioni e propone interventi migliorativi Esempi:

28 Scienze Il bambino: Acquisisce abilità cognitive generali (analisi dati, collegamento allesperienza…) Padroneggia tecniche di ricerca (osservare, indagare, sperimentare…) Collega il fare al pensare Obiettivo del curriculum

29 Scienze Il bambino: Esplora lambiente ove si collocano i vari percorsi stradali Collega cause ed effetti Raccoglie e seleziona informazioni Usa il computer come strumento di elaborazione dati Confronta fatti, coglie relazioni Obiettivo relativo alla sicurezza stradale

30 Scienze Esempi: Il bambino Elenca e mette in pratica i comportamenti utili per prevenire danni alludito (rumori stradali eccessivi) Conosce e mette in pratica alcuni interventi di primo soccorso

31 Scienze Esempi: Il bambino Conosce, rispetta ed utilizza correttamente i mezzi di trasporto, le loro attrezzature tecnologiche di cui sono dotati quali i freni e la manutenzione del mezzo (ad esempio gli pneumatici della bicicletta).

32 STORIA GEOGRAFIA E STUDI SOCIALI STUDIO DELLUOMO STUDIO DELLAMBIENTE ACQUISIZIONE DI REGOLE E NORME DI VITA NECESSARIE PER VIVERE INSIEME, CONVIVENZA DEMOCRATICA Obiettivo del curriculum

33 STORIA GEOGRAFIA E STUDI SOCIALI Il bambino: SI ORIENTA NEL percorso CASA - SCUOLA CONDIVIDE I COMPITI E LE RESPONSABILITA CON I FAMILIARI RICONOSCE E ACCETTA LE REGOLE FAMILIARI Obiettivo relativo alla sicurezza stradale

34 STORIA GEOGRAFIA E STUDI SOCIALI Esempi: Il bambino TRASMETTE SICUREZZA A CHI GLI STA ATTORNO, NELLA CONSAPEVOLEZZA CHE UN COMPORTAMENTO SCORRETTO Può DIVENTARE FONTE DI PERICOLO PER SE STESSO E PER GLI ALTRI (CORREGGE I GENITORI QUANDO NON RISPETTANO LE REGOLE DEL CODICE DELLA STRADA).

35 EDUCAZIONE ALLIMMAGINE Toccando e vedendo il bambino apprende e capisce Il bambino sa leggere lambiente, ed è in grado di raccontare ciò che ha visto Obiettivo del curriculum

36 EDUCAZIONE ALLIMMAGINE Il bambino: Conosce IL PERCORSO CASA – SCUOLA e lo descrive E in grado di leggere i segnali stradali che trova sul percorso, di capire le immagini di oggetti ivi rappresentati nellambito delluso stradale ed anche presenti nellauto ed il relativo loro corretto utilizzo Obiettivo relativo alla sicurezza STRADALE

37 EDUCAZIONE ALLIMMAGINE Esempi: IL BAMBINO ELENCA I MODI IN CUI SI POSSONO PREVENIRE GLI INCIDENTI STRADALI RELATIVI A: ATTRAVERSAMENTO DELLA STRADA Uso della bicicletta Comportamento in auto Uso cinture di sicurezza e casco Sostanze pericolose per chi guida Evitare Movimento scoordinato

38 EDUCAZIONE MOTORIA Percezione coscienza e conoscenza del proprio corpo Coordinazione generale e spazio- temporale socializzazione Obiettivo del curriculum

39 EDUCAZIONE MOTORIA Il bambino è in grado di: Organizzare il movimento in modo coordinato e in funzione dello scopo Coordinare i movimenti in azioni complesse Obiettivo relativo alla sicurezza stradale

40 EDUCAZIONE MOTORIA Esempi: Il bambino Si muove in modo coordinato ed in funzione dello scopo, anche in situazioni complesse, per evitare cadute, scivolamenti, urti contro marciapiedi, auto in sosta, amici in bicicletta o motorino, ecc… Il bambino sa effettuare i primi interventi di soccorso

41 TECNOLOGIA INDIVIDUARE LA STRUTTURA E LA FUNZIONE DEGLI OGGETTI PRESENTI SUI MEZZI DI TRASPORTO USARE TALI OGGETTI COERENTEMENTE CON LE FUNZIONI ED I PRINCIPI DI SICUREZZA STRADALE VALUTARE LUSO DI TALI OGGETTI E MATERIALI IN FUNZIONE DELLIMPIEGO SEGUIRE PROCEDURE E PROCESSI FINALIZZATI (UTILIZZO DEI FINESTRINI) Obiettivo relativo alla sicurezza stradale

42 TECNOLOGIA Esempi: Il bambino È IN GRADO DI LEGGERE E CAPIRE LE ISTRUZIONI PER LUSO CORRETTO E SICURO DEGLI OGGETTI PRESENTI IN AUTO (APERTURA DELLE PORTIERE) CONOSCE I DIVERSI MATERIALI DI CUI E COMPOSTA LAUTO E LI USA CORRETTAMENTE È CONSAPEVOLE CHE LUSO SCORRETTO DELLA STRADA E DEGLI OGGETTI PRESENTI IN AUTO Può DIVENTARE FONTE DI PERICOLO PER SE E PER GLI ALTRI

43 Allo stato attuale ad ogni scuola che aderisce al progetto prevenzione incidenti stradali si richiede : zIl materiale prodotto dai ragazzi va trasmesso allASL della Provincia di Monza e Brianza entro dicembre 2011; zNel quadro della loro autonomia, le scuole possono gestire come vogliono il progetto; zIl materiale fa parte del risultato dellofferta formativa per la promozione della salute attraverso la prevenzione degli incidenti stradali nella comunità scolare dellASL della Provincia di Monza e Brianza;

44 Al materiale a scuola di sicurezza stradale ! prodotto da ogni scuola parteciperanno all elaborazione: zi docenti di scuole primarie aderenti al progetto presentato dallASL Monza e Brianza che fornirà, a richiesta, il supporto scientifico ritenuto necessario dai docenti. zil capo progetto della ASL: dr. Giuseppe Monaco zil docente responsabile per la sicurezza stradale dellUfficio Scolastico Provinciale dr. Cosimo Scaglione

45 Dove e avvenuto lincidente stradale che ti ha colpito ? Chi è stato colpito dallincidente stradale ?

46 Qual e stata la causa dellincidente ?

47 Norme e loro violazione

48 In strada

49

50


Scaricare ppt "A scuola di sicurezza…… ORNAGO, SETTEMBRE 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google