La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Direttore: Prof. L.M. Fabbri CORSO INTERATTIVO SULLE MALATTIE RESPIRATORIE FUMO CORRELATE Percorsi diagnostico- terapeutici nella BPCO secondo linee guida.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Direttore: Prof. L.M. Fabbri CORSO INTERATTIVO SULLE MALATTIE RESPIRATORIE FUMO CORRELATE Percorsi diagnostico- terapeutici nella BPCO secondo linee guida."— Transcript della presentazione:

1 Direttore: Prof. L.M. Fabbri CORSO INTERATTIVO SULLE MALATTIE RESPIRATORIE FUMO CORRELATE Percorsi diagnostico- terapeutici nella BPCO secondo linee guida Fabrizio Luppi

2 G lobal Initiative for Chronic O bstructive O bstructive L ung L ung D isease D isease

3 Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) CORSO INTERATTIVO SU: MALATTIE RESPIRATORIE OSTRUTTIVE DefinizioneDiagnosi Classificazione di gravità Terapia Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

4 Sindrome caratterizzata da una riduzione del flusso aereo espiratorio non completamente reversibile, progressiva ed associata ad una risposta infiammatoria delle vie aeree BPCO: DEFINIZIONE

5 Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) CORSO INTERATTIVO SU: MALATTIE RESPIRATORIE OSTRUTTIVE DefinizioneDiagnosi Classificazione di gravità Terapia Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

6 SINTOMI Dispnea : Progressiva (peggiora nel tempo) Persistente (presente ogni giorno) aumentata fatica a respirare,pesantezza, fame daria o boccheggiamento Peggiora durante lesercizio e durante le infezioni respiratorie Tosse cronica Intermittente o presente tutto il giorno; raramente solo di notte Produzione di escreato Può indicare la presenza di BPCO BPCO: DIAGNOSI

7 SINTOMIDispneaTosseEscreato FATTORI DI RISCHIO Tabacco Agenti occupazionali Inquinamento domestico SPIROMETRIA Gold Standard DIAGNOSI DI BPCO

8 La spirometria rappresenta lo strumento diagnostico meglio standardizzato, più riproducibile ed obiettivo; esso costituisce il gold standard nella diagnosi e nella valutazione della BPCO Gli operatori sanitari che trattano pazienti con BPCO dovrebbero poter eseguire spirometrie senza difficoltà DIAGNOSI DI BPCO: PUNTI CHIAVE

9 Pletismografo Pneumotacografo

10 Smoking and lung function decline FEV 1 Age (years) Disability Death Never smoked or not susceptible to smoke Smoked regularly and susceptible to smoke Stopped at 45 years Stopped at 65 years Fletcher et al, BMJ 1977

11 Morfologia della curva:Morfologia della curva: concavità verso laltoconcavità verso lalto FEV 1 /FVC < 70% teoricoFEV 1 /FVC < 70% teorico FEV 1 ( VEMS ):FEV 1 ( VEMS ): Lieve > 80% Moderata > 30% 30% < 80% Grave < 30% BPCO: DIAGNOSI SPIROMETRIA

12 Test di reversibilità PRE- 2 agonisti FAST ACTING Insuff. Ventilatoria di tipo ostruttivo POST- 2 agonisti FAST ACTING Dopo somministrazione di 2 agonista il FEV1 è aumentato del 12% o di 200 ml rispetto al valore basale : INSUFFICIENZA VENTILATORIA DI TIPO OSTRUTTIVO REVERSIBILE. Se FEV1 torna a valori normali ( > 80% del predetto): INSUFFICIENZA VENTILATORIA DI TIPO OSTRUTTIVO COMPLETAMENTE REVERSIBILE V Valutazione della reversibilità dellostruzione. V

13 Tutti i pazienti con un valore di VEMS inferiore al 40% del predetto o con segni clinici suggestivi di insufficienza respiratoria o di scompenso cardiaco destro dovrebbero essere sottoposti ad emogasanalisi arteriosa per determinare la pressione parziale dei gas nel sangue BPCO: DIAGNOSI PUNTI CHIAVE

14 Valori di riferimento: pH: PaO2: > 80 mmHg PaCO2: mmHg HCO3-:23-25 mmol/L Emogasanalisi arteriosa

15 BPCO: DIAGNOSI PUNTI CHIAVE Diagnosi differenziale: BPCOASMA Età insorgenza Di solito > 50 anni Di solito nellinfanzia FumoPresente o pregresso Indifferente SintomiCronici, progressivi Variabili, episodici AtopiaIndifferenteDi solito presente

16 BPCO: DIAGNOSI PUNTI CHIAVE Diagnosi differenziale: BPCOASMA Riduzione PEF Presente, con minima variabilità Presente, con variabilità Test broncodilatazione Spesso negativoPositivo Trial con steroidi inalatori Spesso negativoPositivo Trial con steroidi orali Spesso negativoPositivo

17 BPCO: DIAGNOSI PUNTI CHIAVE Diagnosi differenziale: BPCOASMA Iperreattività bronchiale IncostanteCostante Espettorato indotto NeutrofiliEosinofili Test diffusione CO Normale o RidottoNormale Tc torace Enfisema o aree iperdiafane Normale

18 Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) CORSO INTERATTIVO SU: MALATTIE RESPIRATORIE OSTRUTTIVE DefinizioneDiagnosi Classificazione di gravità Terapia Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

19 CLASSIFICAZIONE DI GRAVITA DELLA BPCO STADIOCARATTERISTICHE 0: A RISCHIO Spirometria normale, sintomi cronici I: LIEVE VEMS/CVF < 70%; VEMS 80% del teorico con o senza sintomi cronici II: MODERATA VEMS/CVF < 70%; 50% VEMS < 80% del teorico con o senza sintomi cronici III: GRAVE VEMS/CVF < 70%; VEMS/CVF < 70%; 30% VEMS< 50% pred. con o senza sintomi IV: MOLTO GRAVE VEMS/CVF < 70%; VEMS/CVF < 70%; VEMS < 30% pred. o VEMS<50%pred. con insufficienza respiratoria cronica

20 Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) CORSO INTERATTIVO SU: MALATTIE RESPIRATORIE OSTRUTTIVE DefinizioneDiagnosi Classificazione di gravità Terapia Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)

21 Nessuno dei farmaci attualmente impiegati nel trattamento della BPCO si è dimostrato efficace nel modificare il progressivo peggioramento della funzionalità ventilatoria, caratteristico della malattia (A). La terapia farmacologica è tuttavia importante per migliorare i sintomi e/o ridurre le complicanze della malattia BPCO IN FASE STABILE I FARMACI

22 I broncodilatatori: - sono i farmaci più efficaci (A) - prescrivibili al bisogno oppure regolarmente per prevenire o migliorare i sintomi - è preferita la somministrazione per via inalatoria I principali broncodilatatori sono: - 2 -agonisti - anticolinergici - teofillina - terapia di combinazione con uno o più di questi farmaci BPCO IN FASE STABILE I FARMACI

23 Corticosteroidi inalatori : Il trattamento regolare con corticosteroidi per via inalatoria dovrebbe essere indicato SOLO : - AGLI STADI III (GRAVE) E IV (MOLTO GRAVE) IN CASO DI FREQUENTI RIACUTIZZAZIONI (3 negli ultimi 3 anni) in quanto riducono la frequenza delle riacutizzazioni e migliorano lo stato di salute (A). BPCO IN FASE STABILE I FARMACI

24 Vecchia0:A RischioI: Lieve II: Moderata IIA IIB III: Grave Nuova0:A RischioI: LieveII: ModerataIII: GraveIV: Molto grave Figura Terapia della BPCO ad ogni stadio Caratteristiche Sintomi cronici Esposizione a fattori di rischio Spirometria normale VEMS 1 /CVF < 70% VEMS 80% Con o senza sintomi VEMS/CVF < 70% 50% > VEMS< 80% Con o senza sintomi VEMS/CVF < 70% 30% > VEMS < 50% Con o senza sintomi VEMS/CVF < 70% VEMS < 30% o presenza di insufficienza respiratoria cronica o scompenso cardiaco destro Evitare I fattori di rischio; vaccinazioni antinfluenzale Aggiungi broncodilatatori a breve durata dazione al bisogno Aggiungi il trattamento regolare con uno o più broncodilatatori a lunga durata dazione Aggiungi la riabilitazione Aggiungi gli steroidi per via inalatoria in caso di ripetute riacutizzazioni Add lossigenoterapia a lungo termine in caso di insufficienza respiratoria Considera i trattamenti chirurgici


Scaricare ppt "Direttore: Prof. L.M. Fabbri CORSO INTERATTIVO SULLE MALATTIE RESPIRATORIE FUMO CORRELATE Percorsi diagnostico- terapeutici nella BPCO secondo linee guida."

Presentazioni simili


Annunci Google