La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CASO CLINICO Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Divisione di Malattie dellApparato Respiratorio CASO CLINICO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CASO CLINICO Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Divisione di Malattie dellApparato Respiratorio CASO CLINICO."— Transcript della presentazione:

1 CASO CLINICO Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Divisione di Malattie dellApparato Respiratorio CASO CLINICO

2 Anamnesi familiare e fisiologica Paziente donna di 44 anniPaziente donna di 44 anni Attività lavorativa: casalingaAttività lavorativa: casalinga Fumatrice: 40 sigarette al dì per circa 30 anniFumatrice: 40 sigarette al dì per circa 30 anni ConiugataConiugata Un figlio di anni 20 in absUn figlio di anni 20 in abs Nulla da segnalare in anamnesi familiareNulla da segnalare in anamnesi familiare Caso clinico

3 Anamnesi Patologica Remota Nel settembre 2001: ricovero presso la clinica neurologica per ischemia cerebrale transitoria; dimessa con terapia anticoagulante oraleNel settembre 2001: ricovero presso la clinica neurologica per ischemia cerebrale transitoria; dimessa con terapia anticoagulante orale Settembre 2002 colica reno-ureterale trattata in PSSettembre 2002 colica reno-ureterale trattata in PS Non altri ricoveri ospedalieriNon altri ricoveri ospedalieri Non sintomi respiratori in passatoNon sintomi respiratori in passato Caso clinico

4 Anamnesi Patologica Prossima Da settembre 2002 la paziente lamenta tosse secca ed insistente; febbricola serotinaDa settembre 2002 la paziente lamenta tosse secca ed insistente; febbricola serotina Ottobre 2002: persistenza dei sintomi nonostante trattamento antibiotico (amoxicillina + ac.clavulanico) ed antiinfiammatorioOttobre 2002: persistenza dei sintomi nonostante trattamento antibiotico (amoxicillina + ac.clavulanico) ed antiinfiammatorio Novembre 2002: peggioramento dei sintomi con comparsa di tosse produttiva con escreato striato di sangue e dispnea da sforzoNovembre 2002: peggioramento dei sintomi con comparsa di tosse produttiva con escreato striato di sangue e dispnea da sforzo Caso clinico

5 Anamnesi Patologica Prossima E presente un modesto calo ponderale: 3 Kg in 2 mesi, lamenta inoltre astenia ed inappetenzaE presente un modesto calo ponderale: 3 Kg in 2 mesi, lamenta inoltre astenia ed inappetenza Per laggravamento dei sintomi il medico di medicina generale richiede una valutazione radiografica del torace e gli esami ematochimiciPer laggravamento dei sintomi il medico di medicina generale richiede una valutazione radiografica del torace e gli esami ematochimici Caso clinico

6 Rx torace

7 Caso clinico Rx torace

8 Esami ematochimici Esame emocromocitometrico: Leucociti: 14,7 x10 3 / l (4,0 –10,0) Leucociti: 14,7 x10 3 / l (4,0 –10,0) Eritrociti: 4,30 x10 6 / l (4,00 – 5,50) Eritrociti: 4,30 x10 6 / l (4,00 – 5,50) Emoglobina 13,7 g/dl (13,0 – 16,0) Emoglobina 13,7 g/dl (13,0 – 16,0) Piastrine 399 x10 3 / l (150 – 400) Piastrine 399 x10 3 / l (150 – 400) Formula leucocitaria Neutrofili 70% Neutrofili 70% Linfociti 27% Linfociti 27% Monociti 1,0% Monociti 1,0% Eosinofili 0,7% Eosinofili 0,7% Basofili 0,8% Basofili 0,8% Caso clinico

9 Esami ematochimici Chimica clinica: Caso clinico VES: 50 Glicemia 100 mg/dl (50-110) Creatinina: 0,6 mg/dl(0,4-1,4) Urea: 27 mg/dl (10-50) G.O.T.:22 U/L (fino a 31) G.P.T.:24 U/L (fino a 31) LDH: 603 U/L (230 – 460) Markers neoplastici: CEA nella norma Incremento della cromograninaA e NSE

10 Visita Pneumologica: esame clinico Caso clinico Dispnea al minimo sforzo Turgore giugulare bilaterale; non edemi declivi agli arti inferiori Obiettività toracica con la presenza di ronco sibilante fisso inspiratorio ed espiratorio, apprezzabile prevalentemente in sede sottoclaveare destra. Addome: trattabile alla palpazione superficiale e profonda, non dolente; apprezzabile il margine epatico inferiore dobordante dallarcata costale destra di 4 dita. Il margine epatico appare arrotondato e regolare.

11 Esami strumentali richiesti a scopo diagnostico Caso clinico TAC total body TAC total body Broncoscopia Broncoscopia

12 Caso clinico TAC torace

13 Caso clinico TAC torace Bronco principale di dx ridotto di calibro Neoformazione mediastinica Versamento pleurico dx

14 Caso clinico TAC torace Versamento pericardico (infiltrazione del cappuccio pericardico)

15 Caso clinico TC Addome Fegato aumentato di volume con dilatazione degli spazi portali

16 Esami strumentali richiesti a scopo diagnostico Caso clinico TAC total body TAC total body Broncoscopia Broncoscopia

17 Caso clinico Bronco principale di destra ridotto di calibro Bronco lobare superiore stenosato da neoformazione endocanalicolare Neoformazione endocanalicolare ad impianto sul versante mediastinico Broncoscopia

18 Esame istologico Infiltrazione neoplastica da parte di elementi di piccola taglia con aumentato rapporto nucleo/citoplasma e nucleo con cromatina dispersa Il reperto morfologico è in favore di carcinoma a piccole cellule del polmone (positività immunoistochimica per CD56, cromogranina, TTF1) Caso clinico

19 Caso Clinico Ematossilina eosina

20 Caso Clinico Cromogranina

21 CD56

22 Trattamento Caso clinico La paziente viene sottoposta a III cicli di chemioterapia mediante Carboplatino + Etoposide con miglioramento del quadro clinico Attualmente è in attesa di completamento radiante sul polmone e mediastino

23 Caso clinico Rx torace Dopo III cicli di CT

24 CASO CLINICO Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Divisione di Malattie dellApparato Respiratorio Diagnosi: Microcitoma polmonare forma limitata


Scaricare ppt "CASO CLINICO Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Divisione di Malattie dellApparato Respiratorio CASO CLINICO."

Presentazioni simili


Annunci Google