La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO 1 1 ANAMNESI ED ESAME OBIETTIVO Carcinoma della mammella Massa locale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO 1 1 ANAMNESI ED ESAME OBIETTIVO Carcinoma della mammella Massa locale."— Transcript della presentazione:

1 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO 1 1 ANAMNESI ED ESAME OBIETTIVO Carcinoma della mammella Massa locale Adenopatia Epatomegalia Dolore osseo ANAMNESI ED ESAME OBIETTIVO Carcinoma della mammella Massa locale Adenopatia Epatomegalia Dolore osseo LABORATORIO Rx torace Scintigrafia ossea TAC del torace Test di funzionalità epatica Ecografia epatica LABORATORIO Rx torace Scintigrafia ossea TAC del torace Test di funzionalità epatica Ecografia epatica

2 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO 2 I principali fattori da prendere in considerazione per il trattamento del carcinoma mammario recidivo sono i trattamenti pregressi e la localizzazione e lestensione della recidiva.

3 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO 3 In oltre il 50% delle pazienti studiate per recidiva locoregionale, la TAC del torace evidenzia lesioni aggiuntive tra cui linteressamento dei linfonodi mammari interni, lerosione sternale, ladenopatia ascellare e le metastasi costali. LABORATORIO Rx torace Scintigrafia ossea TAC del torace Test di funzionalità epatica Ecografia epatica LABORATORIO Rx torace Scintigrafia ossea TAC del torace Test di funzionalità epatica Ecografia epatica

4 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO 4 Biopsia Escissionale Agobiopsia FNA Recettori ormonali Biopsia Escissionale Agobiopsia FNA Recettori ormonali Tutte le lesioni sede di sospetta recidiva di cancro mammario dovrebbero essere sottoposte a biopsia, con leccezione dei nodi ascellari sospetti, suscettibili di normale dissezione. Occorre dosare i recettori ormonali, anche se questo è già stato fatto in precedenza: tali valori differiscono da quelli del tumore primitivo nel 25-35% delle pazienti.

5 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO 5 Biopsia Escissionale Agobiopsia FNA Recettori ormonali Biopsia Escissionale Agobiopsia FNA Recettori ormonali Dopo mastectomia Dopo chirurgia conservativa Dopo quadrantectomia

6 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA 1 6 Dopo mastectomia La recidiva locoregionale dopo mastectomia ha una cattiva prognosi, con tassi di sopravvivenza senza malattia a 5 e a 10 anni rispettivamente del 30% e del 7%. La sopravvivenza varia in modo considerevole in base a diversi fattori, tra cui entità e numero delle recidive e durata dellintervallo senza malattia. Una considerevole palliazione può essere ottenuta mediante un secondo trattamento. Occasionalmente si verificano casi di sopravvivenze prolungate. Il 25-33% delle pazienti con recidiva locoregionale di cancro mammario è già affetto da localizzazioni secondarie concomitanti al momento della recidiva locale: si dovrebbe pertanto eseguire una stadiazione completa mediante radiografia del torace, TAC del torace, TAC ossea total body, test di funzionalità epatica ed ecotomografia epatica. CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO

7 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Dopo mastectomia Parete toracica Linfonodi sovraclaveari Linfonodi mammari interni Ascella Radioterapia No precedente dissezione ascellare Precedente dissezione ascellare Metastasi a distanza No metastasi a distanza Chemio od ormonoterapia Resezione della parete toracica Linfonodi mobili Linfonodi fissi Chemio od ormonoterapia Dissezione ascellare 7

8 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Dopo mastectomia Parete toracica Linfonodi sovraclaveari Linfonodi mammari interni Radioterapia In caso di carcinoma mammario recidivo, non ci si dovrebbe limitare alla sola sede della recidiva, ma dovrebbe essere irradiato lintero campo. Per pazienti già trattate con radioterapia è indicata la chemioterapia o lormonoterapia. La neoformazione recidiva deve essere bonificata chirurgicamente il più presto possibile in quanto questo trattamento, associoato a irradiazione con 4500 cGy, garantisce il minimo rischio di ricomparsa locale della malattia. In caso di malattia residua sono necessari da 5500 a 6000 cGy. La maggior parte delle pazienti allinizio ha una regressione completa della malattia, ma soltanto nel 43% la situazione resta sotto controllo per 5 anni. La maggior parte delle ri-recidive si trova nel sito originario della malattia, allinterno del campo di irradiazione; il trattamento dovrebbe pertanto prevedere 4500 cGy sul sito primario della malattia. Lascella sottoposta a dissezione non dovrebbe essere irradiata, a meno che non sia clinicamente interessata o non siano presenti linfonodi altamente sospetti. 8

9 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Dopo mastectomia Parete toracica Linfonodi sovraclaveari Linfonodi mammari interni Radioterapia Le pazienti che sviluppano metastasi a distanza prima o contemporaneamente a una recidiva locoregionale dovrebbero ricevere inizialmente un trattamento chemioterapico od ormonale. Tali pazienti dovrebbero essere tenute attentamente sotto controllo per il rischio di malattia locale in evoluzione o di sintomi che possano richiedere una terapia. Per pazienti che rispondono completamente sia alla chemioterapia che alla terapia ormonale dovrebbe essere presa in considerazione una terapia locale aggressiva con resezione della parete toracica. Non esistono dati certi che indichino con sicurezza se nella recidiva locoregionale la chemioterapia o lormonoterapia migliorino il controllo locale o la sopravvivenza nella malattia. Metastasi a distanza 9

10 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Dopo mastectomia Parete toracica Linfonodi sovraclaveari Linfonodi mammari interni Radioterapia Pazienti attentamente selezionate possono beneficiare della resezione della parete toracica. Le pazienti con recidive estese e isolate, in particolare coloro sulle quali una precedente radioterapia ha avuto successo, hanno una sopravvivenza a 5 anni del 43%. Un controllo locale della malattia può essere ottenuto nella maggior parte delle pazienti, con una sopravvivenza di oltre 46 mesi in pazienti senza malattia residua e di 21 mesi in quelle con malattia residua. La presenza di metastasi a distanza non è di per sè una controindicazione a tale tecnica, ma per giustificare lesecuzione dellintervento laspettativa di vita dovrebbe essere di almeno 1 anno. Metastasi a distanza 10 Resezione della parete toracica

11 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Dopo chirurgia conservativa Mammella Ascella ResecabileNon resecabile No precedente dissezione ascellare Precedente dissezione ascellare Chemio od ormonoterapia Precedente dissezione No precedente dissezione Linfonodi fissi Linfonodi mobili Dissezione ascellare Chemioterapia adiuvante od ormonoterapia Mastectomia radicale modificata Mastectomia totale 11

12 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Dopo chirurgia conservativa Il tasso di recidiva locale dopo linfoadenectomia e terapia radiante varia dal 5% al 10% a 5 anni. La comparsa di metastasi a distanza prima di una recidiva locale è insolita, e metastasi a distanza concomitanti vengono trovate soltanto nel 5-8% delle pazienti. Pertanto non è necessaria una stadiazione completa, a meno che la paziente non sia sintomatica o presenti un quadro anomalo di fosfatasi alcalina, TAC ossea, test di funzionalitàepatica o ecotomografia epatica. 12 CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO

13 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Dopo chirurgia conservativa Mammella Resecabile No precedente dissezione ascellare Precedente dissezione ascellare Mastectomia radicale modificata Mastectomia totale Il trattamento standard per la recidiva dopo trattamento chirurgico conservativo o radioterapia è la mastectomia. Sono stati riportati complessivamente tassi di sopravvivenza a 5 anni del 45-70%. Il reintervento di resezione conservativa può essere giustificato su pazienti selezionate con lesioni piccole (< 2 cm) e mobili, senza invasione cutanea o dei linfonodi ascellari, o su pazienti con carcinoma in situ; in pazienti attentamente selezionate e trattate con ri- escissione a cuneo, è stato riportato un tasso di sopravvivenza senza malattia a 5 anni del 70%. Dopo mastectomia è possibile procedere alla ricostruzione della mammella; nelle pazienti sottoposte in precedenza a radioterapia, lintervento che dà i risultati migliori è il lembo miocutaneo del muscolo retto delladdome. 13

14 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Dopo chirurgia conservativa Mammella Resecabile No precedente dissezione ascellare Precedente dissezione ascellare Chemioterapia adiuvante od ormonoterapia Mastectomia radicale modificata Mastectomia totale Il ruolo della chemioterapia adiuvante o dellormonoterapia nelle pazienti trattate per recidive locoregionali non è stato chiarito. sembra ragionevole ricorrenti nei casi che sviluppano nuovi linfonodi positivi, che hanno margini di resezione positivi dopo radioterapia preliminare o che hanno un invasione di cute e vasi sanguigni o linfatici. Non è chiaro il ruolo della terapia adiuvante sistemica nelle recidive già trattate in questo modo allepoca del primo tumore. 14

15 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Dopo quadrantectomia Il tasso di recidiva locale dopo quadrantectomia senza terapia radiante è del 38% a 8 anni 15 CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO

16 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Mammella Resecabile Non resecabile Chemio od ormonoterapia Chemioterapia adiuvante od ormonoterapia Mastectomia radicale modificata Chirurgia conservativa Radioterapia Dissezione ascellare Chirurgia conservativa Radioterapia Dissezione ascellare Dopo quadrantectomia Radioterapia MultifocaleSingolo Cl +Cl - 16

17 YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA Mammella Non resecabile Mastectomia radicale modificata Chirurgia conservativa Radioterapia Dissezione ascellare Chirurgia conservativa Radioterapia Dissezione ascellare Dopo quadrantectomia MultifocaleSingolo Cl +Cl - Un estesa componente intraduttale (CI) è associata a tassi di recidiva locale del % dopo ampia escissione e terapia radiante: il cancro intraduttale costituisce il 25% o più dei carcinomi invasivi ed è presente nel tessuto mammario che circonda la componente invasiva. 17


Scaricare ppt "YOUR LOGO HERE CARCINOMA RECIDIVO DELLA MAMMELLA CARCINOMA DELLA MAMMELLA RECIDIVO 1 1 ANAMNESI ED ESAME OBIETTIVO Carcinoma della mammella Massa locale."

Presentazioni simili


Annunci Google