La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BENVENUTI ALLA SCUOLA DELLINFANZIA anno scolastico 2010/2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BENVENUTI ALLA SCUOLA DELLINFANZIA anno scolastico 2010/2011."— Transcript della presentazione:

1 BENVENUTI ALLA SCUOLA DELLINFANZIA anno scolastico 2010/2011

2 LE FINALITA La Scuola dellInfanzia è un ambiente educativo, di esperienze concrete, luogo del fare, del sentire, del pensare, dellagire relazionale, dellesprimere del bambino. Richiede attenzione e disponibilità da parte delladulto, intraprendenza progettuale e operativa. Per creare nella Scuola dellInfanzia un ambiente sereno ed accogliente, che favorisca relazioni affettive ed apprendimenti basati sullarticolazione di attività libere e strutturate, progressive e mediate, si ritiene fondamentale una metodologia che si basi su connotati essenziali: la valorizzazione del gioco il rilievo al fare produttivo ed alle esperienze dirette (esplorazione e ricerca) la relazione con i pari e con gli adulti la mediazione didattica

3 Secondo le Indicazioni Nazionali per il Curricolo, gli obiettivi specifici di apprendimento sono raggruppati in cinque aree: IL SE E LALTRO IL CORPO E IL MOVIMENTO I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO LINGUAGGI, CREATIVITA, ESPRESSIONE IL SE E LALTRO In questa area confluiscono tutte le esperienze e le attività che stimolano il bambino a comprendere la necessità di darsi e di riferirsi a norme di comportamento e di relazione, indispensabili per una convivenza unanimemente valida. Attraverso diverse attività si arriva ad interiorizzare il significato di socializzazione in tutti i suoi aspetti (es. il rispetto dei turni, il valore della vita, il rispetto delle altre culture…).

4 IL CORPO E IL MOVIMENTO Questa è larea che si riferisce alla corporeità, al movimento e alla cura della propria persona, che contribuisce alla crescita del bambino, promuovendo la presa di coscienza del valore del corpo e la sperimentazione di questo in tutta la sua totalità. Le competenze e le abilità da raggiungere riguardano: - l acquisizione di uno schema corporeo - lo sviluppo di schemi motori di base (es. correre, saltare…) - lo sviluppo della coordinazione - lo sviluppo di una positiva immagine di sé - il riconoscere parametri spaziali - il curare in autonomia la propria persona, gli oggetti, lambiente e i materiali comuni nella prospettiva della salute e dellordine - il controllo dellaffettività e delle proprie emozioni in maniera adeguata alletà, rielaborandola attraverso il corpo e il movimento.

5 LINGUAGGI, CREATIVITA, ESPRESSIONE E larea che considera tutte le attività inerenti alla comunicazione ed espressione manipolativo-visiva, sonoro- musicale, drammatico-teatrale, audiovisuale e massmediale e il loro continuo intreccio. Essa comprende il conseguimento di tutte le competenze e abilità utili al bambino per comprendere, tradurre, rielaborare e produrre codici che fanno parte della nostra civiltà dellinformazione. I DISCORSI E LE PAROLE Questa è larea specifica delle capacità comunicative, riferite al linguaggio e al primo contatto con la lingua scritta. I bambini imparano a comunicare verbalmente, a descrivere le proprie esperienze, a conversare e dialogare, a riflettere sulla lingua, e si avvicinano alla lingua scritta. Attraverso la conoscenza e la consapevolezza della lingua materna e di altre lingue, consolidano la conoscenza personale e culturale e si aprono verso le culture altre.

6 Questarea si rivolge in modo specifico alle capacità di progettare ed inventare, di interpretare ed intervenire consapevolmente sulla realtà attraverso abilità matematiche semplici come: raggruppare ordinare quantificare contare confrontare classificare atteggiamento inventare e creare forme e costruzioni E anche larea volta a formare un atteggiamento e abilità di tipo scientifico. Va aggiunto, inoltre, che gli obiettivi specifici di apprendimento, anche se presentati in maniera analitica nelle Indicazioni Nazionali, sono tra loro strettamente correlati in quanto obbediscono ad una visione unitaria dell intervento educativo. LA CONOSCENZA DEL MONDO

7 Le Scuole dellInfanzia del Circolo Nel Circolo ci sono 2 Scuole dellInfanzia: San Giorgio 1 a San Giorgio (monosezione) Mortara 1 a Mortara, con 6 sezioni così suddivise: 3 sezioni site in via Veneto (sez. Coccinelle, Tigrotti, Farfalle) 3 sezioni site in piazza Italia (sez. Pesciolini, Delfini, Cavallucci marini) Per lanno scolastico 2010/11 è previsto il ricongiungimento delle 6 sezioni nei locali di piazza Italia, prima occupati dallistituto Pollini.

8 Orari di funzionamento La Scuola dellInfanzia rispetta il seguente orario: dalle 8.30 alle Esiste un servizio di pre (7.15) e post scuola (fino alle 18), organizzato dal Comune a seguito del pagamento di una quota. Il servizio mensa è gestito dal Comune di Mortara.

9 CHI PUO ISCRIVERSI Tutti i nati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2007; eventuali richieste di anticipatari (nati cioè dal 1° gennaio al 30 aprile 2008) verranno prese in considerazione solo dopo aver esaurito la lista dattesa. Possono iscriversi i bambini residenti nei Comuni di Mortara, Olevano, Nicorvo e San Giorgio.

10 DOVE? QUANDO? E possibile iscrivere i propri figli compilando il modulo apposito e consegnandolo alla segreteria della Direzione Didattica, sita in piazza Italia, 16. LUNEDI22 feb8: :00 MARTEDI23 feb8: :30/ :30 MERCOLEDI24 feb8: :00 Liscrizione è confermata con il pagamento una tantum di un contributo di 10 euro non rimborsabili.

11 Allatto delliscrizione verranno predisposte 3 graduatorie distinte per età: CINQUE/QUATTRO/TRE anni, ponendo come requisito essenziale la residenza nei Comuni di Mortara, Nicorvo, Olevano. Si darà la precedenza agli alunni di 5, poi quelli di 4, infine quelli di 3 anni. Allinterno di ogni graduatoria verranno attribuiti i seguenti punteggi: Alunni diversamente abili punti 10 Alunni già in graduatoria non rinunciatari e non assorbiti punti 8 Provenienza da asilo nido comunale punti 7 Solo frequenza antimeridiana – 5 Da questanno le graduatorie, sempre distinte per età, saranno distinte fra alunni stranieri e italiani, in modo da dare la stessa opportunità a bambini italiani e stranieri. GRADUATORIE

12 Il nostro motto: Una scuola che chiama per nome Il nostro motto: Una scuola che chiama per nome I nostri obiettivi attenzione al singolo, educazione ai valori, funzione educativa dellesempio, educazione allimpegno e al senso di responsabilità, attenzione alla diversità, unitarietà dellinsegnamento, collaborazione e condivisione I nostri progetti Musica Ambiente Sport Ed. Stradale Animazione Teatrale LIM

13 LA NOSTRA STRUTTURA INTERNA DIRIGENTE: dott.ssa MariaTeresa Barisio Collaboratori: Savini Rosella Nai Luisa DSGA: M. Luisa Montagna RESPONSABILI DI PLESSO MORTARA VIA VENETO: Rosolen Rizia MORTARA PIAZZA ITALIA: Canna Patrizia SAN GIORGIO: Barone Maria Teresa

14 I nostri punti di riferimento FS AMBIENTE Cristina Bartesaghi FS POF Paola Bio FS Alunni STRANIERI Ornella Tagliani FS ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Laura Iulita FS ITC Emilia Coscia FS MUSICA Elisabetta Fenini

15 per lattenzione. La Dirigente e il suo Staff


Scaricare ppt "BENVENUTI ALLA SCUOLA DELLINFANZIA anno scolastico 2010/2011."

Presentazioni simili


Annunci Google