La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GINNASTICA ARTISTICA: A cura di GALLINA ROBERTO e NERI ALESSANDRO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GINNASTICA ARTISTICA: A cura di GALLINA ROBERTO e NERI ALESSANDRO."— Transcript della presentazione:

1 GINNASTICA ARTISTICA: A cura di GALLINA ROBERTO e NERI ALESSANDRO

2 Sommario 1) Introduzione 2) Attività sportiva e relazione con la muscolatura 3) Relazione tra sforzo e recupero 4) Potenziamento muscolare 5) Rapporto tra sport e alimentazione 6) Rapporto tra sport e benessere

3 Introduzione La nostra scelta è stata volta alla ginnastica artistica poiché potremmo definirla uno degli sport più completi. Tale attività inoltre conta al suo interno varie discipline che la rendono versatile per una ricerca scientifica sullo sviluppo muscolare e sul rapporto di esso con molteplici aspetti.

4 La ginnastica artistica La ginnastica artistica è uno sport completo, in quanto vede, nei vari attrezzi, attivati tutti i gruppi muscolari. E un cosiddetto sport di destrezza in quanto la dote principale è quella coordinativa. La destrezza è la capacità di essere padroni di coordinazioni complesse di movimento. In questo sport la quantità di movimenti, la variabilità di questi e la particolare precisione con la quale sono richiesti, determina la necessità di conoscere alla perfezione lo schema corporeo e la sua variabile applicazione in merito all'esercizio svolto. Doti come la mobilità articolare è indispensabile per lottenimento di risultati apprezzabili nella ginnastica, infatti essa è uno sport per piccoli in quanto lagilità e la velocità di certe evoluzioni acrobatiche sono impensabili per persone che non hanno un'adeguata preparazione corporea.Le attrezzature ginniche servono ad aiutare gli atleti nelle esecuzioni e a preservarli dagli infortuni in quanto permettono atterraggi non traumatici e spinte più elastiche senza dimenticare la serie dattrezzature facilitanti che mettono in condizione gli atleti di imparare sempre nuove evoluzioni.

5 Discipline femminili: Discipline femminili: - Volteggio - Parallele asimmetriche - Trave di equilibrio - Corpo libero Discipline maschili: Discipline maschili: - Volteggio - Parallele - Anelli - Corpo libero - Cavallina con maniglie - Sbarra

6 Volteggio Il volteggio è una delle discipline della ginnastica artistica sia maschile che femminile. Da diversi anni non viene più utilizzato il cavallo come apparato da valicare. Al suo posto è presente la cosiddetta "tavola". La dinamica di un salto al volteggio comprende la rincorsa (da effettuare nel limite di 25 metri), la battuta sulla pedana elastica posta a una distanza variabile dalla tavola - solitamente tra gli 80 e i 140 cm - la spinta con gli arti superiori sopra all'apparato e l'atterraggio sulla tappettatura opportunamente predisposta. ginnastica artistica Muscoli principalmente interessati: bicipite femorale, grande gluteo,quatricipite e polpaccio

7 Parallele asimmetriche L'esercizio alle parallele asimmetriche richiede soprattutto forza nelle braccia. Le ginnaste eseguono una serie di movimenti, anche passando da uno staggio all'altro. L'esercizio inizia con un'entrata e termina con un'uscita, nella quale la ginnasta si stacca definitivamente dallo staggio ed atterra sul tappeto. Ai massimi livelli agonistici, all'uscita le ginnaste eseguono salti mortali con avvitamenti in aria.braccia Muscoli principalmente interessati: bicipite, tricipite,dorsali

8 Trave di equilibrio La trave di equilibrio è una disciplina olimpica del settore femminile (GAF) della ginnastica artistica. L'attrezzo poggia su un tappetone, è lungo 5 m, largo 10 cm ed ha un'altezza regolabile. La limitata superficie di appoggio e l'altezza dal suolo richiedono particolari doti di equilibrio agli atleti. ginnastica artistica Muscoli principalmente interessati: bicipite, tricipite,dorsali

9 Corpo libero Il corpo libero è una delle discipline della ginnastica artistica sia maschile che femminile. Quest'attività si pratica senza l'utilizzo di attrezzi poichè l'atleta si cimenta in serie di evoluzioni su di un tappeto quadrato,utilizzando le diagonali di esso per salti e volteggi ed il centro per rotazioni e blocchi. ginnastica artistica Muscoli interessati: Il corpo libero è una delle poche attività che interessa l'uso di tutta la muscolatura

10

11

12

13

14 Potenziamento muscolare: - Percorso da seguire - Risultati che si ottengono

15 Percorso Proprio per lenorme difficoltà di riconoscere il corpo nelle varie situazioni possibili, la ginnastica artistica deve essere praticata fin da molto giovani, non tanto come vera e propria specializzazione, ma per coordinare e sensibilizzare tra loro le varie parti del corpo e renderlo conscio della distribuzione spaziale. Affinare lo schema corporeo, è il compito principale degli atleti tra i sette e i dodici anni, che devono a tal fine avere un ritmo giornaliero dallenamento. Altre doti come la mobilità articolare è indispensabile per lottenimento di risultati apprezzabili nella ginnastica, ed anche il miglioramento di questa capacità avviene in maniera più sensibile prima della pubertà.

16 Risultati I risultati che questo sport garantisce sono, qualsiasi disciplina della ginnastica artistica si pratichi,un corpo forte, scolpito,robusto e potente e se,fatto a livelli agonistici,un'ottima preparazione muscolare,atletica e un corpo tonico e armonico. La ginnastica artistica,come già detto, è uno sport completo, in quanto vede, nei vari attrezzi, attivati tutti i gruppi muscolari.

17 Rapporto tra sport e alimentazione La ginnastica artistica è uno sport che si dedica ad attività prevalentemente di forza. In questo caso il problema principale è legato al fatto che l'allenamento di questo tipo induce ipertrofia muscolare( aumento di volume del muscolo per aumento di volume degli elementi che lo compongono ) ed è quindi necessario fornire all'organismo un aiuto proteico.Le proteine provengono dalla carne, dal formaggio, dal latte, dai cereali (grano duro) e da alcuni legumi (fagioli, piselli, lenticchie, ceci). E' necessario che l'alimentazione degli sportivi sia variata, senza esclusione di alimenti, ed equilibrata nell'apporto percentuale dei vari nutrienti energetici (carboidrati, zuccheri, grassi e proteine) così da fornire allo stesso tempo anche un apporto ottimale di nutrienti non energetici ( acqua, vitamine, minerali).

18 Rapporto tra sport e benessere: Rapporto tra sport e benessere: - Benessere fisico - Benessere psicologico

19 Benessere fisico Questa disciplina da la fortuna a chi la pratica di dare un grosso benessere fisico dato che,gli esercizi molto difficili e atletici,preparano il fisico forte e robusto essendo anche una delle discipline più complete;si pensi che molti esercizi portano a sviluppare molti muscoli in giuste parti e rendendo armonioso il fisico di chi la pratica.

20 Benessere psicologico Fare movimento significa mettere in azione il nostro organismo non solo come movimento fisico ma anche come educazione della mente. Muoversi significa crescere, immagazzinare nuove e diverse informazioni che portano ad aumentare la conoscenza di noi stessi, dello spazio, delle relazioni tra il nostro corpo, lo spazio e gli atri; permette inoltre di scaricare le tensioni e lo stress.

21 Bibliografia: - Wikipedia - Google - Libri di testo - Biblioteca stica_artistica.asp stica_artistica.asp ml


Scaricare ppt "GINNASTICA ARTISTICA: A cura di GALLINA ROBERTO e NERI ALESSANDRO."

Presentazioni simili


Annunci Google