La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Commissione Nazionale DivertiPC MIUR-RAI. 2 Articolo 2 - (Alfabetizzazione informatica …… 1. A decorrere dall'anno scolastico 2003/2004 si procederà,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Commissione Nazionale DivertiPC MIUR-RAI. 2 Articolo 2 - (Alfabetizzazione informatica …… 1. A decorrere dall'anno scolastico 2003/2004 si procederà,"— Transcript della presentazione:

1 1 Commissione Nazionale DivertiPC MIUR-RAI

2 2 Articolo 2 - (Alfabetizzazione informatica …… 1. A decorrere dall'anno scolastico 2003/2004 si procederà, nei primi due anni della scuola primaria, all'introduzione generalizzata dell'alfabetizzazione informatica e dell'alfabetizzazione nella lingua inglese, secondo quanto delineato dalle Indicazioni Nazionali.….. Decreto Ministeriale n luglio 2003

3 3 A tal fine, per favorire l'uso delle tecnologie informatiche nelle classi prima e seconda della scuola primaria dall'a.s. 2003/2004, sono in corso specifici interventi finalizzati a: · ricognizione ed eventuale potenziamento delle dotazioni di attrezzature informatiche (a cura del SAIIT); · formazione dei docenti della scuola primaria mirata al rafforzamento delle competenze informatiche, mediante la realizzazione di specifiche attività formative nel periodo ottobre-dicembre 2003 (Piano nazionale ForTIC e azioni a livello regionale).

4 4 DivertiPC è un progetto ludico e interdisciplinare per favorire una corretta Familiarizzazione Informatica DivertiPC DivertiPC è un prodotto editoriale e non un manuale didattico Che cosa è DivertiPC DivertiPC è Internet e anche televisione

5 5 fruibile principalmente dal sito internet Il sito è raggiungibile allindirizzo oppure allindirizzo oppure allindirizzowww.istruzione.it Il sito è dinamicamente aggiornato nelle aree e nelle attività anche recependo i suggerimenti degli utenti. C OME A CCEDERE A L

6 6 NON un sapere specialistico, NON uno "specifico apprendimento" aggiuntivo e isolato dagli altri MA un elemento che contribuisce fortemente a generare un ambiente di apprendimento particolarmente congeniale al bambino che è cresciuto e vive immerso nella società dei media Che cosa è l Informatica nella scuola primaria

7 7 Che cosa è l Informatica nella scuola primaria Non un fine ma un mezzo, uno strumento per un approccio facilitato agli altri ambiti disciplinari. L'alfabetizzazione informatica va perseguita in un contesto di apprendimento che la rende trasversale e funzionale a tutti gli altri apprendimenti.

8 8 Atutti i docenti della scuola primaria A tutti i docenti della scuola primaria in unottica intenzionale di bassa definizione disciplinare PER PROMUOVERE la più ampia diffusione di una corretta applicazione strumentale della Information Communication Technology (ICT). A chi si rivolge

9 9 Il DivertiPC è dedicato ai bambini della scuola primaria Attualmente agli alunni dei primi due anni. Il progetto coinvolge anche Il progetto coinvolge anche figure tutoriali fondamentali per il bambino ovvero ovvero i docenti e l'ambito familiare. A chi si rivolge

10 10 Il DivertiPC risponde allesigenza Il DivertiPC risponde allesigenza che la familiarizzazione all'uso del computer sia perseguita con essenzialità anche attraverso attività ludiche, quali giochi, momenti ricreativi e passatempi finalizzati ad uno scopo didattico (C.M.n.69/03)

11 11 offre giochi ed attività finalizzate didatticamente Il DivertiPC offre giochi ed attività finalizzate didatticamente NON percorsi didattici strutturati sostitutivi della progettazione delle unità di apprendimento. Offre al docente ulteriori occasioni operative alla sua intenzionalità didattica.

12 12 Alcune ATTIVITA sono riferite a percorsi contestualizzati in Aree tematiche dei Piani di studio individualizzati: LEARNING OBJECTS e MINISITI Altre ATTIVITÀ sono di tipo esplicitamente ludico: I GIOCHI, classificabili nelle categorie:

13 13 Gioco di tipo drag & drop trascina e incolla. Favorisce la precisione delle attività manuali, la concentrazione operativa, rinforza il nesso tra la materialità della macchina e il suo magico funzionamento. Favorisce la precisione delle attività manuali, la concentrazione operativa, rinforza il nesso tra la materialità della macchina e il suo magico funzionamento.

14 14 Gioco linguistico di tipo trivia associazione di parole e immagini Favorire la familiarità con le parole dellinformatica, lavvicinamento al lessico della lingua inglese, lintroduzione di un nuovo argomento anche in altri ambiti. Favorire la familiarità con le parole dellinformatica, lavvicinamento al lessico della lingua inglese, lintroduzione di un nuovo argomento anche in altri ambiti.

15 15 Album da colorare Il bambino può così familiarizzare a livello elementare con la computer grafica. I GIOCHI E LE ATTIVITA

16 16 I GIOCHI E LE ATTIVITA Labirinto scegliere frasi VERE, evitando invece quelle FALSE invece quelle FALSE

17 17 I GIOCHI E LE ATTIVITA Spedisci una cartolina Introduzione all utilizzo Introduzione all utilizzo della posta elettronica. della posta elettronica.

18 18 I GIOCHI E LE ATTIVITA Stampa e ritaglia Costruire piccoli modelli Dal cartaceo allon line

19 19 I GIOCHI E LE ATTIVITA Storia interattiva

20 20 Lintroduzione delle TIC nella prassi didattica ha significato se si inserisce nella realizzazione degli Obiettivi Specifici di Apprendimento (OSA), contenuti nelle Indicazioni nazionali. Gli obiettivi non vanno perciò moltiplicati ma scelti in base ad una specifica intenzionalità didattica. Il raggiungimento di tali obiettivi si ottiene attraverso la costruzione delle Unità di Apprendimento, veri e propri mattoni dei Piani di Studio personalizzati,individuati da ogni équipe di docenti. Dimensione progettuale e laboratoriale

21 21 Nella costruzione delle unità di apprendimento i docenti avranno ben presenti i documenti nazionali (Pecup 1, Indicazioni nazionali) e i documenti interni alla scuola (Pof). Individueranno così gli obiettivi formativi per il raggiungimento dei quali verranno costruite le Unità di Apprendimento. Nella costruzione delle unità di apprendimento i docenti avranno ben presenti i documenti nazionali (Pecup 1, Indicazioni nazionali) e i documenti interni alla scuola (Pof). Individueranno così gli obiettivi formativi per il raggiungimento dei quali verranno costruite le Unità di Apprendimento. 1 Profilo educativo, culturale e professionale

22 22 Gli Obiettivi Specifici di Apprendimento e.. di Apprendimento e.. Nella dimensione progettuale e laboratoriale della scuola il DivertiPC è uno strumento che è uno strumento che promuove attività mai fine a sé stesse o rivolte esclusivamente o rivolte esclusivamentealladdestramento Chiarisce che linsegnamento precoce dellInformatica ha significato se: si inserisce nella realizzazione degli Obiettivi Formativi che ogni équipe di docenti ha individuato per la realizzazione degli Obiettivi Specifici di Apprendimento contenuti dalle Indicazioni nazionali.

23 23 Scuola Primaria:Obiettivi Specifici di Apprendimento -Tecnologia e Informatica - CONOSCENZE I principali componenti del computer ABILITÀ Utilizzare il computer per eseguire semplici giochi anche didattici. Utilizzare il computer per eseguire semplici giochi anche didattici. Accendere e spegnere la macchina Attivare il collegamento a Internet. Accendere e spegnere la macchina Attivare il collegamento a Internet. Accedere ad alcuni siti Internet. Accedere ad alcuni siti Internet. PRIMO ANNO CPU

24 24 Scuola Primaria:Obiettivi Specifici di Apprendimento -Tecnologia e Informatica - CONOSCENZE La costruzione di modelli La costruzione di modelli Concetto di algoritmo Concetto di algoritmo (procedimento risolutivo) (procedimento risolutivo) La videoscrittura e la videografica La videoscrittura e la videografica SECONDO E TERZO ANNO

25 25 Scuola Primaria:Obiettivi Specifici di Apprendimento -Tecnologia e Informatica - ABILITÀABILITÀABILITÀABILITÀ Accedere ad Internet per cercare informazioni. Accedere ad Internet per cercare informazioni. Scrivere semplici brani utilizzando la videoscrittura e un correttore ortografico e grammaticale. Scrivere semplici brani utilizzando la videoscrittura e un correttore ortografico e grammaticale. Riconoscere lalgoritmo in esempi concreti. Riconoscere lalgoritmo in esempi concreti. Disegnare a colori i modelli realizzati o altre immagini adoperando semplici programmi di grafica. Disegnare a colori i modelli realizzati o altre immagini adoperando semplici programmi di grafica. Inserire nei testi le immagini realizzate. Inserire nei testi le immagini realizzate. SECONDO E TERZO ANNO

26 26 Riferimento agli Osa Ad ESEMPIO: a corredo del gioco PeeCee torna a casa sono state evidenziate alcune abilità (comprese negli OSA dei primi tre anni del ciclo primario) che potrebbero riferirsi agli spunti didattici suggeriti come sviluppo.

27 27 Abilità nei giochi Alcune abilità (comprese negli osa dei primi tre anni del ciclo primario) che potrebbero riferirsi al gioco PeeCee torna a casa e agli spunti didattici che abbiamo suggerito come sviluppo. 1 CLASSE – ITALIANO Narrare brevi esperienze personali e racconti fantastici, seguendo un ordine temporale. 1 CLASSE – TECNOLOGIA E INFORMATICA Utilizzare il computer per eseguire semplici giochi anche didattici. 1 CLASSE – ARTE ED IMMAGINE Riconoscere nella realtà e nella rappresentazione: relazioni spaziali 1 BIENNIO - GEOGRAFIA

28 28 Rispettare la natura della Rete e dei giochi I giochi devono essere autoesplicativi anche se la loro lettura può essere ricondotta ad elementi di apprendimento; I giochi devono essere autoesplicativi anche se la loro lettura può essere ricondotta ad elementi di apprendimento; Dai giochi derivano alcuni spunti didattici che suggeriranno sviluppi possibili delle attività ludiche integrabili nella progettazione del gruppo dei docenti; Dai giochi derivano alcuni spunti didattici che suggeriranno sviluppi possibili delle attività ludiche integrabili nella progettazione del gruppo dei docenti; Nel sito verrà favorito labbinamento di alcune attività ludiche e spunti didattici a funzionalità tipiche della Rete (posta elettronica, navigazione, ricerca attraverso motori, multiplayer, ecc.) Nel sito verrà favorito labbinamento di alcune attività ludiche e spunti didattici a funzionalità tipiche della Rete (posta elettronica, navigazione, ricerca attraverso motori, multiplayer, ecc.)

29 29 Spunti didattici In seguito allutilizzo del gioco è possibile espandere lattività in funzione di quegli obiettivi formativi che il gruppo dei docenti avrà previsto per gli studenti a loro affidati. Sul sito e negli spazi televisivi offerti da Rai Educational sarà possibile far conoscere le esperienze e i prodotti delle scuole. In riferimento al giocoPeeCee torna a casa,allinterno di STORIA INTERATTIVA, abbiamo ipotizzato i titoli di alcune attività possibili. AVANTI

30 30 Spunti didattici da Pee Cee IL MIO PAESE tracciare una mappa stilizzata del paese reale partendo dalla cartografia e riportandone i contorni essenziali su fogli trasparenti. Su questa mappa è possibile collocare gli edifici e i servizi principali (stazione ferroviaria, chiesa parrocchiale, municipio, centro commerciale, giardini pubblici, piscina, ecc.) con le modalità grafiche che si ritengono più adatte.

31 31 I DATI DEL MIO PAESE inserire in una tabella di word (predisposta dal docente ma facilmente producibile dai bambini) alcuni dati sul paese nel quale si vive (numero abitanti, numero scuole, numero studenti per ordine e grado, natalità e mortalità, ecc.); ordine e grado, natalità e mortalità, ecc.); da questi dati possono nascere da questi dati possono nascere delle schede riassuntive. I dati potrebbero venire inseriti, in futuro, in un foglio di calcolo dal quale generare grafici e comparazioni statistiche. Spunti didattici da Pee Cee

32 32 Spunti didattici da Pee Cee IL MIO PERCORSO fotocopiare la cartina del paese o dellarea urbana corrispondente al bacino dellutenza dellistituto sulla fotocopia individuare il percorso casa- scuola/scuola-casa e i luoghi ritenuti maggiormente significativi nel proprio percorso. In seguito sarà possibile sviluppare attività di ricerca sugli stessi

33 33 Spunti didattici da Pee Cee IL TEATRO DI PeeCee drammatizzare il percorso di PeeCee che potrà animarsi con personaggi e situazioni le più varie (dalla trasposizione della trama delle fiabe più familiari fino alla libera costruzione di liberi intrecci) scelta e descrizione dei personaggi creazione della storia e definizione dei quadri principali assegnazione dei compiti ai bambini individuazione e reperimento (o produzione) dei materiali necessari

34 34 Spunti didattici da Pee Cee EDUCAZIONE STRADALE riconoscere alcuni simboli e regole del codice della strada riconoscere alcuni simboli e regole del codice della strada stampare/costruire alcuni segnali stradali stampare/costruire alcuni segnali stradali realizzare un percorso da effettuare in bici e/o a piedi nel cortile della scuola realizzare un percorso da effettuare in bici e/o a piedi nel cortile della scuola


Scaricare ppt "1 Commissione Nazionale DivertiPC MIUR-RAI. 2 Articolo 2 - (Alfabetizzazione informatica …… 1. A decorrere dall'anno scolastico 2003/2004 si procederà,"

Presentazioni simili


Annunci Google