La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3 - MALNUTRIZIONI. 2 Iponutrizione -sotto-alimentazione dovuta alla scarsa quantità di cibo; -inadeguata preparazione degli alimenti; -monotonia alimentare;

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3 - MALNUTRIZIONI. 2 Iponutrizione -sotto-alimentazione dovuta alla scarsa quantità di cibo; -inadeguata preparazione degli alimenti; -monotonia alimentare;"— Transcript della presentazione:

1 3 - MALNUTRIZIONI

2 2 Iponutrizione -sotto-alimentazione dovuta alla scarsa quantità di cibo; -inadeguata preparazione degli alimenti; -monotonia alimentare; -consumo di alimenti eccessivamente raffinati o trattati termicamente e quindi impoveriti in alcuni loro nutrienti essenziali;

3 3

4 4 Iponutrizione -Malnutrizione proteico-calorica (MPC); È una iponutruzione che colpisce i bambini sottoalimentati dei Paesi del Terzo mondo. -Malattie da carenze vitaminiche e saline; Avitaminosi, ipovitaminosi (diffuse nelloccidente al trattamento dei cibi, alla monotonia dei pasti). -Lanoressia; (Mancanza di appetito) che colpisce lo 0,5% degli adolescenti di cui 9 su 10 sono donne.

5 5 Malattie da carenze di sali minerali

6 6 Malattie da carenze di vitamine

7 7 Malattie da eccessi alimentari Obesità Aterosclerosi Ipertensione Diabete

8 8 Malattie da eccessi alimentari Obesità Deriva dal latino ob–edo= mangiare in eccesso ed è caratterizzata da un enorme accumulo di grasso nellorganismo. Le cause sono diverse e nei paesi ricchi il soprappeso e lobesità si devono collegare ad una maggiore introduzione di cibi raffinati, ad una eccessiva introduzione calorica (troppi zuccheri, grassi e bevande alcoliche) ed uno stile di vita sempre più sedentario.

9 9 Raccomandazioni dellAmerican Diabetes Association (A.D.A.) per una corretta dieta

10 10 Malattie da eccessi alimentari Aterosclerosi E una malattia che colpisce i vasi sanguigni ed è caratterizzata dalla deposizione di sostanze lipidiche nella parte interna delle pareti di vasi e arterie. Essa è allorigine di gravi disturbi circolatori ed è una delle maggiori cause che contribuiscono allinsorgenza delle malattie cardiovascolari (infarto al miocardio e ictus cerebrale). Il colesterolo fattore di rischio per laterosclerosi è quello veicoltao dalle LDL (Low density Lipoprotein – detto colesterolo cattivo) che si deposita sulle pareti interne delle arterie, mentre il colesterolo veicolato dalle HDL (High density Lipoprotein – detto colesterolo buono), tende a rimuovere tali depositi.

11 11 Malattie da eccessi alimentari Aterosclerosi Il colesterolo presente nel nostro organismo ha due origini: una interna (prodotto metabolico del fegato) ed una esterna apportata con la dieta. Zuccheri e grassi contenuti nei cibi vengono metabolizzati a livello epatico e favorire la colesterolemia. Per prevenire laterosclerosi è importante : lapporto alimentare di colesterolo deve essere inferiore a 300 mg al giorno ed i grassi vanno limitati al % di cui solo 1/3 di origine animale e quindi di tipo saturo. I trigliceridi vanno ridotti mentre è consigliabile un aumento delle fibre. Per aumentare HDL colesterolo rispetto al colesterolo totale è importante aumentare gli acidi grassi insaturi.

12 12 Alimentazione e cancro Il rischio di alcuni tumori maligni è correlato con il maggior apporto calorico e con il maggior consumo di grassi e proteine di origine animale. I lipidi alimentari sono associati ai tumori del colon-retto; del fegato, del pancreas, della mammella e della prostata. Il consumo abituale ed eccessivo di bevande alcoliche porta ad un incremento di neoplasie nella bocca, gola, esofago e fegato. Le nitrosammine derivate da dalla combinazione di nitriti e nitrati. I nitrati si trovano come residui dellacqua potabile, nelle verdure, come conservanti di carni in scatola.

13 13 Alimentazione e cancro Agenti anticancerogeni della dieta: Sostanze che prevengono la formazione di carcinogeni attivi (vitamina A, E, C) Sostanze bloccanti che impediscono al carcinogeno di raggiungere i bersagli recettoriali dei tessuti Sostanze soppressori che sopprimono lespressione tumorale in cellule con neoplasie in atto. Vitamina A (stimola le difese immunitarie) Vitamina C (inibisce la reazione dei nitrati-nitriti in nitrosammine) Vitamina E (antiossidante nei confronti dei grassi) Glutatione (protegge dai danni ossidativi) Fibra (previene i tumori del colon poiché favorisce il transito intestinale, ostacola lassorbimento dei lipidi, riduce la secrezione di bile)

14 14 LALIMENTAZIONE PER PREVENIRE IL RISCHIO DA TUMORE


Scaricare ppt "3 - MALNUTRIZIONI. 2 Iponutrizione -sotto-alimentazione dovuta alla scarsa quantità di cibo; -inadeguata preparazione degli alimenti; -monotonia alimentare;"

Presentazioni simili


Annunci Google