La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LICEO STATALE C. AMORETTI LICEO STATALE C. AMORETTIIMPERIA PRESENTA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LICEO STATALE C. AMORETTI LICEO STATALE C. AMORETTIIMPERIA PRESENTA."— Transcript della presentazione:

1

2 LICEO STATALE C. AMORETTI LICEO STATALE C. AMORETTIIMPERIA PRESENTA

3 UNITA DI APPRENDIMENTO a. s

4 CIBO COME… LINGUAGGIO, CULTURA, ALIMENTO RESPONSABILE PROGETTO Prof.ssa Daniela Pallastrelli

5 Articolazione progetto Modulare. Momento forte del progetto il Cineforum. Nella convinzione che il cinema sia uno specchio amplificatore della società, le sequenze di gola offriranno allinterno del progetto importanti spunti per lanalisi di un fattore, il cibo, e di un atto, il cibarsi, carichi di complesse valenze sociali, culturali e psicologiche. I moduli saranno svolti dai docenti interni nelle specifiche aree di competenza e da un esperto esterno. Obiettivi 1 Conoscere le dinamiche psicologiche e gli aspetti antropologici sottesi al consumo del cibo. Riconoscere nellatto del consumo del cibo la filosofia di vita, la valenza antropologica e culturale ad esso sottesa. 2 Conoscere la fisiologia e la neurologia dellapparato digerente. 3 Conoscere le strutture e gli operatori, scolastici ed esterni, ai quali rivolgersi per ricevere aiuto in caso di problemi legati al comportamento alimentare.

6 Secondo l'antropologo Richard Wrangham, quando, nella preistoria, l'atto di cibarsi non fu più legato alla semplice sopravvivenza ma si acquisì la capacità di trasformarlo in piacere e cultura, l'uomo divenne uomo. La preparazione del cibo e la sua condivisione con altri sono, secondo il docente di Harvard, tratti specifici dell'essere umano. Sono le attività che, per prime forse, lo hanno distinto dagli animali. Molte fondamentali esperienze umane, sia nell'ambito privato che in quello pubblico, sono ancora oggi celebrate da riti conviviali, dividendo con altri il cibo. La parola compagnia, del resto, nasce in latino da cum panis: la persona con cui si divide il pane. Il pensiero ha da sempre rivolto la sua attenzione al cibo, allatto di prepararlo e di gustarlo. Il cibo ha fortememente influenzato il linguaggio filosofico, offrendogli spunti e metafore, ha trovato ampio spazio in pittura, è sempre stato presente nella letteratura ed è stato ed è ritualizzato e caricato di significati religiosi in molte società. I pasti, o semplicemente latto di mangiare, rivestono in tutte le culture e in tutti i tempi un ruolo centrale nella vita dellindividuo e nel gioco delle relazioni sociali e ne consentono una profonda lettura a livello antropologico, sociale, psicologico e culturale.

7 CINEFORUM 1) T Boulmetis, 2005 Un tocco di zenzero 2) M. Vanzina, 2004 Il pranzo della domenica 3) J. Huston, 1987 The dead Prof. Pallastrelli h. 9 LETT. ITALIANA A. Manzoni, Promessi sposi: il pranzo di nozze di R. e L. L Pirandello, Il fu Mattia Pascal: cibo e disagio esistenz. A. Moravia, Gli indifferenti: La cena borghese Prof. Pallastrelli h. 2 STORIA dellARTE Cibo e pittura Prof. Rianna h. 2 ANTROPOLOGIA Cibo come cultura Prof. Pramaggiore h. 2 PSICOLOGIA Cibo e psiche Prof. Pramaggiore h. 2 RELIGIONE Mangiar… sacro. Le abitudini alimentari nelle tre religioni monoteiste Prof. Scalia h. 2 BIOLOGIA Influenza del sistema neuroendocrino nellalimentazione Prof. Semeria h. 2 BIOLOGIA Le carenze vitaminiche nellalimentazione Prof. Berio h. 2 ED. ALLA SALUTE Disturbi alimentari Dott. ssa De Montis A.S. L. 1 h. 2 DOCENTI INTERNI DOCENTI INTERNI ESPERTI ESTERNI PROGETTO CIBO COME LINGUAGGIO, CULTURA, ALIMENTO Classe IV Classe IV

8 CINEFORUM 1)T. Boulmetis, 2005 Un tocco di zenzero 2) M. Vanzina, 2004 Il pranzo della domenica 3) J. Huston, 1987 The dead Prof. Pallastrelli h. 9 LETT. ITALIANA C. E. Gadda e il cibo La cognizione del dolore: Manichini ossibuchivori Prof. Pallastrelli h. 2 ANTROPOLOGIA Cibo come cultura Prof. Pramaggiore h. 2 PSICOLOGIA Cibo e psiche Prof. Pramaggiore h. 2 BIOLOGIA Influenza del sistema neuroendocrino nellalimentazione Prof. Semeria h. 2 ED. ALLA SALUTE Disturbi alimentari Dott. ssa De Montis A. S. L. 1 h. 2 DOCENTI INTERNI DOCENTI INTERNI ESPERTI ESTERNI STORIA dellARTE Cibo e pittura Prof. Rianna h. 2 RELIGIONE Mangiar… sacro. Le abitudini alimentari nelle tre religioni monoteiste Prof. Scalia h. 2 BIOLOGIA Le carenze vitaminiche nellalimentazione Prof. Berio h. 2 LETT. INGLESE W. Woolf, La cena di Mrs. Ramsay J. Joyce, The dead Prof. Lagorio h.2 PROGETTO CIBO COME LINGUAGGIO, CULTURA, ALIMENTO Classe V Classe V

9 … e per concludere con gusto … e per concludere con gusto BISCOTTI ALLO ZENZERO BISCOTTI ALLO ZENZERO Montare bene due uova con 200 gr. di zucchero. Setacciare 400gr. di farina con due cucchiaini di zenzero in polvere, 50 gr. di nocciole tritate finissime, un pizzico di sale e uno di lievito. Versare sul piano linsieme di ingredienti secchi, aggiungere il composto di uova e zucchero e 200 gr. di burro ammorbidito a pezzetti. Impastare con le mani e lasciar riposare nella parte meno fredda del frigo per mezzora circa. Stendere con il mattarello a unaltezza max di 1 cm, dare le forme volute e disporre sulla placca da forno. Cuocere a 180° circa 15 – 20 minuti. (Ricetta dal film Un tocco di zenzero di T. Boulmetis)


Scaricare ppt "LICEO STATALE C. AMORETTI LICEO STATALE C. AMORETTIIMPERIA PRESENTA."

Presentazioni simili


Annunci Google