La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CARCINOMA MIDOLLARE DELLA TIROIDE PROBLEMATICHE DEL FOLLOW-UP 21 settembre 2011 Fabio Orlandi Università degli Studi di Torino Dipartimento di Scienze.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CARCINOMA MIDOLLARE DELLA TIROIDE PROBLEMATICHE DEL FOLLOW-UP 21 settembre 2011 Fabio Orlandi Università degli Studi di Torino Dipartimento di Scienze."— Transcript della presentazione:

1 CARCINOMA MIDOLLARE DELLA TIROIDE PROBLEMATICHE DEL FOLLOW-UP 21 settembre 2011 Fabio Orlandi Università degli Studi di Torino Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche S.C.D.U. Medicina Interna Presidio Sanitario Gradenigo

2 Ca midollare della tiroide 5-8% di tutti i tumori tiroidei ereditario nel 20-30% dei casi (MEN 2; FMTC), mutazione proto-oncogene RET cr.10 Pacini et al. Clinical Oncology 2010 MTS: - linfonodi comparto centrale e LC nel 20-30% dei pz con MTC al 90% nei T3-T4. - fegato, polmoni, osso e meno frequentemente cervello e cute (di solito MTS multiple)

3 PREDITTORI DI OUTCOME nel follow up Classificazione TNM e stadiazione Valori di CT, CEA Tempo di raddoppio di CT e CEA Imaging Kloos et al. ATA medullary thyroid cancer guideline, Thyroid 2009

4 TNME STADIO TNM E STADIO

5 CALCITONINA Ormone proteico (32 aa) sintetizzato dalle cellule parafollicolari ( C ) della tiroide. La CT matura origina dal clivaggio proteolitico di un pre- pro-peptide a grande peso molecolare. Oltre al monomero maturo, diverse forme molecolari in circolo con differente emivita. Dosaggi immunometrici (RIA, IRMA) permettono il dosaggio selettivo della forma matura. Falsi positivi della CT: IRC, produzione ectopica in tumori NE, gravidanza, gastrite atrofica, ipergastrinemia, pancreatite, iperPTH, tireopatie autoimmuni, terapia con IPP. LigandAssay 14 (4) 2009

6 CALCITONINA Marker con importante ruolo nella diagnosi e nel follow-up del carcinoma midollare della tiroide. Nel post-operatorio è indicatore di persistenza o recidiva di malattia. Correlazione tra massa tumorale e concentrazioni di CT (1 cm 3 di MTC primitivo CT 1000 pg/ml). Minore incremento CT nelle forme scarsamente differenziate (discrepanza con lincremento del CEA) Dosare la CT dopo 2-3 mesi dallintervento (differente emivita delle diverse forme in circolo della CT). Kloos et al. ATA medullary thyroid cancer guideline, Thyroid 2009

7 rischio di MTS a distanza I intervento: CT > 400 pg/ml ø T mm II intervento: CT > 150 pg/ml Normalizzazione CT < 50 %: N0:CT pre-op. > 300 pg/ml ø T > 10 mm

8 CT BASALE 0 STIMOLATA ? (Pentagastrina, Calcio) 1996: > significatività della CT stimolata rispetto alla basale Tisell et al., Surgery 1996 Test alla Pentagastrina: - oggi meno rilevante: non disponibile in USA, non costante disponibilità in Europa, migliore sensibilità del dosaggio della CT. -Picco di CT: 3 nei soggetti normali. -Picco di CT: < 50 pg/ml nei soggetti normali, < 10 pg/ml nell80% -Controindicazioni: gravidanza, asma, CHD, ipertensione severa, gastropatia peptica. -Impiego clinico: follow-up del pz operato timing chirurgico nelle forme familiari Pacini et al. Clinical Oncology 2010

9 CEA Prodotto dalle cellule C neoplastiche. Nei limiti di norma nei soggetti con CMT pre- clinico Non aumenta dopo PG Utile nel follow-up: rapido incremento indice di progressione di malattia e di dedifferenziazione. Pacini et al. Clinical Oncology 2010

10 CALCITONINA e CEA TEMPO DI RADDOPPIO Giraudet et al., Eur J Endocr 2008 Barbet et al., JCEM 2005

11

12 ALGORITMO DEL FOLLOW-UP Pacini et al. Clinical Oncology 2010

13 IMAGING Kloos et al. ATA medullary thyroid cancer guideline, Thyroid 2009 COLLO: ECOGRAFIA COLLO: ECOGRAFIA FNAB su linfonodi sospetti (dosaggio CT su eluato) Torace: HR-TC Fegato: RMN o TC trifasica, eco epatica Osso: Scintigrafia Colonna vertebrale e Pelvi: RMN MTS Occulte: F-DOPA-PET, FDG-PET SENSIBILITA:50-80% più bassa se CT poco elevata

14 PER-LESION PER-PATIENT SCARSO RUOLO DELLA FDG-PET, sensibilità 37%

15

16 F-DOPA-PET Sfrutta la capacità delle cellule di MTC di incorporare, accumulare e decarbossilare la DOPA Maggiore sensibilità rispetto alla FDG-PET Sensibilità: 44-90% Ga-somatostatin-analogues PET: in studio Ambrosini et al., Eur J Nucl Mol Imaging 2010

17 FDG-PET sensibilità: 58% F-DOPA-PET sensibilità: 81%

18

19 TAKE HOME MESSAGES Doubling Time Calcitonina e CEA !!! dosaggio CT e CEA ogni 6 mesi Ecografia collo: tecnica più sensibile per MTS loco- regionali Calcitonina: > 150 pg/ml tecniche di imaging FDG-PET poco sensibile se non nelle forme poco differenziate F-DOPA-PET tecnica di scelta nella ricerca siti metastatici

20 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "CARCINOMA MIDOLLARE DELLA TIROIDE PROBLEMATICHE DEL FOLLOW-UP 21 settembre 2011 Fabio Orlandi Università degli Studi di Torino Dipartimento di Scienze."

Presentazioni simili


Annunci Google