La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Equazioni del 2. ordine omogenee a coeff. costanti Hanno la forma Ricordiamo che la soluzione dellequazione e Pertanto cerchiamo le soluzioni sempre sotto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Equazioni del 2. ordine omogenee a coeff. costanti Hanno la forma Ricordiamo che la soluzione dellequazione e Pertanto cerchiamo le soluzioni sempre sotto."— Transcript della presentazione:

1 Equazioni del 2. ordine omogenee a coeff. costanti Hanno la forma Ricordiamo che la soluzione dellequazione e Pertanto cerchiamo le soluzioni sempre sotto forma di esponenziali.

2

3 Bisogna risolvere lequazione A seconda del segno del discriminante abbiamo: 2 radici reali, 2 radici complesse coniugate una radice reale doppia

4 1. Caso – Radici reali distinte (>0) La soluzione e

5 2. Caso– Radici complesse coniugate (<0) La soluzione e

6 3. Caso – Radice reale doppia (=0) La soluzione e

7 Sistemi di equazioni differenziali Molti problemi sono governati non da una sola equazione differenziale ma da un sistema di equazioni differenziali. Ad esempio questo succede se si vuole descrivere un sistema ecologico di due popolazioni.

8 Esempio in forma matriciale e un sistema lineare omogeneo a coefficienti costanti

9 Strategia di soluzione Come nel caso di una singola equazione supponiamo la soluzione sia del tipo esponenziale x vettore Risolvo y=Ay y=xe t x e t =A xe t

10 Ora non si puo dividere per x, perche x e un vettore Questo e il problema degli autovalori dividiamo per e x

11 Quindi, la soluzione del sistema e stata ridotta a trovare autovalori e autovettori di una matrice. Abbiamo lequazione caratteristica I

12 Esempio: In questo caso autovalori ed autovettori sono:

13 La soluzione generale e una combinazione lineare delle soluzioni Ogni coppia autovalore/autovettore produce una soluzione:

14 Autovalori reali distinti: La soluzione generale e: Autovettori:

15 Autovalori complessi Autovettori: Le soluzioni sono allora combinazione lineare di

16 Autovalori doppi: Se ho 2 autovettori indipendenti: Se ho 2 autovettori indipendenti: altrimenti e complicato altrimenti e complicato

17 Visualizziamo le soluzioni dei sistemi di eq. differenziali Visualizziamo le soluzioni nel Piano delle fasi Il piano delle fasi e il disegno di (y 1, (t), y 2 (t)) (come curve soluzione) Le curve soluzione sono le traiettorie del campo (y 1,, y 2 )

18 Esempio: disegnamo il campo per il sistema Scriviamo alcuni vettori del campo

19 Se facciamo questo per un gran numero di vettori otteniamo il seguente disegno

20 le traiettorie sono

21 Si possono ovviamente disegnare le traiettorie partendo dalla soluzione generale. Ad esempio per la soluzione generale:

22 Analizziamo il piano delle fasi in questo caso Allaumentare del tempo, le soluzioni di muovono verso lorigine (cioe il punto di equilibrio del sistema e y 1 =y 2 =0).

23 Nodo stabile o improprio Nellesempio si ha un nodo stabile in quanto tutte le curve del piano delle fasi convergono verso lorigine

24 Nodi propri o instabili In un nodo instabile ce una curva soluzione che esce in ogni direzione :

25 Nodi I sistemi lineari hanno nodi se hanno autovalori reali con lo stesso segno Stabili se positivi / instabili se negativi Nellesempio per il nodo stabile gli autovalori erano –2 e –4. Nellesempio di nodo instabile gli autovalori erano 1 (doppio).

26 Punti a sella I punti a sella si presentano nel caso di autovalori reali con segni opposti (uno positivo e uno negativo).

27 Punti a sella Nei sistemi che hanno punti a sella ci sono solo 2 curve che vanno verso il punto (nel caso in figura la retta y 1 =0) e due che escono dal punto (la retta y 2 =0).

28 Centri o vortici Se l equazione ha autovalori immaginari puri, le curve del piano delle fasi sono ellissi centrate nellorigine

29 Centri o vortici: esempio Consideriamo il sistema di equazioni differenziali Gli autovalori sono:

30 Centri o vortici: esempi Gli autovettori sono: cioe La soluzione generale del sistema e: E piu conveniente scriverla nella forma:

31 Centri o vortici: esempio Si possono scrivere le curve del piano delle fasi eliminando il tempo tra le equazioni...

32 Spirali o fuochi Per sistemi di equazioni che hanno autovalori complessi (ma non immaginari puri) le curve del piano delle fasi sono spirali o fuochi.

33 Stabili: Nodo stabile: Autovalori reali <0 Fuoco stabile: Autovalori complessi con parte reale <0

34 Instabili: Nodo instabile: Autoval. reali >0 Fuoco instabile: Autovalori complessi con parte reale >0 Sella: sempre instabile Autovalori reali di segno opposto

35


Scaricare ppt "Equazioni del 2. ordine omogenee a coeff. costanti Hanno la forma Ricordiamo che la soluzione dellequazione e Pertanto cerchiamo le soluzioni sempre sotto."

Presentazioni simili


Annunci Google