La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA MATERIA PERCORSO DI SCIENZE NELLA CLASSE TERZA DEL PLESSO DI “ROCCO CARABBA” SECONDO CIRCOLO DIDATTICO DI LANCIANO A.S.2009/2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA MATERIA PERCORSO DI SCIENZE NELLA CLASSE TERZA DEL PLESSO DI “ROCCO CARABBA” SECONDO CIRCOLO DIDATTICO DI LANCIANO A.S.2009/2010."— Transcript della presentazione:

1 LA MATERIA PERCORSO DI SCIENZE NELLA CLASSE TERZA DEL PLESSO DI “ROCCO CARABBA” SECONDO CIRCOLO DIDATTICO DI LANCIANO A.S.2009/2010

2 “Sappiamo bene quanta poca luce la scienza abbia saputo proiettare sin qui sull’enigma di questo mondo e non c’è chiacchiera di filosofi che possa cambiare questa realtà;solo proseguendo pazientemente il lavoro indefesso che tutto subordina alla ricerca della certezza si può produrre a poco a poco un mutamento. Quando il viandante canta nell’oscurità,rinnega la propria apprensione,ma non per questo vede più chiaro.” SIGMUND FREUD

3 Prima fase del percorso

4

5 Presentazione di un questionario relativo al percorso

6 Tabulazione dei dati emersi dal questionario 12 alunni rispondono sì alla prima domanda / 2 rispondono in parte 6 alunni rispondono sì alla seconda domanda / 8 rispondono no All’opzione a) 6 alunni rispondono sì / 8 rispondono no All’opzione b) 6 rispondono sì / 2 sì e no / 2 no / 2 forse Alla terza domanda hanno risposto che avrebbero ricordato più cose,avrebbero approfondito l’argomento,si sarebbero divertiti di più. Alla quarta domanda la maggioranza degli alunni ha risposto che lo studio sul libro non li soddisfa. Un’alunna ha risposto che sicuramente ricorderà informazioni precise,ma non riuscirà “ a verificare se un’ipotesi letta su un libro è veramente possibile “. 1 alunno ha risposto che gli piaceva studiare,ma anche fare il percorso di ricerca- azione Alla quinta domanda 11 alunni hanno risposto sì /2 no /1 Forse Alla sesta domanda 9 alunni hanno risposto sì /1 no /4 forse

7 BRAINSTORMING PER LA CREAZIONE DELLA MAPPA SULLA” MATERIA”

8 OBIETTIVI DEL PERCORSO POTENZIARE LA CAPACITA’ DI CAPIRE COSA C’E’ INTORNO A NOI E DI COMPRENDERE COME FUNZIONA. CONOSCERE ATTRAVERSO I CINQUE SENSI. AFFRONTARE UN FENOMENO CON ATTEGGIAMENTO SCIENTIFICO. COSTRUIRE COMPETENZE SCIENTIFICHE. SPERIMENTARE PER CONOSCERE. DOCUMENTARE PER RICORDARE. UTILIZZARE DEI MODELLI PER NARRARE I FENOMENI E I PROCESSI.

9 OSSERVAZIONE DEGLI OGGETTI INTORNO A NOI

10 I CINQUE SENSI CI AIUTANO A CONOSCERE LA REALTA’

11 CHE COSA E’ UN FENOMENO

12 L’ATTEGGIAMENTO GIUSTO PER AFFRONTARE L’OSSERVAZIONE SCIENTIFICA

13

14 L’OSSERVAZIONE SCIENTIFICA SUPPORTATA DAGLI ESPERIMENTI OGNI ESPERIMENTO CONDOTTO IN CLASSE SEGUE UN PROTOCOLLO CHE PERMETTE AGLI ALUNNI DI ARRIVARE ALLA NARRAZIONE CON PIU’ FACILITA’. SI PARTE DALL’OSSERVAZIONE SI INDIVIDUA IL PROBLEMA SI PONE LA DOMANDA SI FORMULANO LE IPOTESI SI VERIFICANO LE IPOTESI ATTRAVERSO L A SPERIMENTAZIONE SI REGISTRANO I RISULTATI SI GIUNGE ALLA CONCLUSIONE CHE RAPPRESENTA IL CONCETTO SCIENTIFICO.

15 LA NARRAZIONE LA RICERCA SCIENTIFICA SI AVVALE DELLA DOCUMENTAZIONE CHE PUO’ ESSERE GRAFICA,FOTOGRAFICA,VIDEO GRAFICA. TALI METODICHE PERMETTONO AGLI ALUNNI DI AIUTARSI NEL RICORDO DI ATTIVITA’ E SPERIMENTAZIONI. IL PRENDERE APPUNTI DURANTE L’ESECUZIONE DI UN ESPERIMENTO ASSICURA LA FISSAZIONE DI MOMENTI CHE POSSONO ESSERE DIVERSI DA ALUNNO AD ALUNNO,MA LI AIUTERA’ A RIPENSARE A COSE CHE POTREBBERO ESSERE SFUGGITE. CIASCUN ALUNNO FISSA MOMENTI DIVERSI CHE RICONSIDERATI NEL GRUPPO APRONO NUOVI ORIZZONTI.

16 MODELLI DI NARRAZIONE DISEGNARE,FOTOGRAFARE O SCRIVERE I MATERIALI,LE SOSTANZE,GLI OGGETTI CHE OCCORRONO PER REALIZZARE L’ESPERIMENTO. REGISTRARE PASSO PASSO I MOMENTI DI PREPARAZIONE. REGISTRARE PASSO PASSO L’ESECUZIONE DELL’ESPERIMENTO. PORSI LE DOMANDE:”CHE COSA NOTI?” “CHE COSA E’ SUCCESSO?” SCRIVERE LA CONCLUSIONE CHE PORTERA’ AL SUO INTERNO LA DEFINIZIONE O LA LEGGE CHE STAVAMO CERCANDO.

17 STORY BOARD DEL PERCORSO EFFETTUATO NELLA CLASSE TERZA A DI “ROCCO CARABBA” SECONDO CIRCOLO DIDATTICO DI LANCIANO COSTRUZIONE DI UNA MAPPA CHE SPIEGHI COSA SI INTENDE PER “MATERIA”. SCOPERTA CHE TUTTO CIO’ CHE CI CIRCONDA E’ “MATERIA” ATTRAVERSO L’USO DEI CINQUE SENSI. ALCUNE CONSIDERAZIONI SULLA STORIA DELLA RICERCA SCIENTIFICA. MAPPA CHE SPIEGHI LA PAROLA “FENOMENO”. IL COMPORTAMENTO GIUSTO DA ADOTTARE SE SI VUOLE ESSERE DEI RICERCATORI. MAPPA CHE SUDDIVIDE IL MONDO NATURALE IN : VIVENTI E NON VIVENTI,PER GIUNGERE ALLA CONCLUSIONE CHE LA MATERIA SI SUDDIVIDE IN :ORGANICA ED INORGANICA. OSSERVAZIONE DELLE CARATTERISTICHE FONDAMENTALI DELLA MATERIA : VOLUME,MASSA,COSTITUENTI. GLI STATI DI AGGREGAZIONE DELLA MATERIA : SOLIDO,LIQUIDO,GASSOSO. LE PROPRIETA’ DELLA MATERIA. CAMBIAMENTI DI STATO DELLA MATERIA.

18 PER LA TRASVERSALITA’ TRA LE DISCIPLINE UN TESTO PER SPIEGARE AD UN ALIENO COSA SIGNIFICA “MATERIA”

19

20

21 PROTOCOLLO PER LA PREPARAZIONE DI UN ESPERIMENTO OCCORRENTE :I MATERIALI E GLI STRUMENTI. ESECUZIONE :ELENCO DELLE AZIONI DA COMPIERE. RIFLESSIONE : DOMANDE DA PORSI “CHE COSA E’ SUCCESSO ?” “CHE COSA NOTI ?” CONCLUSIONE : LA DEFINIZIONE O LA LEGGE.

22 DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA DI UN ESPERIMENTO CONDOTTO IN CLASSE SUI CAMBIAMENTI DI STATO DI GAS SOTTOPOSTI A CALORE. MATERIALI OCCORRENTI:PALLONCINO,BARATTOLINO,ACQUA,CIOTOLA DI METALLO GRANDE,CIOTOLA DI METALLO PICCOLA,TRESPOLO,ACCENDINO,CANDELE.

23 FASI DELL’ESPERIMENTO

24 FILASTROCCA SUL LABORATORIO FARE SCIENZE MI PIACE PERCHE’ IO IMPARO INSIEME A TE. LE COSE DELLA VITA CHE NON SO PRIMA O POI LE SCOPRIRO’. POSSO SBAGLIARE QUALCHE VOLTA MA RITENTANDO MI DA’ UNA SVOLTA. LARGA LA FOGLIA,STRETTA LA VIA VENIRE A SCUOLA…CHE ALLEGRIA ! GLI ALUNNI DI TERZA A


Scaricare ppt "LA MATERIA PERCORSO DI SCIENZE NELLA CLASSE TERZA DEL PLESSO DI “ROCCO CARABBA” SECONDO CIRCOLO DIDATTICO DI LANCIANO A.S.2009/2010."

Presentazioni simili


Annunci Google