La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alimentazione: aspetti insostenibili e vie per la sostenibilità Università degli studi di Torino Facoltà di Scienze matematiche-fisiche e naturali Corso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alimentazione: aspetti insostenibili e vie per la sostenibilità Università degli studi di Torino Facoltà di Scienze matematiche-fisiche e naturali Corso."— Transcript della presentazione:

1 Alimentazione: aspetti insostenibili e vie per la sostenibilità Università degli studi di Torino Facoltà di Scienze matematiche-fisiche e naturali Corso di laurea specialistica EDEN Antonella Ruggiero

2 Agroecosistemi Dipendenza energetica. Impatto ambientale. componente autotrofa come parte integrante. Differiscono dagli ecosistemi naturali attivati dal sole L’energia sussidiaria è controllata dall’uomo Diversità degli organismi è fortemente ridotta Piante e animali sono controllati dalla selezione artificiale 2 ampie categorie agricoltura pre-industriale-autosufficiente e a lavoro intensivo agricoltura meccanizzata intensiva  Sist pastorali  Agric a rotazione  Irrigazione ed allag

3 Produttività primaria: velocità alla quale l’energia raggiante viene trasformata dall’attività fotosintetica e chemiosintetica degli organismi produttori (piante verdi) in sostanze organiche. ………….ma……com’è spesa questa produttività? Noi esseri umani consumiamo circa il 40% della produttività primaria della Terra. 2 3 vengono dall’agricoltura 2 3 formati da: riso grano granturco “ massa complessiva di piante prodotte dalla Terra in un certo anno”

4 Sist alim attuale Agricoltura Rivoluz verde monocoltura Agric tradiz/locale Economia (> quantità, < qualità) BIODIVERSITA’ – + + energia + fertilizzanti + pesticidi Imballaggi trasporti Inquinamento amb Cambiamento clima salute Valutazione rischi e principi precauzionali Equità Beni comuni complessità Incertezza Ignoranza Scienza post-normale

5 Sistema alimentare attuale Modernizzazione dell’agricoltura. Rapporto tra domanda sempre più crescente e offerta. Basso costo dei trasporti. Sviluppo della grande distribuzione. Aumento demografico e cambiamenti nello stile di vita. Politiche dell’ MFI e della banca mondiale finalizzate,in paesi poveri, allo sviluppo di un’agricoltura di prodotti destinati all’esportazione e all’apertura di market locali aventi prodotti importati. Crisi delle piccole aziende agricole. Potenziale crisi alimentare dovuta allo stretto rapporto che intercorre tra alimenti e fonte di energia finita. Il primo passo nel processo di sviluppo di un sistema alimentare più sostenibile è acquisire una conoscenza approfondita della situazione attuale.

6 “Alimentare” il sistema alimentare:dipendenza dell’alimentazione nei riguardi di una risorsa finita ENERGY OUT ENERGY IN indicatore dell’insostenibilità del sistema alimentare contemporaneo = Dove: Energy out = energia contenuta nel prodotto alimentare (calorie) Energy in = energia incorporata in un prodotto alimentare ovvero tutta l’energia consumata dalla fase di coltivazione a quella di imballaggio, distribuzione, conservazione e trasporto. Emergia:quantità di energia necessaria per arrivare al prodotto finale. “Quando diciamo che il terreno è ricco, non è una metafora. Il terreno è ricco di energia come un pozzo di petrolio.” (Manning, Maggio 2004)

7 Nel 1940 la fattoria media americana produceva 2,3 calorie di energia alimentare per ogni caloria di energia fossile che utilizzava. Es :occorrono 97 cal di “energy in” per trasportare via aerea 1 cal “energy out” di asparago dal Cile all’inghilterra oppure 67 cal ”in” per 1 cal “out” di carote dal Sud Africa.

8 Consumi di energia e valori di emissioni di ossido di carbonio in riferimento al trasporto via aerea di determinati prodotti dai luoghi di produzione all’ UK. ANDY JONES., November 2001, Eating oil: Food supply in a changing climate, publication by Sustain and Elm Farm Research Centre.

9 Relazioni tra emissioni di Diossido di carbonio (in grammi) E distanze (in Km) relative al Trasporto di determinate quant Di prodotti utilizzando mezzi di Trasporto diversi. ANDY JONES., November 2001, Eating oil: Food supply in a changing climate, publication by Sustain and Elm Farm Research Centre.

10 Energia impiegata nella fase di produzione dell’alimento Massicci quantitativi di energia sono richiesti nella fabbricazione e Nell’utilizzo di: macchinari agricoli sofisticati, fertilizzanti, pesticidi E nei mangimi per animali Pesticidi: +160% Fertilizzanti: +18% L’impiego sempre più diffuso di acqua e fertilizzanti contenenti azoto finalizzato all’ottenimento di raccolti sempre più intensi di grano, riso e granoturco nelle grandi distese americane “rivoluzione verde”, contribuisce in maniera rilevante all’emissione di gas serra oltre all’aver sconvolto e distrutto gli schemi della vita rurale portando povertà in diverse zone del pianeta..

11 Sistemi di energia ottenuti da prodotti organici contro quelli non organici Benefici produzione organica: minor consumo di energia (combustibile fossile) minore emissione di gas nocivi Energia utilizzata nella produzione di cibo imput diretti (uso e mantenimento di sofisticati macchinari agricoli) imput diretti ( produzione e scorta di pesticidi, fertilizzanti,mangimi per animali)

12 Imballaggio e conservazione dell’alimento DifferenziamentoProduzione materiali di rifiutoriciclo RIFIUTI DOMESTICI: rifiuti organici carta plastica Aumento impianti di smaltimento come alternativa all’accumulo nei terreni Aumento composti dannosi come la diossina

13 Catena di distribuzione degli alimenti Imballaggio primario che contiene il prodotto Imballaggio secondario affinché possano essere trasportati Imballaggio di transito (pallets e plastica) per il trasporto e carico/scarico Materiali di trasporto usati per trasportare l’alimento dai centri di distribuzione a casa Produzione mondiale dei materiali di plastica è aumentata da poco meno di 5mld di tonnellate nel 1950 a 80 mld di tonnellate nel 1997 di cui 1 usate nell’Europa Occidentale. 3

14 Ulteriori fattori che influiscono sul consumo di energia Dimensione delle proprietà Grado di meccanizzazione Gestione del raccolto Uso di concimi Manutenzione delle proprietà

15 Trasporto Locale internazionale Declino della produzione alimentare domestica e aumento della grande distribuzione

16 Rischi Petrolio: risorsa “finita”. Cambiamento climatico, aumento delle temperature. Inquinamento da pesticidi e fertilizzanti. Accresciuta vulnerabilità ai parassiti. Implicazioni nutrizionali e qualitative. Diminuzione della biodiversità. Alterazione ed erosione del suolo. Alterazione della catena alimentare. Implicazioni relative alla salute. Declino agricoltura locale e delle tradizioni locali.

17 La cerimonia del tè Reazione chimica  acidificazione  formazione delle pioggie acide  Protossido di azoto  effetto serra Azoto campi coltivati + Metano vegetazione in decomposizione Riscaldamento globale Piogge e acque di irrigazione trasportano l’azoto dai campi ai fiumi all’oceano

18 Glossario Agroecosistema: ecosistema artificiale dovuto all’attività agricola dell’uomo, la quale ha modificato la struttura dell’ecosistema originario con l’inserimento di nuove colture. Biodiversità: numero delle diverse specie che esistono in un dato momento. Emergia: quantità di energia necessaria per arrivare al prodotto finale. Energia: capacità di compiere un lavoro. Fertilizzante: sostanza naturale o sintetica che si immette nel terreno agrario per aumentarne la fertilità. Pesticida: agente chimico usato in agricoltura per distruggere insetti, topi o altri organismi nocivi. Risorsa energetica: materiale (come petrolio, carbone, vento, acqua corrente, biomassa) che può essere usato per produrre energia.

19 Bibliografia ANDY JONES., November 2001, Eating oil: Food supply in a changing climate, publication by Sustain and Elm Farm Research Centre. RICHARD MANNING., 28 Maggio 2004, Harper’s magazine, Il petrolio che mangiamo, Internazionale 541. ODUM,1988, Basi di ecologia, cap 2°, ed. Piccin. HALWEIL B., NIERENBERG D., ASSADOURIAN E., FLAVIN C., FRENCH H., GARDNER G., POSTEL S., RENNER M., SARIN R., SAWIN J., VICKERS A., 2004, State of the world, cap 4°. BERRY W., SHIVA V., TAMINO G., Luglio 2005, n..3, da L’ecologist italiano: l’alimentazione come ecologia, Libreria Editrice Fiorentina. LANG T., HEASMAN M., 2004, Food Wars, ed. Earthscan.


Scaricare ppt "Alimentazione: aspetti insostenibili e vie per la sostenibilità Università degli studi di Torino Facoltà di Scienze matematiche-fisiche e naturali Corso."

Presentazioni simili


Annunci Google