La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ARTROSI Lartrosi è una malattia della cartilagine articolare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ARTROSI Lartrosi è una malattia della cartilagine articolare."— Transcript della presentazione:

1 ARTROSI Lartrosi è una malattia della cartilagine articolare

2 Costituzione della cartilagine Condrociti deputati alla sintesi e alla degradazione della matrice Proteoglicani Collagene tipo II Acqua

3 ARTROSI PRIMITIVA

4 Riduzione proteoglicani Artrosi primitiva Lamina splendens Strato tangenziale Strato di transizione Strato radiale Strato calcificato Eziopatogenesi riduzione di proteoglicani scompaginamento delle fibrille Cartilagine normale

5 Artrosi primitiva Cartilagine normale articolazione

6 Si vengono a formare gaps cartilaginei Formazione di detriti che innescano il processo infiammatorio con comparsa di infiltrato linfocitario simile a quello dellA.R. Il processo infiammatorio della sinoviale accelera levoluzione verso lartrosi Eziopatogenesi

7

8

9 ARTROSI SECONDARIA FratturaDeformità congenita ArtriteDismetabolismi

10 Artrosi secondaria

11

12 normaleAnca displasica Concentrazione del carico nellanca displasica

13

14 SINTOMATOLOGIA Coxalgia Cruralgia Rigidità articolare Zoppia Iperlordosi Coxartrosi

15 Cause del DOLORE artrosico Dolore muscolare Maggior pressione sullosso subcondrale per assottigliamento della cartilagine Sinovite Stiramento capsula articolare (versamento) Tensione tendinea e conseguente entesite

16 Zoppie Rigidità in flessione Marcia con atteggiamento di saluto Lordosi compensatrice

17 Manovra di Thomas

18 Esame clinico e articolarità dellanca

19

20 Anca normale Esame radiografico

21 Anca normale Anca patologica

22 Coxartrosi polare superiore su anca normale rima articolare ridotta osteosclerosi geodi osteofiti deformazione testa

23 Geodi

24 Dopo 20 anni Coxartrosi polare superiore sviluppata in anca normale

25 1 Coxartrosi su anca displasica

26 Dopo 10 anni

27 Coxa profundaCoxa protrusa

28 Coxartrosi da condrolisi acuta Dopo 2 mesi

29 TERAPIA MEDICA Il paracetamolo è il farmaco di prima scelta Se tollerato, si può assumere quotidianamente con dosaggi un po inferiori ai 3 grammi FANS nei pazienti che non rispondono al paracetamolo Cox 2 nei pazienti con rischio gastrointestinale

30 FISIOTERAPIA Terapia antalgica (correnti diadinamiche, interferenziale, termoterapia, massaggi) Postura ( dormire proni) Ginnastica attiva/passiva per mantenere più ampia lescursione articolare (carico più distribuito)

31 Artrodesi BrittainDelitala ZanoliMc Kee Trattamenti storici

32 Intervento di Voss Trattamenti storici

33 Osteotomie In varoIn valgo con traslazione mediale

34 Effetto delle osteotomia di varizzazione Le osteotomie aumentano la superfice portante quindi diminuiscono le pressioni di carico. Leffetto carico si puoò ridurre da valori di pressione dellordine di 200 Kg/cm 2 a 16 kg/ cm 2

35

36 La gonartrosi

37 Gonartrosi statica 1 soggetto su 100 tra 55 e 64 anni 2 % degli uomini 6,6 % delle donne tra 65 e 75 anni

38 La gonartrosi é soprattutto un problema maccanico favorito da: –Deformazioni femoro-tibiali –Alterazioni delle superfici articolari –Sequele di traumi ossei –Meniscectomie –Rotture di legamenti (LCA)

39 La gonartrosi interna su ginocchio varo Può potenziare ed aggravare le cause descritte precedetemente, con,in più, il sovraccarico ponderale e la debolezza del tirante esterno Un difetto dellasse favorisce lusura di un compartimento Lusura accentua la deviazione

40 Gonartrosi interna

41

42 La gonartrosi esterna su ginocchio valgo é meno frequente : 10 % Origine femorale più frequente

43 Dal lato usurato si evidenzia una lassità, legata ad una perdita di sostanza cartilaginea poi ossea lassità da usura Lassità evidenziata da una rx grafia in valgo forzato

44 lassità in distensione evidente alla marcia in appoggio monopodalico Quando la deformità si accentua, appare come una lassità della convessità lassità in distensione

45 Le radiografie che mostrano la deformità

46 Trattamento della gonartrosi Trattamento medico sintomatico nelle forme iniziali –Farmaci –Infiltrazioni –Fisioterapia –Diminuzione del peso e dellattività fisica non hanno che un azione sintomatica

47 Le pulizie articolari con artroscopia sono sintomatiche e non fanno altro che ritardare lintervento di protesizzazione Losteotomia ha per scopo leliminazione del dolore più a lungo possibile e può essere proposta a tutte le età Le protesi nei soggetti anziani La chirurgia

48 Apertura interna Sottrazione esterna Curviplana Il riequilibrio può essere ottenuto con tre tipi di osteotomie

49 un soggetto giovane un varo tibiale un buona interlinea esterna un LCA e un LLI normale un restringimento dellinterlinea di stadio 1 o 2 Indicazioni alle osteotomie

50 Le protesi di ginocchio si rivolgono alle ginocchia dolenti, usurate, deformate

51 Differenti tipi di protesi Protesi a scivolamento –Conservanti i 2 L.C. –Conservanti solamente il LCP –Postero-stabilizzate (senza L.C.) Protesi a cerniera Protesi con vincoli rotatori Protesi uni-compartimentali Protesi femoro-patellari

52 Grado di vincolo: Protesi ad 1 asse (1 grado di libertà) –Cerniera (Guepar, GSB) Protesi a 2 gradi di libertà –Cerniera rotatoria (Link, Axel, Lacey) Protesi a 3 gradi di libertà –Semi vincolate –A scivolamento –Di rivestimento Guepar Il vincolo costituisce la restrizione del grado di libertà GSB

53 Piatto fisso 1 interfaccia articolare Femore - PE Piatto mobile 2 interfacce articolari: Femore - PE PE - Tibia Possibilità di movimento PE/tibia: rotatoria pura traslazione AP pura traslazione AP + rotazione associate Scivolamento guidato (rotaia) NexGen Innex

54 Le indicazioni dipendono dallimportanza della distruzione Protesi vincolata Protesi a scivolamento

55 Protesi uni-compartimentali

56 Degenerazione del disco (perdita del suo contenuto dacqua) Disco in età giovanile Disco di 75 anni ARTROSI VERTEBRALE

57 Differenti stadi della discopatia Artrosi con osteofiti intersomatici

58 Degenerazione senza protrusioneProtrusione minima

59 - Diminuzione del diametro verticale dei forami - Usura delle faccette e scivolamento sul piano verticale ed antero- posteriore: restringimento dei forami Conseguenze del pinzamento del disco

60 Discopatie su diversi piani con protrusione discale e osteofiti Canale lombare stretto artrosico

61 Osteofitosi Stenosi ( interruz. della mielografia) Canale lombare stretto artrosico

62 Spondilolistesi degenerativa La stenosi riguarda soprattutto i forami e le 2 radici corrispondenti

63 Stenosi canalare

64 TAC: stenosi globale

65 Sintomatologia del canale lombare stretto Claudicatio neurogena : 50 % Radicoloalgie : 97 % (poli : 44 %) Lombalgie : 89 % Deficit motori : 19 % (poli : 50 %) Deficit sfinterici : 9 %)

66 Profili clinici Lombalgie + poliradiculoalgie + claudicatio : 26 % Lombalgie + monoradiculoalgie + claudicatio : 17 % Lombalgie + poliradiculoalgie : 10 % Lombalgie + monoradiculoalgie : 25 %

67 Laminectomia + stabilizzazione con placche e trapianto postero-laterale Trattamento del canale stretto

68 Recalibrage Trattamento del canale stretto

69 Artrosi cervicale Nevralgie cervico-brachiali da compressione delle radici

70 Instabilità del rachide cervicale

71 Artrodesi cervicale Trapianto tra i corpi vertebrali e osteosintesi con placca anteriore (Senegas)

72 Artrodesi cervicale Interposizione tra i corpi vertebrali di gabbie o di sostituti ossei


Scaricare ppt "ARTROSI Lartrosi è una malattia della cartilagine articolare."

Presentazioni simili


Annunci Google