La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

XXII Congresso Nazionale SIFIPAC aprile 2009 – Padova FAST-TRACK SURGERY: il razionale PRIME VIE DIGESTIVE n.palasciano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "XXII Congresso Nazionale SIFIPAC aprile 2009 – Padova FAST-TRACK SURGERY: il razionale PRIME VIE DIGESTIVE n.palasciano."— Transcript della presentazione:

1 XXII Congresso Nazionale SIFIPAC aprile 2009 – Padova FAST-TRACK SURGERY: il razionale PRIME VIE DIGESTIVE n.palasciano

2 FAST TRACK SURGERY APPROCCIO MULTIMODALE AL PAZIENTE CHIRURGICO SECONDO PERCORSI STRUTTURATI BASATI SULLEVIDENZA SCIENTIFICA, IL CUI FINE E UNA PIU RAPIDA RIPRESA DEL PAZIENTE (ENHANCED RECOVERY AFTER SURGERY) E, QUINDI ANCHE, UNA POSSIBILE DIMISSIONE PRECOCE

3 Condizioni per la realizzazione di un programma di fast-track surgery Conoscenza e applicazione dei principi di fisiopatologia Formazione adeguata del personale medico e infermieristico Educazione e coinvolgimento del paziente Coinvolgimento del territorio e dei medici di base (?) Risorse adeguate

4 PREMESSA METODOLOGICA IDENTIFICAZIONI DEI PERCORSI CLINICI PRIORITARI STANDARDIZZAZIONE DELLE PROCEDURE E PIU SEMPLICE DEFINIRE I PERCORSI CLINICI E STANDARDIZZARE LE PROCEDURE PER LE PATOLOGIE MENO GRAVI, CON MINORE RISCHIO DI COMPLICAZIONI

5 PERCORSO IDEALE DI FAST-TRACK SURGERY ATTUAZIONE SISTEMATICA DI PERCORSI CLINICI DEFINITI IDENTIFICAZIONE E SODDISFACIMENTO DEI REQUISITI ESSENZIALI PER LA DIMISSIONE DIMISSIONE PRECOCE

6 FAST TRACK IN CHIRURGIA ADDOMINALE ALTA Esperienza ancora limitata Riserve nella applicabilità alla chirurgia gastrica o pancreatica Percezione diffusa di chirurgia a maggiore rischio di complicazioni Percorsi clinici non ben definiti

7 IL PROCESSO IN DIVENIRE DEL RECUPERO POSTOPERATORIO Periodo preoperatorio Periodo perioperatorio Iniziale periodo postoperatorio Periodo postoperatorio tardivo Valutazione preoperatoria Ottimizzazione del trattamento preoperatorio Anestesia - Chirurgia (prevenire disfunzioni dorgano) Risposta allo stress, (dolore,nausea,vomito,ileo, apporto di liquidi,mobilizzazione,alimentazione) Affaticabilità e disturbi del sonno Convalescenza

8 Luoghi comuni in Chirurgia No preparazione intestinale …..deiscenza anastomotica No sondino vomito/distensione addominale Alimentazione orale precoce….. vomito/polmonite da aspirazione/ deiscenza anastomotica No drenaggio…………………….raccolte addominali/ascessi/ritardata diagnosi/complicazioni Ridotti liquidi ev……………….....trombosi/ins.renale Mobilizzazione precoce…………affaticamento/rischio laparocele

9 FAST TRACK IN CHIRURGIA ADDOMINALE ALTA Criticità: Relativi al paziente Maggiore compromissione delle condizioni generali (ittero e malnutrizione) Relativi alla procedura Approccio laparoscopico meno frequente (learning curve) Interventi ampiamente demolitivi (più organi – linfoadenectomia) Confezionamento di più anastomosi (maggiori rischi) Relativi al periodo postoperatorio Rimozione precoce sondino n.g. Ripresa dellalimentazione orale Controllo radiologico delle anastomosi

10 Vantaggi della chirurgia miniinvasiva Assenza di manipolazione di organi Minori perdite ematiche Minor rischio di infezioni delle ferite Ridotta risposta al trauma

11 Lemmens et al Dig.Surg 2009 Clinical and Organizational Content of Clinical Pathways for Digestive Surgery: A Systematic Review

12 FAST TRACK IN CHIRURGIA ADDOMINALE ALTA DIGIUNO PREOPERATORIO TERAPIA INFUSIONALE PERIOOPERATORIA SONDINO NASO-GASTRICO ILEO POSTOPERATORIO ALIMENTAZIONE PRECOCE

13 Digiuno preoperatorio E dimostrato che un digiuno preoperatorio > 12 ore è inutile e probabilmente dannoso Utilizzo di bevande ricche in glucosio sino a 2 ore prima dellintervento Procedura non sempre applicabile a pazienti con patologia digestiva alta E dimostrato che un digiuno preoperatorio > 12 ore è inutile e probabilmente dannoso Utilizzo di bevande ricche in glucosio sino a 2 ore prima dellintervento Procedura non sempre applicabile a pazienti con patologia digestiva alta

14 Terapia infusionale perioperatoria dilemma!

15 Terapia infusionale perioperatoria PROBLEMI LEGATI AD UN ECCESSO DI LIQUIDI Accumulo di liquidi nel terzo spazio Maggiore rischio di complicazioni respiratorie Ridotta ossigenazione tissutale Edema mucosa intestinale Maggiore durata ileo postoperatorio Maggiore rischio di deiscenza anastomotica

16 Michèle Tanguy, Philippe Seguin and Yannick Mallédant Critical Care 2007, 11:201 SONDINO NASO-GASTRICO

17 Problemi legati allileo postoperatorio Ritardata mobilizzazione e recupero post-operatorio Ritardato assorbimento di farmaci e nutrienti somministrati per os Aumentato rischio di nausea e vomito Maggiore fastidio per il paziente (dolore, tensione addominale) Aumentato rischio di altre complicazioni (infezioni respiratorie e infezioni nosocomiali per la prolungata ospedalizzazione) Aumento della degenza post-operatoria Aumentati costi di ospedalizzazione H. Kehlet and K. Holte / The American Journal of Surgery 182 (Suppl to November 2001) 3S–10S

18 CHIRURGIA GASTRO-ESOFAGEA E ALIMENTAZIONE PRECOCE NO SONDINO NASO GASTRICO (DOGLIETTO E COLL 2004) NUTRIZIONE ENTERALE PRECOCE (DIGIUNOSTOMIA) IMMUNONUTRIZIONE (BRAGA E COLL) NUTRIZIONE ORALE PRECOCE (?) (SUEHIRO E COLL 2004)

19 PERCORSO DI FAST TRACK IN CHIRURGIA GASTROESOFAGEA World J Gastroenterol 2009 January 28; 15(4): Ke Jiang, Lin Cheng, Jian-Jun Wang, Jin-Song Li, Jun Nie

20 FAST TRACK IN CHIRURGIA PANCREATICA J Gastrointest Surg (2007) 11:880–887 P. O. Berberat

21 Tumori dello stomaco (Interventi videoassistiti) ANNON PAZDEG TOTDEG POSTOP (10-30)10.8 (9-14) (6-27)7.5 (4-9)

22 Tumori periampollari (Interventi videoassistiti) ANNON PAZDEG TOT Media (range) DEG POSTOP Media (range) (14-34)18 (9-29) (15-38)15 (11-27)

23 SODDISFACIMENTO DEI REQUISITI PER LA DIMISSIONE Gestione autonoma del paziente (dalla mobilizzazione alla alimentazione libera e adeguata, alle funzioni fisiologiche) Controllo soddisfacente del dolore per via orale

24 Conclusione E ormai opinione largamente condivisa in letteratura che accelerare il decorso clinico nella chirurgia gastrointestinale debba essere considerato come un percorso efficace e sicuro per favorire la ripresa del paziente e in ultima analisi ridurre la degenza ospedaliera. Tuttavia è necessaria maggior attenzione agli indicatori fisiopatologici sulla sicurezza del paziente stesso

25


Scaricare ppt "XXII Congresso Nazionale SIFIPAC aprile 2009 – Padova FAST-TRACK SURGERY: il razionale PRIME VIE DIGESTIVE n.palasciano."

Presentazioni simili


Annunci Google