La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Shunt destro/sinistro e carico lesionale RM in 126 pazienti con evento ischemico ed evidenza ECO-TEE di PFO M. Gallazzi, F. Carimati, S. Crosignani, A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Shunt destro/sinistro e carico lesionale RM in 126 pazienti con evento ischemico ed evidenza ECO-TEE di PFO M. Gallazzi, F. Carimati, S. Crosignani, A."— Transcript della presentazione:

1 Shunt destro/sinistro e carico lesionale RM in 126 pazienti con evento ischemico ed evidenza ECO-TEE di PFO M. Gallazzi, F. Carimati, S. Crosignani, A. Bertolini*, M.L. Delodovici U.O. Neurologia e Stroke Unit; *U.O. Medicina Interna - Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi, Varese 55° Congresso SNO Como Aprile 2015 Como, 22 Aprile 2015

2 OBIETTIVI DELLO STUDIO n.126 pazienti Stroke Ischemico o TIA Pervietà del Forame Ovale Eco-Cardiogramma Transesofageo n.126 pazienti con evento indice rappresentato da Stroke Ischemico o TIA e dal riscontro di Pervietà del Forame Ovale documentato con Eco-Cardiogramma Transesofageo Gennaio Dicembre 2013 Gennaio Dicembre 2013 Per ogni paziente sono stati valutati: Per ogni paziente sono stati valutati: a)Presenza di shunt destro-sinistro di microbolle (Forame Ovale Pervio) b)Aneurisma del setto interatriale (ASA) c)Principali fattori di rischio (RF) per Stroke Ischemico d)Carico di lesioni ischemiche documentabile alla RMN attraverso le sequenze DWI

3 L’evento ischemico indice rappresentava nell’89% dei pazienti il primo evento; 11% era invece andato incontro ad un evento ischemico precedente (> 6 mesi) La popolazione esaminata è risultata essere ugualmente divisa per sesso, in un rapporto di 1:1

4 Età media di 46.5 anni, deviazione standard di 11.7 anni con range anni La maggior parte degli eventi ischemici nei portatori di PFO/ASA si è verificata prima dei 46.5 anni e comunque, nella quasi totalità dei casi, prima dei 60 anni (oltre l'80% dei casi).

5 Dalla valutazione ecografica TEE risulta che il PFO è associato ad ASA nel 71% ed è isolato nel 29% Per quanto riguarda l’entità dello shunt destro/sinistro: n.38 pazienti presentavano shunt lieve (1-9 microbolle attraversano il setto interatriale), n.29 pazienti presentavano shunt moderato (10-30 microbolle), n.47 pazienti presentavano uno shunt severo (>30 microbolle)

6 DISTRIBUZIONE FATTORI DI RISCHIO !! In nessun paziente è stata riscontrata stenosi carotidea emodinamicamente significativa o critica !!

7 * Cerebrovasc. Dis. 2011

8 L’intera popolazione è stata, quindi, valutata per il numero di lesioni ischemiche cerebrali (0, 1 o >1 lesione) e per la localizzazione delle stesse, se sovratentoriale, sottotentoriale, sovra-sottotentoriale, rilevate alla RM Nessuna associazione statisticamente significativa è emersa dal confronto tra numero lesioni, distribuzione e dimensione dello shunt

9 Nella nostra casistica di pazienti con TIA/Stroke e documentato PFO/ASA gli eventi si sono realizzati prima dei 60 anni (media 46,5 anni) La associazione di PFO ed ASA (71%) risulta indipendente dalle dimensioni del forame e dalla entità dello shunt Dislipidemia, Trombofilia, Ipertensione arteriosa, isolati o in associazione, sono gli unici RF vascolari rappresentati nella casistica a fronte di rilievi non significativi per ateromasia dei TSA e cardiopatia Nei casi con ipertensione arteriosa e fattori di rischio metabolici si è potuto osservare un trend verso un pattern RM di lesioni ischemiche multiple Il profilo del danno parenchimale si conferma non-omogeneo non essendo quindi definibile un quadro RM identificativo per ischemia correlabile a PFO/ASA Il diametro del PFO e l’entità dello shunt mostrano una relazione borderline con il numero di lesioni ischemiche RMN CONCLUSIONI


Scaricare ppt "Shunt destro/sinistro e carico lesionale RM in 126 pazienti con evento ischemico ed evidenza ECO-TEE di PFO M. Gallazzi, F. Carimati, S. Crosignani, A."

Presentazioni simili


Annunci Google