La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura di Adriana Lorenzi SCRIVERE PER COSTRUIRE LESPERIENZA 13.11.2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura di Adriana Lorenzi SCRIVERE PER COSTRUIRE LESPERIENZA 13.11.2009."— Transcript della presentazione:

1 a cura di Adriana Lorenzi SCRIVERE PER COSTRUIRE LESPERIENZA

2 a cura di Adriana Lorenzi Programma di lavoro della giornata di formazione Presentazione conduttrice Presentazione dei partecipanti Illustrazione dei contenuti principali e della modalità di lavoro laboratoriale Esercizi di scrittura e di lettura in gruppo Riflessione sui testi ascoltati

3 a cura di Adriana Lorenzi Esiti formativi Mostrare un metodo di lavoro incentrato sul laboratorio di scritture desperienza Far sperimentare ai partecipanti il metodo di lavoro attraverso esercizi di scritture desperienza

4 a cura di Adriana Lorenzi Allorigine del metodo Il pensiero narrativo di Jerome Bruner La filosofia della narrazione di Adriana Cavarero La pratica del partire da sé del movimento delle donne (Gruppo Diotima) La memoria come risorsa: Paul Ricoeur, Zvetan Todorov, Primo Levi, Paolo Jedlowsky La storia di vita: Daniel Bertaux, Gaston Pineau, Guy Jobert, Renate Siebert, Franco Ferrarotti La metodologia laboratoriale: Elisabeth Bing, Emanuela Cocever, Diane Metzger Leducazione degli adulti: J. B. Knowles, Duccio Demetrio Il concetto di esperienza: Walter Benjamin, Annah Arendt, Maria Zambrano, Iris Murdoch, Paolo Jedlowsky Lautobiografia come genere letterario: Virginia Woolf, Philippe Lejeune La grafia del sé come pratica educativa: Duccio Demetrio, Franco Ferrarotti, Luigina Mortari, Lea Melandri

5 a cura di Adriana Lorenzi Finalità del laboratorio di scritture desperienza Il laboratorio mira ad educare i partecipanti a migliorare se stessi e la propria esistenza. Si tratta di sviluppare competenze per la vita, ossia la capacità di: interrompere la frenesia del fare e trovare lo spazio quieto del pensare pensare le conseguenze delle azioni, dei comportamenti agiti leggere dentro se stessi riconoscere le proprie emozioni e quelle degli altri governare le tensioni attraverso forme di mediazione analizzare e valutare le situazioni allinterno dei vari contesti prendere decisioni risolvere problemi affrontare in modo flessibile ogni genere di situazione sapersi esprimere in modo adeguato comprendere e rispettare i punti di vista degli altri interagire e relazionarsi con gli altri in modo positivo

6 a cura di Adriana Lorenzi I bisogni dei/delle partecipanti Lattività laboratoriale di scrittura risponde a bisogni di tipo: Cognitivo = imparare qualcosa di nuovo Occupazionale = passare il tempo in modo piacevole Aggregativo = stringere nuove amicizie Narrativo/memoriale = trasformare frammenti di vita in racconti scritti

7 a cura di Adriana Lorenzi I prodotti conseguibili I prodotti dellattività laboratoriale sono costituiti da materiale scritto. In genere viene raccolto in fascicoli e distribuito tra i/le partecipanti. In casi di particolare rilevanza, le raccolte possono venire pubblicate per essere divulgate sia a testimonianza dellattività svolta, sia del valore educativo della scrittura memoriale per i lettori. Con corsisti di origine straniera la scrittura può essere da induttore per racconti orali che, ripresi con videocamera, possono costituire la base su cui montare prodotti visuali.

8 a cura di Adriana Lorenzi Risultati di processo Il risultato pedagogico del laboratorio di scritture desperienza è il riconoscimento da parte di ogni partecipante di una trama nella propria esistenza, premessa necessaria per giungere: al ripensamento del passato alla luce del presente e in vista di un futuro alla registrazione delle influenze della storia, della cultura, del contesto sociale, del carattere individuale allattribuzione di un senso - transitorio, parziale e dinamico - alla propria esistenza

9 a cura di Adriana Lorenzi Metodo di lavoro Il metodo di lavoro è quello degli atélier di scrittura di matrice francese dove la scrittura non è un fine, ma un mezzo di crescita, di sviluppo personale, di interazione con gli altri/e. Ogni incontro è articolato nelle seguenti fasi: Introduzione: presentazione della tematica da trattare Scrittura: consegna di scrittura e definizione del tempo dato a disposizione al termine della lettura di un brano letterario Lettura ad alta voce dei testi prodotti Restituzione: commento finale relativo ai testi ascoltati

10 a cura di Adriana Lorenzi I punti cardini del metodo Scrittura Esperienza Memoria

11 a cura di Adriana Lorenzi Scrittura La scrittura è struttura e offre struttura. Aiuta a pensare. Attiva tre dimensioni: Responsabilità Testimonianza Resistenza

12 a cura di Adriana Lorenzi Esperienza Prendendo spunto da P. Jedlowsky possiamo intendere per esperienza: Gli stimoli a cui quotidianamente siamo sottoposti. Secondo questa accezione non si può non avere esperienza. FARE ESPERIENZA La rivisitazione delle situazioni vissute che genera apprendimento. Si tratta di una condizione alla quale si può non accedere mai. AVERE ESPERIENZA

13 a cura di Adriana Lorenzi Scrittura memoriale Attiva tre forme di pensiero: Retrospezione Introspezione Riconnessione Deriva dal bisogno di: rivendicare la propria identità ovviare a una condizione di fragilità, vulnerabilità esistenziale rispondere alle domande inquietanti relative a chi si è, da dove si viene e dove si va rendere presente ciò che distante nello spazio e nel tempo

14 a cura di Adriana Lorenzi Contenuti delle scritture desperienza I contenuti narrativi implicano: Ciclo della vita Dimensioni esistenziali topiche Fratture esistenziali Narrazioni di tipo simbolico

15 a cura di Adriana Lorenzi Ciclo della vita La scrittura desperienza mira a restituire le fasi che costituiscono il ciclo della vita: Nascita Adolescenza Giovinezza Adultità Anzianità Morte

16 a cura di Adriana Lorenzi Dimensioni esistenziali (Demetrio, 1995) macrobiografia affettivalavorativaludicaluttuosa

17 a cura di Adriana Lorenzi Dimensioni esistenziali topiche (Demetrio,2008) Ologramma autobiografico valoristagioni stati danimo luoghifigureenigmiriflessionisensifatti

18 a cura di Adriana Lorenzi Fratture esistenziali Nella vita di ciascuno vi sono alcuni momenti cruciali, punti critici che decretano un cambiamento, una svolta sia sul piano percettivo che comportamentale. Dopo un evento traumatico, la vita si divide tra un PRIMA e un DOPO. Ogni passaggio porta con sé una ristrutturazione del proprio modo di percepire il mondo circostante e di agire in quel mondo.

19 a cura di Adriana Lorenzi Narrazioni di tipo simbolico Le scritture desperienza vengono attivate dal ricorso ad esempi narrativi tratti da: Letteratura Fiaba Mito Religione

20 a cura di Adriana Lorenzi Scrivere in carcere Lattività laboratoriale di scrittura in carcere deve tenere conto di alcuni elementi. Il setting: generalmente instabile, a causa della possibilità per lamministrazione carceraria di chiamare in qualsiasi istante i detenuti per diverse ragioni I partecipanti: aderiscono alliniziativa per obbligo o per opportunità sono costretti alla coabitazione e alla frequentazione aldilà delle ore laboratoriali, condizione che induce a mascherarsi evitando uneccessiva esposizione di sé appartengono a culture e lingue diverse hanno livelli di istruzione diversi, tendenzialmente bassi


Scaricare ppt "A cura di Adriana Lorenzi SCRIVERE PER COSTRUIRE LESPERIENZA 13.11.2009."

Presentazioni simili


Annunci Google