La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Imaging della pelvi femminile : attualità oncologica e colon proctologica Casi clinici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Clinica Ostetrica e Ginecologica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Imaging della pelvi femminile : attualità oncologica e colon proctologica Casi clinici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Clinica Ostetrica e Ginecologica."— Transcript della presentazione:

1 Imaging della pelvi femminile : attualità oncologica e colon proctologica Casi clinici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Clinica Ostetrica e Ginecologica Direttore: Chiar.mo Prof. Arsenio Spinillo

2 CASO CLINICO 1 Pz di anni 62, forte fumatrice,anamnesi patologica muta anamnesi ostetrica: G1, P0, menopausa fisiologica a 48 anni, Pap-test mai eseguito Giunge in consulenza dal PS Centrale per quadro di algie pelviche poco responsive alla terapia farmacologica e importante calo ponderale (-8 kg in 15 gg), paziente apiretica

3 CASO CLINICO 1 EO: g.e. da nullipara, collo cilindrico, portio epitelizzata, OUE regolare, presenza di leucorrea mista, utero AVF di volume e consistenza aumentata dolente alla lateralizzazione, palpabile tumefazione in regione annessiale destra ECO TV: in regione annessiale destra formazione complessa di 10 x 7 cm in parte solida e in parte liquida non associata ad ascite né a liquido libero nel Douglas, endometrio lineare

4 CASO CLINICO 1

5

6

7 DIAGNOSI DIFFERENZIALE DI MASSA ANNESSIALE IN PZ IN MENOPAUSA Formazione eteroproduttiva dellovaio Cisti ovarica Malattia infiammatoria pelvica

8 CASO CLINICO 1 Esami ematochimici: WBC=15,5 con 83% NEU, Hgb=9,6 MCV= 80,5, PLT=414, fibrinogeno= 554,5, HBsAg negativo, HCV negativo, Sifilide negativo, HIV1-2 negativo GOT=16 GPT=18 GGT=91 FA=318 Markers neoplastici: CEA e CA15.3 negativi, CA125= 48 (v.n. 0-35,0) PCR=3,55 mg/dL (v.n. 0,0-0,8) Elettroforesi delle siero-proteine: proteine totali 6,7 g/dL, albumina 42,9% ; alfa1 9,7%; alfa2 13,6%; gamma 21,6% Tamponi cervico-vaginali completi: negativi

9 CASO CLINICO1 Alla luce della leucocitosi neutrofila con rialzo degli indici infiammatori si intraprende terapia antibiotica ev con metronidazolo 500 mg 3 volte die + levofloxacina 500 mg die In corso di terapia antibiotica puntate febbrili (>38°C) per cui si eseguono emocolture seriate: negative Stante il quadro ecografico (formazione annessiale complessa), del forte dimagrimento (altezza 161 cm x 43 Kg) e del rialzo del CA 125 si richiede TC TORACE ADDOME PELVI con MDC TORACE: no versamento pleuro-pericardico, ingrandita la ghiandola tiroidea con plurimi micronoduli in entrambi i lobi in quadro di possibile struma, non tumefazioni linfonodali,no noduli polmonari sospetti ADDOME: epatomegalia in assenza di lesioni focali, colecisti contenenti calcoli iperdensi a pareti ispessite da rivalutare ecograficamente, in sede annessiale destra e a ridosso di plurime anse ileali dislocate e del corpo fondo uterino, senza franco piano di clivaggio, si apprezza grossolana formazione di 5 x 9 cm a contenuto fluido plruriconcamerata, di possibile pertinenza annessiale, non escludibile che in parte sia riferibile a idrosalpinge. Concomita medialmente ulteriore formazione fluida di 4 x 2,5 cm a pareti ispessite la cui natura flogistica non è escludibile. Numerosi linfonodi paraortici e lungo i vasi iliaci con asse corto fino a 1 cm. Utile correlazione con i dati ECO TV, clinico laboratoristici, e rivalutzione RMN con MDC

10 CASO CLINICO 1 PROSECUZIONE ITER DIAGNOSTICO Valutazione internistica: riscontro di ipertiroidismo (FT3 5,71 pg/ml v.n. 1,8-4,2 FT4 36 pg/ml v.n TSH 0,009 mlU/L v.n. 0,4-4) ; impostata terapia con tapazole 5 mg 3 volte die Ecografia epatica con MDC: quadro compatibile con epatomegalia, epatopatia cronica, colecistopatia cronica e linfoadenomegalia allilo epatico di 11mm, non indicazioni a biopsia epatica RMN con e senza MDC: a destra in sede annessiale si osservano 2 strutture a contenuto liquido corpuscolato a margini netti dotate di spessa capsula di 6 x 2 cm e 2 x 2,5 cm compatibili con formazione ascessuale tubo-ovarica associata a quadro di marcata flogosi dei tessuti molli circostanti e coinvolgimento infiammatorio delle anse intestinali limitrofe, falda di versamento in scavo pelvico principalmente a sinistra, no tumefazioni linfonodali patologiche

11 CASO CLINICO 1 T2 W assiale

12 CASO CLINICO 1 T1 W assiale post MDC

13 CASO CLINICO 1 T1 W sagittale post MDC

14 CASO CLINICO 1 T1 W sagittale post MDC

15 CASO CLINICO 1 Alla luce del quadro RMN si sottopone la paziente ad intervento chirurgico di isterectomia totalmente laparoscopica con annessiectomia bilaterale. Allintroduzione dellottica lutero, lannesso di destra e la sua tuba contraggono numerose aderenze con la parete addominale destra e con lintestino e la parete posteriore dellutero, si segnala presenza di tessuto ascessualizzato, organizzato a carico dellannesso di destra. Ovaio di sinistra nella norma con tuba convoluta e dilatata. Eseguito prelievo colturale di frammenti di tessuto peritonelae e pelvico per ricerca microbiologica.

16 CASO CLINICO 1 E.I.: quadro compatibile con ascesso tubo-ovarico dellannesso destro con flogosi dei tessuti periannessiali, annesso sinistro con cisti sierosa para- tubarica e tumore adenomatoide para- annessiale Esame colturale peritoneale negativo.

17 CASO CLINICO 2 Paziente di 38 anni, anamnesi patologica muta Anamnesi ostetrica: G0, P0, Pap-test annuali negativi, flussi regolari (R: g, D : 5 g, I: ipermenorrea), nega dismenorrea, paziente non desiderosa di prole Quadro noto di fibromatosi uterina con pregressa miomectomia laparotomica. Alleco TV di controllo presso il curante: miometrio ad ecostruttura disomogeneo sede di miomatosi a nodi multipli del diametro medio di circa 1,5 x 1,5 cm, ovaio destro prolassato nel Douglas ad ecostruttura regolare, ovaio sinistro in sede delle dimensioni di 3,7 x 1,9 cm al cui polo inferiore si reperta formazione accessoria a struttura ecografica simil-ovarica (fibroma ovarico?) delle dimensioni di 1,9 x 1,2 cm

18 CASO CLINICO 2 Richiesta dal curante valutazione RMN e prelievo ematico per marcatori neoplastici CEA=1,6 ng/mL, CA 125=18 U/mL, CA15.3= 12,7 U/mL RMN senza e con MDC: in sede annessiale sinistra si apprezza formazione di 3 x 1,8 cm ipointensa nelle sequenze T2 W, con caratteristiche di segnale disomogenee per la presenza di spot iperintensi nel suo contesto ed isointensa nelle T1 W. Dopo somministrazione di MDC mostra disomogeneo e vivace arricchimento contrastografico. Si sviluppa in apparente continuità con lutero lungo i presumibile decorso della tuba distinto dal tessuto ovarico situato anterioremnte e a monte. Reperto compatibile con formazione miomatosa a carattere benigno in corrispondenza del legamento largo.

19 CASO CLINICO 2 T2 W assiale

20 CASO CLINICO 2 T2 W coronale

21 CASO CLINICO 2 T1 W assiale post MDC

22 CASO CLINICO 2 Stante il quadro di flussi ipermenorroici e formazione annessiale sinistra si sottopone la paziente a miomectomia multipla (4 formazioni miomatose IM-SS di cui la maggiore di 4 cm di diametro) Allintroduzione dellottica…….

23 CASO CLINICO 2

24 AllISS diagnostica mancata visualizzazione dellostio tubarico sinistro. CONCLUSIONI: formazione annessiale sinistra compatibile con corno uterino accessorio

25 Grazie per lattenzione! Un ringraziamento particolare al Dott. La Fianza, alla Dott.ssa Babilonti e alla Dott.ssa Santamaria


Scaricare ppt "Imaging della pelvi femminile : attualità oncologica e colon proctologica Casi clinici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Clinica Ostetrica e Ginecologica."

Presentazioni simili


Annunci Google