La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Il lavoro attraverso il corpo: laboratorio espressivo psicopedagogico sui disturbi del comportamento alimentare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Il lavoro attraverso il corpo: laboratorio espressivo psicopedagogico sui disturbi del comportamento alimentare."— Transcript della presentazione:

1 1 Il lavoro attraverso il corpo: laboratorio espressivo psicopedagogico sui disturbi del comportamento alimentare

2 2 Contesto attuale: grande allarme sociale sui disturbi del comportamento alimentare grande allarme sociale sui disturbi del comportamento alimentare bombardamento massmediale sulla prevenzione – rischio di favorire un atteggiamento ossessivo nei confronti dellalimentazione o, peggio suggerire il sintomo bombardamento massmediale sulla prevenzione – rischio di favorire un atteggiamento ossessivo nei confronti dellalimentazione o, peggio suggerire il sintomo collettività intesa come massa : un fattore di rischio per patologie, come queste, che chiamano in causa processi di individuazione (studi condotti negli USA: le ragazze con DCA passano mediamente più tempo delle coetanee davanti alla TV) collettività intesa come massa : un fattore di rischio per patologie, come queste, che chiamano in causa processi di individuazione (studi condotti negli USA: le ragazze con DCA passano mediamente più tempo delle coetanee davanti alla TV) i vertici di osservazione dai quali è possibile guardare ai DCA sono numerosi i vertici di osservazione dai quali è possibile guardare ai DCA sono numerosi (approccio medico, psicologico, educativo, sociologico, politico…) occorre utilizzare metodologie che integrino contributi multidisciplinari occorre utilizzare metodologie che integrino contributi multidisciplinari (no colludere con le modalità di scissione tipiche di questa patologia) per la maggior parte degli autori, infatti, nel determinare i DCA concorrono: fattori individuali (modalità personali di approccio ai temi delladolescenza e della femminilità) fattori individuali (modalità personali di approccio ai temi delladolescenza e della femminilità) fattori socio-culturali e relazionali (modelli sociali e familiari tipici dei paesi industrializzati) fattori socio-culturali e relazionali (modelli sociali e familiari tipici dei paesi industrializzati) trasformazione tanto della ruolo della donna che di quello delladolescente nella famiglia e società contemporanea trasformazione tanto della ruolo della donna che di quello delladolescente nella famiglia e società contemporanea

3 3 Studi sullanoressia: a partire dal medioevo, ladesione un ideale di vita ascetico esprime il desiderio di autoaffermazione delle donna e le regala una visibilità altrimenti negata a partire dal medioevo, ladesione un ideale di vita ascetico esprime il desiderio di autoaffermazione delle donna e le regala una visibilità altrimenti negata (Bell, S. Vegetti Finzi) le anoressiche di oggi sono come le isteriche di Freud : usano il corpo come un teatro dove mettere in scena il dramma esistenziale del mancato riconoscimento delle loro esigenze, naturali e sociali (Riva) le anoressiche di oggi sono come le isteriche di Freud : usano il corpo come un teatro dove mettere in scena il dramma esistenziale del mancato riconoscimento delle loro esigenze, naturali e sociali (Riva) crisi di valori: il corpo non è più il tempio dellanima, perde la sua sacralità e si presta ad essere usato e manipolato in maniera violenta ed autoaggressiva crisi di valori: il corpo non è più il tempio dellanima, perde la sua sacralità e si presta ad essere usato e manipolato in maniera violenta ed autoaggressiva Gli studi sulla psicopatologia della famiglia dellanoressica (Mara Selvini Palazzoli e coll., orientamento sistemico ) mettono in evidenza i problemi nellarea della separazione – individuazione: modello femminile – materno fragile, svalutato modello femminile – materno fragile, svalutato non può tollerare la separazione non può tollerare la separazione modello virile – paterno fragile, deprivato modello virile – paterno fragile, deprivato utilizza la figlia come protesi narcisistica utilizza la figlia come protesi narcisistica il tutto viene interiorizzato un ideale dellio perfezionista ed ossessivo il tutto viene interiorizzato un ideale dellio perfezionista ed ossessivo

4 4 Con larrivo delladolescenza… La differenza sessuale introduce la dimensione della complementarietà e quindi dellincompletezza; in assenza di un sentimento interno di valore, il bisogno dellaltro per lappagamento del proprio desiderio costituisce una intollerabile minaccia narcisistica, in quanto riattiva vissuti di dipendenza e di passività infantili. Ladolescente può quindi innalzare un sistema rigido di difesa per padroneggiare la spinta pulsionale; lesigenza di sottomettere ad un ferreo controllo la funzione alimentare come condizione per poter sperimentare un senso di sicurezza e di integrità personale, denuncia la confusione tra sessualità (intrusiva, distruttiva) e oralità (divoratrice, cannibalica), propria di un assetto psichico dominato dallangoscia di annichilimento e pertanto incapace di elaborare rappresentazioni evolutive di sé e degli oggetti. La differenza sessuale introduce la dimensione della complementarietà e quindi dellincompletezza; in assenza di un sentimento interno di valore, il bisogno dellaltro per lappagamento del proprio desiderio costituisce una intollerabile minaccia narcisistica, in quanto riattiva vissuti di dipendenza e di passività infantili. Ladolescente può quindi innalzare un sistema rigido di difesa per padroneggiare la spinta pulsionale; lesigenza di sottomettere ad un ferreo controllo la funzione alimentare come condizione per poter sperimentare un senso di sicurezza e di integrità personale, denuncia la confusione tra sessualità (intrusiva, distruttiva) e oralità (divoratrice, cannibalica), propria di un assetto psichico dominato dallangoscia di annichilimento e pertanto incapace di elaborare rappresentazioni evolutive di sé e degli oggetti.

5 5 Il modello di presa in carico da parte dellequipe sui disturbi del comportamento alimentare dellIstituto Minotauro si propone di realizzare un intervento clinico integrato sulla crisi evolutiva un intervento clinico integrato sulla crisi evolutiva clinico in quanto intende farsi carico del dolore mentale del singolo adolescente e delle sue molteplici espressioni psichiche, relazionali, corporee clinico in quanto intende farsi carico del dolore mentale del singolo adolescente e delle sue molteplici espressioni psichiche, relazionali, corporee sulla crisi evolutiva in quanto ha obiettivi trasformativi sia per ciò che concerne il funzionamento mentale del soggetto che la qualità delle relazioni che intrattiene con gli adulti e coetanei del suo contesto di crescita: sulla crisi evolutiva in quanto ha obiettivi trasformativi sia per ciò che concerne il funzionamento mentale del soggetto che la qualità delle relazioni che intrattiene con gli adulti e coetanei del suo contesto di crescita: Regalare l'identità di malato mentale ad una ragazzina in crisi è un lusso che non possiamo concederle; se ne approfitterebbe e sarebbe uno dei tanti vizi che diamo ai ragazzi; è più educativo imporre una forte assunzione di responsabilità nei confronti di ciò che si è e si è fatto e non accampare folli pretesti che autorizzano a considerarsi degli irresponsabili. integrato in quanto messo in atto da una equipe multidisciplinare che, grazie al suo pensare collettivo, opera come un gruppo di lavoro (Bion) integrato in quanto messo in atto da una equipe multidisciplinare che, grazie al suo pensare collettivo, opera come un gruppo di lavoro (Bion) Laccoglimento della sofferenza delladolescente e dei suoi familiari da parte di unequipe composta da diversi terapeuti, ognuno dei quali conserva la propria autonomia ma collabora con gli altri condividendo obiettivi e decisioni, aiuta a districare e a metabolizzare dinamiche affettive spesso molto invischiate, e offre inoltre la possibilità di un sperimentare un modello di gruppalità che può essere fonte di identificazione positiva.

6 6 Lofferta terapeutica da parte dellequipe si articola in diversi interventi: La consultazione La consultazione I colloqui di sostegno al ruolo genitoriale I colloqui di sostegno al ruolo genitoriale I gruppi di codice per padri e madri I gruppi di codice per padri e madri Il laboratorio espressivo psicopedagogico Il laboratorio espressivo psicopedagogico

7 7 Obiettivi del laboratorio psicopedagogico Il laboratorio vuole offrire una risorsa a ragazze preadolescenti ed adolescenti che incontrano problemi nellarea del comportamento alimentare e/o dellimmagine corporea. Il laboratorio vuole offrire una risorsa a ragazze preadolescenti ed adolescenti che incontrano problemi nellarea del comportamento alimentare e/o dellimmagine corporea. Le ragazze con problemi alimentari esportano nellazione sintomatica nuclei conflittuali che non sono in grado di elaborare attraverso strategie di pensiero; per questo il laboratorio si avvale di materiali e di tecniche di produzione simbolica che privilegiano un approccio concreto, visibile e dotato di una sua oggettività, ai contenuti affrontati di volta in volta dal gruppo. Le ragazze con problemi alimentari esportano nellazione sintomatica nuclei conflittuali che non sono in grado di elaborare attraverso strategie di pensiero; per questo il laboratorio si avvale di materiali e di tecniche di produzione simbolica che privilegiano un approccio concreto, visibile e dotato di una sua oggettività, ai contenuti affrontati di volta in volta dal gruppo. Alcune delle pazienti più giovani hanno difficoltà ad elaborare il significato del loro comportamento affidandosi esclusivamente alla parola ed al colloquio psicologico. Collaborano di buon grado con la psicoterapeuta, ma fanno fatica a capire di cosa devono parlare; alcune di loro stentano a riconoscersi nel rispecchiamento che viene loro offerto. Alcune delle pazienti più giovani hanno difficoltà ad elaborare il significato del loro comportamento affidandosi esclusivamente alla parola ed al colloquio psicologico. Collaborano di buon grado con la psicoterapeuta, ma fanno fatica a capire di cosa devono parlare; alcune di loro stentano a riconoscersi nel rispecchiamento che viene loro offerto. Certe pazienti, inoltre, appaiono inibite o disorientate nel rapporto individuale con il terapeuta; esse tuttavia possono attivare risorse diverse nel gruppo, dove hanno come interlocutrici principali delle coetanee. Certe pazienti, inoltre, appaiono inibite o disorientate nel rapporto individuale con il terapeuta; esse tuttavia possono attivare risorse diverse nel gruppo, dove hanno come interlocutrici principali delle coetanee. Il gruppo è quindi funzionale a rompere lisolamento in cui molte di queste ragazze vivono e a creare uno spazio potenzialmente evolutivo in cui possano nascere o venire espressi bisogni e desideri specifici, legati alletà e alle fantasie, sogni o progetti relativi alla crescita. Il gruppo è quindi funzionale a rompere lisolamento in cui molte di queste ragazze vivono e a creare uno spazio potenzialmente evolutivo in cui possano nascere o venire espressi bisogni e desideri specifici, legati alletà e alle fantasie, sogni o progetti relativi alla crescita. Il gruppo dei pari età e lutilizzo di tecniche di animazione psicopedagogica per attivare il processo di simbolizzazione sono quindi i punti di forza del laboratorio, che viene proposto in affiancamento alla psicoterapia o ad altri eventuali supporti individuali o familiari. Il gruppo dei pari età e lutilizzo di tecniche di animazione psicopedagogica per attivare il processo di simbolizzazione sono quindi i punti di forza del laboratorio, che viene proposto in affiancamento alla psicoterapia o ad altri eventuali supporti individuali o familiari.

8 8 Composizione e struttura del laboratorio psicopedagogico Il laboratorio, per le sue caratteristiche specificatamente educative ed espressive e non psicoterapeutiche, si presta per una presa in carico precoce dei disturbi alimentari in particolare nel caso delle pazienti più giovani. Il laboratorio, per le sue caratteristiche specificatamente educative ed espressive e non psicoterapeutiche, si presta per una presa in carico precoce dei disturbi alimentari in particolare nel caso delle pazienti più giovani. Linvio avviene da parte dello psicoterapeuta che ha in cura la paziente, nei casi per i quali si ritiene utile integrare alla presa in carico individuale lapproccio offerto dal laboratorio. Linvio avviene da parte dello psicoterapeuta che ha in cura la paziente, nei casi per i quali si ritiene utile integrare alla presa in carico individuale lapproccio offerto dal laboratorio. Il numero delle componenti del gruppo può variare da un minimo di 3 a un massimo di 8 o 10 pazienti. Un numero minimo è necessario per assorbire eventuali differenze di età e per evitare che i temi del lavoro di gruppo si personalizzino troppo. Lintervento richiede la massima attenzione ad evitare leventualità che si strutturino dinamiche poco controllabili e pericolose (esibizione, emulazione, contagio dei sintomi, ecc.). Il numero delle componenti del gruppo può variare da un minimo di 3 a un massimo di 8 o 10 pazienti. Un numero minimo è necessario per assorbire eventuali differenze di età e per evitare che i temi del lavoro di gruppo si personalizzino troppo. Lintervento richiede la massima attenzione ad evitare leventualità che si strutturino dinamiche poco controllabili e pericolose (esibizione, emulazione, contagio dei sintomi, ecc.). Il gruppo si costituisce e si struttura in relazione al compito di volta in volta dato, cioè sulloggetto simbolico prodotto e non in rapporto alle relazioni tra i membri o con la conduttrice; la chiarezza della consegna e gli interventi finalizzati ad esplicitare e a collegare le associazioni delle ragazze al senso del tema in discussione, quindi al compito, contengono il gruppo entro i limiti dellintervento. Il gruppo si costituisce e si struttura in relazione al compito di volta in volta dato, cioè sulloggetto simbolico prodotto e non in rapporto alle relazioni tra i membri o con la conduttrice; la chiarezza della consegna e gli interventi finalizzati ad esplicitare e a collegare le associazioni delle ragazze al senso del tema in discussione, quindi al compito, contengono il gruppo entro i limiti dellintervento.

9 9 Metodologia La conduzione del gruppo è di tipo psicopedagogico ; si avvale di strumenti tratti dal lavoro educativo e formativo con gruppi di adolescenti in contesti naturali, scolastici ed extrascolastici, per la prevenzione del disagio adolescenziale e dei comportamenti a rischio. La conduzione del gruppo è di tipo psicopedagogico ; si avvale di strumenti tratti dal lavoro educativo e formativo con gruppi di adolescenti in contesti naturali, scolastici ed extrascolastici, per la prevenzione del disagio adolescenziale e dei comportamenti a rischio. Di volta in volta, a conduttrice introduce un tema, ed una attività per affrontarlo. Di volta in volta, a conduttrice introduce un tema, ed una attività per affrontarlo. Gli oggetti simbolici prodotti (storie, racconti, cartelloni, immagini, giochi di interazione…) vengono sottoposti successivamente allelaborazione collettiva. gli stimoli sono prodotti allinterno del gruppo e hanno una dimensione concreta, oggettiva; la dimensione del conflitto è introdotta e allo stesso tempo controllata attraverso la manipolazione dei materiali; gli stimoli sono prodotti allinterno del gruppo e hanno una dimensione concreta, oggettiva; la dimensione del conflitto è introdotta e allo stesso tempo controllata attraverso la manipolazione dei materiali; lanalisi del prodotto, e quindi lattribuzione del significato è in larga misura gestita dal gruppo stesso attraverso le capacità riflessive, di autorappresentazione e di analisi lanalisi del prodotto, e quindi lattribuzione del significato è in larga misura gestita dal gruppo stesso attraverso le capacità riflessive, di autorappresentazione e di analisi il potere interpretativo detenuto dal conduttore è ridimensionato ed incute meno soggezione ed ansia il potere interpretativo detenuto dal conduttore è ridimensionato ed incute meno soggezione ed ansia Lo scambio allinterno del gruppo favorisce lemergere di nuove rappresentazioni che possono aprire nuovi scenari rispetto alla visione soggettiva del conflitto. Lo scambio allinterno del gruppo favorisce lemergere di nuove rappresentazioni che possono aprire nuovi scenari rispetto alla visione soggettiva del conflitto. il gruppo offre spesso spontaneamente la possibilità di ricondurre il significato dei contenuti espressi a tematiche evolutive, sdrammatizzando e contenendo eventuali esasperazioni dei nuclei problematici; in questo senso, svolge la sua funzione fisiologica di difesa rispetto allangoscia il gruppo offre spesso spontaneamente la possibilità di ricondurre il significato dei contenuti espressi a tematiche evolutive, sdrammatizzando e contenendo eventuali esasperazioni dei nuclei problematici; in questo senso, svolge la sua funzione fisiologica di difesa rispetto allangoscia ciascuna delle componenti del gruppo può comunque avvalersi del supporto psicoterapeutico individuale come ulteriore spazio privato in cui elaborare gli affetti così mobilitati. ciascuna delle componenti del gruppo può comunque avvalersi del supporto psicoterapeutico individuale come ulteriore spazio privato in cui elaborare gli affetti così mobilitati.

10 10 Realizzazione I tema: lautoritratto simbolico I tema: lautoritratto simbolico II tema: calligramma o il corpo vuoto/ pieno II tema: calligramma o il corpo vuoto/ pieno III tema: infanzia, età adulta, adolescenza III tema: infanzia, età adulta, adolescenza IV tema: il futuro in attesa IV tema: il futuro in attesa

11 11 Le parole dei calligrammi SerenaGiuliaSilvia 1Silvia 2 SerenaGiuliaSilvia 1Silvia 2 fragileamoreambiziosaragazzi fragileamoreambiziosaragazzi indecisalibertàtestardaallegra indecisalibertàtestardaallegra problemadecisionicreativaamici problemadecisionicreativaamici testardaindecisapensierosaparenti testardaindecisapensierosaparenti pensierosafamiglialunaticadecisa pensierosafamiglialunaticadecisa amicianimaliallegradolce amicianimaliallegradolce animalisentimentidepressaparenti animalisentimentidepressaparenti allegraaiutiapertamatura allegraaiutiapertamatura tristeletturaeccentricasincera tristeletturaeccentricasincera ambiziosaarteaggressivavolonterosa ambiziosaarteaggressivavolonterosa depressacollaborazioneanimalitenace depressacollaborazioneanimalitenace modaordinemammonapuntuale modaordinemammonapuntuale artecavallomaturarispettosa artecavallomaturarispettosa ragioneviaggiareamiciforte ragioneviaggiareamiciforte ragazziAustraliarealisticadeterminata ragazziAustraliarealisticadeterminata libertàragazzobizzarraattiva libertàragazzobizzarraattiva amarecontrollobambinaimpegnata amarecontrollobambinaimpegnata parentipersonalitàproblematicaamici parentipersonalitàproblematicaamici confrontocontestatricegenitori confrontocontestatricegenitori collaborazionesinceraanimali collaborazionesinceraanimali studiofedegentile studiofedegentile biologiaconcretaestroversa biologiaconcretaestroversa educazioneritardatariasimpatica educazioneritardatariasimpatica parlarefragilepremurosa parlarefragilepremurosa comprensionefantasiosasport comprensionefantasiosasport selvaggiogelosalibera selvaggiogelosalibera dentivolonterosaviaggi dentivolonterosaviaggi capellipigra capellipigra scioltezzadubbiosa scioltezzadubbiosa anelliviaggi anelliviaggi razionalitàestroversa razionalitàestroversa fantasiaatletica fantasiaatletica sforzicambiamenti sforzicambiamenti luceindecisa luceindecisa sorrisorispettosa sorrisorispettosa crederelibera crederelibera sostenere sostenere forte forte equilibrio equilibrio gradatamente gradatamente volontà volontà crescere crescere streghe streghe magia magia occulto occulto draghi draghi essenziale essenziale

12 12 Analizzando le parole utilizzate per descriversi, si possono compiere alcune osservazioni di carattere quali-quantitativo: le parole utilizzate in totale sono 128 ; le parole utilizzate in totale sono 128 ; alcune parole sono ripetute 4 volte : amici, animali, libera; alcune parole sono ripetute 4 volte : amici, animali, libera; alcune sono ripetute 3 volte : allegra, indecisa, parenti, ragazzi, testarda, volontà– volonterosa, viaggi-viaggiare; alcune sono ripetute 3 volte : allegra, indecisa, parenti, ragazzi, testarda, volontà– volonterosa, viaggi-viaggiare; alcune sono ripetute 2 volte : ambiziosa, amore arte, collaborazione, decisa- decisioni, depressa, estroversa, fragile, forte, fantasiosa, matura, pensierosa, problemi-problematica, ragione-razionalità, rispettosa, sincera, testarda alcune sono ripetute 2 volte : ambiziosa, amore arte, collaborazione, decisa- decisioni, depressa, estroversa, fragile, forte, fantasiosa, matura, pensierosa, problemi-problematica, ragione-razionalità, rispettosa, sincera, testarda le parole che esprimono qualità negative sono 22 : aggressiva, bizzarra, contestatrice, depressa 2 volte, dubbiosa, fragile 2 v., gelosa, indecisa 3 v., lunatica, mammona, pensierosa 2 v., pigra, problematica 2 v., ritardataria, testarda 2 v. le parole che esprimono qualità negative sono 22 : aggressiva, bizzarra, contestatrice, depressa 2 volte, dubbiosa, fragile 2 v., gelosa, indecisa 3 v., lunatica, mammona, pensierosa 2 v., pigra, problematica 2 v., ritardataria, testarda 2 v.

13 13 Le parole del cartellone bambini problematicistudiano spensieratihanno voglia di andare a scuola dolcicercano di imitare i più grandi pestiferispesso falliscono testardidesiderano attirare lattenzione sensibilisi esprimono attraverso disegni gioiosinon hanno responsabilità piangonopretenziosi giocanoegocentrici comandano i più piccolifantasiosi prepotentiviziati urlano

14 14 Le parole del cartellone adulti colti colti preoccupati preoccupati nervosi nervosi hanno responsabilità e doveri hanno responsabilità e doveri lavorano lavorano crescono i figli crescono i figli sono realisti (forse anche troppo) sono realisti (forse anche troppo) obiettivi obiettivi indipendenti e liberi indipendenti e liberi disponibili disponibili fiduciosi fiduciosi accettano la realtà fanno sacrifici pensano al futuro pensierosi comprensivi severi lunatici consigliano hanno esperienza saggi (gli anziani) rigorosi indaffarati

15 15 Le parole del cartellone adolescenti svariati interessi svariati interessi preoccupati preoccupati superficiali superficiali pigri pigri attivi attivi irresponsabili irresponsabili responsabili responsabili possono uscire da soli possono uscire da soli studiano studiano lavorano lavorano hanno poca voglia di studiare hanno poca voglia di studiare hanno amici e ragazz-a/o hanno amici e ragazz-a/o hanno voglia di nuove esperienze hanno voglia di nuove esperienze motorino cellulare vestiti di marca si fanno influenzare dalla massa hanno più doveri sono selettivi hanno più pregiudizi rispondono sono impulsivi spensierati determinati più disponibili verso amici rispetto alla famiglia

16 Conclusioni

17 17 Il gruppo delle pari età è stato utilizzato allinterno del laboratorio nella sua funzione di strumento evolutivo elettivo, fisiologico e fase specifico delladolescenza. Si è trattato di un gruppo centrato sul compito, più che sulle relazioni tra i membri o con la conduttrice Lutilizzo di tecniche psicopedagogiche, la presenza di una attività da svolgere, la chiarezza delle consegne e gli interventi finalizzati ad esplicitare e a collegare le associazioni al tema in discussione, sono servite a contenere il gruppo entro questi limiti. il gruppo contribuisce a rompere lisolamento e il senso di solitudine della paziente anoressica il gruppo contribuisce a rompere lisolamento e il senso di solitudine della paziente anoressica rende possibile allargare la comunicazione al di là del cibo e della magrezza, permette di ritrovare le persone dietro letichetta di anoressiche rende possibile allargare la comunicazione al di là del cibo e della magrezza, permette di ritrovare le persone dietro letichetta di anoressiche le tecniche espressive da noi utilizzate permettono alladolescente di comunicare non verbalmente, di aprire una finestra sul proprio mondo emotivo in un contesto protetto le tecniche espressive da noi utilizzate permettono alladolescente di comunicare non verbalmente, di aprire una finestra sul proprio mondo emotivo in un contesto protetto Il gruppo viene pertanto utilizzato come spazio transizionale, nel senso voluto da Winnicott: spazio creativo e di gioco, ai confini tra il sé e il non sé, precondizione per la nascita del simbolo e per lelaborazione culturale.


Scaricare ppt "1 Il lavoro attraverso il corpo: laboratorio espressivo psicopedagogico sui disturbi del comportamento alimentare."

Presentazioni simili


Annunci Google