La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Medicina d Urgenza e P. Soccorso (Canale B) Prof. P.L. Malini Scopo del Corso : Proporre la metodologia di approccio allEmergenza (spesso estensione della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Medicina d Urgenza e P. Soccorso (Canale B) Prof. P.L. Malini Scopo del Corso : Proporre la metodologia di approccio allEmergenza (spesso estensione della."— Transcript della presentazione:

1 Medicina d Urgenza e P. Soccorso (Canale B) Prof. P.L. Malini Scopo del Corso : Proporre la metodologia di approccio allEmergenza (spesso estensione della patologia di base) Procedure obbligatorie ipotesi di diagnosi differenziale indagini di supporto diagnosi finale elementi di terapia Programma : Pubblicato in Guida e Guidaweb

2 Testi : Testi maggiori di Medicina Interna (Harrison, Cecil, Stein, Tierney….) Gli argomenti del Corso si ritrovano come tali (es. Sincope) oppure nella trattazione della patologia principale (es. Coma diabetico sarà contenuto in coda al Capitolo del Diabete Mellito) Indipendentemente da eventuali differenze nella classificazione nosografica, lelemento fondamentale resta la metodologia di approccio clinico. NON è necessario un testo di Medicina dUrgenza Lezioni : solo una traccia espositiva del ragionamento clinico

3 Esame : Colloquio separato per ogni insegnamento del Corso integrato Parte generalmente da sintomo, segno o dato biochimico rilevato alla presentazione del paziente. Lesame verte essenzialmente sulla diagnosi differenziale NON vengono richiesti argomenti interi Domanda del tipo :..quali elementi (anamnestici, obiettivi, laboratoristici) differenziano una sincope vaso-vagale da una crisi epilettica…?

4 Ricevimento : Lun – Ven ( o appuntamento ) Padiglione 22, studio al secondo piano (…trasferimento nel corso dellanno…)

5 Lezioni : 9, 16, 24*, 30 Ottobre 6, 13, 20, 27 Novembre Tutte le lezioni dalle 16 alle 17 (unica eccezione lunedì 6 Nov : dalle 15 alle 16) * = martedì

6 SINCOPE

7 Sospensione transitoria della coscienza, accompagnata da perdita del tono posturale, con recupero spontaneo, dovuta ad ischemia cerebrale generalizzata (svenimento) Max 10 Talora compare clono, rarissimi tono ed incontinenza. NON confusione mentale, cefalea o sonnolenza alla ripresa

8

9 Cause di Sincope Kapoor WN. N Engl J Med. 2000;343:1856

10 A) NEUROGENA B) CARDIOGENA SINCOPE : UNA CLASSIFICAZIONE PATOGENETICA

11 A1 - VASO-VAGALE Adulti giovani, aggravata da riduzione volume ematico o iperattività simpatica, digiuno, affaticamento, surriscaldamento ambiente, cattive condizioni fisiche. Generalmente in ortostatismo dopo dolore o sensazioni sgradevoli con segni premonitori (possibilmente preceduta da senso di testa vuota, debolezza, disturbi visus, tinnito, sudorazione, pallore) - reazione di difesa anomala con vasodilatazione splancnica e periferica (reazione di difesa – fight or flight - anomala con bradicardia) effetto vagale sul cuore non obbligatorio (vasomotoria solo)

12 Incidenza della sincope Soteriades ES et al. N Engl J Med. 2002;347:878 classi detà nuovi casi per 1000 per anno

13

14 Ipotensione ortostatica Riduzione della pressione arteriosa in ortostatismo o durante TILT-Test: >20 mmHg sistolica e/o >10 mmHg diastolica

15 Eziologia Ipotensione Ortostatica patologie con deficit del sistema nervoso autonomo senza interessamento del sistema nervoso autonomo

16 A2 - IPOTENSIONE ORTOSTATICA Alterato controllo riflesso Neuropatia diabetica / disautonomia primitiva Neuropatia alcoolica, amiloidosi, porfiria, Guillain-Barré, simpaticectomia chirurgica, Parkinson in Levodopa

17 Insufficienza autonomica secondaria botulismo, tetano, HIV mielite trasversa, lesioni spinali tumori cerebrali (III ventricolo e fossa posteriore) neuropatia uremica cirrosi deficit di B12 collagenopatie

18 Segni e Sintomi da Insufficienza del Sistema Nervoso Autonomo oltre allipotensione ortostatica disfagia stipsi impotenza alterazioni della sudorazione intolleranza al caldo anidrosi anisocoria

19 A2 - IPOTENSIONE ORTOSTATICA Alterato controllo riflesso Neuropatia diabetica / disautonomia primitiva Neuropatia alcoolica, amiloidosi, porfiria, Guillain-Barré, simpaticectomia chirurgica, Parkinson in Levodopa) Farmaci (diuretici, ACE-I : prima dose, inibitori simpatico, anti-Mao, anti-psicotici, triciclici, barbiturici, alcool) Vasodilatatori circolanti (carcinoide) Deplezione di volume (+/- disautonomia) (disidratazione – sudorazione, diarrea, sanguinamento, vomito, febbre / parate, varici/ farmaci)

20 Diagnosi Disidratazione/ ipovolemia diarreavomito ileostomia emorragieustioni diabete insipido Addison nefropatie tubul Eccessiva vasodilat. alcool calore farmaci Miocarditi pericardite costrittiva mixoma cardiaco stenosi aortica mastocitosi sistemica iperbradikininemia anoressia nervosa embolia polmonare SI Allora considerare: NO La frequenza cardiaca aumenta in ortostatismo o durante tilt-test?

21 A3 - RIFLESSA Tosse (BPCO), sollevatori di pesi (Valsalva) Minzione in prostatici, di solito (Valsalva + detensione della parete vescicale ?) Dolore : stimolazione vagale e del glossofaringe, coliche biliari, perforazioni (stimolazione nucleo motore dorsale del vago) Ipersensibilità seno carotideo

22 CARDIOGENA a) meccanica b) elettrica a1) ostruzioni fisse } a2) Ipertensione polmonare } con aumento richieste/vasodilatazione periferica a3) Shunt dx-sn } - mixoma atriale 8 sec. di ipoafflusso (indicativamente)

23 disfunzione sistolica (FE<40%) sindrome coronarica acuta displasia del ventricolo destro cardiomiopatia ipertrofica cardiomiopatie congenite tumori cardiaci stenosi aortica malattie del pericardio embolia polmonare dissezione aortica Cause specifiche di sincope cardiogena meccanica

24 CARDIOGENA a) meccanica b) elettrica a1) ostruzioni fisse } a2) Ipertensione polmonare } con aumento richieste/vasodilatazione periferica a3) Shunt dx-sn } - mixoma atriale 8 sec. di ipoafflusso (indicativamente) b1) Bradiaritmie (blocco AV di alto grado- MAS -) – malfunzione pace-maker. Farmaci b2) Bradiaritmie vago mediate (neoplasie, diverticoli esofagei, irritazione peritoneo o pleura. Nevralgia vagale /glossofaringea). b3) Tachiaritmie (qualunque fuori soglia massima di FC). QT lungo (Romano-Ward, Jervell-Lange-Nielsen). Farmaci

25 DIAGNOSI DIFFERENZIALE CON : SINDROME DA IPERVENTILAZIONE : ansia, parestesie (distali, periorali) in iperpnea IPOGLICEMIA : anamnesi, stimolazione simpatico, lenta insorgenza, lenta scomparsa DROP-ATTACK : insuff. arteria basilare con ischemia della formazione reticolare regolatrice di tono e postura. NON chiara perdita di coscienza, recupero immediato ISTERIA : mancano pallore e sudorazione. Teatralità e resistenza al risveglio EPILESSIA : incontinenza, morso. Quadro psichico pre-, durante, post- : aura, dreamy state, allucinazioni, dejà vu. Seguita da stato confusionale

26 Domande da porsi in caso di sincope (metodo) E una sincope ? (vedi definizione ed evoluzione) In quali circostanze ? Anagrafe Anamnesi Se vista direttamente : frequenza cardiaca ? idratazione ?

27 Domande da porsi sulla sincope (metodo) – 2 F.C. al tilt test ? ECG ? Rx-torace ?

28 Sincope Perdita di coscienza transitoria Crisi epilettiche TIA Ictus isteria Coma metabolico

29 Test per la diagnosi di deficit del sistema nervoso autonomo Dosaggio catecolamine plasmatiche Manovra di Valsalva Dosaggio ADH Iperventilazione forzata Cold Pressor Test Handgrip Test Infusione atropina Infusione noradrenalina

30 Insufficienza autonomica

31 Insufficienza autonomica primitiva

32 Terapia dellipotensione ortostatica Misure non farmacologiche Midodrina (2,5-10 mg tre volte die) Fludrocortisone (da 0,1 mg a crescere) Octreotide (25-50 g prima dei pasti) Eritropoietina (25 UI/kg tre volte alla settimana) FANS? bloccanti? Analoghi della vasopressina (desmopressina 0,1-0,4 mg)

33 CLASSIFICAZIONE delle PERDITE di COSCIENZA SINCOPE Neuromediata Ortostatica Aritmica Cardiopolmonare Da furto NON SINCOPE Deterioramento/PDC Disturbi metabolici Epilessia Intossicazioni Coscienza conservata Cataplessia Drop attacks Disturbi di somatizzazione TIA vertebro-basilare

34 CAUSE DI SINCOPE Neuromediata Vasovagale Senocarotidea Situazionale Nevralgia trigeminale/glossofaringea Ortostatica Aritmica Cardiopolmonare Da furto

35 vaso-vagale Dal sistema nervoso centrale situazionale Dai recettori situati nel torace e nelladdome seno-carotidea Dai barocettori del seno-carotideo SINCOPE NEUROMEDIATA Origine del riflesso che induce bradicardia e vasodilatazione

36 Ipotensione da farmaci Metildopa Reserpina Clonidina Barbiturici Anestetici Amfetamine Imipramina Fenotiazine Levodopa Vincristina ACE inibitori (prima dose) Nitrati Calcio antagonisti Bloccanti canale del potassio bloccanti


Scaricare ppt "Medicina d Urgenza e P. Soccorso (Canale B) Prof. P.L. Malini Scopo del Corso : Proporre la metodologia di approccio allEmergenza (spesso estensione della."

Presentazioni simili


Annunci Google