La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INNOVAZIONE: LIMPORTANZA DI FARLA E DI COMUNICARLA | Pavia, 25 Ottobre 2006 | | Comunicazione Interculturale e multimediale | | Università degli Studi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INNOVAZIONE: LIMPORTANZA DI FARLA E DI COMUNICARLA | Pavia, 25 Ottobre 2006 | | Comunicazione Interculturale e multimediale | | Università degli Studi."— Transcript della presentazione:

1 INNOVAZIONE: LIMPORTANZA DI FARLA E DI COMUNICARLA | Pavia, 25 Ottobre 2006 | | Comunicazione Interculturale e multimediale | | Università degli Studi di Pavia | | Relatore & Correlatore | | Chiar. mo Prof. Maurizio E. Maccarini | | Chiar. mo Prof. Luisa Rosti | | Tesi di laurea di | | Michela Lotito |

2 | Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla || Pavia, 25 Ottobre 2006 | Lampiezza del tema e il breve spazio per lesposizione consigliano di sviluppare in modo prioritario due tematiche e di organizzare il lavoro in altrettante parti: PRIMA PARTE SECONDA PARTE quadro generale della situazione italiana a confronto con quella europea trasposizione dei dati a due casi concreti Struttura

3 1 a parte | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla |

4 | Pavia, 25 Ottobre 2006 | I fatti Italia Vs Europa Alberto Quadrio Curzio Marco Fortis | indicatori degli investimenti | peggior posizionamento | performance | seguita solo da Grecia e Portogallo | LItalia è altamente innovatrice | presenza dominante di piccole e medie imprese in una misura che non trova eguali negli altri paesi avanzati Alberto Quadrio Curzio Noi, l'Economia e L'Europa Bologna, il Mulino, | Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla | Marco Fortis Le due sfide del made in Italy: globalizzazione e innovazione. Il Mulino, Fondazione Edison, 2005.

5 | Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla || Pavia, 25 Ottobre 2006 | Ipotesi sulle linee strategiche di A. Quadrio Curzio Università enti di ricerca distretti pilastri selezione e meccanismi premianti; avvicinare di più gli stessi alla ricerca tecnologica, alla brevettazione e quindi alle imprese; far emergere la loro capacità innovativa informale attraverso collaborazioni selettive con Università e Enti ; puntare con la R&S.

6 La diffusione delle innovazioni Everett Rogers Rogers E.M., Diffusion of Innovations, III ed., The Free Press, New York, INNOVATORI PIONIERI MAGG. ANTICIPATRICE MAGG. RITARDATARIA RITARDATARI la prima parte ascendente della curva è considerata una conferma del concetto di curva del ciclo di vita del prodotto. obsolescenza = presenta una curva spesso incompleta; | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla |

7 I canali di comunicazione | la comunicazione personale | | la comunicazione attraverso i media | 2 TIPOLOGIE il potere di persuadere è molto debole rispetto a quello che caratterizza la comunicazione personale | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla |

8 Modelli alternativi a Rogers G. MooreTeoria dello iato; L. Rosenkopf e E. Abrahmson Teoria della bandwagon pressure; L. Marchegiani e C. Muzzi Interazione tra le innovazioni; F. DavisTechnology Acceptance Model; T.W. ValenteModelli reticolari. | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla |

9 difficoltoso a causa di una costante accelerazione dei ritmi dellinnovazione che porta alla nascita del fenomeno dellobsolescenza Conclusioni 1 a parte Punto di vista aziendale necessità di migliorare il livello di soddisfazione che i consumatori possono ottenere dai nuovi prodotti | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla |

10 2 a parte | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla |

11 Il caso Unilever | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla | La prima innovazionela tecnologia; La seconda innovazionela comunicazione; vantaggisvantaggi ottimizzare la tracciabilità problematiche tecniche e logistiche il logointernet

12 | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla | Il marchio Buoni come fatti in casa Rimanendo fedele a questi importanti principi, 4salti in padella Findus dà ogni giorno il massimo della bontà, dallo studio della ricetta "fatta in casa" fino al prodotto fumante sul piatto.

13 | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla | Il risultato raggiunto Il premio come Best Innovator A.T. Kearney Tra le principali società di consulenza direzionale. Presente in tutto il mondo con oltre 60 uffici in 35 paesi, in mercati consolidati come in quelli emergenti, A.T. Kearney offre servizi di consulenza strategica, operativa, organizzativa e tecnologica oltre alla ricerca di executive per le principali aziende di tutto il mondo. ha conferito il premio a Unilever per i seguenti meriti: soddisfare le necessità (espresse o latenti) dei clienti; coinvolgere profondamente linsieme delle attività aziendali; l impatto economico su uno specifico mercato; la creatività e le buone idee lungo lintera catena del valore.

14 | Pavia, 25 Ottobre 2006 || Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla | Il caso La prima innovazione la cottura sottovuoto; La seconda innovazionelapproccio al cliente; La terza innovazionelofferta; La quarta innovazionela personalizzazione.

15 Il risultato raggiunto Laffermazione sul mercato Il consumatore sta premiando lazienda con la sua graduale affermazione sul mercato per i seguenti meriti: tradizione di gusti e sapori; qualità di una cucina buona come quella della nonna; tecnologia per una maggiore sicurezza; riservatezza in particolar modo per coloro che offrono il prodotto So.vìte nei locali pubblici. | Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla || Pavia, 25 Ottobre 2006 |

16 | Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla | Unilever Vs So.vìte Unilever UnileverSo.vìte Multinazionale americanaImpresa familiare Prodotti uguali in tutto il mondo Ufficio comunicazioni operativo solo per il mk aziendale Rapporto con il cliente nullo Campagne pubblicitarie indirizzate all andamento del mercato Prodotti personalizzati in base alle esigenze del consumatore Interazione continua tra azienda e cliente Il cliente è il vero protagonista Sito internet non a carattere promozionale Vince il faccia a faccia

17 Conclusioni 2 a parte | Innovazione: limportanza di farla e di comunicarla || Pavia, 25 Ottobre 2006 | Nonostante le innumerevoli diversità evidenziate nel corso della trattazione emergono elementi comuni tra i casi esposti: | ruolo chiave giocato dallinnovazione | necessario a Unilever per confermarsi sul mercato utile a So.vìte per affermarsi sul mercato | la comunicazione | difficoltosa per Unilever vista lampia fetta di mercato coinvolta ostacolo alla riservatezza del cliente e conseguentemente allo sviluppo di So.vìte


Scaricare ppt "INNOVAZIONE: LIMPORTANZA DI FARLA E DI COMUNICARLA | Pavia, 25 Ottobre 2006 | | Comunicazione Interculturale e multimediale | | Università degli Studi."

Presentazioni simili


Annunci Google