La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga.

Copie: 1
FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga."— Transcript della presentazione:

1 FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

2 Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni di lotta e fugaReazioni connesse alla digestione

3 La reazione di lotta e fuga Quello che succede ad un animale che deve combattere per la sopravvivenza 1- aumento dellossigenazione dei muscoli aumento gettata cardiaca (frequenza e forza di contrazione, p.a.) aumento pervietà bronchi (broncodilatazione, inibizione secrezioni) vasodilatazione nel territorio muscolare 2- aumento della forza di contrazione 3- aumento dellapporto di substrati energetici (glicogenolisi, lipolisi) 4- riduzione perdite di sangue da ferite: vasocostrizione cutanea 5- aumento aggressività e reattività 6- midirasi (combattimenti notturni e visione da lontano) 7- piloerezione

4 Il sistema ortosimpatico è parte di un sistema neuro- endocrino dedicato alle risposte allo stress

5 REGOLA GENERALE 1 Il sistema nervoso (orto)-simpatico è costituito da neuroni che liberano catecolamine Le principali catecolamine a funzione di neurotrasmettitore sono: Adrenalina (epinephrine) Nor-Adrenalina (nor-epinephrine) Dopamina

6 La sintesi delle catecolamine avviene a partire dallaminoacido tirosina

7 Il ciclo delle catecolamine Sintesi – accumulo in vescicole (anfetamine) – rilascio – reuptake (cocaina)

8 Le catecolamine rilasciate sono riprese (reuptake) dallo stesso terminale nervoso. Il processo è bloccato dalla cocaina

9 REGOLA GENERALE 2 Le risposte indotte dai neuroni dellorto-simpatico sono dovute allattivazione di recettori per le catecolamine presenti sulle cellule effettrici Vi sono diversi recettori per le catecolamine

10 I recettori per ladrenalina sono GPCR che producono II messaggeri

11 I secondi messaggeri rappresentano un sistema di amplificazione del messaggio del neurotrasmettitore

12 Farmaci attivi sui recettori adrenergici

13 PREMESSE DA RICORDARE I farmaci attivi sui recettori adrenergici sono importanti modulatori delle funzioni cardio-circolatorie e respiratorie E importante ricordare che in quasi tutte le condizioni mediche è utile deprimere le funzioni cardio-circolatorie: importanza dei farmaci antagonisti La funzione sotto controllo adrenergico che è utile potenziare è quella broncodilatatoria: importanza dei farmaci beta- agonisti Dati i ruoli contrapposti che sono richiesti ai farmaci attivi sui recettori adrenergici, la specificità recettoriale è un requisito importante

14 I recettori per le catecolamine In base alle risposte ai farmaci, alla distribuzione nei tessuti e alle caratteristiche di struttura, i recettori per le catecolamine si distinguono in Recettori alfa Recettori beta

15 I recettori adrenergici alfa Recettori alfa1: attivano PLC e quindi fanno aumentare la concentrazione intracellulare di Ca (contrazione) Recettori alfa2: inibiscono produzione cAMP Da ricordare: i recettori alfa sono responsabili della vasocostrizione indotta dalle catecolamine in diversi tessuti

16 I recettori adrenergici beta Recettori beta 1, beta 2 e beta 3 Tutti stimolano la produzione di cAMP che fa rilassare le cellule muscolari lisce Distribuzione I recettori beta del cuore sono solo beta 1 I recettori beta dei bronchi sono beta2 I recettori beta degli adipociti sono beta3

17 Effetti opposti dei recettori alfa e beta sulla contrazione delle cellule muscolari lisce I recettori alfa fanno aumentare la concentrazione intracellulare di Ca++: CONTRAZIONE I recettori beta fanno aumentare la concentrazione intracellulare di cAMP: RILASSAMENTO

18 Sui muscoli striati (scheletrico e cardiaco) laumento di cAMP provoca maggiore influsso di Ca++ attraverso i canali al ca-volt- dipendenti e quindi potenzia la contrazione Lattivazione dei recettori beta del cuore provoca effetti inotropo e cronotropo positivi

19 Farmaci attivi sui recettori adrenergici Simpatico-mimetici diretti Simpatico mimetici indiretti (non sono agonisti recettoriali) Agonisti non selettivi Agonisti beta 2 Antagonisti alfa Antagonisti beta 1 (beta-bloccanti)

20 Farmaci attivi sui recettori adrenergici di interesse per il doping Solo i farmaci attivi sui recettori beta sono di interesse per lo sport I farmaci agonisti beta sono interessanti per gli effetti broncodilatatore e ino/crono- tropo I farmaci antagonisti sono interessanti perché riducono i tremori

21 Farmaci che aumentano la performance Beta-2 agonisti –Impiegati in clinica per il trattamento dellasma –Isoproterenolo, epinefrina, norepinefrina –Salbutamolo, terbutalina, salmeterolo –Amine simpaticomimetiche, proprietà anaboliche e facilitanti lapporto dossigeno –Ha suscitato perplessità lelevato numero di atleti (soprattutto di endurance) che segnalano luso terapeutico di beta-2-agonisti (607 atleti alle Olimpiadi di Sydney 2000 –Reazioni avverse: tachicardia, aritmie cardiache, cefalea, tremori, agitazione

22 Vasi sanguigni ß-1, ß-2DilatazioneContrazione Cuoreß-1Effetto inotropo e cronotropo positivo Eff. inotropo e cronotropo negativo Muscolatura scheletrica ß-1, ß-2Tremori massa muscolare e velocità di contr. muscolare Diminuzione tremori Bronchiß-2DilatazioneContrazione Tessuto Recettore Stimolazione Inibizione Alcune localizzazioni dei recettori beta adrenergici ed effetti in seguito a stimolazione e inibizione

23 I motivi per cui i farmaci beta-agonisti sono considerati doping sono molteplici e tutti legati alleffetto che ricorda la stimolazione del sistema nervoso vegetativo simpatico: 1- aumento delle prestazioni cardiache 2- aumento del calibro bronchiale 3- aumento della vascolarizzazione del tessuto muscolare 4- effetti metabolici che favoriscono la produzione di substrati energetici muscolari 5- aumento della forza di contrazione muscolare

24 Clenbuterolo –Lunga durata dazione. Rispetto agli altri β 2 agonisti presenta una maggiore attività anabolizzante (forse per la diversa cinetica). Leffetto diminuisce dopo 8-10 gg per la down-regulation dei recettori β 2. Pertanto viene assunto con uno schema di tipo ciclico. Nei periodi di wash-out possono presentaris sintomi di astinenza per la diminuzione degli effetti stimolanti il SNC. Le dosi come doping sono generalmente 4-5 volte superiori a quelle terapeutiche (20-40 mcg/die). Le rezioni avverse sono quelle tipiche dei β 2 agonisti Un beta-2 agonista particolare

25 Beta bloccanti Antagonisti dei recettori beta per le catecolamine

26

27 Beta-bloccanti, soprattutto β-1 selettivi: atenololo, bisoprololo, metoprololo, nebivololo –Azione bradicardizzante, anti-tremore, effetto ansiolitico –Usati negli sport in cui è importante una buona coordinazione posturale: tiro con l'arco, tiro al piattello, bowling, bob, trampolino, tuffi, nuoto sincronizzato, pentathlon, ecc. –Effetti negativi sulla resistenza fisica Farmaci utilizzati in certe discipline

28 Usi clinici dei BLOCCANTI Ipertensione Angina pectoris Infarto del miocardio Aritmie Scompenso cardiaco Profilassi dellemicrania

29 Reazioni avverse dei BLOCCANTI Broncospasmo (controindicati negli asmatici) Ipoglicemia Crampi Aritmie, insufficienza cardiaca Insonnia, incubi Depressione, diminuzione libido Disturbi gastro-intestinali Cefalea, vertigini, diplopia

30 Uso dei farmaci beta-bloccanti Ipertensione

31 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE DEI -BLOCCANTI Non selettivi Propranololo Nadololo Timololo Pindololo Labetololo ( 1-antag) 1-selettivi Metoprololo Atenololo Esmololo Acebutolo

32 -BLOCCANTI Effetti non desiderati Riduzione del flusso renale Asma Blocco AV Controindicazioni Asma Insuffic cardiaca congestizia Anomalie AV o SA Diabete insulino-dipendente Tossicità: sindrome da astinenza


Scaricare ppt "FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga."

Presentazioni simili


Annunci Google