La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

10° international sumposium Heart Failure &Co female doctors speaking on female diseases Milano 9-10 aprile 2010 Thrombosis and coagulation: the Gender.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "10° international sumposium Heart Failure &Co female doctors speaking on female diseases Milano 9-10 aprile 2010 Thrombosis and coagulation: the Gender."— Transcript della presentazione:

1 10° international sumposium Heart Failure &Co female doctors speaking on female diseases Milano 9-10 aprile 2010 Thrombosis and coagulation: the Gender Risk Trombosi e coagulazione: il Rischio di Genere Lidia L.Rota Centro Trombosi Istituto clinico Humanitas IRCCS Milano Rozzano

2 Thrombosis Phenotype in Women Less anatomical obstructive CAD Less anatomical obstructive CAD Relatively preserved left ventricular function Relatively preserved left ventricular function Higher rates of myocardial ischemia and mortality Higher rates of myocardial ischemia and mortality More frequent diagnoses of angina and hospitalizations More frequent diagnoses of angina and hospitalizations Higher periprocedural mortality and morbidity Higher periprocedural mortality and morbidity Jacobs AK. J Am Coll Cardiol 2006;47:63S-5S

3 Biological Basis for gender Differences in Predisposition to Thrombosis Important differences in the age of presentation of cardiovascular disease exist between men and women, which may, in part, reflect underlying differences in propensity to thrombosis Important differences in the age of presentation of cardiovascular disease exist between men and women, which may, in part, reflect underlying differences in propensity to thrombosis Sex hormones alter procoagulant protein levels, platelet function, and the vessel wall in a manner that may translate into gender- based differences in thrombosis Sex hormones alter procoagulant protein levels, platelet function, and the vessel wall in a manner that may translate into gender- based differences in thrombosis Bailey AL, et al. Arterioscler Thromb Vasc Biol 2009;29:284-8

4 Gender differences in the risk of stroke and peripheral embolism in AF: the ATRIA study RR = 1.6 ( ) RR = 1.6 ( ) RR = 1.8 ( ) Annual Thromboembolism Rate (%) Fang MC, et al. Circulation 2005;112:

5 AF in Women Female athrium has different structure Female athrium has different structure Women have different endothelial dysfunction ( Physiol Behav 2009, May 25) Women have different endothelial dysfunction ( Physiol Behav 2009, May 25) Women have different markers of platelets activation Women have different markers of platelets activation Women show higher levels of vWF Women show higher levels of vWF

6 Annual incidence of VTE Silverstein MD, et al. Arch Intern Med 1998;158: Oral Contraceptives Pregnancy Oral Contraceptives Pregnancy

7 Malattie da Trombosi: di che cosa stiamo parlando? Nel sistema venoso Nel sistema venoso –Trombosi venosa profonda con o senza embolia polmonare: TEV Nel sistema arterioso Nel sistema arterioso –Stroke –Infarto –Aterotrombosi

8 Partendo dai fatti…. Il genere femminile è un fattore di rischio indipendente per stroke e tromboembolia in AF Il genere femminile è un fattore di rischio indipendente per stroke e tromboembolia in AF Deirdre A. Lane; Gregory Y. H. Lip City Hospital, Birmingham, UK Le donne che non assumono anticoagulanti orali hanno rischio più elevato rispetto a uomini nella medesima condizione Le donne che non assumono anticoagulanti orali hanno rischio più elevato rispetto a uomini nella medesima condizione Le donne in TAO con PT INR range stabile ed adeguato hanno vantaggio aumentato rispetto alluomo Le donne in TAO con PT INR range stabile ed adeguato hanno vantaggio aumentato rispetto alluomo

9 Partendo dai fatti …. OMS e ISS L OMS ha inserito la medicina di genere nellEQUITY ACT L OMS ha inserito la medicina di genere nellEQUITY ACT Le malattie cardiovascolari sono in discesa negli uomini e in aumento nelle donne Le malattie cardiovascolari sono in discesa negli uomini e in aumento nelle donne Le placche aterosclerotiche nella donna tendono ad erodersi, nelluomo scoppiano. Le placche aterosclerotiche nella donna tendono ad erodersi, nelluomo scoppiano. Diabete e fumo sono prevalenti nelle donne Diabete e fumo sono prevalenti nelle donne Nelle donne sono più frequenti: malattie autoimmuni, depressione, bulimia, anoressia, emicrania, colon irritabile Nelle donne sono più frequenti: malattie autoimmuni, depressione, bulimia, anoressia, emicrania, colon irritabile Basse dosi di aspirina prevengono linfarto nelluomo ma non nella donna? ( ISS - maggio 2007) Basse dosi di aspirina prevengono linfarto nelluomo ma non nella donna? ( ISS - maggio 2007)

10 Passando per i numeri …. Le malattie cardiovascolari da trombosi sono la prima causa di morte e disabilità Le malattie cardiovascolari da trombosi sono la prima causa di morte e disabilità Sono destinate ad aumentare anche nei Paesi in via di sviluppo per cambio abitudini con aumento fumo e obesità e soprattutto nella popolazione economicamente attiva Sono destinate ad aumentare anche nei Paesi in via di sviluppo per cambio abitudini con aumento fumo e obesità e soprattutto nella popolazione economicamente attiva

11 .. e per le dimenticanze …. United Nations Millenium Development Goals: ridurre la mortalità infantile e materna, prevenire la diffusione di AIDS, malaria e altre malattie infettive….. Si sono dimenticati della prima causa di morte? Valentin Fuster, Circulation 2007

12 Precisiamo: Sesso o Genere? definizione OMS Sesso: classificazione di maschio o femmina in relazione alle funzioni riproduttive, si basa sulle caratteristiche biologiche che definiscono uomo o donna Sesso: classificazione di maschio o femmina in relazione alle funzioni riproduttive, si basa sulle caratteristiche biologiche che definiscono uomo o donna Genere : comprende comportamenti, attività e attributi che una società considera specifici per luomo e per la donna, e il modo di vedersi come maschio o femmina anche in relazione al proprio ruolo sociale Genere : comprende comportamenti, attività e attributi che una società considera specifici per luomo e per la donna, e il modo di vedersi come maschio o femmina anche in relazione al proprio ruolo sociale

13 Infiammazione ed Emostasi Linfiammazione, di qualunque natura sia e dovunque risieda, altera i meccanismi dellemostasi e predispone alla formazione di trombi lo stato di ipercoagulabilità aumenta lo stato infiammatorio cè una componente infiammatoria nelle malattie cardiovascolari?

14 Di che cosa dobbiamo tener conto? Endotelio: se integro, non innesca trombosi Endotelio: se integro, non innesca trombosi Numero e della reattività delle piastrine:circolano in quiete Numero e della reattività delle piastrine:circolano in quiete Equilibrio fra fattori pro e anticoagulanti Equilibrio fra fattori pro e anticoagulanti Integrità del sistema della fibrinolisi: scioglie i coaguli impropri Integrità del sistema della fibrinolisi: scioglie i coaguli impropri Il sistema endotelio/emostasi subisce sbilanciamenti ad opera di traumi, variazioni nella qualità del flusso, infiammazione, ormoni, fumo, diabete

15 Due esempi... Malattie infiammatorie intestinali (colite ulcerosa e morbo di Crohn) si associano a ipercoagulabilità e ad aumento di malattie da Trombosi: nelle donne la dimensione delle piastrine, la loro distribuzione, il tempo di protrombina e i livelli di fibrinogeno sono significativamente associati con attività di malattia ed eventi tromboembolici Thrrombosis Research 2009, Jun Shen et al Le statine riducono gli eventi vascolari grazie alla loro attività antiinfiammatoria ?

16 Genere femminile: Quali differenze? Anatomia? Anatomia? Genetica? Genetica? Ormoni? Ormoni? Bilancia dellemostasi? Bilancia dellemostasi? Bilancia ossidanti/antiossidanti? Bilancia ossidanti/antiossidanti? Lendotelio femminile è meno reattivo sotto stress rispetto al maschile? Lendotelio femminile è meno reattivo sotto stress rispetto al maschile? Physiol Behav 2009, May 25) Physiol Behav 2009, May 25) Fattori di rischio associati? Quasi tutti i fattori di rischio sono presenti nei due sessi, anche se con differenze sottili per ipertensione, diabete, quadro lipidico, attività fisica, condizioni psicosociali Fattori di rischio associati? Quasi tutti i fattori di rischio sono presenti nei due sessi, anche se con differenze sottili per ipertensione, diabete, quadro lipidico, attività fisica, condizioni psicosociali

17 Lemostasi: un sistema complesso Lendotelio è leso, le piastrine aderiscono, il fattore tissutale TF viene esposto e si lega al fattore VII: la coppia attiva il fattore IX e il X, il X attiva il V,insieme accendono la protrombina che genera piccole quantità di trombina la trombina non riesce a generare il trombo, ma infiamma le piastrine, che rovesciano nella circolazione il contenuto dei granuli, secernendo fattore V che si lega al X e facilita la produzione di trombina che trasforma il fibrinogeno in fibrina, mentre attiva il fattore VIII che si lega al IX Ogni fase del processo è governata dagli anticoagulanti, attivati dai procoagulanti stessi (Blood Reviews Ajan) ….. lemostasi è molto complicata …..

18 Modelli matematici e sperimentali hanno dimostrato che la coagulazione è un sistema con un equilibrio molto delicato, nel quale alterazioni anche piccole e nel range di normalità,come modesti aumenti dei procoagulanti e/o modesti cali degli anticoagulanti possono causare importante generazione di trombina, e quindi innescare la trombosi: gli ormoni provocano alterazioni relativamente piccole, pur nei range considerati normali, che possono avere un impatto sul rischio di trombosi Modelli matematici e sperimentali hanno dimostrato che la coagulazione è un sistema con un equilibrio molto delicato, nel quale alterazioni anche piccole e nel range di normalità,come modesti aumenti dei procoagulanti e/o modesti cali degli anticoagulanti possono causare importante generazione di trombina, e quindi innescare la trombosi: gli ormoni provocano alterazioni relativamente piccole, pur nei range considerati normali, che possono avere un impatto sul rischio di trombosi Per Morten Sandset- Thrombosis Research 2009

19 imputati Età Età Ormoni: contraccettivi, HRT, gravidanza Ormoni: contraccettivi, HRT, gravidanza Famigliarità Famigliarità Precedenti Precedenti

20 Imputato: età Non ci sono dati certi sul rischio assoluto Non ci sono dati certi sul rischio assoluto Il rischio aumenta con letà >45 (anderson, Nordstrom, Naess) Il rischio aumenta con letà >45 (anderson, Nordstrom, Naess) Il rischio relativo deve tener conto del rischio di base individuale: anche questo varia con letà! Il rischio relativo deve tener conto del rischio di base individuale: anche questo varia con letà!

21 Imputati: ormoni! (WHO 2004) (WHO 2004) I contraccettivi orali aumentano il rischio di TEV: x 3- 6 rispetto a no contraccettivi (WHO): estrogeni! I contraccettivi orali aumentano il rischio di TEV: x 3- 6 rispetto a no contraccettivi (WHO): estrogeni! Rischio + elevato nel primo anno: ma rischio aumentato per tutto il periodo di utilizzo Rischio + elevato nel primo anno: ma rischio aumentato per tutto il periodo di utilizzo Contraccettivi con estrogeni < 30 mmg: rischio non ancora definito Contraccettivi con estrogeni < 30 mmg: rischio non ancora definito Contraccettivi di terza generazione che contengono progesterone (desogestrel e gestodene) rischio x2 rispetto a OC di seconda generazione ( Kemmeren JM ) Contraccettivi di terza generazione che contengono progesterone (desogestrel e gestodene) rischio x2 rispetto a OC di seconda generazione ( Kemmeren JM ) La differenza nel rischio è reale e dipende da effetti sul sistema dellemostasi (Rosing, Middeldorp,Tans)

22 OC : quale trombosi? Segnalati episodi di TEV subito dopo lintroduzione nei primi anni 60 –Trombosi venosa profonda –Embolia polmonare –Stroke ischemico o emorragico –Infarto del miocardio

23 Ormoni: farne a meno? Dato il numero di donne che utilizzano ormoni anche un piccolo aumento del rischio diventa rilevante, ma deve essere messo in rapporto con i benefici in termini di gravidanze indesiderate evitate

24 Estrogeni e sistema cardiovascolare Aumentano la vasodilatazione Aumentano la vasodilatazione Rilasciamento della muscolatura liscia Rilasciamento della muscolatura liscia Aumentata espressione di prostacyclin synthase and NO synthase Aumentata espressione di prostacyclin synthase and NO synthase Inibiscono la risposta dei vasi al trauma: aumenta espressione del VEGF e la proliferazione endoteliale Inibiscono la migrazione e proliferazione delle cellule della muscolatura liscia NEJM 99; 340:

25 Gli Ormoni cambiano lemostasi ! Generazione di trombina: F1+2, TAT, Ddimero aumentati in donne con HRT e successivo TEV Generazione di trombina: F1+2, TAT, Ddimero aumentati in donne con HRT e successivo TEV Fibrinogeno e fattore VIII: ns Fibrinogeno e fattore VIII: ns Fattore VII: livelli normali, ma ridotti livelli di fattore VII attivato Fattore VII: livelli normali, ma ridotti livelli di fattore VII attivato Antitrombina e proteina C anticoagulante: -10% Antitrombina e proteina C anticoagulante: -10% TFPI: -15%, TFPI free antigen –30%, forte correlazione con terapie ormonali TFPI: -15%, TFPI free antigen –30%, forte correlazione con terapie ormonali APC Resistance: aumenta per OC e per HRT APC Resistance: aumenta per OC e per HRT Proteina S: si riduce cala e influisce su APCR Proteina S: si riduce cala e influisce su APCR

26 Contraccettivi e TEV OC non devono essere prescritti a donne con pregresso TEV OC non devono essere prescritti a donne con pregresso TEVWHO TEV verificatosi durante OC, diventa meno probabile quando stop OC : 1.3%/anno contro 3%/anno Christiansen TEV verificatosi durante OC, diventa meno probabile quando stop OC : 1.3%/anno contro 3%/anno Christiansen Non è necessario sospendere OC a donne con diagnosi di TEV: gli anticoagulanti prevengono estensione del trombo e recidiva Non è necessario sospendere OC a donne con diagnosi di TEV: gli anticoagulanti prevengono estensione del trombo e recidivaHutten

27 Leffetto dei contraccettivi orali (OC) e della HRT sulla coagulazione è oggetto di indagine in numerosi studi, con risultati confondenti Leffetto dei contraccettivi orali (OC) e della HRT sulla coagulazione è oggetto di indagine in numerosi studi, con risultati confondenti Dose e tipo di estrogeni e tipo di progestinici possono avere impatto diverso Dose e tipo di estrogeni e tipo di progestinici possono avere impatto diverso Tutte le formulazioni di ormoni inducono un fenotipo protrombotico con aumento dei fattori procoagulanti e riduzione degli anticoagulanti, aumento della resistenza alla proteina C attivata e soprattutto riduzione del TFPI libero

28 BMJ 01; 319:820-1

29 OC e infarto miocardico Rischio raddoppiato in utilizzatrici di OC Rischio raddoppiato in utilizzatrici di OC 3/100,000 donne/anno 3/100,000 donne/anno OC con basso contenuto di estrogeni danno rischio basso OC con basso contenuto di estrogeni danno rischio basso OC di terza generazione potrebbero essere meno pericolosi? OC di terza generazione potrebbero essere meno pericolosi? Effetto moltiplicativo di altri fattori di rischio:fumo, diabete, dislipidemia, obesità Effetto moltiplicativo di altri fattori di rischio:fumo, diabete, dislipidemia, obesità NEJM 01;345:

30 OC e stroke Rischio di stroke x2 in donne che utilizzano OC: 0.5-6/100,000 donne /anno Rischio di stroke x2 in donne che utilizzano OC: 0.5-6/100,000 donne /anno Basse dosi di estrogeni basso rischio Basse dosi di estrogeni basso rischio Il tipo di progestinico sembra non essere determinante Il tipo di progestinico sembra non essere determinante Non abbiamo dati su donne che usano solo progesterone Non abbiamo dati su donne che usano solo progesterone Altri fattori di rischio giocano ruolo importante: fumo, cefalea Altri fattori di rischio giocano ruolo importante: fumo, cefalea Cephalgia 00;20:183-9

31 HRT e trombosi HRT non previene le malattie cardiovascolari arteriose, e aumenta rischio durante il primo anno di utilizzo HRT non previene le malattie cardiovascolari arteriose, e aumenta rischio durante il primo anno di utilizzo (Hulley, Grady, Womens Health Initiative) HRT: rischio TEV x2-3 HRT: rischio TEV x2-3 (Daly, Hemminki, Barrett-Connor) Le donne in HRT hanno rischio basale maggiore per età: limpatto di un aumento del rischio relativo sul rischio assoluto è maggiore rispetto a donne in OC (età inferiore) Le donne in HRT hanno rischio basale maggiore per età: limpatto di un aumento del rischio relativo sul rischio assoluto è maggiore rispetto a donne in OC (età inferiore)

32 HRT + pregresso TEV HRT è controindicata in donne con pregresso TEV: un trial concluso in anticipo per importante differenza nel rischio (10.7 versus 2.3) Hoibraaten

33 HRT e Trombosi RR per TEV: x 2-4 nelle donne con HRT RR per TEV: x 2-4 nelle donne con HRT Rischio piu alto nel primo anno di utilizzo, ma rimane elevato per parecchi anni Rischio piu alto nel primo anno di utilizzo, ma rimane elevato per parecchi anni Non dipende dal tipo di HRT Non dipende dal tipo di HRT Aumento del rischio con aumento della dose di estrogeni e se combinati con progestinici Aumento del rischio con aumento della dose di estrogeni e se combinati con progestinici Rischio piu alto con fattori di rischio aggiuntivi: fratture, cancro, chirurgia, ospedalizzazione: no fumo e BMI Rischio piu alto con fattori di rischio aggiuntivi: fratture, cancro, chirurgia, ospedalizzazione: no fumo e BMI Ann Int Med 02;136:680-90

34 famigliarità donne con TEV: 16 % fam + per TEV donne con TEV: 16 % fam + per TEV MEGA: nelle donne con TEV 31% ha almeno 1 consanguineo parente di primo grado con TEV (Bezemer) MEGA: nelle donne con TEV 31% ha almeno 1 consanguineo parente di primo grado con TEV (Bezemer) 1 consanguineo R x 2.2, > 1 consanguineo: R x consanguineo R x 2.2, > 1 consanguineo: R x 3.9 Anamnesi famigliare + per TEV aumenta il rischio da 2.7 a 4.9

35 Trombofilia o ipercoagulabilità? Alterazioni ereditarie Alterazioni ereditarie –Carenza di proteine anticoagulanti: C e S –Carenza di antitrombina –Disfibrinogenemia –Mutazione del fattore V (Leiden) –Mutazione della Protrombina Alterazioni acquisite o miste Alterazioni acquisite o miste –iperomocisteinemia –Anticorpi antifosfolipidi –Alti livelli di fattori VIII, IX, XI, vWF, TAFI

36 Trombofilia ereditaria: quando sospettarla Episodi ricorrenti di TEV Episodi ricorrenti di TEV Storia famigliare di TEV Storia famigliare di TEV Primo episodio < 45 anni Primo episodio < 45 anni Episodi non concomitanti a situazioni predisponenti: chirurgia, trauma, immobilizzazione, cancro, malattie mieloproliferative, gravidanza, terapie ormonali Episodi non concomitanti a situazioni predisponenti: chirurgia, trauma, immobilizzazione, cancro, malattie mieloproliferative, gravidanza, terapie ormonali Aborti spontanei multipli o nascite premature Aborti spontanei multipli o nascite premature

37 Mutazione Leiden del fattore V Mutazione di un singolo paio di basi (G A nel nucleotide 1691) nel fattore V: difetto di inattivazione del fattore V da parte dellanticoagulante C Mutazione di un singolo paio di basi (G A nel nucleotide 1691) nel fattore V: difetto di inattivazione del fattore V da parte dellanticoagulante C 5% nella popolazione caucasica 5% nella popolazione caucasica 0% negli asiatici e negli africani 0% negli asiatici e negli africani 20-40% in persone con TEV 20-40% in persone con TEV RR di trombosi 4-10 in Leiden eterozigote, in Leiden omozigote

38 NEJM 01; 344:

39 Screening per mutazione Leiden Selettivo in pazienti con parenti di primo e secondo grado con TEV Selettivo in pazienti con parenti di primo e secondo grado con TEV –Sensibilità 16% –Valore predittivo positivo 9% BMJ 2001; 322:1024-5

40 Screening for Factor V Leiden Mutation Not cost effective Not cost effective Adverse psychological and insurance effects Adverse psychological and insurance effects 8000 Screened 400 FVL 1 DVT

41 Mutazione G20210A della Protrombina Sostituzione di un singolo paio di basi (guanina adenina nel nucleotide 20210) del gene della protrombina : aumento dei livelli di protrombina nel sangue Sostituzione di un singolo paio di basi (guanina adenina nel nucleotide 20210) del gene della protrombina : aumento dei livelli di protrombina nel sangue 3% nei caucasici 3% nei caucasici 0% negli asiatici e negli africani 0% negli asiatici e negli africani 12-16% nella popolazione generale con precedente TEV 12-16% nella popolazione generale con precedente TEV RR di trombosi 2-9 in mutazione eterozigote

42 iperomocisteinemia Aminoacido generato dalla conversione della metionina in cisteina Aminoacido generato dalla conversione della metionina in cisteina Provoca infiammazione e desquamazione delle cellule endoteliali, ossidazione delle LDL, attiva ladesione dei monociti e la generazione di trombina Provoca infiammazione e desquamazione delle cellule endoteliali, ossidazione delle LDL, attiva ladesione dei monociti e la generazione di trombina Congenita o acquisita Congenita o acquisita È fattore di rischio per malattia coronarica, per trombosi arteriosa e venosa È fattore di rischio per malattia coronarica, per trombosi arteriosa e venosa

43 Altri imputati… Carenza di proteine anticoagulanti S, C Antitrombina: x 6-8 aumento rispetto al basale Carenza di proteine anticoagulanti S, C Antitrombina: x 6-8 aumento rispetto al basale Alti livelli di fattore VIII: 2 volte il basale Alti livelli di fattore VIII: 2 volte il basale

44 Gravidanza e Trombosi Trombosi venosa: TEV Trombosi venosa: TEV Trombosi arteriosa: Infarto placentare Trombosi arteriosa: Infarto placentare –ABORTO –RITARDO DI ACCRESCIMENTO INTRAUTERINO –PRE-ECLAMPSIA –ABRUPTIO PLACENTAE –MORTE INTRAUTERINA DEL FETO

45 Gravidanza: la triade di Virchow perfetta ipercoagulabilità ipercoagulabilità –Aumento del fibrinogeno e del fattore VIII –Resistenza alla proteina C attivata –Calo della proteina anticoagulante S –Aumento del PAI (plasminogen activator inhibitor) –Attivazione piastrinica Stasi venosa Stasi venosa –Il progesterone aumenta il rilasciamento delle pareti venose –Lutero gravido comprime le vene Danno endoteliale Danno endoteliale

46 Pregnancy and Thrombophilia Thrombophilia Risk of VTE AT III ++++ FVL + PT FVL 2/2 +++ PT /2 +++ FVL 1/2 ++ PT /2 ++ Prot S ++ Prot C ++ MTHFR+ OB/Gyn Clin 01; 28:1-17

47 AF e donne La fibrillazione atriale di per sé è un modello anatomo biologico ideale per la triade di Virchow Nelle donne poi: Diversi livelli di Markers di attivazione piastrinica Diversi livelli di Markers di attivazione piastrinica Diversi livelli di procoagulanti: vWf più alto Diversi livelli di procoagulanti: vWf più alto

48 AF e coagulazione Many studies suggest a hypercoagulable or prothrombotic state in patients with AF and an interaction between thrombogenesis and endothelial dysfunction, which should be altered by the introduction of antithrombotic therapy or by cardioversion to sinus rhythm. Gregory Y H Lip University Department of Medicine, City Hospital, Birmingham, UK

49 Malattia coronarica e donne Coronarie più piccole: diverso shear stress? Coronarie più piccole: diverso shear stress? + frequente disfunzione endoteliale: peggiora la prognosi + frequente disfunzione endoteliale: peggiora la prognosi Squilibrio fra fattori vasodilatatori che hanno effetto antitrombotico e antimitogeno e fattori proaterogenici Squilibrio fra fattori vasodilatatori che hanno effetto antitrombotico e antimitogeno e fattori proaterogenici

50 conclusioni Lemostasi è un sistema complesso nel quale variazioni nei singoli componenti,pur nel range della normalità, possono provocare uno stato di ipercoagulabilità che scatena un fenomeno di trombosi Lemostasi è un sistema complesso nel quale variazioni nei singoli componenti,pur nel range della normalità, possono provocare uno stato di ipercoagulabilità che scatena un fenomeno di trombosi Lassetto ormonale peculiare nella donna particolarmente in alcune fasi della vita ha impatto sulla probabilità di trombosi Lassetto ormonale peculiare nella donna particolarmente in alcune fasi della vita ha impatto sulla probabilità di trombosi Gli ormoni OC e HRT alterano lemostasi Gli ormoni OC e HRT alterano lemostasi

51


Scaricare ppt "10° international sumposium Heart Failure &Co female doctors speaking on female diseases Milano 9-10 aprile 2010 Thrombosis and coagulation: the Gender."

Presentazioni simili


Annunci Google