La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 FSE Azioni Transnazionali Innovative in Francia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 FSE Azioni Transnazionali Innovative in Francia."— Transcript della presentazione:

1 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 FSE Azioni Transnazionali Innovative in Francia

2 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Quali misure del FSE supportano la transnazionalità in Francia? Un Programma Operativo Nazionale FSE Una misura Specifica sulla Trasnazionalità (4.3): «Azioni Trasnazionali Innovative» 3 sotto-misure: (Priorità G): Progetti Innovativi e sperimentali (Priorità H): Partnership per linnovazione (attività di network) (Priorità I): Cooperazione Transnazionale (mobilità)

3 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Chi gestisce la transnazionalità del FSE in Francia? Livello Nazionale: –Autorità di Gestione: Ministero dellEconomia, dellIndustria e dellImpiego –Organismo Intermedio (OI): RACINE Livello Regionale: –Autorità di Gestione: Direzioni Regionali del Ministero dellEconomia, dellIndustria e dellOccupazione Cosè un progetto di «livello nazionale»? Con impatto sullintero territorio Francese oppure Con attività realizzate in almeno 3 regioni Francesi

4 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Competenze dellOI RACINE Gestire gli appalti dei progetti Fornire supporto ai candidati e ai progetti selezionati Selezionare i progetti Stipulare i contratti dei progetti Monitorare gli interventi Monitorare landamento finanziario Erogare finanziamenti FSE Compiere laudit delle relazioni annuali Garantire la correttezza delle operazioni finanziarie Presentare le richieste di pagamento allAutorità di Gestione

5 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Priorità G (4.3.1) Progetti Innovativi e Sperimentali Progetti che collaudano nuove soluzioni che portano valore aggiunto ai sistemi di impiego e di formazione professionale Esempi di attività: Trasferire pratiche e strumenti tra le organizzazioni dei diversi Stati Membri per migliorare i sistemi di impiego e di formazione; Sviluppo di nuovi metodi che permettano lindividualizzazione dei percorsi formativi e le pari opportunità per tutti; Sperimentazione di attività innovative nei settori della gestione delle risorse umane, dellage management, della diversità...

6 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Priorità H (4.3.2) Partnership per lInnovazione (Network) Attività innovative di network, inclusa la sperimentazione di nuovi metodi o strumenti, o la disseminazione delle buone pratiche Esempi di attività: Progetti sperimentali realizzati da network francesi e/o europei; Disseminazione e distribuzione di buone pratiche dai membri di network francesi e/o europei; Scambi tra network francesi ed europei.

7 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Priorità I (4.3.3) Cooperazione Transnazionale (Mobilità) P rogetti che promuovono la mobilità Europea di gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro. Esempi di attività: Scambio di studenti di istituti e corsi professionali; Scambio di formatori e di altro personale che lavora con gruppi svantaggiati per lacquisizione di nuove conoscenze e competenze; Mobilità per lavoratori o apprendisti; Realizzazione di sistemi di accreditamento di competenze o esperienze che portano a qualifiche riconosciute nei diversi Stati Membri.

8 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Quali temi? Possono essere presentate domande per progetti di qualsiasi area tematica idonea secondo il Programma Operativo Francese del FSE. Non viene data priorità ad alcun tema specifico. Esempi: –age management –contrasto alla discriminazione etnica nel mercato del lavoro –promozione della mobilità per i gruppi svantaggiati –adattamento dei lavoratori nei settori che subiscono cambiamenti –soluzioni per un miglior equilibrio vita-lavoro. –sviluppo dellimprenditorialità Attenzione: ogni progetto deve dimostrare di avere una strategia per garantire luguaglianza di genere

9 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Quali target group? Può essere indirizzato a qualsiasi target group idoneo a ricevere supporto dal FSE Esempi: –Disoccupati che affrontano difficoltà nellaccesso al mercato del lavoro –I gruppi più svantaggiati (senza tetto, ex-detenuti, coloro che ricevono il minimo sociale, immigrati, abitanti di aree rurali remote...) –Lavoratori vulnerabili (con bassi livelli di qualificazione, genitori single, lavoratori anziani...) –Lavoratori minacciati dalla disoccupazione a causa di cambiamenti strutturali –Gruppi svantaggiati che cercano di avviare forme di autoimprenditorialità –Personale che lavora con qualunque target group idoneo...

10 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Trasnazionalità Regole –Almeno 1 partner transnazionale proveniente da unaltro Stato Membro –Accordo Transnazionale –I partner trasnazionali devono avere le proprie fonti di finanziamento Raccomandazioni –non più di 4 partner –Quantità minime di transnazionalità per misura (G: 25%, H:25%, I: 50%) Accordo Transnazionale –Si fornisce un modello (in inglese e francese) –Il modello non è obbligatorio: ma alcune sezioni sono obbligatorie –Può essere firmato in qualsiasi lingua, ma deve essere tradotto in francese per poter esser presentato in Francia

11 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Durata dei progetti Durata massima: 12 mesi Un anno solare (01/01/2009 – 31/12/2009) I progetti possono presentare domanda (con procedura semplificata) per continuare le attività di progetto nellanno successivo

12 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Finanziamento Bilancio per il 2009: 7.2 milioni Finanziamento FSE per progetto: – (1 anno) Minimo match funding necessario: 45% Massimo finanziamento FSE : 55% del costo totale del progetto

13 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Bando 2008

14 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Risultati del Processo di Selezione Domande: 51 domande 46 possedevano i requisiti minimi: G(23), H(20), I(3) Selezione finale: 16 progetti (35% delle domande) G: 9 progetti H: 5 progetti I: 2 progetti 35 partner trasnazionali, di cui i principali: ESP, IT, D, PL, Bel

15 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Sfide e Lezioni apprese «Vendere» la transnazionalità ai candidati Trovare partner transnazionali: nel primo invito dell'UE, non cera alcun strumento transnazionale Supporto collettivo vs. individuale (trovare lequilibrio) Concedere abbastanza tempo per le domande Assicurare domande di qualità Puntare i candidati su tutti i temi: tema della mobilità

16 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Bando 2009

17 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Calendario: Bando /11/08 Pubblicazione bando 30/01/09 Termine per la presentazione delle candidature 27/02/09 Termine per laccordo trasnazionale Feb - Mar Selezione dei proggetti Aprile Notifica dei risultati

18 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Strumenti e Strategia di Comunicazione Lancio ufficiale dellevento Comunicato stampa e pubblicità Brochure Sito Web

19 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Strumenti per i Candidati Modulo e guida per la domanda Modello di accordo trasnazionale (EN/FR) Libro guida Powerpoint

20 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Supporto per i Candidati Linea diretta Tel/posta Seminari di Supporto Assistenza nel reperire partner trasnazionali Aggiornamento FAQ (Frequently Asked Questions) Bonjour, vous êtes bien à lOI transnationalité....

21 azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 Per informazioni più aggiornate vedi (sezione Transnazionalità ) oppure contattare


Scaricare ppt "Azioni t ransnazionali i nnovative Roma 4 Dicembre 2008 FSE Azioni Transnazionali Innovative in Francia."

Presentazioni simili


Annunci Google