La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Altri obblighi per il ciclista Dare la precedenza a chi ne ha diritto: 1- ai pedoni sugli attraversamenti pedonali ed in ogni caso ai non vedenti(riconoscibili.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Altri obblighi per il ciclista Dare la precedenza a chi ne ha diritto: 1- ai pedoni sugli attraversamenti pedonali ed in ogni caso ai non vedenti(riconoscibili."— Transcript della presentazione:

1 Altri obblighi per il ciclista Dare la precedenza a chi ne ha diritto: 1- ai pedoni sugli attraversamenti pedonali ed in ogni caso ai non vedenti(riconoscibili dal bastone bianco). 2- ai veicoli provenienti dalla propria destra, a tutti i veicoli se per noi cè un segnaledare precedenza o di stop; ai veicoli che circolano su rotaia (tram). 3- svoltando a sinistra, ai veicoli provenienti dalla direzione opposta. 4- a tutti, pedoni o veicoli, uscendo da un passo carraio.

2 I DIVIETI: Circolare sul marciapiede; Compiere manovre brusche od improvvisi cambi di direzione; Utilizzare la bicicletta come mezzo di gioco od esibizione quando si trovano in strada; Andare in due sulla bicicletta, non devono trascinare amici su pattini o skate-board; Serpeggiare tra le macchine; Guidare senza mani,né esibirsi su di una sola ruota od altro; Fare la gara di velocità. IN BICI

3 CICLOMOTORISTI IL CODICE PRESCRIVE CHE: Letà minima per guidare un ciclomotore è di 14 anni; Luso del casco è obbligatorio È necessario essere in possesso dellidonea abilitazione alla guida se minorenni, oppure di altra abilitazione alla guida di categoria superiore. Deve avere con sé: 1- un documento di riconoscimento personale (carta didentità). 2- il certificato di abilitazione alla guida. 3- il certificato di idoneità tecnica del veicolo (libretto). 4- il contrassegno di identificazione del veicolo (targa). 5- il contrassegno attestante il pagamento della tassa di circolazione.

4 GLI OBBLIGHI: Devono rispettare la segnaletica stradale, le indicazioni dei semafori e dei vigili urbani; Devono segnalare quando intendono svoltare, azionando gli appositi indicatori luminosi (frecce). Devono tenere acceso il faro quando circolano al di fuori delle aree urbani e di notte;

5 CICLOMOTORISTI I DIVIETI: guidare senza casco; trasportare altre persone; circolare sul marciapiede ed in tutte le aree dove la segnaletica non lo consente; truccare il motore per aumentare la velocità massima oltre il limite dei 45 Km/h imposto dalla legge; manomettere il silenziatore;

6 utilizzare il ciclomotore come mezzo di gioco o di esibizione; utilizzare i segnali acustici senza valido motivo; trascinare amici su pattini o skate-board; serpeggiare tra gli altri veicoli; esibirsi su di una sola ruota od altro; fare la gara della velocità. Il casco è obbligatorio Continuano i divieti

7 IL METANO, LA NUOVA FRONTIERA APPROFONDIAMO Ecco tre semplici scelte che ognuno di noi può compiere, contribuendo così alla riduzione dellinquinamento atmosferica causato dal traffico veicolare: 1. 1.Abbandonare labitudine di spostarsi sempre in automobile e privilegiare gli spostamenti a piedi e in bici per le breve distanze; 2. 2.Usare di più i mezzi pubblici; 3. 3.Acquistare auto alimentate da combustibili a minor impatto ambientale, come ad esempio il metano.

8 RIFLESSIONI Abbiamo parlato della scuola, della casa, della strada e delle sue regole. Per aumentare la sicurezza, è necessario che ognuno di noi si muova in modo responsabile e dia il proprio contributo per una migliore convivenza tra tutti. Sii protagonista del tuo viaggio a scuola, a casa e in strada………… e invita anche gli adulti a rispettare le regole

9 SOMMARIO PREFAZIONE VIVIAMO IN UN AMBIENTE SICURO MODULO 1 DISCIPLINA A SCUOLA USO DI PC TERREMOTO ALLUVIONE MODULO 2 INCENDIO VIE DI FUGA PLANIMETRIA DI EVACUAZIONE SEGNALETICA MODULO 3 EDUCAZIONE DOMESTICA MODULO 4 EDUCAZIONE STRADALE

10 Hanno collaborato Hanno collaborato i docenti di educazione tecnica: Prof. Domenica Clara Pessina Prof. Gerarda Gruosso Prof. Alessandra Carbone il docente di educazione musicale: Prof. Giampaolo Tomè le musiche: Antonio Vivaldi i disegni, le fotografie sono estrapolate da internet o da testi in uso nella scuola. Anno scolastico 2009/2010

11 LA POSTURA IN CLASSE I piedi devono poggiare completamente sul pavimento o sulla barra poggia-piedi; Sotto al banco deve esserci spazio sufficiente per muovere le gambe e le ginocchia non devono toccare la parte inferiore del piano del banco; Il piano di seduta della sedia non deve comprimere le gambe e deve esserci uno spazio libero tra la parte posteriore delle ginocchia ed il bordo anteriore della sedia; Gli avambracci devono essere poggiati sul banco; la schiena deve essere ben poggiata allo schienale della sedia e non curva sul banco; Non ci si deve dondolare con la sedia; Qualsiasi posizione fissa, anche se comoda non deve essere mantenuta a lungo;

12 LA SCELTA DELLO ZAINO Lo zaino deve avere: dimensioni adeguate allutilizzo schienale rigido e imbottito, bretelle ampie e imbottite, cintura da allacciare alla vita e maniglia; Accorgimenti nellindossare lo zaino, occorre: 1) prenderlo per la maniglia e posizionarlo su un piano (tavolo, banco) con le bretelle verso lutilizzatore, in questa operazione stare attenti a non flettere o ruotare la colonna vertebrale, ma, se cè bisogno, piegarsi con le ginocchia; 2) avvicinarsi al piano dove è stato poggiato lo zaino e girarsi di spalle; 3) infilare le bretelle senza flettere la schiena in dietro, né ruotare il tronco e se il piano è basso flettere le ginocchia per trovarsi allaltezza giusta; Non si deve portare lo zaino su una spalla e riempirlo solo con le cose necessarie. Nei bambini, lo zaino pieno non dovrebbe superare il 10% del loro peso;

13 SICUREZZA IN INTERNET Quando sei su Internet non dare mai a nessuno il tuo indirizzo di casa, il tuo numero di telefono, il nome della tua scuola o altri dati personali a meno che i tuoi genitori non ti diano il permesso. Non prendere appuntamenti con persone conosciute su Internet, anche se dicono di essere tuoi coetanei, senza prima aver chiesto il permesso dei tuoi genitori. COSA NON FARE … Se frequenti una chat e qualcuno ti dice qualcosa di strano parlane con i tuoi genitori Non rispondere mai a o messaggi fastidiosi o velati, specie se di argomento sessuale e se ti capita di notare fotografie di persone adulte o bambini nudi parlane ai tuoi genitori Ricorda che se qualcuno ti fa un'offerta che sembra troppo bella per essere vera, probabilmente non è credibile

14 SICUREZZA..IN.. GIOCO Assicuratevi di far giocare i vostri bambini solo con attrezzature destinate ala loro età. Evitate luso improprio. Anche se lattrezzatura è nuova o ben tenuta verificate comunque che: -il terreno circostante sia di materiale morbido; -distanze minime tra unattrezzatura e unaltra; -tutte le attrezzature siano dotate di adeguata protezione; -non ci siano punti, angoli taglienti e parti di legno scheggiate; nellarea adibita al gioco non ci siano corpi estranei. Evitate di utilizzare attrezzature che presentino parti mancanti o rotte.

15 SICUREZZA..IN.. GIOCO Sorvegliate con attenzione e pazienza il bambino mentre utilizza le attrezzature messe a sua disposizione. Un gioco di per sé privo di pericoli può esporre il bambino a rischi se utilizzato in modo diverso da quello prevedibile. Quando allinterno del parco sono presenti attrezzature gonfiabili accertatevi che vengano utilizzate con lassistenza costante di un operatore specializzato. Evitate di far indossare al bambino capi di abbigliamento che potrebbero facilmente impigliarsi nelle attrezzature o ostacolare la libertà di movimento.

16 NON SONO GIOCATTOLI … Fionde e catapulte. Freccette con punte metalliche. Decorazioni natalizie. Fuochi artificiali Armi ad aria compressa. Forni elettrici, ferri da stiro o altri prodotti funzionali alimentati con corrente nominale superiore a 24 volt. Modelli ridotti, costruiti su scala in dettaglio per collezionisti adulti.

17 Su ogni prodotto omologato devono essere riportate le seguenti scritte: -ECE 44 o ECE R 44 o R 44: garanzia di prodotto omologato; universal o non universal, a seconda che possa essere rispettivamente utilizzato in ogni tipo di autovettura o solo in alcune; -Il massimo peso del bambino consentito e il rispettivo gruppo di appartenenza; -Il numero di omologazione; BIMBI IN AUTO

18 BIMBI IN AUTO IL CODICE PRESCRIVE CHE: Per il trasporto in auto dei bambini, bisogna installare i sistemi di ritenuta idonei, in accordo con le istruzioni allegate e le caratteristiche del bambino -Le attrezzature utilizzate devono essere omologate e riportare il marchio (nel nostro caso, europeo) che lo attesta (art. 172 codice della strada) e l'etichetta deve recare il marchio di omologazione europea (ECE R44).


Scaricare ppt "Altri obblighi per il ciclista Dare la precedenza a chi ne ha diritto: 1- ai pedoni sugli attraversamenti pedonali ed in ogni caso ai non vedenti(riconoscibili."

Presentazioni simili


Annunci Google