La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COME COSTRUIRE UN PROGETTO ANNUALE E LE UNITA FORMATIVE E DIDATTICHE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COME COSTRUIRE UN PROGETTO ANNUALE E LE UNITA FORMATIVE E DIDATTICHE."— Transcript della presentazione:

1 COME COSTRUIRE UN PROGETTO ANNUALE E LE UNITA FORMATIVE E DIDATTICHE

2 Curricolo implicito Curricolo esplicito P.O.F. E CURRICOLO Le grandi routines SCUOLA: AMBIENTE DI APPRENDIMENTO I campi di esperienza – le discipline Aspetti vincolanti Aspetti di responsabilità professionale

3 OSA Il tema Dio Per i bambini fare riferimento a Dio come il Signore della vita significa scoprire la dimensione antropologica della relazione uomo-Dio. Il tema Chiesa Gesù è centro e punto focale della religione cristiana. Gli approcci privilegiati: i Vangeli, le grandi feste cristiane,le espressioni artistiche nelle varie forme – musica – poesia – espressioni dellarte cristiana – La comunità cristiana di famiglia e popolo di Dio nelle espressioni delle feste liturgiche e nei luoghi in cui si riunisce. Il tema Gesù Osservare il mondo che viene riconosciuto dai cristiani e da tanti uomini religiosi dono di Dio Creatore. Scoprire la Persona di Gesù di Nazaret come viene presentata dai Vangeli e come viene celebrata nelle feste cristiane. Individuare i luoghi di incontro della comunità cristiana e le espressioni del comandamento dellamore testimoniato dalla Chiesa.

4 I contenuti culturali e della religione cattolica La centralità dellalunno: Attività del bambino che realizza il passaggio dallesperienza diretta, alla sua rappresentazione e simbolizzazione = umanizzazione LE STRATEGIE DIDATTICHE : U.F. n. 1 U.F. n. 2 U.F. n. 5 Il titolo di ogni UNITA FORMATIVA esprime sia gli aspetti di natura psicologica sia quelli di ordine epistemologico, U.F. n. 4 U.F. n. 3 Le scelte strategiche sono finalizzate: a promuovere la riflessione sulle loro esperienze; a dare una peculiare risposta al bisogno di significato di cui essi sono portatori. a stimolare gli insegnanti a riferirsi ai molteplici materiali e ad attingere alle fonti; a far sì che gli alunni possano avere stimoli efficaci per la riflessione, il confronto, la narrazione, il dialogo, la elaborazione e la produzione, nellottica della maturazione delle loro competenze e della loro umanità. allo sviluppo della personalità degli alunni nella dimensione religiosa; I risultati attesi: realizzazione degli obiettivi indicati nei traguardi di sviluppo delle competenze Scuola Infanzia Classe prima Primo biennio classe seconda - classe terza Secondo biennio classe quarta - classe quinta Scuola Primaria

5 Coinvolgimento esperienziale/ emozionale Percorso didattico Collegamenti con altri ambiti interculturali ed interreligiosi Contenuti/fonti: Rielaborazione/ produzione. Linsegnante pone attenzione alle domande di senso espresse dai bambini; si fa attento allevoluzione delle situazioni quotidiane collegate agli apprendimenti specifici. Verifica conoscenze-abilità Obiettivi Specifici di Apprendimento Conoscenze/Abilità Questi obiettivi sono istituzionalmente offerti e quindi vincolanti. Per lIrc vedi OSA della CEI Modello di organizzazione di una Unità Formativa: Titolo………. Traguardi di sviluppo delle competenze Attenzione al saper fare, saper essere, saper stare con, maturate attraverso esperienze specifiche e significative Obiettivi di apprendimento: Lalunno: - La formulazione di questi obiettivi è di competenza dei docenti, con riferimento ai traguardi di sviluppo delle competenze.

6 UNITA FORMATIVA: Titolo…………….. Livello Progettuale Scuola Infanzia Osservazione/Valutazione/documentazione. Il singolo bambino:Verifica: Prodotti dei bambini Riflessione Riespressione verbale, grafica, mimica …. Produzione verbale e musicale Contenuti/fonti Collegamenti con altri ambiti interculturali ed interreligiosi: Approccio esperienziale Attività Evocazioni CONNESSIONI POSSIBILI - PERCORSO DIDATTICO Traguardi di sviluppo delle competenze Obiettivi di apprendimento: Il bambino: OSA

7 OSA 1° e 2° livello Scoprire la Persona di Gesù di Nazaret come viene presentata dai Vangeli e come viene celebrata nelle feste cristiane. 1° Livello: osserviamo il risveglio della natura Titoli Unità formative 2° Livello: Pasqua, la grande festa e gioia dei cristiani

8 La comunità cristiana con le immagini misteriche e ministeriali di famiglia e di popolo di Dio nelle espressioni delle feste liturgiche… Bisogno di Dio insito nel cuore umano che si esprime nei segni-simboli delle religioni… Uomo e Dio Gesù Cristo Signore La Chiesa Lagire cristiano Le figure-simbolo dellAntico e del Nuovo Testamento, la Bibbia, con particolare attenzione ai Vangeli… Preghiera, Parola di Dio, sacramenti, annuncio, testimonianza, carità, accoglienza, apertura verso il prossimo… Gli OSA: 0rganizzazione tematica Scuola Primaria

9 I testi CEI si ispirano ai seguenti criteri: 1. Sviluppo degli obiettivi specifici in U.F., i cui elementi si collegano al sapere religioso. I contenuti dei Nuclei vengono tematizzati attraverso titoli che esprimono correlazioni significative in ordine alla natura – cultura - vita (interculturalità – interdisciplinarità – convivenza civile); 3. attenzione alle attività di autovalutazione – valutazione, secondo la logica dello sviluppo delle competenze 2. attenzione alle esperienze degli alunni e fedeltà ai nuclei fondanti del dato cristiano;

10 Obiettivi specifici di apprendi- mento Dlg 59/2004 Obiettivi specifici di apprendi- mento propri dellinsegna mento della Religione Cattolica. Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini. Attraverso lintervento della scuola debbono essere trasformati in obiettivi di apprendimento, nella prospettiva dello sviluppo delle competenze del primo ciclo di istruzione. Si trovano nelle tabelle allegate e vanno concepite come occasione per formulare le unità formative. Gesù di Nazaret, lEmmanuele, il Dio con noi. La Chiesa, comunità dei cristiani aperta a tutti i popoli. Scoprire nellambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Cogliere i segni cristiani del Natale e della Pasqua. Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti quotidiani, familiari, sociali e religiosi. Rinoscere la Chiesa come famiglia di Dio che fa memoria di Gesù e del suo messaggio. Scuola Primaria - Classe 1° Conoscenze - abilità

11 La festa della Pasqua. OSA della Religione Cattolica La Chiesa, il suo credo e la sua missione. Comprendere, attraverso i racconti biblici delle origini, che il mondo è opera di Dio, affidato alla responsabilità dellupmp. Ricostruire le principali tappe della storia della salvezza, anche attraverso figure significative. Cogliere, attraverso alcune pagine evangeliche, come Gesù viene incontro alle attese di perdono e di pace, di giustizia e di vita eterna. Identificare tra le espressioni delle religioni la preghiera e, nel "Padre Nostro", la specificità della preghiera cristiana. Rilevare la continuità e la novità della Pasqua cristiana rispetto alla Pasqua ebraica. Cogliere, attraverso alcune pagine degli "Atti degli Apostoli", la vita della Chiesa delle origini. Riconoscere nella fede e nei sacramenti di iniziazione (battesimo-confermazione- eucaristia) gli elementi che costituiscono la comunità cristiana. Scuola Primaria - 1° biennio Classe 2° e 3° La preghiera, espressione di religiosità. Gesù, il Messia, compimento delle promesse di Dio. L'origine del mondo e dell'uomo nel cristianesimo e nelle altre religioni. Conoscenze - abilità

12 I segni e i simboli del cristianesimo, anche nell'arte. La Chiesa popolo di Dio nel mondo: avvenimenti, persone e strutture. Leggere e interpretare i principali segni religiosi espressi dai diversi popoli. Evidenziare la risposta della Bibbia alle domande di senso dell'uomo e confrontarla con quella delle principali religioni. Cogliere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita. Riconoscere nei santi e nei martiri, di ieri e di oggi, progetti riusciti di vita cristiana. Evidenziare l'apporto che, con la diffusione del Vangelo, la Chiesa ha dato alla società e alla vita di ogni persona. Identificare nei segni espressi dalla Chiesa l'azione dello Spirito di Dio, che la costruisce una e inviata a tutta l'umanità. Individuare significative espressioni d'arte cristiana, per rilevare come la fede è stata interpretata dagli artisti nel corso dei secoli. Rendersi conto che nella comunità ecclesiale c'è una varietà di doni, che si manifesta in diverse vocazioni e ministeri. Riconoscere in alcuni testi biblici la figura di Maria, presente nella vita del Figlio Gesù e in quella della Chiesa. Scuola Primaria - 2° biennio Classe 4° e 5° Gesù, il Signore, che rivela il Regno di Dio con parole e azioni. La Bibbia e i testi sacri delle grandi religioni. Il cristianesimo e le grandi religioni: origine e sviluppo. OSA della Religione Cattolica Conoscenze - abilità

13 OSA classe prima: Conoscenze Gesù di Nazaret, lEmmanuele, il Dio con noi. Abilità Cogliere, attraverso alcune pagine evangeliche, come Gesù viene incontro alle attese di perdono e di pace, di giustizia e di vita eterna. OSA classe seconda: Conoscenze Gesù, il Messia, compimento delle promesse di Cristo. La festa della Pasqua Conoscenze La festa della Pasqua Abilità Cogliere i segni cristiani della festa della Pasqua OSA classe terza: Abilità Ricostruire le principali tappe della storia della salvezza, anche attraverso figure significative. Rilevare la continuità e la novità della Pasqua cristiana rispetto alla Pasqua ebraica.

14 OSA classe quarta: Conoscenze I segni e i simboli del cristianesimo anche nellarte. Conoscenze Gesù, il Signore, che rivela il Regno di Dio con parole ed azioni Abilità Individuare significative forme darte cristiana, per rilevare come la fede è stata interpretata dagli artisti nel corso dei secoli. OSA classe quinta: Abilità Cogliere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita

15 Conoscenze UNITA FORMATIVA: Titolo…………….. Livello Progettuale Scuola Primaria Obiettivi di apprendimento Connessioni possibili - Approccio esperienzialeContenuti/fontiRielaborazione/produzione Verifica:Osservazione/Valutazione/documentazione. Il singolo alunno: Abilità Percorso didattico: OSA: Traguardi di sviluppo delle competenze

16 ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DI GRUPPO Scuola dellInfanzia scegliamo la scuola, la sezione ed il gruppo alunni – età – livelli - per i quali intendiamo organizzare lU.F.; Facciamo il punto per evidenziare le nostre consapevolezze e/o difficoltà in ordine alla costruzione di una UNITA FORMATIVA e dei suoi elementi costitutivi; organizziamo, con lausilio del modello, lUF sulla Pasqua cristiana, sia nel livello ideativo-progettuale, sia nel livello didattico.

17 ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DI GRUPPO Scuola Primaria scegliamo la classe, od il gruppo alunni per i quali intendiamo organizzare lU.F.; Facciamo il punto per evidenziare le nostre consapevolezze e/o difficoltà in ordine alla costruzione di una UNITA FORMATIVA e dei suoi elementi costitutivi; organizziamo, con lausilio del modello, lUF sulla Pasqua cristiana, sia nel livello ideativo-progettuale, sia nel livello didattico.


Scaricare ppt "COME COSTRUIRE UN PROGETTO ANNUALE E LE UNITA FORMATIVE E DIDATTICHE."

Presentazioni simili


Annunci Google