La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

18 aprile 2013 Incontro con gli studenti della 3° media dellIstituto Comprensivo Statale di Orani, Sarule, Oniferi Vivere sani senza dipendenze Dott.ssa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "18 aprile 2013 Incontro con gli studenti della 3° media dellIstituto Comprensivo Statale di Orani, Sarule, Oniferi Vivere sani senza dipendenze Dott.ssa."— Transcript della presentazione:

1 18 aprile 2013 Incontro con gli studenti della 3° media dellIstituto Comprensivo Statale di Orani, Sarule, Oniferi Vivere sani senza dipendenze Dott.ssa Marianna Madau Dott.ssa Marianna Madau SER.D. Servizio per le Dipendenze Patologiche

2 Che cosè la dipendenza? mancanza di libertà Non poter fare a meno di qualcosa o di qualcuno Impossibilità o incapacità di essere autonomi

3 Dipendenza è… Non riuscire più a studiare, a lavorare, a divertirsi, ad amare, se manca loggetto della dipendenza Non riuscire più a studiare, a lavorare, a divertirsi, ad amare, se manca loggetto della dipendenza Non riuscire a non pensarci e continuare a desiderare e a ricercare loggetto della propria dipendenza, anche se si sa che fa molto male Non riuscire a non pensarci e continuare a desiderare e a ricercare loggetto della propria dipendenza, anche se si sa che fa molto male Tutta la vita della persona dipendente ruota intorno alloggetto della dipendenza

4 La dipendenza è una malattia Grave Grave Difficile da curare Difficile da curare Con continue ricadute Con continue ricadute

5 Da che cosa si può diventare dipendenti? sostanze Da sostanze comportamenti Da comportamenti relazioni Da relazioni

6 Dipendenza da sostanze (droghe) Sostanze legali Sostanze legali Alcol Alcol Nicotina Nicotina Caffè Caffè Psicofarmaci Psicofarmaci Le droghe sono sostanze psicoattive che agiscono sul cervello, modificandolo Sostanze illegali Sostanze illegali Marjuana e hashish Marjuana e hashish Cocaina Cocaina Eroina Eroina Ecstasy Ecstasy LSD LSD Steroidi Steroidi Anfetmine Anfetmine

7 Dipendenza senza sostanze Giocodazzardo Gioco dazzardo Acquisti Televisione Internet Cibo Sesso Relazioni Lavoro cellulare

8 Dipendenza Lassunzione ripetuta di droghe o il ripetere frequentemente lo stesso comportamento porta alla dipendenza, cioè a non poterne più fare a meno. Tolleranza: la persona si abitua alla droga/comportamento. Ha bisogno di dosi sempre maggiori per provare gratificazione Tolleranza: la persona si abitua alla droga/comportamento. Ha bisogno di dosi sempre maggiori per provare gratificazione Crisi di Astinenza: se manca la droga/comportamento la persona prova uno stato di grave malessere che cessa solo quando riprende la droga o mette in atto quel comportamento Crisi di Astinenza: se manca la droga/comportamento la persona prova uno stato di grave malessere che cessa solo quando riprende la droga o mette in atto quel comportamento

9 Le dipendenze comportamentali Le più diffuse sono: Le dipendenze tecnologiche Le dipendenze tecnologiche Il gioco dazzardo patologico Il gioco dazzardo patologico Le dipendenze alimentari Le dipendenze alimentari Lo shopping compulsivo Lo shopping compulsivo

10 Le dipendenze tecnologiche

11 Dipendenze da: Computer Computer Internet Internet Cellulare Cellulare Televisione Televisione Videogame Videogame

12 Ragazzi e tecnologie Il 95,7% naviga in rete tutti i giorni Il 95,7% naviga in rete tutti i giorni Il 68,7% non riesce a staccarsi da Il 68,7% non riesce a staccarsi da internet quando richiesto, internet quando richiesto, Il 16,2% usa Internet per più di 4 ore. Il 16,2% usa Internet per più di 4 ore. Il 38,4% dei ragazzi avrebbe paura di Il 38,4% dei ragazzi avrebbe paura di non riuscire a conoscere nuove persone senza Internet non riuscire a conoscere nuove persone senza Internet Il 22% si sentirebbe tagliato fuori dal gruppo di amici. Il 22% si sentirebbe tagliato fuori dal gruppo di amici. Il 45% usa il cellulare per più di 4 ore al giorno Il 45% usa il cellulare per più di 4 ore al giorno Dati Eurispes 2012 Indagine conoscitiva sulla condizione dell'infanzia e dell'adolescenza

13 I ragazzi hanno un continuo bisogno di sentirsi e di rimanere in contatto tra di loro Il 45% dei ragazzi usa il cellulare per più di 4 ore al giorno* * Indagine 2012 Eurispes Telefono Azzurro

14 Il cellulare protegge dalle emozioni di un incontro diretto, protegge dalla paura del rifiuto, Ti fa sentire meno solo, più in contatto con gli altri

15 La dipendenza da cellulare Si manifesta quando: La persona passa la maggior parte del proprio tempo ad usare il telefonino (telefonate, sms, giochi,foto- videocamere La persona passa la maggior parte del proprio tempo ad usare il telefonino (telefonate, sms, giochi,foto- videocamere manifesta un forte attaccamento al cellulare: non riesce ad allontanarsene neanche per poco tempo; manifesta un forte attaccamento al cellulare: non riesce ad allontanarsene neanche per poco tempo; entra in ansia o perfino in panico se il telefonino è scarico o se non funziona; entra in ansia o perfino in panico se il telefonino è scarico o se non funziona; ha labitudine di mantenere il cellulare acceso anche di notte per controllare larrivo di messaggi o di chiamate ha labitudine di mantenere il cellulare acceso anche di notte per controllare larrivo di messaggi o di chiamate

16 La dipendenza da cellulare manifesta senso di stordimento, mal di testa, vertigini, dolori allorecchio o altri sintomi fisici che possono essere collegati allabuso del telefonino; manifesta senso di stordimento, mal di testa, vertigini, dolori allorecchio o altri sintomi fisici che possono essere collegati allabuso del telefonino; è incapace di mantenere dei momenti di assenza di contatto e di comunicazione con qualcuno; è incapace di mantenere dei momenti di assenza di contatto e di comunicazione con qualcuno; usa il cellulare per proteggersi da un rapporto diretto con gli altri, con i quali altrimenti non riuscirebbe a comunicare; usa il cellulare per proteggersi da un rapporto diretto con gli altri, con i quali altrimenti non riuscirebbe a comunicare; usa il cellulare anche quando non è necessario, come mezzo per soddisfare bisogni affettivi e come strumento di controllo nelle relazioni sentimentali e affettive; usa il cellulare anche quando non è necessario, come mezzo per soddisfare bisogni affettivi e come strumento di controllo nelle relazioni sentimentali e affettive;

17 Cosa cè in Internet?

18 Attraverso Facebook puoi crearti le amicizie in maniera facile e immediata: in breve tempo ti sembra di avere tantissimi amici, puoi condividere con gli altri foto, video, link, puoi cliccare tanti mi piace, e ottenerne a tua volta, puoi essere invitato a far parte di gruppi. … ma spesso sono solo amicizie virtuali, persone che non si conosceranno mai

19 Come in tutte le dipendenze, anche nella dipendenza da facebook cè Tolleranza: il soggetto ha bisogno di stare collegato o aggiornare la propria pagina sempre di più ad ogni nuova connessione, per raggiungere la medesima sensazione di appagamento; Tolleranza: il soggetto ha bisogno di stare collegato o aggiornare la propria pagina sempre di più ad ogni nuova connessione, per raggiungere la medesima sensazione di appagamento; Astinenza: il soggetto sta male quando non si collega per un certo periodo di tempo; pensa continuamente a come e quando connettersi. Astinenza: il soggetto sta male quando non si collega per un certo periodo di tempo; pensa continuamente a come e quando connettersi.

20 Il giocatore si costruisce unidentità falsa con la quale si presenterà agli altri giocatori Nei giochi di ruolo on line è possibile nascondere la propria vera identità

21 Se si abusa… Leccessivo coinvolgimento nei giochi on line può portare a una perdita del senso può portare a una perdita del senso della propria identità della propria identità personale, la quale personale, la quale viene a volte viene a volte sostituita da unaltra sostituita da unaltra parallela parallela Dissociazione Dissociazione

22 Gioco dazzardo on line Gioco dazzardo on line Partecipazione ad aste on-line; Partecipazione ad aste on-line; Commercio in Rete; Commercio in Rete; Queste attività hanno in comune: la competizione, il rischio ed il raggiungimento di una immediata eccitazione. Partecipare ad unasta è come giocare dazzardo: E leccitazione di vincere il prezzo Le persone che sviluppano una dipendenza per una di queste attività, subiscono problemi finanziari gravi.

23 La dipendenza da Internet 1. Tolleranza: Il bisogno di aumentare la quantità di Il bisogno di aumentare la quantità di tempo di collegamento ad Internet per tempo di collegamento ad Internet per raggiungere l'eccitazione desiderata. raggiungere l'eccitazione desiderata. 2. Astinenza: L'interruzione (o la riduzione) L'interruzione (o la riduzione) dell'uso prolungato e pesante di Internet provoca dell'uso prolungato e pesante di Internet provoca agitazione psicomotoria o ansia o pensiero ossessivo circa ciò che sta succedendo su Internet o fantasie o sogni su Internet o movimenti volontari o involontari di battitura a macchina con le dita. agitazione psicomotoria o ansia o pensiero ossessivo circa ciò che sta succedendo su Internet o fantasie o sogni su Internet o movimenti volontari o involontari di battitura a macchina con le dita.

24 Segni di dipendenza da Internet nei ragazzi Il ragazzo non sa stare lontano dalla rete e quando proprio deve spegnere il computer diventa triste, ansioso, arrabbiato (segni di astinenza) Il ragazzo non sa stare lontano dalla rete e quando proprio deve spegnere il computer diventa triste, ansioso, arrabbiato (segni di astinenza) Mostra alterazione del sonno dovuta al Mostra alterazione del sonno dovuta al fatto che sta al computer di sera e non fatto che sta al computer di sera e non riesce più a staccarsi da ciò che sta riesce più a staccarsi da ciò che sta facendo, che sia chattare, visitare siti, giocare dazzardo in rete facendo, che sia chattare, visitare siti, giocare dazzardo in rete Nei casi più gravi possono verificarsi episodi di trance dis- sociativa, ovvero alterazione di coscienza e perdita del senso di sé Nei casi più gravi possono verificarsi episodi di trance dis- sociativa, ovvero alterazione di coscienza e perdita del senso di sé Interrompere una dipendenza non è mai facile. È bene chiedere aiuto ad un servizio di psicologia per gli adolescenti o ad un servizio territoriale per le dipendenze (Ser.D.). Puoi chiamare questo numero: 0784/240975

25 Ragazzi e tecnologie Nel Web chiunque può fingere di essere quello che non è, quindi non si è mai certi che la persona con cui si sta chattando sia veramente quella che dichiara di essere Attenzione agli sconosciuti che chiedono il numero di telefono o lindirizzo di casa oppure chiedono foto o di mostrarsi con una webcam

26 Ragazzi e tecnologie Il 24% è vittima di cyberbullismo Il 24% è vittima di cyberbullismo Il cyberbullismo è la pubblicazione di messaggi molesti, volgari, minacciosi o offensivi ripetuti sul cellulare oppure sul blog, via mail o su un social network allo scopo di denigrare, diffamare, offendere unaltra persona. le continue telefonate mute o gli squilli a vuoto; la diffusione di immagini imbarazzanti o umilianti oppure la diffusione di informazioni personali senza il consenso del soggetto; le continue telefonate mute o gli squilli a vuoto; la diffusione di immagini imbarazzanti o umilianti oppure la diffusione di informazioni personali senza il consenso del soggetto; lesclusione deliberata e continua da un gruppo on line; lesclusione deliberata e continua da un gruppo on line;

27 Ragazzi e tecnologie Il Cyberbullismo costituisce una violazione del codice penale e civile ed è perseguibile dalle autorità competenti se un ragazzo o una ragazza subisce molestie, aggressioni, diffamazioni o altro, può sporgere denuncia e chiedere di essere tutelato. Molti ragazzi pensano di non correre rischi legali fino alla maggiore età: non è vero. In Italia i ragazzi e le ragazze sono responsabili delle loro azioni davanti alla legge a partire dal 14esimo anno di età, purché ritenuti capaci di intendere e di volere. Chi commette un reato può essere denunciato e dovrà poi affrontare un processo presso il Tribunale per i Minorenni.

28 Le prevaricazioni non sono mai giustificabili. Nessuno merita di subire offese, umiliazioni o minacce, in rete come a scuola o in qualsiasi altro luogo. Nessuno merita di subire offese, umiliazioni o minacce, in rete come a scuola o in qualsiasi altro luogo. Nessuno merita di essere condizionato o di vivere nella vergogna e nella paura, neppure se è antipatico o se provoca gli altri. Ragazzi e tecnologie

29 Il Gioco dazzardo

30 Che cosè il IL GIOCO DAZZARDO? Caratteristiche: Il giocatore mette in palio una posta (denaro o un oggetto di valore) Il giocatore mette in palio una posta (denaro o un oggetto di valore) La scommessa è irreversibile (cioè la posta non può essere ritirata dal giocatore) La scommessa è irreversibile (cioè la posta non può essere ritirata dal giocatore) Il risultato del gioco si basa sul caso Il risultato del gioco si basa sul caso

31 La Dipendenza da gioco dazzardo Porta la persona ad avere: Problemi economici (gravi perdite di soldi) Problemi economici (gravi perdite di soldi) Problemi con la legge (per furti, prestiti non restituiti Problemi con la legge (per furti, prestiti non restituiti Problemi di ansia e depressione Problemi di ansia e depressione Nervosismo, agitazione se non può giocare Nervosismo, agitazione se non può giocare Difficoltà a scuola, problemi a mantenere un lavoro Difficoltà a scuola, problemi a mantenere un lavoro Problemi con gli amici e nelle relazioni Problemi con gli amici e nelle relazioni

32 Ragazzi e azzardo L'8% dei bambini tra i 7 e gli 11 anni gioca a soldi online. L'8% dei bambini tra i 7 e gli 11 anni gioca a soldi online. Il 15,3% scommette soldi offline Il 15,3% scommette soldi offline Il 12% dei ragazzi tra i 12 e i 18 anni gioca a soldi online Il 12% dei ragazzi tra i 12 e i 18 anni gioca a soldi online il 27% dei ragazzi tra i 12 e i 18 anni gioca a soldi offline il 27% dei ragazzi tra i 12 e i 18 anni gioca a soldi offline il 3,6 per cento dei giovanissimi ha tutte le probabilità di cadere nella dipendenza". il 3,6 per cento dei giovanissimi ha tutte le probabilità di cadere nella dipendenza". Dati Eurispes 2012 Indagine conoscitiva sulla condizione dell'infanzia e dell'adolescenza

33 Quando a casa cè un problema A volte capita che i ragazzi cerchino di attirare lattenzione dei loro genitori giocatori: Usando droghe o alcol Usando droghe o alcol Giocando dazzardo a loro volta Giocando dazzardo a loro volta Infrangendo la legge Infrangendo la legge RICORDA: RICORDA: I PROBLEMI DELLA TUA FAMIGLIA NON SONO COLPA TUA Per poter crescere serenamente tutti i ragazzi hanno diritto ad avere un contesto familiare tranquillo ed equilibrato Anche tu Se ti trovi in una situazione problematica puoi chiedere aiuto per te o per la tua famiglia, in modo da affrontare la situazione con un esperto del problema. Puoi telefonare a questo numero: 0784/ (Ser.D. Nuoro)


Scaricare ppt "18 aprile 2013 Incontro con gli studenti della 3° media dellIstituto Comprensivo Statale di Orani, Sarule, Oniferi Vivere sani senza dipendenze Dott.ssa."

Presentazioni simili


Annunci Google