La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 I primi casi furono trattati con resezioni ileo-coliche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 I primi casi furono trattati con resezioni ileo-coliche."— Transcript della presentazione:

1 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 I primi casi furono trattati con resezioni ileo-coliche molto ampie, sia per motivi clinici che per consentire lo studio istologico del pezzo operatorio. M. di Crohn Trattamento Chirurgico

2 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 palliazione ? cura definitiva ? palliazione ? cura definitiva ? 1945 Garlock e Crohn 1945 Garlock e Crohn by-pass 164 pazienti occlusione intestinale M. di Crohn Trattamento Chirurgico

3 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 Nel 1954 i chirurghi della Mayo Clinic di Rochester, pubblicarono dati meno soddisfacenti per gli interventi di by- pass, che presentavano una più alta morbilità post-operatoria ed una maggiore necessità di reinterventi, rispetto alle resezioni eseguite da loro quasi tutte in unico tempo. BY PASS RESEZIONI morbilità post- operator ia reinterventi r morbilità post- operatoria M. di Crohn Trattamento Chirurgico

4 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 Eisenhower Ann Surg (5): 793– infarto miocardio ore 12,30 del Walter Reed General Hospital Washington ore 12,30 del Walter Reed General Hospital Washington ore 2,20 del Ann.Surg. 1964,159,661 Ann.Surg. 1964,159,661 Heaton,L.D.

5 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 Circa il 75% dei Pz. con M. di Crohn sarà sottoposto ad intervento chirurgico Occlusione 35% Fistola 30% Megacolon tossico Malattia perianale Ascesso o perforazione Fallimento della terapia medica Circa il 75% dei Pz. con M. di Crohn sarà sottoposto ad intervento chirurgico Occlusione 35% Fistola 30% Megacolon tossico Malattia perianale Ascesso o perforazione Fallimento della terapia medica M. di Crohn Trattamento Chirurgico

6 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista RECIDIVA Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn dopo 1 anno il 73 % ha la recidiva endoscopica il 20 % ha la recidiva clinica (La recidiva clinica e la presenza di sintomi clinici).... il 20 % ha la recidiva clinica (La recidiva clinica e la presenza di sintomi clinici).... Trattamento Chirurgico

7 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn Trattamento Chirurgico ….10 anni 50 % recidiva clinica 50 % recidiva clinica 25 % reintervento 25 % reintervento

8 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 localizzazioni M. di Crohn

9 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 John Hopkins University, 2003 localizzazione Ileo-cecale 40 % Solo ileo 33 % Solo colon 20 % Estesa al piccolo intestino 5 % Ano,retto,bocca, stomaco 2 % Ileo-cecale 40 % Solo ileo 33 % Solo colon 20 % Estesa al piccolo intestino 5 % Ano,retto,bocca, stomaco 2 % M. di Crohn

10 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista TRATTAMENTO CHIRURGICO indicazioni relative occlusione intestinale fistole - ascessi fallimento - intolleranza ter. med. tumore infiammatorio malattia perianale/proctite severa TRATTAMENTO CHIRURGICO indicazioni relative occlusione intestinale fistole - ascessi fallimento - intolleranza ter. med. tumore infiammatorio malattia perianale/proctite severa Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn

11 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista TRATTAMENTO CHIRURGICO indicazioni assolute perforazione in peritoneo libero colite a.severa-m.colon tossico (48-72 h) emorragia massiva incontrollabile ascessi endoaddominali importanti fistole E-E o E-C ad alta portata coinvolgimento / stenosi vie urinarie displasia severa - cancro TRATTAMENTO CHIRURGICO indicazioni assolute perforazione in peritoneo libero colite a.severa-m.colon tossico (48-72 h) emorragia massiva incontrollabile ascessi endoaddominali importanti fistole E-E o E-C ad alta portata coinvolgimento / stenosi vie urinarie displasia severa - cancro Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn

12 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista TERAPIA CHIRURGICA Non è curativa Non può modificare la storia naturale Può migliorare la qualità della vita TERAPIA CHIRURGICA Non è curativa Non può modificare la storia naturale Può migliorare la qualità della vita Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn

13 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 Estensione della resezione nel Crohn ileocolico (Studio prospettico randomizzato su 152 pz. 2 cm. Versus 12 cm margine in tessuto sano) La recidiva è indipendente dallaspetto macroscopico di tessuto sano osservato a livello del margine di resezione La recidiva non è più frequente in quei casi in cui esiste infiltraziome microscopica di malattia. LE RESEZIONI ESTESE NON SONO NECESSARIE Estensione della resezione nel Crohn ileocolico (Studio prospettico randomizzato su 152 pz. 2 cm. Versus 12 cm margine in tessuto sano) La recidiva è indipendente dallaspetto macroscopico di tessuto sano osservato a livello del margine di resezione La recidiva non è più frequente in quei casi in cui esiste infiltraziome microscopica di malattia. LE RESEZIONI ESTESE NON SONO NECESSARIE Fazio VW et al. Ann.Surg.1996,224, M. di Crohn Trattamento Chirurgico

14 Resezioni segmentarie Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista M. di Crohn Trattamento Chirurgico Anastomosi ampie P.Narilli 2008 Nuova Itor

15 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 Ileite terminale Resezione ileo-ceco-colica Anastomosi ileo-c.ascendente L-L,T-L Resezione ileo-ceco-colica Anastomosi ileo-c.ascendente L-L,T-L Trattamento Chirurgico M. di Crohn

16 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 Stritturoplastica sec. Heineke-Mikulicz Stritturoplastica sec. Heineke-Mikulicz M. di Crohn ( per stenosi brevi ) < 10 cm. ( per stenosi brevi ) < 10 cm. Trattamento Chirurgico

17 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 Stritturoplastica sec. Heineke-Mikulicz Stritturoplastica sec. Heineke-Mikulicz M. di Crohn Trattamento Chirurgico

18 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 Stritturoplastica sec. Finney Stritturoplastica sec. Finney M. di Crohn ( per stenosi medie ) >10 <20cm. ( per stenosi medie ) >10 <20cm. Trattamento Chirurgico

19 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli M. di Crohn SSIS Stritturoplastica latero-laterale isoperistaltica Stritturoplastica latero-laterale isoperistaltica (per stenosi lunghe) Trattamento Chirurgico

20 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn Recidive chirurgiche a 5 aa SSIS (michelassi) 23% Heineke-Mikulicz 28% Finney 41% Recidive chirurgiche a 5 aa SSIS (michelassi) 23% Heineke-Mikulicz 28% Finney 41% Stritturoplastiche Trattamento Chirurgico

21 LOCALIZZAZIONE COLON-RETTALE LOCALIZZAZIONE COLON-RETTALE Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista M. di Crohn Trattamento Chirurgico P.Narilli 2008 Nuova Itor

22 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn Localizzazione colon-rettale segmentaria Resezione segmentaria TRATTAMENTO CHIRURGICO

23 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 Resezione del sigma, affondamento del retto (Hartmann), colostomia terminale Resezione del sigma, affondamento del retto (Hartmann), colostomia terminale M. di Crohn Trattamento Chirurgico Localizzazione colon-rettale segmentaria

24 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn Proctocolectomia con ileostomia definitiva Localizzazione colon-rettale diffusa Trattamento Chirurgico

25 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn Colectomia totale, fistola mucosa rettale, ileostomia terminale Colectomia totale, fistola mucosa rettale, ileostomia terminale TRATTAMENTO CHIRURGICO Localizzazione colon-rettale diffusa

26 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn Ileorettostomia Trattamento Chirurgico

27 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 IPAA proctocolectomia con anastomosi pouch-anale ( eseguita non intenzionalmente per Crohn, può comunque essere mantenuta, se non fistolizzante ) IPAA proctocolectomia con anastomosi pouch-anale ( eseguita non intenzionalmente per Crohn, può comunque essere mantenuta, se non fistolizzante ) TRATTAMENTO CHIRURGICO M. di Crohn

28 ascessi e fistole (vescica,cute, vagina,perineo etc.) ascessi e fistole (vescica,cute, vagina,perineo etc.) Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista M. di Crohn Localizzazione anorettale e perianale P.Narilli 2008 Nuova Itor Setoni multipli TRATTAMENTO CHIRURGICO 30% di tutti i Pz. trattamento sintomatico applicazione di setone (44% recidive ) ileo o colostomia escludente proctectomia 30% di tutti i Pz. trattamento sintomatico applicazione di setone (44% recidive ) ileo o colostomia escludente proctectomia

29 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn e CANCRO La contemporanea presenza di M. di Crohn e di cancro, non modifica latteggiamento chirurgico da tenere verso la neoplasia, che deve rimanere ad intendimento radicale Non è giustificato ampliare la estensione della resezione se non esiste compromissione macroscopica dellintestino da parte del M.di Crohn. La contemporanea presenza di M. di Crohn e di cancro, non modifica latteggiamento chirurgico da tenere verso la neoplasia, che deve rimanere ad intendimento radicale Non è giustificato ampliare la estensione della resezione se non esiste compromissione macroscopica dellintestino da parte del M.di Crohn. TRATTAMENTO CHIRURGICO Amputazione addomino-perineale del retto sec. Miles

30 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista TERAPIA CHIRURGICA scopo: In elezione : migliorare la qualità della vita in urgenza/emergenza: curare complicanze altrimenti mortali TERAPIA CHIRURGICA scopo: In elezione : migliorare la qualità della vita in urgenza/emergenza: curare complicanze altrimenti mortali Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn

31 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 colite acuta severa M. di Crohn URGENTE indifferibile perforazione emorragia massiva URGENTE indifferibile perforazione emorragia massiva URGENTE differibile (terapia medica) megacolon tossico occlusione URGENTE differibile (terapia medica) megacolon tossico occlusione TRATTAMENTO CHIRURGICO

32 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Colite tossica / perforazione : resezione e stomia. Emorragia: resezione segmentaria Ascessi intraddominali: drenaggio ed eventuale successiva resezione Malattia perianale: drenaggio degli ascessi trattamento fistole Occlusione intestinale: chirurgia se ostruzione completa o intrattabile Colite tossica / perforazione : resezione e stomia. Emorragia: resezione segmentaria Ascessi intraddominali: drenaggio ed eventuale successiva resezione Malattia perianale: drenaggio degli ascessi trattamento fistole Occlusione intestinale: chirurgia se ostruzione completa o intrattabile Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn Dale F. Berg M.D. TRATTAMENTO CHIRURGICO in urgenza TRATTAMENTO CHIRURGICO in urgenza

33 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn TRATTAMENTO CHIRURGICO Quanto più possibile Risparmiatore nella exeresi Quanto più possibile Risoluto nellurgenza Quanto più possibile Rispettoso della continenza Quanto più possibile Riguardoso verso il G.E. Quanto più possibile Risparmiatore nella exeresi Quanto più possibile Risoluto nellurgenza Quanto più possibile Rispettoso della continenza Quanto più possibile Riguardoso verso il G.E.

34 Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista La ripresa della peristalsi e la degenza postop non hanno dimostrato differenze statisticamente significative tra i due gruppi di pz. Nuova Itor P.Narilli 2008 M. di Crohn Milsom et al[8 Il tempo medio della durata dellintervento chirurgico è stato maggiore (115 min vs 90 min, P < 0.003), la degenza postop. minore(5 d vs 7 d, P = 0.008), e il costo più basso nel gruppo dei Pz sottoposti ad intervento laparoscopico. La qualità della vita si è dimostrata identica nei due gruppi. In conclusione non si sono dimostrate differenze tra il trattamento laparoscopico e quello open per gli interventi di resezione ileocecale. Maartense et al[9], 0pen versus lap

35 Manifestazioni extra intestinali Sclerosing Cholangitis – occurs in a small proportion of patients. The pathogenesis is unknown and the condition is characterised by an inflammatory obliterative fibrosis of the biliary tree (the white in the diagram->). It progresses slowly and a liver transplant is the only cure. There are many systemic associations and complications of CD, most affecting the liver and biliary tree, joints, skin and eyes: Ankylosing spondylitis – affects about 5% of patients with Crohns colitis. The patient presents with back pain and stiffness and the diagnosis can come years before the CD. Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista M. di Crohn

36 Pyoderma gangrenosum – occurs in ~2% of CD patients, starting as a small pustule, then developing into a painful, enlarging ulcer, most commonly on the leg. Erythema nodosum – occurs in ~8% of Crohns colitis patients when disease is active. Hot, red tender nodules appear on the arms and legs and subside after a few days. In addition to these conditions, other complications and associations include episcleritis and uveitis (occuring in 5% of patients with active disease), osteoporosis (as a consequence of chronic inflammation, malabsortion and treatment with corticosteroids) and arthropathy. Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista M. di Crohn Manifestazioni extra intestinali


Scaricare ppt "Il M. di Crohn e la RCU : il ruolo del medico di base e dello specialista Nuova Itor P.Narilli 2008 I primi casi furono trattati con resezioni ileo-coliche."

Presentazioni simili


Annunci Google