La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA CAMPAGNA PUBBLICITARIA FONTI: Giovanna Colli «Punto com»

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA CAMPAGNA PUBBLICITARIA FONTI: Giovanna Colli «Punto com»"— Transcript della presentazione:

1 LA CAMPAGNA PUBBLICITARIA FONTI: Giovanna Colli «Punto com»

2 L’AGENZIA PUBBLICITARIA FIGURE PROFESSIONALI ACCOUNT TIENE I CONTATTI CON I CLIENTI ART DIRECTOR PROGETTA FOTO E DISEGNI, INVENTA LE IMMAGINI DEGLI SPOT, ECC… COPYWRITER IL CREATIVO, SCRIVE TITOLI E TESTI DEI MESSAGGI PUBBLICITARI MEDIA – PLANNER SCEGLIE I MEZZI SU CUI LANCIARE LA CAMPAGNA PUBBLICITARIA

3 LE FASI DELLA CAMPAGNA PUBBLICITARIA 1. BRIEFING RICERCA DELLE INFORMAZIONI 2. COPY STATEGY STESURA DELLA STRATEGIA PUBBLICITARIA 3. DEFINIZIONE DEL BUDGET E SCELTA DEI MEDIA 4. VERIFICA DEI RISULTATI

4 1. IL BRIEFING DOVE REPERISCE LE INFORMAZIONI? IL MERCATO LA CONCORRENZA IL PRODOTTO IL PREZZO LA CONFEZIONE IL TARGET GROUP GLI OBIETTIVI PUBBLICITARI

5 ESEMPIO DI OBIETTIVI VENDERE IMMEDIATAMENTE SPINGERE ALLA PROVA CREARE FAMILIARITA’ MODIFICARE GLI ATTEGGIAMENTI RAFFORZARE GLI ATTEGGIAMENTI

6 2. LA COPY STRATEGY USP – LA PROMESSA BENEFICIO PER IL CONSUMATORE ESCLUSIVITA’ RISPETTO ALLA CONCORRENZA REASON WHY LA RAGIONE ALLA BASE DELLA PROMESSA- CARATTERISTICHE TECNICHE OBIETTIVI DI CUI SOPRA POSIZIONAMENTO TARGET IMMAGINE COERENTE COL MARKETING MIX Product (Prodotto) Price (Prezzo) Place (Punto Vendita) Promotion (Promozione) TONO ALLEGRO-SERIO-ECC.

7 LA COPY STRATEGY ORA E’ IL MOMENTO DI RISPONDERE ALLE DOMANDE: COSA VOGLIAMO FAR NOTARE? COSA VOGLIAMO FAR CREDERE? COME VOGLIAMO CHE SI SENTA?

8 3. SCELTA DEI MEDIA IL MIO TARGHET UTILIZZA QUEL MEDIA? QUANTI CONTATTI MI GARANTISCE QUEL MEDIA? CHE COPERTURA GEOGRAFICA MI SERVE? QUEL MEDIA CHE QUALITA’ VEICOLA (es. immagini)? QUANTO E QUANDO E’ DISPONIBILE QUEL MEDIA? COSTO A CONTATTO?

9 McLuhan (Sociologo canadese ) FOTOGRAFIA RADIO SCRITTURA Media "caldi" non esigono da parte di chi li utilizza una grande partecipazione, IMPEGNANO UN SOLO CANALE SENSORIALE TV Media "freddi" invece richiedono al fruitore maggiore partecipazione e coinvolgimento. COINVOLGONO PIU’ CANALI SENSORIALI 9

10 CARATTERIZZAZIONE DEI MEDIA: LA CARTA STAMPATA QUOTIDIANI NAZIONALI E LOCALI IMMAGINI POCO DEFINITE COLORI APPROSSIMATIVI O B/N SI ACQUISTA A MODULI (1 cmx1cm) TITOLI A CARATTERI CUBITALI

11 CARATTERIZZAZIONE DEI MEDIA: LA CARTA STAMPATA RIVISTE, PERIODICI E MAGAZINE NAZIONALI E LOCALI TARGHET SPECIFICI PER LE RIVISTE SPECIALIZZATE IMMAGINI MOLTO DEFINITE COLORI SI ACQUISTA A PAGINA, FRAZIONI DI PAGINA, MULTIPLI SI NOTANO DI PIU’ LE PAGINE DI DESTRA SI NOTANO DI PIU’ LE IMMAGINI IN ALTO

12 CARATTERIZZAZIONE DEI MEDIA: LE AFFISSIONI STATICHE SONO QUELLE MURARIE E STRADALI I COMUNI INDIVIDUANO GLI SPAZI PREPOSTI SI HANNO A DISPOSIZIONE POCHI SECONDI PER IL CONTATTO IMPORTANTISSIMI COLORI-POSIZIONE-FORMATO

13 CARATTERIZZAZIONE DEI MEDIA: LE AFFISSIONI DINAMICHE SONO QUELLE APPOSTE SUI MEZZI DI TRASPORTO (sia all’esterno che all’interno) VANTAGGI MOLTI CONTATTI CONTATTI PROLUNGATI SVANTAGGIO IL PUBBLICO NON E’ SEGMENTATO

14 CARATTERIZZAZIONE DEI MEDIA: LA RADIO NAZIONALI E LOCALI E’ UN MEDIA PARTICOLARE PERCHE’ NON RICHIEDE DI FERMARSI PER ASCOLTARE ASCOLTIAMO LA RADIO MENTRE FACCIAMO ALTRO STIMOLA L’IMMAGINAZIONE E’ COMPOSTO DA TESTO-SLOGAN-MOTIVO MUSICALE

15 CARATTERIZZAZIONE DEI MEDIA: TELEVISIONE A LIVELLO NAZIONALE E LOCALE E TV TEMATICHE SCARSA SELEZIONE SCEGLIERE CON ATTENZIONE LA TV-LA FASCIA ORARIA-IL PROGRAMMA LO SPAZIO TELEVISIVO VIENE VENDUTO A SECONDI

16 CARATTERIZZAZIONE DEI MEDIA: IL CINEMA HA UNA LUNGA STORIA DI UTILIZZO NELLA PROPAGANDA POLITICA OGGI E’ UTILIZZATO PER PUBBLICIZZARE FILM STESSI TUTTO CIO’ CUI FA RIFERIMENTO IL TARGET DEL FILM

17 CARATTERIZZAZIONE DEI MEDIA: INTERNET COMUNICAZIONE REAL-TIMEBASSO COSTO MOLTE POSSIBILITA’ BANNER FISSI BANNER MOBILI SITI- -ECC. I RISULTATI SONO CONSULTABILI IMMEDIATAMENTE

18 3. DEFINIZIONE DEL BUDGET COME STABILIRLO? (se l’azienda è in difficoltà spende meno per la pubblicità=qualcosa non funziona!) STABILIRE A PRIORI UNA PERCENTUALE SUL FATTURATO (non sempre è possibile tenere il passo) IMITARE E COPIARE LA CONCORRENZA (gli errori passati continueranno ad esserci) STABILIRE UNA CIFRA X (e’ sicuramente il metodo migliore) STBILIRE IL BUDGET IN RAGIONE DEGLI OBIETTIVI ADEGUANDOLO VOLTA PER VOLTA

19 4. VERIFICA DEI RISULTATI E’ TEMPESTIVA CONTEMPORANEA AL LANCIO PUBBLICITARIO (al fine di correggere il tiro) TEST SU UN CAMPIONE RAPPRESENTATIVO DEL TARGET CONTROLLO VENDITE


Scaricare ppt "LA CAMPAGNA PUBBLICITARIA FONTI: Giovanna Colli «Punto com»"

Presentazioni simili


Annunci Google