La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott.ssa Elisabetta Muccioli MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI IN ETA PEDIATRICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott.ssa Elisabetta Muccioli MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI IN ETA PEDIATRICA."— Transcript della presentazione:

1 Dott.ssa Elisabetta Muccioli MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI IN ETA PEDIATRICA

2 Dott.ssa Elisabetta Muccioli DEFINIZIONE Patologie infiammatorie croniche intestinali che si classificano in Morbo di Crhon : può colpire qualsiasi tratto del tubo digerente dalla bocca allano Retto-colite ulcerosa : colpisce solo colon a partenza dal retto Esordio anni Decorso : remissioni e recidive

3 Dott.ssa Elisabetta Muccioli MORBO DI CROHN è una patologia infiammatoria cronica dellintestino facente parte di quel gruppo di malattie ad origine sconosciuta definite Inflammatory Bowel Disease (IBD) Il Morbo di Crohn (MC) è una patologia infiammatoria cronica idiopatica che può interessare qualunque parte del tratto gastro-intestinale dalla bocca allano. Questa patologia può essere denominata anche con altre terminologie che indicano particolari aspetti della malattia: -enterite regionale, per linteressamento segmentario del canale intestinale -ileite terminale, per la sede maggiormente colpita rappresentata dallultima parte dellileo prima della valvola ileo-ciecale.

4 Dott.ssa Elisabetta Muccioli EPIDEMIOLOGIA Letà desordio della malattia si distribuisce in due picchi, luno precoce a anni, laltro picco minore a anni. Lincidenza del morbo di Crohn in Europa è di circa 2 casi su , negli Stati Uniti è di 7/ , in Asia 0,29/ La prevalenza è di circa casi per le popolazioni dellEuropa occidentale e degli Stati Uniti. Sono stati riscontrati importanti fattori genetici e familiari, fattori di rischio ambientali

5 Dott.ssa Elisabetta Muccioli EZIOLOGIA Leziologia del morbo di Crohn non è stata a tuttoggi ancora chiarita e, a causa delle problematiche nella definizione della causa scatenante, essa è stata definita una patologia idiopatica. Lipotesi maggiormente considerata riguarda lazione e linterazione di numerosi fattori coinvolti. Tra questi ve ne sono alcuni endogeni, altri esogeni

6 Dott.ssa Elisabetta Muccioli Alterazioni della regolazione immunitaria sono necessarie per lo sviluppo completo della patologia in quanto non è sufficiente il solo agente proinfiammatorio Fattori ambientali possono influire sullinsorgenza di questa patologia. Sono stati infatti definiti fattori di rischio il fumo di sigarette, luso di contraccettivi orali, le diete ricche di grassi e zuccheri. Fattori psicosociali sono in grado di causare una riesacerbazione dei sintomi della malattia infiammatoria cronica intestinale: dolore addominale, alterazioni intestinali, sanguinamento. Eventi scatenanti possono essere costituiti dalla morte o grave malattia di un familiare, dal conflitto interpersonale, dalla separazione o divorzio, ansia, rabbia, da altre situazioni stressanti. Fattori genetici-famigliari Agenti infettivi erano stati ipotizzati come possibili cause del MC, in particolare M. paratubercolosis, Paramyxovirus, Helicobacter hepaticus. Tuttavia queste ipotesi non hanno prove convincenti e la loro associazione con il MC non è stata confermata. Al contrario molti altri agenti patogeni quali Salmonella, Shigella, Campylobacter, sono in grado di scatenare una risposta infiammatoria la quale però non viene controllata dal sistema immunitario incapace.

7 Dott.ssa Elisabetta Muccioli Dunque le IBD possiedono una risposta immunitaria alterata nei confronti della flora microbica endogena, presente allinterno dellintestino. Infatti nellindividuo sano lintestino si trova in una condizione di equilibrio tra fattori attivanti la risposta infiammatoria e immunitaria e fattori difensivi in grado di proteggere e preservare integra la mucosa riducendo linfiammazione. Si viene così a creare uno stato di infiammazione fisiologica in cui numerose cellule immunitarie sono attivate per permettere una risposta immunitaria completa e sono rapidamente e attivamente inibite per evitare lesioni eccessive. Nelle IBD questo equilibrio viene a mancare, per cause ancora sconosciute, e la conseguenza di ciò è un continuo stato di flogosi e lesioni al tubo digerente. Queste affermazioni sono avvalorate dalle evidenze che mostrano come ci sia risposta a quelle terapie che alterano la flora batterica intestinale: Metronidazolo, Ciprofloxacina, diete alimentari, probiotici (ad esempio i Lattobacilli).

8 Dott.ssa Elisabetta Muccioli CLINICA IleoIleo-colonColonRetto Dolore addominale Diarrea Dimagramento50 0 Febbre Massa palpabile Enterorragia Stipsi004010

9 Dott.ssa Elisabetta Muccioli CLINICA Allesordio predominano le manifestazioni extra- intestinali: Febbre Anoressia Artrite Ritardo di crescita (può precedere di 1-2 anni linsorgenza dei sintomi gastrointestinali) Patologia extraintestinale associata Uveite Artrite Stomatite aftosa Eritema nodoso Malattia perianale

10 Dott.ssa Elisabetta Muccioli Lesioni macroscopicheLesioni microscopiche Distribuzione discontinuaAggregati linfocitari-macrofagici locali, granulomi Ispessimento parietaleEdema, ispessimento muscolare, fibrosi FissurazioniUlcere profonde e poco estese Distribuzione transmuraleImpegno infiammatorio di tutte le tuniche SierositàInfiltrati infiammatori perivascolari StenosiFibrosi, edema Aspetto a selciatoAggregati linfocitari-macrofagici focali, granulomi, edema della mucosae della sottomucosa Ulcere aftoidiUlcere superficiali con aggregati linfocitari- macrofagici focali nella mucosa Tabella 2. Principali lesioni anatomopatologiche macroscopiche e microscopiche nel morbo di Crohn.

11 Dott.ssa Elisabetta Muccioli COMPLICANZE Fistole Ascessi Occlusione intestinale Perforazione libera in peritoneo Emorragia massiva Megacolon tossico Malassorbimento Malattia perianale grave Cancerizzazione

12 Dott.ssa Elisabetta Muccioli Figura 1. Spazi in cui si localizzano più frequentemente gli ascessi addominali: (a) subfrenico destro; (b) subfrenico sinistro; (c) sottoepatico; (d) retrocavità degli epiploon; (e) parieto-colico sinistro e fossa iliaca sinistra; (f) pelvico; (g) fossa iliaca destra.

13 Dott.ssa Elisabetta Muccioli RETTOCOLITE ULCEROSA Malattia infiammatoria cronica intestinale che può comprendere la sede dallano al colon Eziologia non nota

14 Dott.ssa Elisabetta Muccioli CLINICA Esordio : sintomi intestinali Diarrea muco-ematica Dolori addominali diffusi (+f basso addome) Tenesmo Emorragia/megacolon tossico Ritardo di crescita staturo-ponderale meno significativo rispetto a MC Manifestazioni extra-intestinali Pioderma gangrenoso Colangite sclerosante Epatite attiva cronica Spondilite anchilosante

15 Dott.ssa Elisabetta Muccioli MANIFESTAZIONI CLINICHE A CONFRONTO M. CRHONRCU Dolori addominaliFrequentiAllevacuazione DiarreaFrequenteSempre Sangue macroscopico fecale RaroSempre Febbre++++- Perdita di peso AnoressiaMarcataIncostante Fistole, malattia perianaleFrequentiRare Afte oraliFrequentiRare Colangite sclerosante autoimmune, pioderma gangrenoso, epatite cronica attiva, spondilite anchilosante OccasionaleFrequente Rischio cancro colonPocoAumentato

16 Dott.ssa Elisabetta Muccioli DIAGNOSI IBD Emocromo VES, PCR Elettroforesi proteine Dosaggio Ig Test di pereabilità intestinale (escrezione di lattulosio- mannitolo) ANCA ASCA Sangue occulto fecale Esame feci per batteri, virus, parassiti

17 Dott.ssa Elisabetta Muccioli DIAGNOSI IBD Ecografia addome- anse intestinali Rx diretto delladdome Esame baritato del tenue Clisma del colon Scintigrafia con globuli bianchi marcati TAC RMN Endoscopia digestiva e prelievi bioptici per lesame istologico

18 Dott.ssa Elisabetta Muccioli SIEROLOGIA Anticorpi anti-pANCA = rettocolite ulcerosa Anticorpi ASCA = morbo di crohn

19 Dott.ssa Elisabetta Muccioli TERAPIA MEDICA Fase acuta Cortisonici sistemici FANS Antibiotici Immunosoppressori Terapia nutrizionale MC nutrizione enterale esclusiva per 6-8 settimane efficace nellindurre remisisone della malattia Dieta elementare o semielementari o diete polimeriche

20 Dott.ssa Elisabetta Muccioli TERAPIA CHIRURGICA RCU Intervento curativo: colectomia totale MC Il più possibile conservativa

21 Dott.ssa Elisabetta Muccioli INDICAZIONI CHIRURGICHE

22 Dott.ssa Elisabetta Muccioli NOTA BENE

23 Dott.ssa Elisabetta Muccioli


Scaricare ppt "Dott.ssa Elisabetta Muccioli MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI IN ETA PEDIATRICA."

Presentazioni simili


Annunci Google