La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA:DEFINIZIONE BPCO-COPD: definizione basata sulla funzione BPCO-COPD: definizione basata sulla funzione Sindrome eterogenea.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA:DEFINIZIONE BPCO-COPD: definizione basata sulla funzione BPCO-COPD: definizione basata sulla funzione Sindrome eterogenea."— Transcript della presentazione:

1 BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA:DEFINIZIONE BPCO-COPD: definizione basata sulla funzione BPCO-COPD: definizione basata sulla funzione Sindrome eterogenea caratterizzata da una limitazione al flusso nelle vie aeree scarsamente reversibile, solitamente progressiva ed associata con una abnorme risposta flogistica del polmone Bronchite cronica: definizione basata sui sintomi clinici Bronchite cronica: definizione basata sui sintomi clinici Malattia caratterizzata dalla presenza di tosse e catarro nella maggior parte dei giorni per almeno 3 mesi allanno, da almeno 2 anni sucessivi Enfisema polmonare: definizione basata sullanatomia patologica Enfisema polmonare: definizione basata sullanatomia patologica Malattia caratterizzata da abnorme ingrandimento degli spazi aerei distali al bronchiolo terminale, con distruzione delle pareti, senza evidente fibrosi. ATS. Am J Respir Crit Care Med 2001; 163:

2 Prevalenza: 465 casi/10000 abitanti BPCO:EPIDEMIOLOGIA Mortalità: casi/anno (quarta causa > 45a) ISTAT. Cause di morte Edizione 1997

3 Tosse e catarro Dispnea Ridotta tolleranza allesercizio BPCO: SINTOMI Perdita di funzione POLMONARE

4 Dispnea Ridotta tolleranza allesercizio BPCO: SINTOMI o o La ridotta tolleranza allesercizio correla debolmente con i parametri di funzione respiratoria (Wasserman, 1989) o o La ridotta tolleranza allesercizio può essere diversa in pazienti con funzione respiratoria similare. o oAlcuni farmaci migliorano la funzione polmonare ma non la tolleranza allesercizio (Grove et al, 1996) o oIl trapianto di polmone, pur migliorando sensibilmente la funzione respiratoria, incrementa solo modestamente la capacità di esercizio (Low et al, 1992; Casaburi, 1996) Altri fattori

5 Ridotta tolleranza allesercizio BPCO: SINTOMI

6 Atrofia fibre I, IIa Fibre I: Fibre IIb Fibre I: Fibre IIb n.capillari / unità superficie n.capillari / unità superficie enzimi ossidativi enzimi ossidativi MALATTIA dispnea disabilitàinattività decondizionamento

7 Fig.4 – Relazione tra VO 2 max e la massa magra degli arti inferiori (MM arti inf) nei pazienti del gruppo A (FEV 1 > 50%; cerchi chiari) e del gruppo B (FEV 1 50%; cerchi chiari) e del gruppo B (FEV 1 < 50%: cerchi scuri). La linea indica la linea di regressione considerando tutti i pazienti

8 BIOMECCANICA RIABILITAZIONE RESPIRATORIA È un insieme multidimensionale di servizi diretti a persone con malattie polmonari ed alle loro famiglie, di solito da parte di un team interdisciplinare di specialisti con lo scopo di raggiungere e mantenere il massimo livello di indipendenza e di attività nella comunità National Institute of Health workshop summary: 1994

9 PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO 1.EDUCAZIONE 2. TERAPIA NUTRIZIONALE 4. ESERCIZIO FISICO 3. SUPPORTO PSICOLOGICO British Thoracic Society Statement. Pulmonary Rehabilitation. Thorax 2001; 56:

10 SCOPI Miglioramento della qualità di vita: lo scopo primario della riabilitazione è quello di riportare il paziente al livello più alto possibile di indipendenza. Miglioramento della qualità di vita: lo scopo primario della riabilitazione è quello di riportare il paziente al livello più alto possibile di indipendenza. Prevenzione e riduzione intensità della dispnea e stato dansia ad essa associato. Prevenzione e riduzione intensità della dispnea e stato dansia ad essa associato. Prevenzione e riduzione di frequenza delle riacutizzazioni, con conseguente riduzione dellaccesso allambulatorio e delle ospedalizzazioni Prevenzione e riduzione di frequenza delle riacutizzazioni, con conseguente riduzione dellaccesso allambulatorio e delle ospedalizzazioni PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO SCOPI

11 I programmi devono avere una durata minima di 6 settimane (B); I programmi devono avere una durata minima di 6 settimane (B); I programmi devono comprendere: I programmi devono comprendere: allenamento degli arti inferiori (e superiori), allenamento degli arti inferiori (e superiori), interventi educazionali sulla malattia e sulle modalità di trattamento, interventi educazionali sulla malattia e sulle modalità di trattamento, supporto sociale e psicologico (B) supporto sociale e psicologico (B) Gli esercizi, in particolare degli arti inferiori (brisk-walking o cyclette), devono essere di tipo aerobico (A) Gli esercizi, in particolare degli arti inferiori (brisk-walking o cyclette), devono essere di tipo aerobico (A) PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO EVIDENZE

12 EVIDENZE (2) possono essere inclusi esercizi degli arti superiori e di aumento della forza muscolare (B) possono essere inclusi esercizi degli arti superiori e di aumento della forza muscolare (B) la prescrizione degli esercizi deve essere individualizzata e precisa (C) la prescrizione degli esercizi deve essere individualizzata e precisa (C) il programma di intensità individuale deve essere registrato e può essere incrementato se ben tollerato (C) il programma di intensità individuale deve essere registrato e può essere incrementato se ben tollerato (C) lintensità dellesercizio deve essere tale da raggiungere % del picco di VO2 (sebbene benefici possano essere ottenuti con esercizi di intensità inferiore) (C) lintensità dellesercizio deve essere tale da raggiungere % del picco di VO2 (sebbene benefici possano essere ottenuti con esercizi di intensità inferiore) (C) i benefici maggiori si ottengono con esercizi di intensità pari a 85% del picco di VO2, quando questo sia possibile (C). i benefici maggiori si ottengono con esercizi di intensità pari a 85% del picco di VO2, quando questo sia possibile (C). PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO EVIDENZE

13 Un miglioramento della funzione muscolare degli AAII per i pazienti affetti da BPCO rappresenta lacquisizione di un livello di autonomia più alto e quindi un incremento della qualità di vita del paziente. PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO Allenamento muscolare degli arti inferiori RAZIONALE

14 PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO BPCO AUMENTO DELLA RICHIESTA VENTILATORIA RIDUZIONE DELLA CAPACITÀ VENTILATORIA DISPNEA DISPNEA RIDUZIONE RIDUZIONE ATTIVITÀ FISICA DECONDIZIONAMENTO DECONDIZIONAMENTOMUSCOLARE DEPRESSIONE ED ANSIA

15 CYCLETTE CYCLETTE CAMMINO LIBERO CAMMINO LIBERO TREADMILL ( o PEDANA MOBILE) TREADMILL ( o PEDANA MOBILE) PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO Allenamento muscolare degli arti inferiori METODI-1

16 test preliminare: cicloergometro; durata del programma di 4-12 settimane; durata del programma di 4-12 settimane; frequenza degli allenamenti di 3-5 volte alla settimana; frequenza degli allenamenti di 3-5 volte alla settimana; ogni seduta di minuti; ogni seduta di minuti; target dellintensità dellesercizio corrisponde al 70% dello sforzo massimale (o un range di variabilità tra 50 e 90% del VO2 max ); target dellintensità dellesercizio corrisponde al 70% dello sforzo massimale (o un range di variabilità tra 50 e 90% del VO2 max ); incremento progressivo dello sforzo con 2 strategie : durata intensità incremento progressivo dello sforzo con 2 strategie : durata intensità PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO Allenamento muscolare degli arti inferiori METODI-2

17 Incremento del trofismo e della forza muscolare; Incremento del trofismo e della forza muscolare; Miglioramento progressivo della tolleranza allo sforzo fisico nel corso dei training degli AAII; Miglioramento progressivo della tolleranza allo sforzo fisico nel corso dei training degli AAII; Incremento della perfomance globale allesercizio fisico e della qualità della vita. Incremento della perfomance globale allesercizio fisico e della qualità della vita. Il training muscolare degli AAII non è in grado di migliorare i parametri di funzionalità respiratoria. Il training muscolare degli AAII non è in grado di migliorare i parametri di funzionalità respiratoria. (Grado di evidenza A: studi clinici controllati e randomizzati con risultati statisticamenti significativi) PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO Allenamento muscolare degli arti inferiori RISULTATI

18 I pazienti affetti da BPCO utilizzano frequentemente i muscoli respiratori accessori (cingolo scapolare) per la respirazione. b) Il sollevamento delle braccia -per lo svolgimento delle comuni attività quotidiane- determina: 1°- un aumento del consumo di O2; 2°- un aumento della produzione di CO2; 3°- ridotto contributo dei muscoli accessori alla respirazione; PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO Allenamento muscolare degli arti superiori RAZIONALE-1

19 allenamento dei muscoli degli AASS miglioramento della performance allesercizio fisico ridotta richiesta di O2 durante lo sforzo miglioramento della qualità di vita PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO Allenamento muscolare degli arti superiori RAZIONALE-2

20 (NB: non esistono al momento delle metodiche standardizzate) 1. 1.ERGOMETRO A MANOVELLA 2. SOLLEVAMENTO PESI 3. ESERCIZI DI ADDUZIONE/ABDUZIONE DEGLI AASS CONTRO UNA RESISTENZA ELASTICA PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO Allenamento muscolare degli arti superiori METODI-1

21 ERGOMETRO A MANOVELLA: consiste nellesercizio di pedalare con le braccia ad un ritmo di 50 giri/sec, inizialmente a carico di lavoro 0 e poi incrementandolo di 5 Watt alla volta –in base al soggetto- per un tempo totale di 30 di esercizio/die. ERGOMETRO A MANOVELLA: consiste nellesercizio di pedalare con le braccia ad un ritmo di 50 giri/sec, inizialmente a carico di lavoro 0 e poi incrementandolo di 5 Watt alla volta –in base al soggetto- per un tempo totale di 30 di esercizio/die. SOLLEVAMENTO PESI: sono i tradizionali esercizi con il manubrio eseguiti, anche in questo caso, con carichi via via crescenti per un tempo totale di esercizio di /die. SOLLEVAMENTO PESI: sono i tradizionali esercizi con il manubrio eseguiti, anche in questo caso, con carichi via via crescenti per un tempo totale di esercizio di /die. PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO Allenamento muscolare degli arti superiori METODI-2

22 Frequenza (da 4 a 6 sedute/sett.) Frequenza (da 4 a 6 sedute/sett.) Intensità dellesercizio (la scelta del tipo di esercizio deve essere guidata dal fatto che chi lo esegue possa raggiungere il 60 % della potenza massima attesa) Intensità dellesercizio (la scelta del tipo di esercizio deve essere guidata dal fatto che chi lo esegue possa raggiungere il 60 % della potenza massima attesa) PROGRAMMA DI RIABILITAZIONE NELLA BPCO Allenamento muscolare degli arti superiori METODI


Scaricare ppt "BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA:DEFINIZIONE BPCO-COPD: definizione basata sulla funzione BPCO-COPD: definizione basata sulla funzione Sindrome eterogenea."

Presentazioni simili


Annunci Google