La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituto di Radiologia – Università di Parma EMOTTISI Cause più comuni: Polmonite infettiva Bronchite cronica Tumore broncogeno Bronchiectasie Scompenso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituto di Radiologia – Università di Parma EMOTTISI Cause più comuni: Polmonite infettiva Bronchite cronica Tumore broncogeno Bronchiectasie Scompenso."— Transcript della presentazione:

1 Istituto di Radiologia – Università di Parma EMOTTISI Cause più comuni: Polmonite infettiva Bronchite cronica Tumore broncogeno Bronchiectasie Scompenso ventricolo sinistro TBC Infarto post-embolico Micetoma endocavitario NON MASSIVA MASSIVA da arterie bronchiali - più frequente da vasi polmonari (es. necrosi tumorale) - meno frequente

2 Istituto di Radiologia – Università di Parma DIAGNOSTICA PER IMMAGINI 1)Rx torace Se normale non esclude del tutto il carcinoma broncogeno, bronchiectasie, bronchite cronica 2)TAC torace ad alta risoluzione + MDC ev diagnosi bronchiectasie sospetta neoplasia periferica, non localizzabile con FBS Rx normale con sospetto clinico di carcinoma o bronchiectasie; cause rare ( malf AV etc) 3)FBS Se Rx patologico e/o sospetto clinico di ca. polmonare. Relativamente invasiva; possibili complicanze NOTE Visita ORL La decisione se fare prima TAC o FBS dipende dal quadro clinico, età del paziente, storia di fumo, quadro Rx Emottisi massiva (se da AA bronchiali, embolizzazione) Lemottisi resta idiopatica nel 30-40%

3 Istituto di Radiologia – Università di Parma METASTASI POLMONARI 1/3 dei pazienti con neoplasie solide Nel 50% dei casi di tumori extratoracici metastatizzati al polmone le meta polmonari sono isolate Per lo più asintomatiche; scoperta casuale in corso di staging o follow-up Se si tratta di un nodulo unico, valutare la possibilità di meta vs nodulo benigno o ca. broncogeno (ca.br. più probabile se si tratta di fumatore, di età media o avanzata e se concomita ca. collo, faringe o esofago). Neoplasie primitive che più spesso danno metastasi polmonari: - mammella - melanoma - rene - testicolo - polmone stesso - osteosarcoma - tiroide - corioncarcinoma Meno frequenti: colon, prostata, utero

4 Istituto di Radiologia – Università di Parma 1)Rx torace primo esame, tuttavia ci sono falsi negativi per noduli < 1 cm di diametro e in certe aree (apici, basi, ilo) 2)TC spirale vede noduli > 3 mm di diametro circa. E la metodica più sensibile ed è la più utilizzata nel follow-up post-chemioterapia Meta singola o multiple? La decisione di fare la TAC nello staging iniziale quando il Rx è negativo dipende dal sospetto clinico e dalla probabilità pre-test (Bayes) Alcune meta hanno aspetto caratteristico (es. meta calcificate da osteosarcoma in giovani) Il problema principale è quello dei falsi positivi (specificità): granulomi calcificati, linfonodi intrapolmonari, etc… nel follow-up post-chemio le meta possono scomparire ma si possono osservare noduli persistenti, cavitati o cistici (lacune) che possono essere anche compatibili con tumore sterilizzato (seminoma, rene, corioncarcinoma, etc)

5 Istituto di Radiologia – Università di Parma Indicazioni per TAC spirale : Rx negativo in pz con tumore primitivo che ha alta propensione a dare meta polmonari, se il trattamento e la prognosi possono essere modificati dal riscontro di meta polmonari. Se è disponibile una terapia efficace per le eventuali metastasi. Laccanimento diagnostico è inutile se ci sono altrove altre metastasi ematogene, se il tumore primitivo non è controllato o se non esiste terapia efficace Scintigrafia Talora utile, esempio: Scinti ossea per osteosarcoma, Scinti tiroide total body PET

6 Istituto di Radiologia – Università di Parma PNX SPONTANEO IN ADULTO Causa: bolle; enfisema parasettale Diagnosi Rx: utili espirazione, manovra di Hessen TAC: aumento sensibilità 50% dei PNX si vedono solo con TAC Dimostrazione bolle e altra patologia. Corretto posizionamento del drenaggio pleurico Eco in Terapia Intensiva: sensibil. simile alla TAC ma non quantifica il PNX né mostra bene patologia associata, salvo il versamento pleurico. Scomparsa del segno dello scivolamento delleco pleurico e degli artefatti a coda di cometa

7 Istituto di Radiologia – Università di Parma VERSAMENTO PLEURICO Clinica: dolore pleuritico dispnea ridotto o assente MV; ottusità percussiva ridotto movimento emitorace spesso scoperta casuale sul Rx Cause più comuni : Scompenso Vsn o biventricolare(versamento dx o bilaterale) Neoplasia (ca br., meta mammella, TD, ovaio, linfoma,MM) Polmonite infettiva (essudato; empiema) TBC Ascite (versamento pleurico dx) Pancreatite acuta (vp sx) embolia fratture costali (emotorace) LES, RA

8 Istituto di Radiologia – Università di Parma 1)Rx torace: esame iniziale. Segno del menisco, variabile aspetto in relazione a quantità e sede. Versamento pleurico libero o saccato; decubito, manovra di Hessen. Versamento massivo e infrapolmonare V. pl. maligno Noduli e masse, split pleura sign (TC) TAC Spessore pleura > 1 cm eco Ispessimento pleura mediast., meta fegato/ossee Massa toracica, linfonodi Nel 10% vers. pl.massivo non dislocazione controlaterale mediastino Toracentesi per cell.maligne: sensibilità 50% Toracentesi: essudato o trasudato, libero o saccato setti e frustoli

9 Istituto di Radiologia – Università di Parma 2)Eco : conferma, esame al letto, detection e quantificazione versamento pleurico libero o saccato, echi interni setti, masse, etc toracentesi eco guidata 3)TAC + MDC : vedi segni di versamento pleurico maligno polmone sottostante, mediastino, addome etc causa del v p: cancro, ascesso, polmonite, TBC Con imaging, limitata possibilità di caratterizzare il v p (trasudato/ essudato, empiema, emotorace, neoplasie, etc) e di stabilirne la causa

10 Istituto di Radiologia – Università di Parma POLMONITE Tosse, espettorazione, febbre, dolore toracico, dispnea reperti obiettivi +/- versamento pleurico Condizioni predisponenti precedenti virosi fumo BPCO alcoolismo coma, disfagia, aspirazione ricovero, istituzionalizzazione chirurgia, trauma scompenso cardiaco immunodepressione mucoviscidosi, etc Farmacologica Aids …..

11 Istituto di Radiologia – Università di Parma RxPer identificare presenza, numero, sede dei focolai +/- versamento pleurico Quadro Rx compatibile con infezione Follow-up Complicanze: empiema, FBP, ascesso, pnx, disseminazione, ARDS, embolia settica, atelettasia TACPer complicanze sospette ma non evidenti su Rx - diagnosi precoce di infezione in immunodepressi (PID) - diagnosi etiologica (solo in certi casi) – PCP, IPA - incompleta regressione (escludere ca broncogeno) o diagnosi differenziale (infarto postembolico…) - guida FBS NB la sola presenza di opacità parenchimale in pz con febbre non indica con sicurezza la polmonite (dd: cancro,atelettasia, infarto, edema polmonare atipico) di rado infezioni polmonari (nel PID) con Rx negativo (es: PCP o CMV iniziali oppure TBC in AIDS)

12 Istituto di Radiologia – Università di Parma Nel follow-up dei soggetti non PID, non è necessario eseguire molti controlli Rx. La guarigione Rx può essere più lenta di quella clinica. Nel PID invece utili controlli più ravvicinati ed eventuale HRCT Polmoniti in AIDS Batteri, PCP, CMV, TBC, miceti, mycoplasma, Nel PID è possibile anche trovare un quadro Rx grave con pochi segni clinici DD: Linfoma, Kaposi sarcoma, Ca.broncogeno

13 Istituto di Radiologia – Università di Parma NODULO ISOLATO (Coin Lesion) Asintomatico Scoperta casuale o per screening (?) Diametro < 3 cm Criteri di benignità Rx Tipiche calcificazioni o grasso 2 years rule (cercare i precedenti) Se no, analisi morfologica, diametro, valutazione bayesiana della probabilità clinica: Bayes: - se pz < 30 anni, probabilità di ca br < 1% - 30 – 45 anni = 15 % - > 50 anni e fumatori > 50%

14 Istituto di Radiologia – Università di Parma cause: Nodulo non tumorale Granuloma (TBC) FAV Amartocondroma Carcinoma broncogeno Meta. unica Nodulo tumorale benigno Nodulo tumorale maligno 1.Rx basso Kv e scopia (falsi + da noduli cutanei, fratture costali). Bassa detection rate 2.PET 3.TAC: può mostrare altri noduli (meta, BAC, IAA, Granulomi adenopatie ilo/mediastiniche caratterizzare (Swensen; Angiogenesi) guidare NAB pnx 25%, tubo 5% falsi negativ in pz con cb=10%

15 Istituto di Radiologia – Università di Parma N 0 1 ilo 2 mediastino omolater o sottocarenali 3 controlaterale, scaleni, sovraclaveari M 0 1 e noduli satelliti in altro lobo o polmone N laterocervicali T x T in situ T 1 diametro < 3 cm / FBS: libero il bronco principale T 2 diametro > 3 cm / FBS: liberi i 2 cm distali alla carena invasione pleura viscerale atelettasia o polmonite ostruttiva che non coinvolge tutto il polm. T 3 invasione della parete toracica, pleura mediastinica, diaframma, pericardio parietale FBS: entro 2 cm dalla carena che però è risparmiata, atelettasia o polmonite ostruttiva di un intero polmone T 4 invasione mediastino, cuore, grandi vasi, carena, trachea, esofago, vertebre; versamento pleurico o pericardico maligno, noduli satelliti nel lobo del ca. primario

16 Istituto di Radiologia – Università di Parma Staging ca. broncogeno (istol. NSCLC) TAC total body T 4 e/o M 1 evidenrti o prova bioptica Ter. radio/chemio Stadio I- II- -III A PET sosp N 2- N 3 non M 1 non N 2- N 3 intervento agobiopsia mediastinoscopia operabile conferma

17 Istituto di Radiologia – Università di Parma Stadi 0 (T x ) I A T 1 N 0 M 0 I B T 2 II A T 1 N 1 II B T 2 N 1 / T 3 III A T 3 N 1 /T 1 N 2 /T 2 N 2 / T 3 N 2 III B T 4 N 0 /T 4 N 1 /T 4 N 2 /T 1 N 3 /T 2 N 3 /T 3 N 3 /T 4 N 3 IV M1 TNM ; 1997 Staging ca. broncogeno

18 Istituto di Radiologia – Università di Parma Clinica: TROMBOSI VENOSA PROFONDA (TVP) Cause:stasi + coagulazione lesioni endotelio mal. cronica, parto, surgery, ortopedia, gravidanza, pillola ipercoagulabilità (anche da neoplasia) trauma les.endotelio (es. cateterismo) immobilizzazione (anche viaggi aerei) Dolore, edema, D-dimero +, infarcimento venoso, gangrena (flegmasia caerulea dolens) Color doppler : non invasivo; ripetibile; anche al letto - vene non comprimibili - accur > 95% se coscia e sintomatica; minore per pelvi e polpaccio - caratteristiche di trombi recenti e vecchi; sindrome post-flebitica(varici, edema,insuff.venosa) d.d.: ematoma; cisti di Baker

19 Istituto di Radiologia – Università di Parma Scinti: TC 99m apcitide Flebo TC e flebo-RM : studio one-stop shop in Embolia Polmonare Acuta. Con RM, possibile visualizzazione diretta del trombo fresco per T1w; iperdenso con TC a vuoto Venografia: vecchio gold-standard (difetto di riempimento; tramlines, collaterali) ma invasiva, rischiosa (dolore; tromboflebite) DVT ed EPA : una sola malattia

20 Istituto di Radiologia – Università di Parma EMBOLIA POLMONARE ACUTA Dispnea, tachipnea, emottisi, sincope Precedente chirurgia, immobilizzazione, scompenso cardiaco, CVC, pillola, obesità falsi + e negativi della clinica. Utilità D-dimero DVT e EPA: una sola malattia Rx : spesso patologico ma non specifico opacità polmonare, sollevamento diaframma, versamento pleurico, infarto (gobba di Hampton, melting ice sign) - Dilatazione AP centrale (Fleischner) - oligoemia (Westermark) - Rx utile per interpretare scinti V/P

21 Istituto di Radiologia – Università di Parma Eco Doppler: DVT Scinti P o V/P : se normale esclude EPA alta probabilità (mismatch) molti casi indeterminati (specie se Rx patologico e in pz con BPCO) Angio TAC: ha sostituito la scinti occlusione o difetti di riempimento ridotta accuratezza nella EPA isolata delle AA subsegmentali DVT (one stop shop) Angio RM + DVT Angiopneumo: invasiva. Accuratezza simile alla TC spirale

22 Istituto di Radiologia – Università di Parma TRAUMA TORACICO CHIUSO Rx torace: fratture, pnx (pnx iperteso) emotorace, contusione Il Rx può suggerire altre lesioni clinicamente difficili da diagnosticare come: emorragia mediast, rottura Aorta, rottura diaframma, lacerazione polmonare, rottura tracheobronchiale o esofagea TAC spirale + MDC: più sensibile del Rx per PNX. utili scansioni sul torace anche per traumi addome-cranio specie se il pz è in ventilazione assistita. Emorragia polmonare o mediastinica, lacerazione polmonare, rottura diaframma Efficace per rottura Aorta. Se TC normale, non indicata la Aortografia

23 Istituto di Radiologia – Università di Parma Aortografia: Se sospetto clinico di rottura Aorta (Ao) e/o Rx sospetto in pz emodinamicamente stabile con emorragia mediastinica in TAC o storia di trauma con bruscadecelerazione Eco Transesofagea + color Doppler: può mostrare rottura Ao RM: non eseguibile in fase acuta

24 Istituto di Radiologia – Università di Parma Sospetta infezione batterica acuta Rx torace: focolaio bronco-pneumonico +/- versamento pleurico può essere presente anche senza segni o sintomi clinici Nel PID può essere utile TAC torace in caso di mancata risposta alla terapia. Embolia settica TAC addome/pelvi: ascessi infezioni renali, calcoli diverticolite; ascessi del sigma patologia vie biliari, calcoli appendicite neoplasie Eco: bimbi, donne incinte ascesso subfrenico patologia pelvica e ginecologica

25 Istituto di Radiologia – Università di Parma ecocardio: endocardite settica Emocoltura – (sepsi; endocardite batterica) Urinocoltura Scinti con GB autologhi marcati con In 111 Captazione specifica nelle infezioni Diversamente dal Gallio 67 citrato, non viene captato da neoplasie Imaging dopo 24 ore. Inutile se cè agranulocitosi (teoricamente, trasfusione GB compatibili) Sospetta infezione batterica acuta

26 Istituto di Radiologia – Università di Parma CUORE e VASI DOLORE TORACICO Angina o infarto del miocardio (10 –30 %) Irradiazione tipica, ECG, enzimi di necrosi Ecocardio, scintigrafia Patologia Ao (Sindrome aortica acuta) Aneurisma in rottura Dissezione Ulcera penetrante Ematoma intramurale Acuto (30% ricoveri) Cronico (più comune causa di valutaz.cardiologica) Causa non cardiaca in 2/3 acuti e 1/ 2 cronici

27 Istituto di Radiologia – Università di Parma Embolia polmonare PNX- Pneumomediastino Patologia esofagea Ipertensione arteriosa polmonare primitiva Focolaio bronco-pneumonico con pleurite Pericardite Fratture costali o altre patologie gabbia toracica (costocondrite) Anemia a cellule falciformi Attacchi panico, depressioine Storia clinica, valutazione rischio coronarico (es.:uomo fumatore, età media-avanzata) Utile vedere il paziente Paragone con Rx precedenti Rx utile per PNX, pneumomediastino,fratture, focolaio con pleurite, aneurisma Aorta Poco utile per EPA, dissezione, infarto, angina… Se rischio coronarico elevato, valutazione cardiologica(con ECG, laboratorio.)

28 Istituto di Radiologia – Università di Parma SINDROME AORTICA ACUTA ANEURISMA (in rottura) DISSEZIONE ULCERA PENETRANTE EMATOMA INTRAMURALE Tipo A (con Aorta ascendente dilatata, diametro > 5 cm) Se tipo A e persistente nel follow-up =intervento) Tipo B 60% tipo A - Ascendente 40% tipo B - Discendente acuta cronica EMATOMA INTRAMURALE Spessore parete > 7 mm TAC a vuoto: ematoma a semiluna RM TAC, RM, TEE: sens e spec = 95%

29 Istituto di Radiologia – Università di Parma ABAB ULCERA ATEROMASICA PENETRANTE Nel 40% associata ad Aneurisma Aortico Aorta discendente Singole o multiple Spesso asintomatiche, variabile evoluzione DISSEZIONE AORTICA TORACICA Acuta cronica Cause: Aterosclerosi Ipertensione Marfan Valvola aortica bicuspide Trauma, intervento su aorta o cateterismo Coartazione Aorta Gravidanza (50% delle dissezioni in donne <40 anni)

30 Istituto di Radiologia – Università di Parma Dolore, collasso, segni di ipoperfusione localeClinica: Rx:allargamento rapido del mediastino (50-70%) bozzellatura del contorno Ao _ arco Ao sfumato versamento pleurico sinistro left pleural cap spostamento a destra della trachea calcificazione intimali spostate > 5 mm nel lume Eco + TEE e color Doppler: Flap dissezione, insufficienza valvolare Ao, versamento pericardico Aortografia: ormai superata da TC/RM ma ancora considerata gold standard per insuff.Ao e studio dei vasi collaterali. Possibili errori in caso di trombosi completa del falso lume (sens. 80%) Angio MR (T1, gating; 3D + MDC): nel follow-up, specie del tipo B e insufficienza valvolare Aorta

31 Istituto di Radiologia – Università di Parma TC a vuoto + angio TC ms + mdc tecnica di base sensib e specif.circa 100% Definisce:vero e falso lume (doppio lume) flap intimale compressione vero lume; ispessimento parete tipo A e B spostamento calcificazioni intimali punto di rientro insufficienza valvolare aortica stato delle AA collaterali (coronarie, AA epiaortiche, mesenteriche, renali) estensione nellAorta addominale emopericardio emotorace; ematoma mediastinico trombosi falso lume (se completa, semiluna attorno al vero lume)

32 Istituto di Radiologia – Università di Parma In effetti, complicanze – come ostruzione di AA sistemiche, emo- pericardio, insufficienza valvolare Aortica – sono presenti nel 90% delle dissezioni tipo A. Identificazione del falso lume con angio TAC, angio RM, eco: falso: - più largo del vero lume - discontinuità col resto dellAorta - trombosi, oppure flusso lento e turbolento - cobwebs - segno del becco vero falso

33 Istituto di Radiologia – Università di Parma ARTERIOPATIA OCCLUSIVA PERIFERICA Causa: arteriosclerosi, arterite, embolia sedi: biforcazione aorto-iliaca(s. Leriche) arterie femorali superficiali poplitee della triforcazione Clinica: claudicatio intermittens; arti freddi, ipostenia, ulcere croniche, gangrena, polsi periferici ridotti o assenti Eco doppler e color-Doppler con eco addome per vedere aneurismi dellaorta addominale danni renali etc negli arti : placche; tipo placche, stenosi e grado di stenosi, embolia, occlusioni

34 Istituto di Radiologia – Università di Parma Angio-TC Angio-RM + MDC (run- off) Aortografia digitale di Aorta, Arterie femorali e arti inferiori; in previsione di interventi o angioplastica Angioplastica come alternativa alla chirurgia specie nelle AA iliache (successo > 90%), ma solo 50% di successo in AA femorali e del polpaccio. Ostruzione acuta trombolisi; embolectomia cronica by-pass PTA: per stenosi > 50% e sintomatiche, lunghe fino a 7 cm nelle AA iliache e15 cm nelle AA femorali o poplitee. Successo 85%. Pervietà a 5 anni nel 70% Rischi: embolia; rottura


Scaricare ppt "Istituto di Radiologia – Università di Parma EMOTTISI Cause più comuni: Polmonite infettiva Bronchite cronica Tumore broncogeno Bronchiectasie Scompenso."

Presentazioni simili


Annunci Google