La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ERCP (colangio-pancreatografia retrograda endoscopica) LERCP è una procedura utilizzata nella diagnosi e nella cura di alcune patologie dei dotti biliari,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ERCP (colangio-pancreatografia retrograda endoscopica) LERCP è una procedura utilizzata nella diagnosi e nella cura di alcune patologie dei dotti biliari,"— Transcript della presentazione:

1 ERCP (colangio-pancreatografia retrograda endoscopica) LERCP è una procedura utilizzata nella diagnosi e nella cura di alcune patologie dei dotti biliari, della colecisti e del pancreas (i dotti biliari sono piccoli canali che portano la bile dal fegato o dalla colecisti nellintestino per i processi digestivi). LERCP è una procedura utilizzata nella diagnosi e nella cura di alcune patologie dei dotti biliari, della colecisti e del pancreas (i dotti biliari sono piccoli canali che portano la bile dal fegato o dalla colecisti nellintestino per i processi digestivi).

2 Perché? LERCP consente di diagnosticare e distinguere le cause dellittero, evidenziando eventuali ostruzioni delle vie biliari e del dotto pancreatico, che possono richiedere un trattamento diverso (per esempio un intervento chirurgico) rispetto ad altre, come lepatite, che può essere curata con terapie mediche. LERCP consente di diagnosticare e distinguere le cause dellittero, evidenziando eventuali ostruzioni delle vie biliari e del dotto pancreatico, che possono richiedere un trattamento diverso (per esempio un intervento chirurgico) rispetto ad altre, come lepatite, che può essere curata con terapie mediche. LERCP è utile anche in un paziente che non è itterico, ma i cui sintomi o gli esami di laboratorio e radiologici suggeriscano la possibilità di una patologia dei dotti biliari e del pancreas. LERCP è utile anche in un paziente che non è itterico, ma i cui sintomi o gli esami di laboratorio e radiologici suggeriscano la possibilità di una patologia dei dotti biliari e del pancreas.

3 Come? Questa metodica consiste nellintroduzione di un strumento particolare (endoscopio), del diametro di poco superiore al centimetro, attraverso la bocca e lungo lesofago e lo stomaco fino a raggiungere il duodeno dove sboccano i dotti che portano le secrezioni dal fegato e dal pancreas. Questa metodica consiste nellintroduzione di un strumento particolare (endoscopio), del diametro di poco superiore al centimetro, attraverso la bocca e lungo lesofago e lo stomaco fino a raggiungere il duodeno dove sboccano i dotti che portano le secrezioni dal fegato e dal pancreas. Per evitare il fastidio e la sensazione di vomito che il passaggio dellendoscopio attraverso la bocca può provocare, prima dellesame viene spruzzato un anestetico nel cavo orale e faringeo. Per evitare il fastidio e la sensazione di vomito che il passaggio dellendoscopio attraverso la bocca può provocare, prima dellesame viene spruzzato un anestetico nel cavo orale e faringeo.

4 Attraverso lo sbocco dei dotti biliari e pancreatico nel duodeno (papilla di Vater) viene iniettato del mezzo di contrasto per visualizzare le vie biliari e il pancreas. Per tale motivo il paziente è stato fatto sdraiare su un tavolo radiologico, che consentirà di scattare delle radiografie dei dotti biliari e di quelli pancreatici. Attraverso lo sbocco dei dotti biliari e pancreatico nel duodeno (papilla di Vater) viene iniettato del mezzo di contrasto per visualizzare le vie biliari e il pancreas. Per tale motivo il paziente è stato fatto sdraiare su un tavolo radiologico, che consentirà di scattare delle radiografie dei dotti biliari e di quelli pancreatici.

5 Se le radiografie mostrano dei calcoli, il medico può allargare lo sbocco in duodeno della via biliare (papilla) con un particolare elettrobisturi senza che questo provochi alcun fastidio o dolore (esecuzione di una sfinterotomia). Il calcolo o i calcoli vengono estratti con un particolare cestello o con un palloncino e fatti rilasciare in duodeno e così espulsi per via naturale. Se le radiografie mostrano dei calcoli, il medico può allargare lo sbocco in duodeno della via biliare (papilla) con un particolare elettrobisturi senza che questo provochi alcun fastidio o dolore (esecuzione di una sfinterotomia). Il calcolo o i calcoli vengono estratti con un particolare cestello o con un palloncino e fatti rilasciare in duodeno e così espulsi per via naturale.


Scaricare ppt "ERCP (colangio-pancreatografia retrograda endoscopica) LERCP è una procedura utilizzata nella diagnosi e nella cura di alcune patologie dei dotti biliari,"

Presentazioni simili


Annunci Google