La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quali compiti per l'insegnante di lingue in vista del CLIL? Gianfranco Porcelli Presidente Nazionale ANILS Milano, 11 dicembre 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quali compiti per l'insegnante di lingue in vista del CLIL? Gianfranco Porcelli Presidente Nazionale ANILS Milano, 11 dicembre 2010."— Transcript della presentazione:

1 Quali compiti per l'insegnante di lingue in vista del CLIL? Gianfranco Porcelli Presidente Nazionale ANILS Milano, 11 dicembre 2010

2 CLIL,CLIL, perché non sei tu CLIL? Questa è la disperazione di una collega che durante un seminario ANILS ha scoperto che quello che lei faceva nelle sue ore di inglese non era CLIL - né poteva esserlo, per definizione

3 ALI-CLIL ALI Apprendimento Linguistico Integrato [nei Contenuti] CLIL Content and Language Integrated Learning EMILE: Enseignement dune Matière par lIntegration dune Langue Etrangère –Learning/Apprendimento vs. Enseignement/Insegnamento

4 Potremmo disquisire su... contenuti integrati nella lingua straniera vs. lingua straniera integrata nei contenuti... ma lasciamo perdere! –basta sottolineare lintima saldatura tra le due componenti

5 Il principio fondamentale Una lingua straniera si comincia a impararla davvero quando si smette di studiarla (o di studiarla soltanto) e la si usa per altri scopi, concreti e reali: - turismo - corrispondenza - lettura di materiali professionali - ascolto di canzoni - uso di (video)giochi non tradotti, ecc.

6 CLIL in Europa The basic principle is Use as you learn and learn as you use not learn now and (maybe) use later (David Marsh) La novità nella scuola italiana: moduli CLIL di una materia caratterizzante nellultimo anno. Caratterizzante: scientifica nello scientifico, tecnologica nel tecnologico, e così via (artistica, economica, psicopedagogica, ecc.) Chi la insegna? Premessa: insegnare una materia vuol dire organizzare compiti, laboratori, esercitazioni o altro a sostegno delle spiegazioni e non semplicemente aiutare a leggere testi.

7 Linsegnante disciplinare Come noi rivendichiamo la nostra specificità professionale, altrettanta ne dobbiamo riconoscere ai colleghi delle altre materie – oltre tutto, cè di mezzo la preparazione allEsame di Stato Ora pochi colleghi sono in grado di insegnare in una lingua straniera ma già si sta avviando la loro formazione specifica. Qual è il nostro compito?

8 Linsegnante di lingua straniera Una delle stranezze dei nostri licei è che, per le lingue, scientifico vuol dire letterario. O meglio, voleva dire: ora non cè più alcuna disposizione specifica relativa alla (storia della) letteratura; la cultura del paese straniero comprende anche altro e molto di questo altro ci serve più dello studio di unantologia.

9 Come prepariamo al CLIL Dando per acquisito che i docenti disciplinari preparati per il CLIL ci saranno (prima o poi!) noi dobbiamo consegnare loro delle classi capaci di seguire le lezioni, svolgere esercitazioni, eseguire i compiti, ecc. nellaltra lingua. Noi ci poniamo come esperti di testualità e siamo in grado di fornire le chiavi di lettura anche dei testi e discorsi non letterari.

10 Testi specialistici

11 Generi testuali Linglese della Chimica Industriale a) Cataloghi dei prodotti: novità, vantaggi, caratteristiche b) Istruzioni per luso, il trasporto, la conservazione; interventi in caso di contatti accidentali o dispersione nellambiente –ottima occasione per approfondire la modalità deontica ossia le espressioni per formulare obblighi, permessi e divieti

12 Problemi di oralità [A:"TraItIs] [ "klO:ri:n "klO:raId ] [ ] arthritis leukemia/leukaemia cesium/caesium chlorine vs chloride silicon vs silicone

13 Pronunce e voci Ogni lingua è caratterizzata da una pluralità di varianti regionali, sociali, relative allargomento e al canale di comunicazione. Un compito fondamentale è abituare alla comprensione di più voci – maschili o femminili e provenienti da diverse aree (ad esempio, UK e USA) – mediante i sussidi video e audio appropriati, di cui cè abbondanza sul web.

14 Lezioni in lingua straniera Video id: 1070 | Inglese | Un breve video sul concetto di isotopo Video id: 267 | Inglese | La reazione del cesio con l'acqua. Video id: 862 | Inglese | Saturday Morning Science: un set di esperimenti in un ambiente con microgravità (sulla Stazione Spaziale Internazionale)

15

16 Terminologia La Terminologia come branca della Linguistica –Università di Vienna, Praga, Mosca… –dare il nome alle cose (prodotti e concetti nuovi) Le terminologie dei vari settori

17 Lexical Approach e CLIL Una lingua è primariamente un lessico sorretto da una grammatica, NON una grammatica riempita di lessico Ciò precisato, va detto che una LSS non è solo una questione di terminologia, altrimenti basterebbero i glossari

18 Terminologia e cultura Lingue diverse non sono etichette diverse poste sugli stessi oggetti, ma modi alternativi di categorizzare il reale Esempi italiano / inglese e v. v. –chiave, tasto key –home, house casa –say, tell dire Il problema non sempre si semplifica nel caso dei linguaggi specialistici: a volte si acuisce

19 Testualità e LSS Non solo terminologia ma anche discorso Generalizzazione e spersonalizzazione Nominalizzazione Paragrafi e note Premodificazione, composizione, sintemi a contatto Transfrastica

20 Spersonalizzazione Man spricht Deutsch On parle français Se habla español English spoken MAN SPRICHT DEUTSCH – ON PARLE FRANÇAISE – ON SPEAK ENGLISH

21 Generalizzazioni To convert from radians to degrees, you divide by and multiply by 180 Radians are converted to degrees by dividing by and multiplying by 180

22 Generalizzazioni 2 We call these supports bearings. We can classify them... These supports are called bearings, They can be classified...

23 Generalizzazioni 3 ALL rights reserved. NO part of this book may be reproduced, stored in a retrieval system, OR transmitted in ANY form or by ANY means, electronic, [...] recording OR OTHERWISE, without the prior permission of [name of publisher]. This book [...] shall not, by way of trade OR OTHERWISE, be lent, re-sold, hired out OR OTHERWISE circulated [...] in ANY form of binding OR cover other than that in which it is published...

24

25 Nominalizzazione I documenti vanno archiviati Le procedure sono state automatizzate Ciò consente di risparmiare tempo e danaro E questo ottiene vari vantaggi Lautomatizzazione delle procedure di archiviazione dei documenti consente un risparmio di tempo e danaro con lottenimento di vari vantaggi.

26 Premodificazione Schema rete Network plan Fine settimana weekend Interactive teacher training Language teacher training Langstreckenflugzeug Dampfschiffahrtgesellschaft

27 Multiple premodification Highgate University Press (Highgate University) ((Highgate University) Press) A fully-illustrated users manual (fully-illustrated) manual (users) manual (A (fully-illustrated)(users manual))

28 Multiple premodification 2 Communication and information sciences (Communication and information) sciences *(Communication) and (information sciences) Teacher training and support Teacher (training and support) *(Teacher training) and (support)

29 Come intervenire: le RNV

30 Il ricorso a schemi, grafi e figure Consente di attivare meccanismi di relais che facilitano la comprensione Richiede di verificare la comprensione dei tratti simboloidi in entrambe le lingue

31 Symboloids 1

32 Symboloids 2

33 Symboloids 3

34 Symboloids 4

35 Symboloids 5

36 Symboloids 6

37 Symboloids 7

38 Didassi collaborativa Linsegnante di lingua straniera come ESPERTA DI TESTUALITÀ Linsegnante disciplinare e gli allievi come ESPERTI DEI CONTENUTI Condizione ottimale: compresenza in aula Condizione essenziale: strettissima collaborazione in totale sintonia

39 Concludendo (1 di 2) Non sono solo i testi letterari a prestarsi ad analisi complesse e interessanti; Preparare a svolgere moduli condotti in lingua straniera significa insegnare a ascoltare in ambiti specifici, sia dal punto di vista terminologico che discorsuale; La multimodalità dei testi (parole, grafi e immagini) è interessante in sé e un aiuto allapprendimento;

40 Concludendo (2 di 2) Avere un obiettivo didattico ben definito favorisce la motivazione (nostra, ancor prima degli studenti); Sarà gratificante osservare che quanto le classi hanno appreso sarà messo a frutto ancora prima di lasciare la scuola. Buon lavoro!

41 Contatti


Scaricare ppt "Quali compiti per l'insegnante di lingue in vista del CLIL? Gianfranco Porcelli Presidente Nazionale ANILS Milano, 11 dicembre 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google