La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AREA A RISCHIO Anno scolastico 2012-2013 ALUNNI DELLA CLASSE II A Docente Pezzella Anna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AREA A RISCHIO Anno scolastico 2012-2013 ALUNNI DELLA CLASSE II A Docente Pezzella Anna."— Transcript della presentazione:

1 AREA A RISCHIO Anno scolastico ALUNNI DELLA CLASSE II A Docente Pezzella Anna

2 Motivazione L esperienza laboratoriale che si propone agli alunni ha lo scopo di: rafforzare linteresse verso lapprendimento, accrescere le loro curiosità, attivare processi per lacquisizione di tecniche manipolative, facilitare lo sviluppo delle loro attitudini, stimolare lacquisizione di competenze, ridurre la marginalità sociale, prevenire e recuperare la dispersione scolastica e linsuccesso creativo.

3 Finalità Promuovere lo sviluppo di una capacità di visione autonoma. Aumentare la capacità di concentrazione attraverso attività divertenti. Favorire la comunicazione come primaria fonte di arricchimento della collettività. Accrescere la capacità di manipolare e di sfruttare al meglio tutti gli elementi che il mondo quotidiano ci offre. Stimolare la capacità di inventare. Sperimentare la fantasia e la creatività eseguendo oggetti particolari. Sapersi approcciare al linguaggio grafico-iconico.

4 Obiettivi SPERIMENTARE STRUMENTI E TECNICHE DIVERSE PER REALIZZARE PRODOTTI GRAFICI, PLASTICI E PITTORICI. TRASFORMARE NARRAZIONI IN PRODOTTI GRAFICI. ATTIVARE PROCESSI PER LACQUISIZIONE DI TECNICHE MANIPOLATIVE. FAR OTTENERE ALLALUNNO DEI SUCCESSI CON ATTIVITA PRATICHE PER SOPPERIRE AGLI INSUCCESSI SCOLASTICI. POTENZIARE IL PROCESSO DI SOCIALIZZAZIONE PREVENIRE LA DISPERSIONE PROMUOVENDO ATTIVITA CHE POSSANO COINVOLGERE LALUNNO RENDENDOLO PROTAGONISTA DI UN PERCORSO.

5 Attività e contenuti Uso di pastelli, acquerelli e tempere e/o materiali di recupero per la riproduzione di oggetti, forme e immagini. Realizzazione di cartoline. Giochi per conoscere,scoprire,imparare e fantasticare. Rappresentazione grafica di storie, indovinelli. Realizzazione di giochi con materiale di recupero. Lettura dei colori presenti nelle immagini osservate.

6 Metodologia La metodologia utilizzata si basa sul coinvolgimento attivo degli alunni partecipanti al fine di favorire la collaborazione, la socializzazione del singolo e la crescita collettiva. Si curerà e si organizzerà un clima positivo per favorire principalmente la comunicazione,come mezzo per potenziare il pensiero e interagire nelle diverse istanze comunicative. Le attività saranno diversificate al fine di stimolare la curiosità,linteresse e la motivazione allattenzione.

7 Tempi LUGLIO Martedì 2 dalle 9,30 alle 12,30 Mercoledì 3 dalle 9,00 alle 11,00 Giovedì 4 dalle 9,30 alle 12,30 Martedì 9 dalle 9,30 alle 12,30 Mercoledì 10 dalle 9,00 alle 11,00 Giovedì 11 dalle 9,30 alle 12,30 GIUGNO Martedì 11 dalle 9,30 alle 12,30 Mercoledì 12 dalle 9,00 alle 11,00 Giovedì 13 dalle 9,30 alle 12,30 Martedì 18 dalle 9,30 alle 12,30 Mercoledì 19 dalle 9,00 alle 11,00 Giovedì 20 dalle 9,30 alle 12,30 Martedì 25 dalle 9,30 alle 12,30 Mercoledì 26 dalle 9,00 alle 11,00 Giovedì 27 dalle 9,30 alle 12,30

8 Risultati attesi La partecipazione,linteresse e il coinvolgimento. Lacquisizione graduale di alcune tecniche e abilità di base. Limpegno e la capacità di lavorare in gruppo. Lo sviluppo di capacità di autocontrollo e di comunicazione interpersonale.

9 Prodotto

10 FESTA DELLACCOGLIENZA

11 Condividiamo momenti festosi

12 Realizzazione di cartoline che rappresentano paesaggi marini. Per Rosario da Fatima Per Daniela da Francesca Pia Per Francesco e Giovanni da Natascia

13 Realizzazione di un cartellone per rappresentare un testo poetico sul mare.

14 Ascolto di una storia divertente con rappresentazione grafica:Un brutto scherzo.

15 Costruzione di oggetti con pasta di sale.

16 Realizzazione di barchette e bruchi con cartoncini colorati.

17 Giochi con materiale di recupero.

18 Lavoro di gruppo.

19 Conclusioni Lattività di gestione del progetto ha consentito un proficuo scambio di notizie,informazioni tra il docente e le famiglie.Infatti,il frutto di questa continua collaborazione ha permesso una maturazione,per alcuni alunni,del percorso formativo e una positiva ricaduta sul gruppo classe. Ogni alunno è stato valutato secondo una legenda(vedi allegato)e rispetto alla situazione iniziale sono stati riscontrati dei grossi miglioramenti.Il corso,nel suo insieme,è risultato efficiente ed efficace,grazie allinteresse suscitato per le attività svolte. La frequenza è stata alta,lentusiasmo ha accompagnato tutti i lavori realizzati. Si è evidenziato lo spirito di collaborazione delle famiglie che hanno accolto questa iniziativa con tanta riconoscenza e gratitudine verso listituzione scolastica. Anna Pezzella

20 Rilevazione in ingresso e finale


Scaricare ppt "AREA A RISCHIO Anno scolastico 2012-2013 ALUNNI DELLA CLASSE II A Docente Pezzella Anna."

Presentazioni simili


Annunci Google