La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Distretto ad Alta Tecnologia Campania Bioscience Dott. Amleto DAgostino Napoli 16 novembre 2012 EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA 2007-2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Distretto ad Alta Tecnologia Campania Bioscience Dott. Amleto DAgostino Napoli 16 novembre 2012 EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA 2007-2013."— Transcript della presentazione:

1 Il Distretto ad Alta Tecnologia Campania Bioscience Dott. Amleto DAgostino Napoli 16 novembre 2012 EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA PARLIAMO DI RISULTATI

2 La prima fase di aggregazione: La realizzazione dei Centri di competenza Centro Regionale di Competenza in Biotecnologie Industriali Inizio Le premesse: laggregazione del sistema pubblico di ricerca

3 La seconda fase di aggregazione: La realizzazione del Distretto tecnologico Imprese comparto alimentare e nutraceutica Imprese settore diagnosticoImprese farmaceutiche La seconda fase di aggregazione: la realizzazione del Distretto Tecnologico Il sistema pubblico della ricerca

4 22/03/2011 Presentazione studio di fattibilità per la realizzazione del DT Campania Bioscience 23/04/2012 Approvazione dello studio di fattibilità Campania Bioscience da parte del MIUR 07/08/2012 Stipula Accordo di Programma Quadro MIUR – Regione Campania 4 LO STATO DELLARTE Next step (entro Dicembre 2012): Progettazione esecutiva e costituzione della Società Consortile a Responsabilità Limitata che coordinerà gli interventi Lo stato dellarte

5 N. 7 Organismi di Ricerca N. 64 imprese, di cui: N. 15 GI N. 15 MI N. 34 PI, di cui N. 5 spin- off di ricerca I numeri di Campania Bioscience nella fase di fattibilità

6 I principali partner industriali

7 Gli organismi della ricerca e le strutture di TT

8 Linea dintervento 1 – Attività di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale La linea dintervento 1 prevede la realizzazione di n. 9 progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale nei tre ambiti tematici di interesse del Distretto, di seguito indicati: 1) Sviluppo e produzione di nutraceutici e cosmeceutici 2) Diagnostica, sistemi biosensori e tecnologie innovative per lindustria biomedicale 3) Sviluppo e sperimentazione di nuove terapie Le linee di intervento – le attività di R&S del Distretto

9 La linea di intervento 1 – I progetti di R&S del Distretto Titolo progettoCosto totale (euro) Strategie di recupero di composti bioattivi da biomasse di scarto dellindustria alimentare ,00 Progettazione, sviluppo e produzione di cibi funzionali e/o arricchiti ,000 Sviluppo e sperimentazione di molecole ad azione nutraceutica e cosmeceutica ,00 Nuove strategie per la diagnostica medica e molecolare ,00 Imaging non invasivo pre e post-operatorio per limpianto di protesi osteoarticolari ,00 Materiali intelligenti e nuovi dispositivi per applicazioni in campo biomedicale ,00 Applicazioni delle biotecnologie per la tracciabilità ed il monitoraggio dei prodotti alimentari ,00 Sviluppo preclinico di nuove terapie e di strategie innovative per la produzione di molecole ad azione farmacologica ,00 Valutazione preclinica e clinica di fase 1 di nuove molecole e/o di nuove indicazioni terapeutiche per molecole già approvate ,00 Costo totale Attività di R&S ,00

10 Sviluppo e produzione di nutraceutici e cosmeceutici: le priorità dellUE e la Vision del DT 1) Be healthy from longer2) Give children a good start 3) Be free from health problem 5) Food you can trust Obiettivi tecnologici del Distretto Campania Bioscience: 1)Sviluppo di nutraceutici efficaci nella prevenzione di malattie croniche e/o degenerative 2)Prodotti salutari per la crescita e lo sviluppo dei bambini 3)Sviluppo e sperimentazione di cibi funzionali, nutraceutici ed integratori alimentari per il mantenimento dello stato di salute 4)Sviluppo e sperimentazione di cosmeceutici innovativi 5)Tracciabilità genetico-molecolare dei prodotti alimentari 4) Biotechnology for wellness industries

11 Industrie Oleifici Biagio Mataluni SRL Giaguaro SpA Damor Farmaceutici SpA Dermofarma Italia SRL ICAB SpA FEGER SpA Facos Innovation Sas Arterra Bioscience SRL Penelope SpA Celi.Net SRL La Doria SpA Dupi Italia SRL Magaldi Life SRL Marino SRL Bouty SpA La Perla del Mediterraneo SRL Centro Laser SRL Okolab SRL Tecnobios SRL Sviluppo e produzione di nutraceutici e cosmeceutici Le imprese attualmente coinvolte nelle attività di R&S

12 Diagnostica, sistemi biosensori e tecnologie innovative per lindustria biomedicale 1) Molecular Testing 3) Biomedical Technologies 2) In vitro diagnostics 4) In vivo imaging Obiettivi tecnologici del Distretto Campania Bioscience: 1)Sistemi di diagnostica molecolare per la diagnosi o predisposizione a malattie cardiovascolari e neurodegenerative su varianti genetiche e per la diagnosi e la prognosi di patologie ereditarie e tumorali 2)Nuove strategie per la diagnostica medica 3)Materiali intelligenti e nuovi dispositivi per applicazioni in campo biomedicale 4)Tecnologie di imaging non invasivo per diagnosi e ausilio alla terapia Le priorità dellEU e la Vision del Distretto

13 DIAGNOSTICA, SISTEMI BIOSENSORI E TECNOLOGIE INNOVATIVE PER LINDUSTRIA BIOMEDICALE – I PARTNER INDUSTRIALI GVS Sud SpA Biouniversa SRL Prius SRL Bioricerche 2010 SCARL OKOLAB SRL Avantech Group SRL OCIMA SRL Blue Engineering SRL Geoslab SRL Center for Advanced Research in Space Optics Penelope SRL Primm SRL BTP Tecno SRL Italsime SpA Esaote SPA D'Arena SRL SDN SPA Santer Reply SpA SCAI SpA Farmaceutici Damor SRL Altergon Italia SRL Diagnostica, sistemi biosensori e tecnologie innovative per lindustria biomedicale Le imprese attualmente coinvolte nelle attività di R&S

14 Sviluppo e sperimentazione di nuove terapie 5) Brain Research 1) Cancer disease 4) Cardiovascular disease 2) Personalised Medicine Obiettivi tecnologici del Distretto Campania Bioscience: 1)Identificazione e sviluppo di nuove terapie per il trattamento dei tumori 2)Personalizzazione dei trattamenti farmacologici mediante la definizione del profilo genetico di un individuo effettuata con analisi genome-wide e sviluppo di nuove terapie cellulari 3)Bioprocessi innovativi per la produzione di molecole ad azione farmacologica 4)Sviluppo di nuove molecole per il trattamento di patologie cardiovascolari 5)Identificazione e sviluppo di nuove terapie per il trattamento di malattie neurodegenerative 3) Industrial bioprocesses and manifacturing Le priorità dellEU e la Vision del Distretto

15 Opera 21 SpA Altergon Italia SRL Neuromed SRL TESLAB SRL Bioricerche 2010 Scarl Okolab SRL DArena SRL Baxter SpA Engineering SpA Dia-Chem SRL GSN SRL Informatica Medica SRL BioUniverSa SRL Sviluppo e sperimentazione di nuove terapie Le imprese attualmente coinvolte nelle attività di R&S

16 Linea dintervento 2 – Attività di Alta Formazione La linea dintervento 2 prevede la realizzazione di n. 9 progetti di Alta Formazione biennali per ricercatori e tecnici di ricerca collegati direttamente ai n. 9 progetti di ricerca industriale e sviluppo precompetitivo e n. 1 progetto di Alta Formazione annuale su tematiche economico-gestionali e di innovazione tecnologica, trasversale e funzionale rispetto ai progetti di ricerca. Linea dintervento 3 - Attività di promozione, internazionalizzazione, diffusione e trasferimento tecnologico La linea dintervento 3 prevede lavvio delle attività di management, di supporto al trasferimento tecnologico e delle attività di comunicazione, diffusione e valorizzazione dei risultati della ricerca, promozione dellimmagine e della visione strategica del Distretto, internazionalizzazione e networking. La linea di intervento 3 è articolata in n. 6 azioni. Le linee di intervento: Alta Formazione e avvio del Distretto

17 La Linea dintervento 3 La linea di intervento 3 è articolata in n. 6 azioni, di seguito elencate: Azione 1: Diffusione, dissemination e valorizzazione dei risultati della ricerca; Azione 2: Tutela brevettuale dei trovati; Azione 3: Supporto allo start-up di nuove iniziative imprenditoriali; Azione 4 - Internazionalizzazione del Distretto e delle imprese aderenti e attività di networking anche funzionali allattrazione di investimenti Azione 5 - Comunicazione interna ed esterna al Distretto Azione 6 - Cooperazione in materia di R&S internazionale

18 17 Settore salute Tasso di crescita annuo Mercato europeo 2008 (miliardi di $) Nutraceutica 4,3%60,33 Diagnostica in vitro e per immagini 5,3%16,10 Nuove terapie 10%132,48 Totale 208,91 I 3 segmenti di mercato rappresentano dei mercati rilevanti in assoluto, per dimensione economica, e presentano dei tassi di crescita attesi nei prossimi anni significativamente elevati. Se ci si limita al solo dato europeo, nellanno 2008, il mercato della salute, nellaccezione più ampia, che include nutraceutica, diagnostica (in vitro e per immagini) e nuove terapie ha generato circa 208,91 miliardi di $. Si stima che tale mercato crescerà con un tasso di crescita annuo (CAGR) superiore al 6% dal 2009 al Le opportunità economiche del Distretto Campania Bioscience

19 DenominazioneDistretto ad Alta Tecnologia Campania Bioscience Forma giuridicaSocietà Consortile a Responsabilità Limitata Soci Organismi di Ricerca Imprese Strutture di trasferimento tecnologico Quote Societarie 44 % Organismi di Ricerca 44 % Imprese 12 % Strutture di trasferimento tecnologico Oggetto Sociale Scopo mutualistico con utili interamente reinvestiti in attività di Ricerca & Sviluppo, formazione, etc Capitale Sociale1,7 Milioni di euro ca Il soggetto giuridico che coordinerà gli interventi


Scaricare ppt "Il Distretto ad Alta Tecnologia Campania Bioscience Dott. Amleto DAgostino Napoli 16 novembre 2012 EVENTO ANNUALE PON RICERCA E COMPETITIVITA 2007-2013."

Presentazioni simili


Annunci Google