La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UN FIGLIO DOPO IL CANCRO U.O. di GINECOLOGIA ONCOLOGICA (Direttore: Prof. F.M.Romano) SENOLOGIA Baglio Conca doro Hotel Palermo 8 novembre 2002 AZIENDA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UN FIGLIO DOPO IL CANCRO U.O. di GINECOLOGIA ONCOLOGICA (Direttore: Prof. F.M.Romano) SENOLOGIA Baglio Conca doro Hotel Palermo 8 novembre 2002 AZIENDA."— Transcript della presentazione:

1 UN FIGLIO DOPO IL CANCRO U.O. di GINECOLOGIA ONCOLOGICA (Direttore: Prof. F.M.Romano) SENOLOGIA Baglio Conca doro Hotel Palermo 8 novembre 2002 AZIENDA DI RILIEVO NAZIONALE E DI ALTA SPECIALIZZAZIONE OSPEDALE CIVICO E BENFRATELLI, G. DI CRISTINA E M. ASCOLI PALERMO

2 Aumentata incidenza di alcune neoplasie anche Aumentata incidenza di alcune neoplasie anche in età fertile in età fertile Un figlio dopo il cancro Migliorate possibilità diagnostico-terapeutiche Migliorate possibilità diagnostico-terapeutiche Aumento delletà alla prima gravidanza Aumento delletà alla prima gravidanza Periodo anni% Am. J. Public Health 1989

3 Fertilità dopo trattamento antitumoraleFertilità dopo trattamento antitumorale Il rischio di malformazioni congenite dopo terapia antitumoraleIl rischio di malformazioni congenite dopo terapia antitumorale Effetto della gravidanza sul rischio di recidiva della pregressa neoplasiaEffetto della gravidanza sul rischio di recidiva della pregressa neoplasia Problematiche cliniche

4 Fertilità dopo trattamento antitumoraleFertilità dopo trattamento antitumorale Il rischio di malformazioni congenite dopo terapia antitumoraleIl rischio di malformazioni congenite dopo terapia antitumorale Effetto della gravidanza sul rischio di recidiva della pregressa neoplasiaEffetto della gravidanza sul rischio di recidiva della pregressa neoplasia Problematiche cliniche

5 Azione degli alchilanti sullattività ovarica 1) Arresto della maturazione follicolare Compromissione secrezione estrogenica Compromissione secrezione estrogenica 2) Deplezione ovocitaria a) Dose b) Durata c) Età ONC. GIN. PA - 94

6 Schema Durata (mesi) Amenorrea % Amenorrea % Età 40 CMF-like L-PAM±FU FEC62389 AC Chemioterapia e amenorrea secondaria Crivellari et al. Tumori, 2002

7 Fertilità dopo trattamento antitumoraleFertilità dopo trattamento antitumorale Il rischio di malformazioni congenite dopo terapia antitumoraleIl rischio di malformazioni congenite dopo terapia antitumorale Effetto della gravidanza sul rischio di recidiva della pregressa neoplasiaEffetto della gravidanza sul rischio di recidiva della pregressa neoplasia Problematiche cliniche

8 I dati disponibili non hanno evidenziato un aumento di anomalie congenite in bambini nati da donne o uomini precedentemente trattati per neoplasie di diverso tipo.

9 Su 2300 soggetti trattati in giovane età lincidenza di patologia genetica nei figli (3,4%) non differiva dai figli del gruppo di controllo (3,2%). Mulvihill, Prog Clin Bio Res, 1990 Nelle donne trattate per carcinoma mammario il rischio di anomalie congenite nei figli è risultato dello stesso ordine di grandezza di quello della popolazione ostetrica generale. Collichio Oncology, 1998 Numerose sono i casi di bambini nati sani dopo chirurgia conservativa e chemioterapia per neoplasie ovariche allo stadio iniziale. Colombo Gynecol Oncol, 1994

10 Fertilità dopo trattamento antitumoraleFertilità dopo trattamento antitumorale Il rischio di malformazioni congenite dopo terapia antitumoraleIl rischio di malformazioni congenite dopo terapia antitumorale Effetto della gravidanza sul rischio di recidiva della pregressa neoplasiaEffetto della gravidanza sul rischio di recidiva della pregressa neoplasia Problematiche cliniche

11 La gravidanza non sembra avere effetti negativi sulla prognosi di pazienti con carcinoma mammario allo stadio I o II J.A. Petrek et al. Cancer, 1991 Nessuna differenza in termini di sopravvivenza a 5 anni viene riferita dalla maggior parte degli studi J.A. Petrek et al. Cancer, 1991 Linterruzione di gravidanza e laborto spontaneo influenzano negativamente sulla prognosi H.E. Averette et al. Cancer, 1999

12 Interssamento linfonodale Gravide Non gravide Totale Negativo 18/22 (82%) 84/103 (82%) 102/125 (82%) Positivo 16/34 (47%) 37/63 (59%) 53/97 (55%) Totale 34/56 (61%) 121/166 (73%) 155/222 (70%) J.A. Petrek et al. Cancer, 1991 Sopravvivenza a cinque anni, stato gravidico e interessamento linfonodale stato gravidico e interessamento linfonodale

13 Healthy mother effect Studio caso-controllo condotto su 2536 donne con gravidanza successiva a carcinoma mammario Sopravvivenza in anni GRAVIDE NON GRAVIDE Tumore localizzato Tumore non localizzato Tumore localizzato Tumore non localizzato > R. Sankila et al. AJOG, 1994

14 Si raccomanda di attendere almeno 2 anni dopo il trattamento di un carcinoma mammario ai primi stadi, soprattutto perché la maggior parte delle recidive si verifica in questo intervallo di tempo. J.A. Petrek et al. Cancer, 1994 Tempi consigliabili di attesa prima di intraprendere una gravidanza Stadio I, II Consigliabile attendere almeno 2 anni Stadio III Consigliabile attendere almeno 5 anni Stadio IV Sconsigliato, bassa sopravvivenza a 5 anni (0-15 %), aggressività del trattamento. H. E. Averette et al. Cancer, 1999

15 Tecniche di riproduzione assistita (iperstimolazione ormonale) Questioni aperte Donne con una buona prognosi (I e II stadio) Alchilanti e/o terapia radiante influenzano la funzione ovarica Alto tasso di aborti spontanei

16 La decisione di avere un figlio dopo il cancro va attentamente valutata caso per caso, tenendo conto sia del tipo, dello stadio e dei fattori di rischio della neoplasia trattata, sia delletà e delle motivazioni della donna. Tuttavia è auspicabile lasciare trascorrere un certo lasso di tempo tra il termine del trattamento oncologico e la programmazione della gravidanza. CONCLUSIONE

17 … ma Rosa voli u figghiu, … ma Rosa voli u figghiu, e priparò li fasci. e priparò li fasci. Ed ora un figghiu strinci Ed ora un figghiu strinci nto pettu di palumma, nto pettu di palumma, beddu comu u Bamminu, beddu comu u Bamminu, caddatta, e sona a trumma! caddatta, e sona a trumma! Ignazio Buttitta La paglia bruciata, 1968.


Scaricare ppt "UN FIGLIO DOPO IL CANCRO U.O. di GINECOLOGIA ONCOLOGICA (Direttore: Prof. F.M.Romano) SENOLOGIA Baglio Conca doro Hotel Palermo 8 novembre 2002 AZIENDA."

Presentazioni simili


Annunci Google