La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. F. Zanchini - Lesione del legamento crociato anteriore Seconda Università degli Studi di Napoli I Policlinico Clinica Ortopedica

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: " Prof. F. Zanchini - Lesione del legamento crociato anteriore Seconda Università degli Studi di Napoli I Policlinico Clinica Ortopedica "— Transcript della presentazione:

1 Lesione del legamento crociato anteriore Docente Prof. F. Zanchini Seconda Università degli Studi di Napoli I Policlinico Clinica Ortopedica Clinica Ortopedica Lezione IV anno Scuola di Specializzazione in Medicina dello Sport

2 Lesioni meniscaliLesioni meniscali 48% a pochi mesi 48% a pochi mesi 25% a 1 anno 25% a 1 anno 12% a 5 anni 12% a 5 anni 1% a 10 anni 1% a 10 anni Precoci danni cartilagineiPrecoci danni cartilaginei Lesioni legamentose periferiche Lesioni legamentose periferiche Artrosi Artrosi Dejour 1988 Evoluzione del ginocchio con instabilità conseguente a lesione del LCA

3 Limitazione dell’articolarità Limitazione dell’articolarità (artrofibrosi) (artrofibrosi) Disturbi femoro-rotulei Disturbi femoro-rotulei Indebolimento del quadricipite Indebolimento del quadricipite Complicanze tardive legate alla ricostruzione del LCA

4 Valutazione delle indicazioni Conoscenza delle problematiche della ricostruzione del LCA

5 “ no knee is so bad that cannot be made worse by surgery “ “ nessun ginocchio è tanto malridotto quanto lo può diventare dopo l’intervento chirurgico “ J. C. Hughston

6 Valutazione delle lesioni associateValutazione delle lesioni associate Valutazione delle lesioni parziali Valutazione delle lesioni parziali Soggetti candidati al trattamento Soggetti candidati al trattamento conservativo conservativo Indicazioni al trattamento chirurgico

7 Classificazione di Hughston delle instabilità rotatorie (JBJS 1976)

8 Valutazione delle lesioni parziali

9 Come quantificarle ? Che evoluzione hanno ?

10

11 Rottura funzionalmente completa allungamento 57% Soluzione di continuo allungamento % allungamento % Noyes JBJS 1974

12

13

14 L’evoluzione di una lesione parziale a lesione completa è legata all’entità del danno iniziale

15 Pivot shift assente Pivot shift assente KT 1000 normale o < 3-4 mm KT 1000 normale o < 3-4 mm Fibre lesionate < 50% Fibre lesionate < 50% Instabilità soggettiva (cedimenti) Instabilità soggettiva (cedimenti) negativa negativa Aglietti 1999 Tendenza attuale al trattamento conservativo

16 Non scheletricamente maturi Non scheletricamente maturi Infezioni articolari o sistemiche Infezioni articolari o sistemiche Malattie Reumatiche Malattie Reumatiche Collagenopatie Collagenopatie Non motivati Non motivati AnzianiAnziani Sedentari Sedentari Soggetti con lesioni complete candidati al trattamento conservativo

17 Trattamento delle lesioni associate Trattamento delle lesioni associate Posizionamento dei tunnel ossei Posizionamento dei tunnel ossei Plastica della gola Plastica della gola Tensionamento e fissazione Tensionamento e fissazione Riabilitazione Riabilitazione Presupposti per il successo della ricostruzione chirurgica del LCA

18 Ciascuna lesione non trattata ha il potenziale per influenzare negativamente il risultato Ciascuna lesione non trattata ha il potenziale per influenzare negativamente il risultato Trattamento delle lesioni associate

19 “ Se le rotture del LCA sono le più comuni lesioni legamentose … queste non sono le più importanti “ Smillie 1962 Smillie 1962

20 Instabilità rotatoria antero- mediale 1. Legamento collaterale mediale 2. Legamento posteriore obliquo

21 Il Leg. posteriore obliquo è il > deterrente alla rotazione esterna ed il supporto mediale primario contro lo stress in valgo ( Hughston, Barret, Muller) ( Hughston, Barret, Muller)

22 Il Menisco Interno è un fondamentale limitante dello stress in valgo e della lussazione anteriore della tibia Deve essere a tutti i costi risparmiato !!!

23 Instabilità rotatoria antero- laterale Legamento capsulare antero-laterale Legamento capsulare antero-laterale

24

25 Instabilità rotatoria postero- laterale Legamento collaterale laterale Legamento collaterale laterale Tendine del popliteo Tendine del popliteo Disinserzione menisco esterno Disinserzione menisco esterno

26 Posizionamento dei tunnel ossei

27

28 Isometria

29 Ricostruzione isometrica Quasi isometria

30 Punto di emergenza del tunnel tibiale nel centro dell’inserzione anatomica 5-7 mm avanti e leggermente mediale alla spina tibiale interna

31 Punto di emergenza del tunnel femorale Nel piano sagittale molto posteriore Nel piano frontale alle ore 11

32 Posizionamenti non isometrici Perdita della flessione o della estensione Perdita della flessione o della estensione Danno cartilagineo ad opera della compressione articolareDanno cartilagineo ad opera della compressione articolare Allungamento o rottura dell’innestoAllungamento o rottura dell’innesto

33 Foro tibiale troppo posteriore Allungamenti eccessivi in estensione

34 Foro tibiale troppo anteriore Deficit dell’estensione fino al fallimento dell’innesto Deficit dell’estensione fino al fallimento dell’innesto Impingement con la gola Impingement con la gola

35 Foro tibiale troppo laterale Impingement con la parete laterale

36 Foro femorale troppo anteriore Aumento della tensione in flessione Aumento della tensione in flessione Lassità nei primi gradi di flessione Lassità nei primi gradi di flessione

37 Foro femorale troppo posteriore o posizione “over the top” Aumento di tensione in estensione Aumento di tensione in estensione

38 La gola intercondiloidea può essere stenotica per: Stenosi congenita Stenosi congenita Osteofitosi Osteofitosi

39 E’ obbligatorio ripristinare la normale ampiezza della gola Impingement Impingement Adeguata esposizione Adeguata esposizione

40 Quanto osso rimuovere ? Forma della gola Forma della gola OsteofitosiOsteofitosi Diametro dell’innestoDiametro dell’innesto Posizionamento del tunnel tibialePosizionamento del tunnel tibiale

41 Mobilizzazione precoce del Mobilizzazione precoce del ginocchio e della femoro-rotulea ginocchio e della femoro-rotulea Esercizi a catena cinetica chiusa Esercizi a catena cinetica chiusa Riabilitazione


Scaricare ppt " Prof. F. Zanchini - Lesione del legamento crociato anteriore Seconda Università degli Studi di Napoli I Policlinico Clinica Ortopedica "

Presentazioni simili


Annunci Google