La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Morabito N.; D’Aiello G.; Imparato S.; Lo Verso P.; La Spada S. U.O. Complessa di Medicina e Chirurgia di Accettazione e di Urgenza P.O. “G.F. Ingrassia”

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Morabito N.; D’Aiello G.; Imparato S.; Lo Verso P.; La Spada S. U.O. Complessa di Medicina e Chirurgia di Accettazione e di Urgenza P.O. “G.F. Ingrassia”"— Transcript della presentazione:

1 Morabito N.; D’Aiello G.; Imparato S.; Lo Verso P.; La Spada S. U.O. Complessa di Medicina e Chirurgia di Accettazione e di Urgenza P.O. “G.F. Ingrassia” ASL 6-Palermo Trombosi atriale sinistra: diagnosi con ecocardiogramma transtoracico e transesofageo. Descrizione di due casi clinici in Medicina di Urgenza III° CONGRESSO REGIONALE SIMEU SICILIA AGRIGENTO 3-4 DICEMBRE 2004

2 MASSE INTRACARDIACHE  TROMBO  NEOPLASIE  PRIMITVE  SECONDARIE  VEGETAZIONI  ALTRO (SARCOIDOSI, CISTI ECHINOCOCO)

3 CASO CLINICO 1  D.A., anni 87, M.  Scompenso cardiaco cronico  Fibrillazione atriale cronica  Si ricovera in Medicina di Urgenza per dispnea e vertigini ingravescenti  ECG: fibrillazione atriale a risposta ventricolare 90 b\m, BBsn completo

4 CASO CLINICO 1  OBIETTIVITA’ CLINICA: rantoli alle basi bilateralmente, toni cardiaci ovattati, soffio sistolico 2\6 sulla mitrale.  ECG: fibrillazione atriale a risposta ventricolare 90 b\m, BBsn completo.  ECOCARDIOGRAMMA TT: funzione globale del ventricolo sinistro globalmente depressa (FE 30%), marcata dilatazione biatriale, all’interno dell’atrio di sinistra è visibile una formazione sessile a larga base d’impianto sul setto interatriale, scarsamente mobile, da riferire in prima ipotesi a formazione trombotica (FE 30%), marcata dilatazione biatriale, all’interno dell’atrio di sinistra è visibile una formazione sessile a larga base d’impianto sul setto interatriale, scarsamente mobile, da riferire in prima ipotesi a formazione trombotica

5 Ecocardiogramma TT Parasternale asse lungo4 camere apicale con aorta 2 camere con aorta Parasternale asse corto dei vasi della base

6 CASO CLINICO 1 IL PAZIENTE HA RIFIUTATO L’ESECUZIONE DELL’ECOCARDIOGRAMMA TRANSESOFAGEO, E’ STATO AVVIATO AL PROPRIO DOMICILIO DOPO ADEGUATA ANTICOAGULAZIONE. IL PAZIENTE HA RIFIUTATO L’ESECUZIONE DELL’ECOCARDIOGRAMMA TRANSESOFAGEO, E’ STATO AVVIATO AL PROPRIO DOMICILIO DOPO ADEGUATA ANTICOAGULAZIONE.

7 CASO CLINICO 2 B.M., anni 62, F. B.M., anni 62, F. Ipertensione arteriosa, fibrillazione atriale di recente insorgenza (1 mese addietro) Ipertensione arteriosa, fibrillazione atriale di recente insorgenza (1 mese addietro) In terapia con dicumarolici, digitale e betabloccante. In terapia con dicumarolici, digitale e betabloccante. Si ricovera in M. Urg. Per dolore addominale, nausea ed aumento degli enzimi di colostasi e riscontro ecografico di versamento pericardico. Si ricovera in M. Urg. Per dolore addominale, nausea ed aumento degli enzimi di colostasi e riscontro ecografico di versamento pericardico. Sospensione della terapia anticoagulante per il riscontro di versamento pericardico Sospensione della terapia anticoagulante per il riscontro di versamento pericardico

8 CASO CLINICO 2 OBIETTIVITA’: torace normoventilato, toni cardiaci netti, pause apparentemente libere. OBIETTIVITA’: torace normoventilato, toni cardiaci netti, pause apparentemente libere. ECG: fibrillazione atriale a risposta ventricolare 120 b\m, sovraccarico ventricolare sinistro. ECG: fibrillazione atriale a risposta ventricolare 120 b\m, sovraccarico ventricolare sinistro. ECOCARDIOGRAMMA: ventricolo sinistro di normali dimensioni, cinesi globale depressa (FE 35), presenza di formazione adesa al setto interatriale di circa 1,5 cm diametro, versamento pericardico di moderata entità. ECOCARDIOGRAMMA: ventricolo sinistro di normali dimensioni, cinesi globale depressa (FE 35), presenza di formazione adesa al setto interatriale di circa 1,5 cm diametro, versamento pericardico di moderata entità. ECO TRANSESOFAGEO: presenza di formazione peduncolata, adesa in prossimità dello sbocco della vena polmonare superiore sinistra, di circa 3,5 cm diametro, ecocontrasto spontaneo ++++\4, versamento pericardico di moderata entità ECO TRANSESOFAGEO: presenza di formazione peduncolata, adesa in prossimità dello sbocco della vena polmonare superiore sinistra, di circa 3,5 cm diametro, ecocontrasto spontaneo ++++\4, versamento pericardico di moderata entità

9 ECOCARDIOGRAMMA TT E TE

10 TROMBOSI ATRIALE SN Massa di echi ben demarcata, abitualmente rotondeggiante e con base d’impianto larga. Massa di echi ben demarcata, abitualmente rotondeggiante e con base d’impianto larga. Stasi ematica Stasi ematica Fattori predisponenti Fattori predisponenti FA, stenosi mitralica, protesi valvolari, bassa portata del VSn FA, stenosi mitralica, protesi valvolari, bassa portata del VSn Rischio embolico Rischio embolico

11 Trombosi atriale sinistra SensibilitàSpecificitàAccuratezza ETT62,9%100%87,1% ETE100%100%100% Lin ed al. Echocardiography 1992

12 CRITERI DIAGNOSTICI Scenario clinico Scenario clinico Densità acustica diversa dalle strutture circostanti Densità acustica diversa dalle strutture circostanti Bordo definito e ben circoscritto Bordo definito e ben circoscritto Movimento sincrono con la parete Movimento sincrono con la parete Visulizzazione in almeno 2 oproezioni diverse Visulizzazione in almeno 2 oproezioni diverse Identificare in almeno 1 proiezione la base d’impianto Identificare in almeno 1 proiezione la base d’impianto

13 TROMBOSI AURICOLARE Nel 21% dei soggetti con eventi cerebtrali ischemici o priferici su base embolica sono stati identificati con ETE trombi in auricola Nel 21% dei soggetti con eventi cerebtrali ischemici o priferici su base embolica sono stati identificati con ETE trombi in auricola Rischio di trombosi elevato se: Rischio di trombosi elevato se:  Morfologia complessa (plurilobata)  Bassi flussi di lavaggio (< 0,25 m\sec.)  Change ridotto (< 20%)  Ecocontrasto spontaneo

14 TROMBOSI ATRIALE SINISTRA TERAPIA TERAPIA  Scoagulazione  Intervento chirurgico se impossibilità alla scoagulazione o elevato rischio embolico


Scaricare ppt "Morabito N.; D’Aiello G.; Imparato S.; Lo Verso P.; La Spada S. U.O. Complessa di Medicina e Chirurgia di Accettazione e di Urgenza P.O. “G.F. Ingrassia”"

Presentazioni simili


Annunci Google