La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il GIST dello stomaco. GIST des Magens: Il ruolo della resezione laparoscopica Die laparoskopische Resektion Università degli Studi di Trieste UCO di Chirurgia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il GIST dello stomaco. GIST des Magens: Il ruolo della resezione laparoscopica Die laparoskopische Resektion Università degli Studi di Trieste UCO di Chirurgia."— Transcript della presentazione:

1 Il GIST dello stomaco. GIST des Magens: Il ruolo della resezione laparoscopica Die laparoskopische Resektion Università degli Studi di Trieste UCO di Chirurgia Generale Direttore Prof. Nicolo de Manzini Foto TRIESTE Neoplasie dello stomaco:argomenti selezionati. Magentumore: ausgewaelthe Themen Bolzano / Bozen, Nicolò de Manzini, Alan Biloslavo, Michela Giuricin

2 Esperienza personale nov feb interventi di chirurgia generale 980 patologia neoplastica 22 neoplasie gastriche 7 GIST: 3 extragastrici 4 gastrici : 2 chirurgia open 2 chirurgia laparoscopica

3 Storia naturale del GIST < 3% di tutte la neoplasie del tratto gastrointestinale Le più comuni neoplasie gastrointestinale di origine mesenchimale (cell. Interstiziali del Cajal) 40 – 70% localizzati allo stomaco In 2/3 dei casi è interessato lo stomaco prossimale Incidenza maggiore 6 a- 7 a decade, solo 10% al di sotto dei 40 aa Sintomi: dispepsia, emorragia, anemia,dolore addominale

4 Storia naturale del GIST Rare metastasi linfonodali Diffusione –ematica (fegato), –per continuità – per contiguità (peritoneo)

5 Diagnostica Endoscopia TAC Ecoendoscopia Biopsia con ago sottile (positività per CD117)

6 Fattori prognostici Dimensioni della neoplasia (50 mm) Indice mitotico Necrosi Cellularità Indice di proliferazione (MIB 1) Otani, Surgery 2006

7 Dimensioni, mitosi e malignità <5 cm0-4/50benigna >5 cm0-4/50bassa malignità >5 cm>5/50maligna Dimensioni mitosi comportamento Iwahashi, World J Surg, 2006

8 Dimensione della neoplasia e categoria di rischio Rischio molto basso (<2cm, da 0 a 4 mitosi/50 HPF) Rischio basso (2cm5cm, più di 5mitosi/50 HPF; >10cm, più di 10 mitosi/50 HPF) Iwahashi, World J Surg, 2006

9 Indicazioni alla chirurgia Bisogna operare tutti i GIST? Anche i piccoli tumori(<2cm) dovrebbero essere trattati in maniera aggressiva piuttosto che osservati attentamente. Nguyen, Surg Endoscop 2006

10 Criteri di radicalità chirurgica Margini di sezione macroscopicamente liberi da neoplasia (DeMatteo, Ann. Surg.2000) Asportazione della neoplasia integra senza disseminazione di tessuto tumorale

11 Terapia chirurgica: Chirurgia open Chirurgia miniinvasiva –Endoscopia operativa –Laparoendoscopia –Chirurgia laparoscopica

12 Indicazioni alla laparoscopia Dimensioni < 5 cm Massa ben identificabile –ecolaparoscopia Assenza di invasione degli organi attigui Sede? …se vicino al cardias o al piloro indicazione solo alla chirurgia open (Otani et al, Surgery 2005)

13 Resezione laparoscopica: posizione dei trocars

14 Resezione laparoscopica e sede della neoplasia Parete gastrica anteriore: resezione atipica con stapler Parete gastrica posteriore: resezione atipica con stapler lineare come per la precedente o previa gastrotomia anteriore in corrispondenza della lesione Piccola e grande curva: resezione atipica con stapler lineare (Novitsky et al, Ann. Surg. 2006) No Touch technique (Nguyen Surg. Endosc 2006)

15 Resezione atipica

16 Resezione gastrica

17 Gastrectomia totale?

18 Risultat:Laparoscopia vs Open Tempo operatorio sovrapponibile (169 vs 160 min) Sanguinamento intraoperatorio sovrapponibile (106 vs 129 cc) Complicanze sovrapponibili (9,5 vs 8,3%) < degenza postoperatoria (3,8 vs 6,2 giorni) Matthews, Surg Endosc., 2002

19 Cause di conversione Sanguinamento intraoperatorio non controllabile Infiltrazione della neoplasia agli organi contigui Dimensioni della massa Impossibilità ad identificare il tumore Sede difficile da aggredire Tasso di conversione medio 8%

20 Risultati della chirurgia laparoscopica AutorePazientiConversioniRecidiveComplicanze Otani(2000)3410 Nausea prolungata(n=1) Matthews(2002)2101 Reintervento per ampliamento margini(n=2) Bouillot(2003)65111 Sanguinamento(n=2); gastroparesi(n=1) Hindmarsh(2005) Nguyen(2006)283 Sanguinamento(n=1); Eviscerazione(n=1); IMA(n=1); Polmonite(n=1) Novitsky(2006) Bedard(2006)1421 0

21 Casistica personale 4 GIST gastrici: –2 resezioni atipiche open –2 resezioni atipiche laparoscopiche

22

23

24

25

26

27 Algoritmo per i tumori della sottomucosa gastrica Endoscopia, TC, ECO Tumore solido che origina dalla parete gastrica T<2cm2cmT5cm T>5cm Follow-up (ogni 6-12 mesi) Resezione laparoscopica atipica Laparoscopia assistita/chirurgia open Otani, Surgery 2006

28 Follow-Up. Novitsky, Ann of Surg, 2006 Comportamento biologico incerto Follow up stretto, linee guida poco chiare

29 Conclusione Le indicazioni alla resezione laparoscopica dipendono da: –Dimensioni e sede della neoplasia –Esperienza laparoscopica –……..buon senso


Scaricare ppt "Il GIST dello stomaco. GIST des Magens: Il ruolo della resezione laparoscopica Die laparoskopische Resektion Università degli Studi di Trieste UCO di Chirurgia."

Presentazioni simili


Annunci Google