La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

By NA Diagnosi Prenatale I. By NA Diagnosi prenatale fornire scelte informate alle coppie a rischio rassicurare e ridurre lansia permettere a coppie ad.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "By NA Diagnosi Prenatale I. By NA Diagnosi prenatale fornire scelte informate alle coppie a rischio rassicurare e ridurre lansia permettere a coppie ad."— Transcript della presentazione:

1 By NA Diagnosi Prenatale I

2 By NA Diagnosi prenatale fornire scelte informate alle coppie a rischio rassicurare e ridurre lansia permettere a coppie ad alto rischio di confermare o smentire lanomalia nel feto mediante il test, anziche rinunciare ad avere figli permettere a coppie con un bambino affetto di avere una preparazione psicologica prima e dopo la nascita permettere il trattamento prenatale del feto affetto nata nel 1966 (Steele e Breg); richiede lintervento di numerose discipline: ostetricia, ultrasonografia, genetica clinica, diagnosi e consulenza genetica e la diagnostica di laboratorio; scopi:

3 By NA Indicazioni Diagnosi prenatale Incidenza della trisomia Eta materna avanzata

4 By NA Indicazioni Diagnosi prenatale 2. un precedente bambino con unanomalia cromosomica de novo 3. la presenza di anomalie cromosomiche di tipo strutturale in uno dei genitori 4. la presenza di una storia familiare per una malattia genetica che puo essere diagnosticata o esclusa mediante analisi biochimiche o del DNA 5. La presenza di una storia familiare per una malattia X-linked per la quale non esiste un test prenatale specifico 6. Il rischio dei difetti del tubo neurale 7. Lo screening del siero materno ed ecografia I e II trimestre (NT, nasal bone, CPC, EHF,SUA)

5 By NA Considerazione Importante!!!!! Le diapositive che seguiranno trattano aspetti non genetici: sono teniche che attengono alla pratica medica, tuttavia mi sembra appropriato che li conosciate. Questo non vuol dire che siano laspetto piu importante o esaustivo …..ANZI!!!!

6 By NA Metodi ostetriciper la diagnosi prenatale Tests invasivi: Amniocentesi Esame dei villi coriali Cordocentesi Diagnostica genetica preimpianto Tests non invasivi: Alfa-fetoproteina nel siero materno Screening del siero materno Ecografia Isolamento delle cellule fetali dal sangue materno

7 By NA AFP (alfa-fetoproteina) E una glicoproteina di origine fetale prodotta principalmente nel fegato, secreta nel circolo fetale, ed eliminata attraverso i reni nel liquido fetale Entra nel circolo sanguigno materno attraverso la placenta, le membrane amniotiche e la circolazione materna-fetale Puo essere valutata sia nel liquido amniotico (AFAFP) che nel siero materno (MSAFP) La concentrazione viene valutata mediante dosaggio immunoenzimatico (tecnica poco costosa) Insieme allesame ecografico a settimane, lesame dell AFAFP permette di identificare il 99% dei feti con spina bifida e tutti quelli affetti da anencefalia (il range di normalita va stabilito in relazione alleta gestazionale)

8 By NA AFP (alfa-fetoproteina) La concentrazione di AFP viene valutata nel liquido amniotico per rilevare la eventuale presenza di difetti del tubo neurale (Spina bifida, anencefalia, ecc.)

9 By NA Amniocentesi E una procedura mediante la quale un campione di liquido amniotico viene prelevato attraverso laddome con luso di una siringa

10 By NA Aspetti tecnici (sempre ostetrici) dellamniocentesi Esame ecografico preliminare per valutare le condizioni fetali, il periodo gestazionale, il numero di feti, la normalita strutturale e la posizione ottimale per linserimento dellago Epoca: tra la 15 a e la 16 a settimana di gestazione (eccezionalmente tra la 10 a e la 14 a ) Esecuzione: ambulatoriale Preparazione: nessuna Aghi: g (0,8-0,7 mm) Via: transaddominale

11 By NA Complicazioni: Aumento dello 0.5-1% al di sopra del normale rischio del 2-3% di aborto Rare perdite di liquido amniotico, infezioni e danni al feto causati dalla puntura dellago Lamniocentesi precoce (10-14 settimane) ha un rischio daborto del 2,6% contro lo 0,8 dellamniocentesi tradizionale Per prevenire limmunizzazione Rh della madre, viene somministrata di routine la globulina immune Rh alle donne Rh negative

12 By NA Analisi dei villi coriali (chorionic villus sampling o CVS) La biopsia dei villi si effettua tra la 10 a e la 12 a settimana di gestazione mediante prelievo transaddominale o transcervicale

13 By NA Vantaggi del CVS: Dal momento che il trofoblasto é di provenienza embrionale e presenta il medesimo patrimonio genetico dellembrione, possono essere effettuate su questo materiale le medesime indagini citogenetiche, biochimiche e sul DNA effettuate con lamniocentesi. I risultati delle successive indagini sono disponibili in uneta gestazionale piu precoce rispetto allamniocentesi, riducendo il periodo di incertezza e permettendo uneventuale interruzione di gravidanza nel primo trimestre Fornisce lesito dellanalisi cromosomica in un periodo di tempo piu breve rispetto allamniocentesi

14 By NA Svantaggi del CVS LAFP non puo essere valutata in questo stadio (a differenza dellamniocentesi) e lo screening per le anomalie del tubo neurale deve essere effettuato mediante esame ecografico durante la 16 a settimana di gestazione La frequenza di aborto e dell1% sopra il normale rischio del 2-5% alla 7 a -12 a settimana di gestazione Il successo dellanalisi cromosomica e pari a quello dellamniocentesi (>99%). Tuttavia, il 2% dei tests eseguiti da CVS danno risultati ambigui a causa del mosaicismo cromosomico (sia vero che pseudomosaicismo). Quindi si raccomanda lesecuzione di unamniocentesi successiva per stabilire in maniera inequivocabile se il feto presenta unanomalia cromosomica.

15 By NA Cordocentesi (Funicolocentesi) Con il termine funicolocentesi (o cordocentesi) si intende il prelievo di sangue fetale dal cordone ombelicale.La funicolocentesi viene eseguita più tardivamente rispetto alla villocentesi e all'amniocentesi (dopo la 20 a settimana fino al termine della gravidanza) ed il prelievo comporta un maggiore rischio di aborto rispetto agli altri tipi di prelievo. Questo esame viene richiesto solo quando ci sono indicazioni specifiche.

16 By NA QUANDO SI CONSIGLIA LA FUNICOLOCENTESI / Mosaicismo cromosomico: nel caso di mosaicismo cromosomico rilevato su liquido amniotico o villo coriale può essere necessario eseguire un esame del cariotipo su sangue fetale, allo scopo di analizzare un tessuto diverso e ottenere maggiori indicazioni sull'assetto cromosomico del bambino. / Malformazioni fetali evidenziate ecograficamente: le anomalie anatomiche prendono il nome di malformazioni e colpiscono un neonato su 40. Vengono frequentemente evidenziate intorno alla a settimana di gravidanza, all'ecografia di secondo livello (ecografia morfologica). Alcune di queste malformazioni possono essere conseguenza di anomalie cromosomiche e quindi richiedere un esame del cariotipo, che può essere effettuato su liquido amniotico o sangue fetale, a seconda dell'epoca gestazionale. Nel caso in cui la gravidanza sia avanzata è preferibile eseguire la funicolocentesi, in quanto si ottiene una risposta in tempo più breve rispetto all'amniocentesi.

17 By NA QUANDO SI CONSIGLIA LA FUNICOLOCENTESI / Ritardo nella crescita intrauterina: un importante ritardo della crescita fetale è talvolta associato ad un'anomalia cromosomica e può essere necessario un esame del cariotipo. / Diagnosi di malattie infettive: un prelievo di sangue fetale può essere richiesto per valutare un'eventuale trasmissione di un agente infettivo dalla madre al bambino. Oggigiorno, comunque, questo tipo di indagini viene effettuato nella maggior parte dei casi su liquido amniotico.

18 By NA Il prelievo di sangue fetale Funicolocentesi: un esame rischioso? I rischi per la madre sono praticamente inesistenti, se vengono rispettate le regole della sterilità. Per quanto riguarda il feto, viene stimato un rischio di aborto dopo prelievo di sangue fetale pari al 3-4%. Il sangue fetale in laboratorio Il sangue fetale viene raccolto in apposite provette con un terreno nutritivo che favorisce la proliferazione delle cellule prelevate. Sono necessari circa 3 giorni per poter analizzare al microscopio le cellule fetali. La funicolocentesi non richiede alcuna preparazione ed è ambulatoriale, anche se sono necessari uno o più controlli ecografici dopo il prelievo.La sua esecuzione consiste nell'aspirazione, mediante un ago sottile introdotto per via transaddominale sotto guida ecografica, di una piccola quantità (circa ml) di sangue fetale.E' consigliabile, dopo il prelievo, un periodo di riposo di 48 ore.

19 By NA Screening dellAFP nel siero materno alla 16a settimana Quando il feto presenta difetti del tubo neurale, la concentrazione dellAFP e piu alta rispetto ai normali livelli nel siero materno. Questo saggio combinato con lesame ecografico risulta molto efficace per la diagnosi dei difetti del tubo neurale.

20 By NA Screening del siero materno(Triplo TEST o TRI-TEST) AFP uE3 HCG Rischio aumentato per sindrome di Down Trisomia 18 NTD non applicabile non applicabile Individua il 70% dei bambini affetti da Trisomia 21 ed ha un 5% circa di falsi positivi, cioè di risposte allarmanti ma non veritiere. Viene definito positivo quando il rischio stimato è superiore a una probabilità su 250. Le pazienti positive al test (si stima circa il 10%) devono eseguire l'amniocentesi per una diagnosi definitiva. Misura la concentrazione di tre marcatori del sangue (AFP, estriolo non coniugato o uE3, gonadotropine corioniche o HCG) ed e disponibile alla 15 a -20 a settimana di gestazione per identificare i soggetti che presentano un aumentato rischio per la sindrome di Down, trisomia 18 e difetti del tubo neurale

21 By NA Il BI-TEST ha il vantaggio di poter essere eseguito più precocemente tra la 11 a e la 14 a settimana di amenorrea. Il risultato dipende dalla analisi dell'età materna rapportata al dosaggio di due ormoni: la Gonadotropina Corionica e la Plasma Proteina Associata alla Gravidanza (PAPP-A). La Gonadotropina Corionica aumenta in caso di malattie cromosomiche mentre la PAPP-A diminuisce. Il test viene definito positivo quando il rischio stimato è superiore ad una probabilità su 300. L'ULTRASCREEN è una evoluzione del bi-test. L'associazione infatti del bi-test con una ecografia genetica (all'epoca in cui fu proposto veniva studiata la translucenza nucale) può aumentare la sensibilità Screening del siero materno(Triplo TEST o TRI-TEST) Attenzione: questo test è scarsamente attendibile in caso di gravidanza gemellare e diabete materno. Lesame MSS rappresenta un test di screening e non un mezzo diagnostico (come lamniocentesi)!

22 By NA LINDAGINE ECOGRAFICA I feti affetti da anomalie cromosomiche presentano delle caratteristiche anatomiche particolari individuabili con una indagine ecografica nel corso del primo trimestre di gestazione. Nel 2001 un gruppo di ricercatori del King's College Hospital di Londra ha proposto un ulteriore marker ecografico utile per l'individuazione degli embrioni affetti da Sindrome di Down, lo studio delle ossa nasali. Si è infatti scoperto che il 73% dei bambini nati con Sindrome di Down non ha ossa nasali. Si stima che questa indagine associata all'ultrascreen può portare la predittività fino al 93% circa.

23 By NA LINDAGINE ECOGRAFICA Una di queste indagini è la valutazione della cosiddetta TRANSLUCENZA NUCALE. Si è visto in effetti che molti embrioni affetti da anomalie cromosomiche hanno, per ragioni ancora non completamente conosciute, un accumulo transitorio di liquido negli strati sottocutanei della regione retronucale del collo nel periodo tra 10 e 14 settimane. Se lo spessore di questa zona supera i 3 mm si ha una probabilità di anomalie cromosomiche pari al 75% con un 5% di falsi positivi. In questi casi è consigliabile procedere quindi subito ad una biopsia dei villi coriali e se questa è negativa è consigliabile comunque ripetere un accurata osservazione del feto mediante un'ecografia di II livello tra la 20 a e la 22 a settimana, in 1 caso su 20 infatti possono essere presenti altre malformazioni, soprattutto cardiache.

24 By NA Tecnologie emergenti si effettua la biopsia di un blastomero dopo IVF. Il trasferimento degli embrioni sani e effettuato dopo analisi molecolari e/o cromosomiche. Non esiste attualmente alcuna evidenza di danni negli embrioni sottoposti a biopsia. Diagnosi genetica preimpianto (PGD)

25 By NA Diagnosi genetica preimpianto (PGD) Nel caso di malattie monogeniche si applica lanalisi molecolare mediante PCR, mentre per le anomalie cromosomiche si utilizza la FISH in interfase dopo fissazione su vetrino di uno o piu blastomeri.

26 By NA Cellule fetali nel sangue materno In ogni gravidanza sono presenti cellule fetali (linfociti, cellule trofoblastiche, eritrociti) nel sangue materno (1 su ). Queste possono essere arricchite mediante MACS ed utilizzate per la FISH con speciali sonde di DNA per il cromosoma 13, 18 e 21, X e Y. Queste tecniche pero non sono ancora applicabili nella pratica clinica e devono, per il momento, essere considerate delle tecniche sperimentali.

27 By NA Test di laboratorio Analisi citogenetica Analisi del DNA teoricamente saggi biochimici per la diagnosi di malattie metaboliche (dosaggi enzimatici su liquido amniotico o direttamente su villi coriali) questi ci riguardano quando si parla di diagnosi prenatale di malattie genetiche!!!!!

28 By NA Il liquido amniotico Il liquido amniotico contiene cellule di origine fetale che possono essere messe in coltura per i successivi tests diagnostici.

29 By NA Analisi citogenetica / Sia lamniocentesi che il CVS forniscono cellule fetali per lanalisi del cariotipo. / La preparazione e successiva analisi dei cromosomi puo richiedere da 1 a 2 settimane. / Si possono, in alternativa, usare nuclei interfasici da cellule fetali non coltivate per diagnosticare le comuni aneuploidie dei cromosomi 13, 18, 21, X ed Y immediatamente dopo amniocentesi o CVS. Questo rapido test citogenetico deve essere ancora realmente valutato come metodo diagnostico da utilizzare di routine.

30 By NA METODICA DINDAGINE in situ Il liquido amniotico viene centrifugato per la raccolta delle cellule che sono risospese in opportuno terreno e poste in coltura. Le cellule possono essere coltivate con due metodiche: / in situ:. Essa avviene per colonie, presupponendo che ciascuna di esse derivi da una singola cellula fetale. Tale tecnica permette una migliore valutazione diagnostica in caso di mosaicismo cromosomico o di contaminazione materna. I tempi di coltura sono piu brevi rispetto al metodo dopo sospensione. A crescita avvenuta, le colonie cellulari vengono trattate con colchicina. Segue shock osmotico, fissaggio, colorazione e bandeggio per lanalisi delle metafasi al microscopio

31 By NA Metodica dindagine sospensione mediante enzimi proteolitici / Dopo alcuni giorni di crescita, si rispospendono le cellule nella fiasca di coltura mediante lutilizzo di tripsina, si fanno riaderire e si prosegue la coltura. A crescita ultimata, si esegue il trattamento con colchicina, shock osmotico, fissaggio, colorazione e bandeggio. Questa tecnica permette di ottenere una maggiore crescita cellulare, ma viene persa lindividualita dei cloni e quindi lorigine (singola o multipla) di eventuali mosaicismi.

32 By NA Villi coriali coltura / I villi sono posti in coltura previo trattamento con enzimi proteolitici per disgregare le cellule del cito e del sinciziotrofoblasto. / A crescita avvenuta, si procede al trattamento con colchicina, cui segue shock osmotico, fissaggio dei preparati su vetrino e analisi delle metafase dopo colorazione.

33 By NA Villi coriali mitosi spontanee Si sfruttano le mitosi spontanee delle cellule del trofoblasto. / Si procede alla selezione dei villi idonei,eliminando eventuale sangue o decidua aspirati durante il prelievo; / I villi vengono messi in coltura per h a cui viene poi aggiunta colchicina / Si effettua o shock osmotico con soluzione ipotonica per rompere le membrane cellulari / Si esegue il fissaggio, e lo striscio del preparato sul vetrino / Colorazione ed analisi del cariotipo Vantaggi: tempi rapidissimi, minor inquinamento da cellule materne, costi piu bassi Svantaggi: lattivita mitotica e la qualita delle metafasi sono inferiori al metodo della coltura.

34 By NA Sangue fetale Si effettua la messa in coltura del sangue per 72h. Dopo laggiunta di colchicina, centrifugazione, trattamento con sol. ipotonica (KCl), fissaggio in soluzione, preparazione del vetrino e colorazione per lanalisi del cariotipo.

35 By NA Tecniche di bandeggio cromosomico Permettono di identificare in maniera univoca una coppia di omologhi Le tecniche di bandeggio sono varie: / Bande Q. Si utilizza un colorante fluorescente (quinacrina). Un pattern di bandeggio simile si può ottenere con il DAPI. / Bande G. Si trattano i cromosomi con enzimi proteolitici (tripsina) oppure con alcali o con soluzioni a elevato pH. Quindi si colorano con Giemsa. Le bande G corrispondono in larga misura alle bande Q. / Bande R. Si trattano i cromosomi con temperature elevate (87°C) e si colorano con Giemsa o acridina orange. Le bande che si ottengono sono complementari alle bande G.

36 By NA Tecniche di bandeggio cromosomico Bandeggio Q Bandeggio G Bandeggio R

37 By NA MOSAICISMO / Si riferisce alla presenza di due o piu linee cellulari in un campione o tessuto.Si distinguono tre livelli di mosaicismo nel liquido amniotico o nelle colture CVS: MOSAICISMO VERO (elevato rischio di anomalie fetali) MOSAICISMO CONFINATO ALLA PLACENTA (chorion, amnion) PSEUDOMOSAICISMO (una singola cellula anomala): viene ignorato La grande maggioranza dei mosaicismi in diagnosi prenatale non si correla ad anomalie fenotipiche fetali

38 By NA problemi dellanalisi cromosomica prenatale: riarrangiamento cromosoma marker de novo?? Analisi del cariotipo dei genitori 1.Genitori non portatori :de novo 2.Un genitore (sano) portatore di un riarr.bilanciato Stesso riarrangiamento nel feto Feto sano? Riarrangiamento sbilanciato nel feto Gravi anomalie fetali Fallimento della coltura cellulare (rischio basso) Situazioni avverse inattese


Scaricare ppt "By NA Diagnosi Prenatale I. By NA Diagnosi prenatale fornire scelte informate alle coppie a rischio rassicurare e ridurre lansia permettere a coppie ad."

Presentazioni simili


Annunci Google